Come Accettare Che i Tuoi Genitori Non Ti Capiscono

Scritto in collaborazione con: Tasha Rube, LMSW

Tu e i tuoi genitori appartenete a generazioni diverse, quindi è comprensibile che ci siano delle differenze culturali tra voi. Potresti anche avere desideri in contraddizione con la visione che loro hanno per te. Per accettare che non ti capiscono, cerca di metterti nei loro panni. Se comprenderai il loro punto di vista, riuscirai ad accettare meglio le vostre divergenze. Da lì, devi impegnarti per evitare i conflitti che possono emergere da quelle differenze. Potresti sentirti meglio dopo aver detto la tua opinione ai tuoi genitori, ma devi sapere che spesso vi troverete in disaccordo. Infine, non lasciare che la loro approvazione controlli completamente la valutazione che fai di te stesso. Hai tutto il diritto di sentirti bene e in pace con te stesso, anche se i tuoi genitori non ti capiscono.

Parte 1 di 3:
Provare Empatia per i Tuoi Genitori

  1. 1
    Considera la prospettiva dei tuoi genitori. Potresti avere la sensazione che siano ingiusti o che non si preoccupino per te se non ti capiscono. Non è sempre così. Spesso, le differenze nascono dal gap generazionale. Potrebbero esserci delle buone ragioni per cui i tuoi genitori non capiscono te o la tua opinione.[1]
    • I tuoi genitori potrebbero essere cresciuti in una cultura con credenze diverse. Ad esempio, il padre di tuo padre forse era molto rigido. Tuo padre potrebbe sentire la pressione di essere un "buon genitore" a causa di come è stato trattato da giovane e per questo non capisce la tua esigenza di libertà o autonomia.
    • La mancanza di comprensione da parte dei tuoi genitori può essere provocata anche da fattori esterni che non dipendono da te. Se tua madre non ha sempre il tempo di ascoltare i problemi sociali che hai a scuola, pensa a quello che sta passando lei. È molto impegnata? È stressata per il lavoro o ha delle difficoltà con la sua famiglia? I fattori esterni potrebbero impedirle di capirti.
  2. 2
    Ascolta bene i tuoi genitori. Ascoltare è fondamentale per comprendere le altre persone, inclusi i tuoi genitori. Se vuoi capire da dove nascono le vostre differenze, parla con loro e fai davvero attenzione a quello che dicono.[2]
    • Ascolta le conversazioni quotidiane. Anche se i tuoi genitori si stanno semplicemente lamentando del lavoro o di un collega, quello che dicono può darti delle indicazioni sui loro valori, sui punti di forza e sulle debolezze. Quando parlano con te, concedi loro la tua completa attenzione.
    • Osserva anche il linguaggio del corpo. I nostri movimenti possono aggiungere un significato nascosto a quello che diciamo. Ad esempio, se tuo padre agita le mani nervosamente e tiene le spalle curve quando ti dice che non vuole mandarti al ballo della scuola senza un accompagnatore adulto, significa che è nervoso. Potresti pensare che non capisce quanto significhi per te il ballo, ma lui potrebbe semplicemente essere una persona ansiosa per natura e la sua preoccupazione per il tuo benessere limita la sua capacità di comprendere le tue esigenze da adolescente.
  3. 3
    Fai attenzione ai sentimenti. Quando ascolti, stai attento ai sentimenti dei tuoi genitori. Se capirai quello che provano e perché, puoi trarre delle indicazioni sui motivi per cui non ti capiscono. Più informazioni avrai a disposizione, più sarà facile accettare che non ti comprendono.[3]
    • Immagina come si sono sentiti i tuoi genitori quando ti raccontano una loro esperienza. Ad esempio, tua mamma potrebbe raccontarti di un'amica che aveva da giovane che si è ritrovata con cattive compagnie e alla fine non ha terminato il liceo. Immagina come si è sentita per l'accaduto. Magari ha paura che la stessa cosa possa capitare a te.
    • Poni delle domande per assicurarti di capire sentimenti dei tuoi genitori. Ad esempio "Come ti ha fatto sentire perdere di vista Laura? Probabilmente avevi paura. Hai dei rimpianti?".
    • Cerca di capire come i suoi sentimenti influenzano il suo comportamento. Magari tua madre è rigida con te a causa della sua brutta esperienza con Laura. Il suo desiderio di proteggerti potrebbe non permetterle di capire che hai bisogno di libertà e autonomia.
  4. 4
    Leggi dei libri e guarda dei film sul rapporto tra genitori e figli. Le storie che vediamo possono aiutarci molto a sviluppare empatia e comprensione del mondo. Se hai dei problemi nella relazione con i tuoi genitori, leggi libri e guarda dei film su questo argomento. Osservare come altre persone affrontano le divergenze e le incomprensioni in famiglia può aiutarti a superarle a tua volta.[4]
    • Cerca libri e film in base al tema. In biblioteca, puoi usare il catalogo online per ordinare i libri per agomento. Puoi scrivere "Relazione genitori/figli". Sui siti di streaming come Netflix, i video potrebbero essere raggruppati per argomento.
    • Chiedi raccomandazioni ad amici, insegnanti e al bibliotecario locale.
    • Mentre leggi o guardi un film, pensa a che cosa stanno vivendo e provando i personaggi. Cerca le connessioni tra le storie e la tua vita. Come affronta il personaggio il fatto che i suoi genitori non lo capiscono? Ci sono delle tecniche che puoi adottare anche tu?
  5. 5
    Cerca di capire che i tuoi genitori vogliono proteggerti. Raramente cercano di farti sentire incompreso. Di solito provano a proteggerti dai pericoli del mondo esterno.[5]
    • I tuoi genitori potrebbero dire: "Ci sono delle regole in questa casa e questo è quanto". Potresti pensare che non vogliano considerare il tuo punto di vista. Tuttavia, potrebbero semplicemente non volerti spiegare certi rischi.
    • Anche i tuoi genitori sono stati giovani e probabilmente capiscono, almeno in parte, perché il loro comportamento ti fa sentire frustrato. Come genitori, però, la loro priorità è quella di proteggerti.
  6. 6
    Impara a riconoscere i segnali dell'abuso emotivo. In rari casi, l'incapacità dei tuoi genitori di comprenderti può essere un segnale di abuso emotivo. Se ignorano sempre il tuo punto di vista in modo ostile o che ti fa sentire inferiore, potresti essere la vittima di abusi. Affronta la situazione con uno psicologo prima che peggiori.[6]
    • Pensa a come ti parlano i tuoi genitori. Ti criticano in modo molto pesante, usando insulti per sminuirti? Non danno mai importanza ai tuoi sentimenti quando esprimi la tua opinione? Potrebbero usare termini come "inutile" per descriverti oppure riferirsi a te come un "errore". Altrimenti potrebbero dirti "Sei troppo sensibile" se il modo in cui ti parlano ti ferisce.
    • I tuoi genitori possono abusare di te anche trascurandoti. Ad esempio, potrebbero non occuparsi delle esigenze primarie, come cibo, riparo e sicurezza.
    • Potrebbero avere comportamenti violenti o minacciare di fare male a te o a un animale domestico quando sono arrabbiati.
    • L'abuso emotivo è un problema più grave della semplice mancanza di comprensione. Se subisci abusi emotivi, dovresti cercare l'aiuto di altri adulti per affrontare la situazione.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Gestire i Conflitti che Emergono dalle Vostre Divergenze

