Come Abbassare i Livelli di ALT

L'alanina aminotransferasi (ALT) è un enzima che si trova prevalentemente nel fegato, ma, seppur in quantità inferiori, è presente anche nei reni, nel cuore, nei muscoli e nel pancreas. I livelli elevati possono essere indicativi di gravi problemi di salute, soprattutto collegati al fegato. Per abbassarli, dovresti concentrarti sul miglioramento dello stato generale di questo organo, collaborando con il medico al fine di determinare perché si è verificato questo aumento anormale.

Metodo 1 di 3:
Dieta

  1. 1
    Minimizza il consumo di alcool. Esagerare con l'assunzione è una delle cause più frequenti dei danni al fegato, ma ne bastano quantità moderate per nuocere alle cellule epatiche con il passare del tempo.
    • Per consumo moderato di alcool si intendono due bibite al giorno per gli uomini e una per le donne. Tieniti al di sotto di questo limite per migliorare lo stato del fegato e abbassare i livelli di ALT. Se soffri già di disturbi del genere, dovresti eliminare completamente gli alcolici.
  2. 2
    Bevi più caffè. Sorprendentemente, secondo alcune ricerche recenti, bere una tazza di caffè al giorno può aiutare ad abbassare il rischio di contrarre malattie al fegato. Siccome i livelli di ALT e i danni a questo organo hanno un rapporto stretto, consumare caffeina può esercitare un effetto positivo per decrementarli.
    • Tieni comunque a mente che si tratta di studi piuttosto recenti: il collegamento tra l'ALT e la caffeina è ancora incerto.
    • Anche il tè verde potrebbe migliorare le condizioni del fegato. Contiene antiossidanti vegetali chiamati catechine; si crede che migliorino molte funzioni dell'organismo, inclusa quella del fegato.
  3. 3
    Mangia cibi biologici. Se hai livelli di ALT notevolmente elevati, ti conviene passare a una dieta bio. La maggior parte della gente riesce a tollerare gli additivi chimici inseriti nei cibi, ma per chi ha livelli elevati di ALT e danni al fegato, essi non possono che peggiorare la situazione attuale.
    • Il fegato filtra le tossine e le espelle dal corpo; tuttavia, quando il lavoro che deve fare è tanto, si indebolisce e assiste a un declino.
    • Per legge, i cibi biologici sono privi di organismi geneticamente modificati, pesticidi e fertilizzanti sintetici, antibiotici, ormoni della crescita e sostanze simili, quindi per il corpo è più semplice elaborarli.
  4. 4
    Limita il cibo spazzatura. Anche esagerare con gli zuccheri e i grassi stressa il fegato, quindi eliminali o limita il consumo per migliorare sia la funzione dell'organo sia i livelli di ALT.
    • In particolare, riduci le quantità di fruttosio e grassi trans che consumi. Il primo si trova nelle bibite gassate e nei succhi di frutta, i secondi nei cibi fritti, tipici del fast food o industrialmente elaborati.
  5. 5
    Consuma più frutta e verdura. Molti prodotti agricoli espellono naturalmente tossine dal corpo. Così facendo, alleviano lo stress del fegato, permettendogli di stare meglio e, di conseguenza, abbassando i livelli di ALT.
    • Le verdure ricche di solfuro di allile, tra cui le cipolle e l'aglio, sono notevolmente utili.
    • Anche le verdure crucifere, come i broccoli, il cavolo nero, il cavolo, i cavoletti di Bruxelles, la verza e il cavolfiore, sono ideali per ridurre le quantità di ALT.
    • L'uva, la barbabietola, le verdure a foglia verde, l'avocado e il limone sono altri tipi di prodotti agricoli adatti a migliorare lo stato del fegato [1].
  6. 6
    Assumi più fibre alimentari. Eliminano le tossine più velocemente attraverso l'apparato digerente, quindi non rimangono a lungo nel fegato e arrecano meno danni.
    • Molti tipi di frutta e verdura sono buone fonti di fibre.
    • I cereali integrali e i semi sono altre fonti eccellenti di fibre. I semi di lino possono essere particolarmente benefici, dal momento che si legano specificamente agli eccessi di ormoni dal potenziale dannoso, aiutandoti a espellerli più efficacemente dall'organismo.
  7. 7
    Usa con attenzione gli integratori alimentari. Se da un lato si pensa che alcuni rimedi a base di erbe siano ideali per ridare vitalità al fegato e migliorare i livelli di ALT, spesso sono poche le ricerche che dimostrano tali affermazioni. Ci sono prodotti a base di erbe e integratori che possono addirittura nuocere a questo organo, peggiorando la quantità di ALT presente nell'organismo.
    • Parla con il tuo medico prima di assumere rimedi a base di erbe o di altro tipo.
    • Alcune delle erbe che fanno bene al fegato sono la cáscara sagrada, la larrea tridentata, la consolida maggiore, la kava e l'ephedra.
    • L'estratto dei semi di cardo mariano è un integratore a base di erbe che pare faccia bene al fegato. Gli altri integratori adatti sono l'olio di pesce, l'estratto di tè verde, la curcumina (naturalmente presente nella curcuma), l'acido alfa-lipoico e l'acetil-L-carnitina [2].
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Stile di Vita