  1. 1
    Parlate quando si presentano i problemi. Se tu e i tuoi genitori non andate d'accordo, alcuni conflitti sono inevitabili. Potresti sentirti spesso frustrato per queste incomprensioni. Quando si presenta un conflitto, parlatene. Trova il momento e il luogo giusti per risolvere il problema.[7]
    • Scegli il momento giusto per parlare. Ricorda che la vita degli adulti è molto impegnata, quindi assicurati di conoscere i loro programmi. Pensa ai momenti in cui di solito sono liberi. Ad esempio, magari almeno uno di loro è occupato la sera dei giorni feriali, mentre sono entrambi a casa di sabato.
    • Scegli un luogo dove tutti si sentano a proprio agio, privo di distrazioni esterne. Ad esempio, il salotto può essere una brutta scelta se c'è la TV accesa. Chiedi invece di sedersi a parlare al tavolo della cucina.
  2. 2
    Individua i tuoi problemi e i tuoi sentimenti. Prima di parlare con i tuoi genitori, rifletti sul tuo punto di vista. Devi identificare il problema e le sensazioni che provoca prima di avviare la conversazione. In questo modo, riuscirai ad esprimerti meglio.[8]
    • Può esserti utile scrivere. Prendi un pezzo di carta e metti nero su bianco il tuo problema. Ad esempio: "Mamma e papà non mi lasciano andare a un pigiama party finché non ho 12 anni, quindi mi perderò il compleanno della mia migliore amica".
    • Ora che hai individuato il problema, scrivi i tuoi sentimenti. Come e perché credi di essere incompreso? Ad esempio: "Ho la sensazione che i miei genitori non capiscano quanto Sofia sia importante per me. Voglio essere una buona amica e andare alla sua festa".
  3. 3
    Esprimi il tuo punto di vista in modo maturo. Quando sei pronto a parlare del problema, fallo con maturità. Non appianerai le divergenze se ti mostrerai arrabbiato. Restando calmo, spiega ai tuoi genitori come e perché ritieni che siano ingiusti e perché ti senti incompreso.[9]
    • Esprimi quello che provi ai tuoi genitori in modo chiaro, diretto e onesto. Non c'è motivo di nascondere delle informazioni, perché il tuo scopo è di farti capire. Ad esempio, puoi dire: "Sono triste di non poter andare alla festa di Sofia. Per me è importante essere una buona amica e mi sembra che non lo capite".
    • Mentre parlate, cerca di capire il punto di vista dei tuoi genitori. Perché non vogliono che tu vada alla festa? Hanno delle buone ragioni?
  4. 4
    Non lamentarti. Evita di farlo quando parli con i tuoi genitori. Se mantieni un tono amichevole e rispettoso, sarà più facile comunicare in modo efficace. Se non cambiano idea, non urlare e non mettere il broncio. Puoi dire: "Capisco che non volete che vada alla festa, ma vorrei che capiste il mio punto di vista".[10]
  5. 5
    Accetta i disaccordi. Se i tuoi genitori non ti capiscono, potrebbero non essere mai d'accordo con te su alcune cose. In questi casi, è importante accettare la situazione. Se dopo il dialogo con i tuoi genitori ci sono ancora delle incomprensioni tra voi, cerca di accettarlo e andare avanti.[11]
    • In alcune situazioni potrebbe esserci spazio per i compromessi. Ad esempio, i tuoi genitori potrebbero permetterti di andare alla festa della tua amica, purché torni a casa a dormire. Tuttavia, non vale lo stesso per altri casi. Se non riuscite a trovare il modo di incontrarvi a metà strada, non potete fare altro che accettare il disaccordo.
    • Ricorda che sei un individuo. Hai pensieri, valori e opinioni che non saranno sempre in linea con quelli dei tuoi genitori. Puoi seguire le loro regole, specie se vivi in casa loro, ma ricorda che non devi essere d'accordo con quello che dicono. Hai il diritto di vedere le cose in modo diverso da loro.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Accettarti Malgrado la Disapprovazione dei Tuoi Genitori

  1. 1
    Sii fiero dei tuoi punti di forza. Non fare affidamento solo sull'approvazione dei tuoi genitori, specialmente se non ti capiscono. Impara a sentirti orgoglioso dei tuoi punti di forza e delle tue capacità uniche, persino se non si tratta di cose che loro apprezzano.[12]
    • Scrivi una lista dei tuoi punti di forza. Questo può aiutarti ad affermare i tuoi talenti e le tue capacità sociali. Includi i pregi caratteriali, come "Sono una persona gentile" o "Sono divertente", oltre alle abilità e ai talenti. Ad esempio "Sono molto bravo in matematica".
    • I tuoi genitori potrebbero non apprezzare tutti i tuoi punti di forza e per questo è importante che lo faccia tu. Se loro non ti capiscono, potrebbero non comprendere neppure perché alcuni dei tuoi interessi e delle tue passioni sono elementi positivi. È importante che invece tu creda in te stesso.
  2. 2
    Affidati al sostegno degli amici. Devi avere una buona rete di supporto se i tuoi genitori non ti capiscono. Cerca amici in grado di sostenerti, che credono in te e apprezzano i tuoi punti di forza. Non frequentare chi è negativo e chi ha la tendenza a sminuire gli altri. Un buon gruppo di amici può aiutarti a sentirti bene con te stesso, nonostante la negatività da parte dei tuoi genitori.[13]
    • Gli amici possono aiutarti anche se hai difficoltà con i tuoi genitori. Parlare con una persona esterna alla siutazione può aiutarti ad affrontarla. Inoltre, gli amici possono darti dei consigli su come gestire dei genitori che non ti capiscono.[14]
  3. 3
    Sostituisci l'autocritica con l'incoraggiamento. Potresti diventare più critico nei tuoi confronti se i tuoi genitori non capiscono appieno i tuoi punti di forza. Devi impegnarti per far tacere la voce dell'autocritica e concentrarti invece sull'incoraggiamento e l'amore per te stesso.[15]
    • Non vergognarti per i tuoi difetti e i tuoi punti deboli. Tutti abbiamo delle imperfezioni. Invece di concentrarti su