  1. 1
    Fai regolarmente attività fisica. L'esercizio migliora la salute in generale, quindi, naturalmente, fare un allenamento cardiovascolare e aerobico costante può migliorare lo stato del fegato e abbassare i livelli di ALT.
    • Alcuni studi suggeriscono che muoversi per almeno 150 minuti alla settimana può migliorare i livelli degli enzimi presenti nel fegato (come l'ALT) nell'organismo di un adulto medio [3].
    • L'attività fisica può aiutarti a sbarazzarti del peso in eccesso e limitare la quantità di grassi assunta dal fegato. Inoltre, può stimolare la sudorazione, meccanismo di difesa naturale usato dal corpo per espellere tossine.
  2. 2
    Se necessario, cerca di perdere peso. L'obesità può fare in modo che il grasso si infiltri nelle cellule epatiche. Quando succede, il fegato si infiamma.
    • Il modo migliore per perdere peso è farlo gradualmente, mediante una dieta sana e un'attività fisica costante. Dimagrire troppo velocemente, usando diete d'urto e procedimenti drastici, in effetti può stressare il corpo e gli organi, causando dunque più problemi di quelli che avevi in partenza.
  3. 3
    Se fumi, prova a smettere. Gli additivi chimici che si trovano nelle sigarette spesso contengono tossine che possono danneggiare le cellule epatiche nel momento in cui il fegato cerca di filtrarle. Eliminare il fumo rafforza il fegato e migliora i livelli di ALT.
    • Analogamente, dovresti evitare anche il fumo passivo, considerato che puoi respirare la maggior parte delle tossine dannose e ritrovarti di fronte al medesimo pericolo.
  4. 4
    Evita le tossine chimiche presenti nell'ambiente. Molte sostanze circolanti nell'aria che respiri in casa contengono tossine potenzialmente capaci di danneggiare il fegato, quindi limitare l'esposizione può migliorare la salute di questo organo e abbassare i livelli di ALT.
    • Queste tossine si trovano in numerosi detersivi, prodotti spray e insetticidi.
    • Sostituisci i prodotti per la cura della casa artificiali con quelli naturali. Se possibile, preferisci le alternative biologiche che hai già in dispensa. Per esempio, l'aceto può sbiancare i vestiti, quindi non usare la candeggina. Esistono anche prodotti bio reperibili in commercio: vale la pena fare un tentativo.
  5. 5
    Investi in un purificatore dell'aria. Ne basta uno piccolo per riuscire a combattere l'inquinamento ambientale della tua casa. Filtrando le tossine presenti nell'aria che respiri, impedisci che accedano al tuo organismo e raggiungano il fegato.
    • Questo è particolarmente importante se vivi in una zona molto inquinata.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Problemi Medici

  1. 1
    Evita i farmaci che provocano danni al fegato [4]. Alcuni medicinali o combinazioni di principi attivi possono danneggiare questo organo, specialmente se assunti regolarmente per un periodo prolungato. Al fine di migliorare i livelli di ALT, tieniti alla larga dalle sostanze note per indebolire il fegato.
    • L'acetaminofene può essere tossico per il fegato se viene assunto in eccesso. Oltre a essere venduto con funzione di analgesico, è contenuto anche nei farmaci per il raffreddore e negli antidolorifici su prescrizione. Ci sono altri medicinali dagli effetti simili, tra cui l'aspirina, il diclofenac e il naprossene.
    • Anche i farmaci per il colesterolo possono danneggiare il fegato, ma dovresti rivolgerti a un medico prima di interrompere l'assunzione: ti sono stati prescritti per un motivo ben preciso.
    • Tra gli altri farmaci che possono provocare un aumento dei livelli di ALT, includiamo gli antibiotici (sulfamidici, nitrofurantoina), i medicinali per la tubercolosi (isoniazide), gli antifungini (fluconazolo, itraconazolo), i farmaci anticonvulsivanti (fenitoina, carbamazepina) e gli antidepressivi triciclici. Anche le statine, la chemioterapia, i narcotici e i barbiturici possono causare livelli elevati di ALT [5].
    • Se prendi già farmaci, parla con un medico prima di iniziare ad assumerne altri per verificare che l'interazione tra i vari medicinali non danneggi il fegato.
  2. 2
    Tratta le cause sottostanti. I livelli elevati di ALT non necessariamente sono dannosi di per sé, ma spesso indicano che c'è qualcosa che non va nel fegato. Per abbassarli a lungo termine, devi curare gli eventuali disturbi deleteri per questo organo [6].
    • L'epatite è una delle cause principali dei livelli elevati di ALT. Ciò include l'epatite virale acuta (sia A sia B) e l'epatite virale cronica (sia B sia C).
    • Anche la cirrosi può avere lo stesso effetto. Questo si verifica quando nel fegato si formano delle cicatrici a causa di un'infiammazione prolungata.
    • Anche la malattia del fegato grasso può causare livelli elevati di ALT, specialmente se la patologia è causata da un consumo eccessivo di alcool.
    • Un'altra causa nota dei livelli elevati di ALT è l'emocromatosi. Si tratta di una patologia genetica dovuta a un accumulo di ferro nel fegato.
    • Una diminuzione dell'afflusso di sangue nel fegato può alzare i livelli di ALT. Solitamente, questo succede quando subisci un trauma o un arresto cardiaco.
    • Esistono anche patologie meno comuni collegate a livelli elevati di ALT, tra cui l'intossicazione da funghi velenosi, la malattia di Wilson, il tumore al fegato, l'epatite autoimmune, la gravidanza, le malattie intestinali infiammatorie, i calcoli biliari e il deficit di alfa-1-antitripsina.
    Pubblicità

Consigli

  • L'ALT aiuta il corpo a metabolizzare le proteine. Se il fegato non funziona adeguatamente, rilascia alanina aminotransferasi nel sangue. È per questo che i livelli elevati sono spesso indicativi di problemi a questo organo [7].
  • I livelli di ALT vengono osservati attraverso un'analisi del sangue specifica. I risultati solitamente sono disponibili nel giro di 12 ore, ma questo dipende dalla struttura medica.
  • I valori normali di ALT in un soggetto maschile sono di 10-40 unità per litro o 0.17-0.68 microkat per litro. Per una donna, i valori normali sono di 7-35 unità per litro o 0.12-0.60 microkat per litro.
Pubblicità

Avvertenze

  • I livelli elevati di ALT spesso sono indice di danni o ferite al fegato. Se sono moderatamente alti, solitamente questo significa che si tratta di un problema poco grave, ma se i livelli superano di 10-20 volte quelli normali, ciò potrebbe suggerire una patologia più complessa.
  • Se hai livelli di ALT elevati, devi rivolgerti a un medico allo scopo di determinare il motivo e le azioni da implementare per abbassarli. I consigli illustrati in questo articolo sono generali, e hanno l'obiettivo di fornirti un punto di partenza. Per discutere delle tue preoccupazioni specifiche, prendi appuntamento con uno specialista.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità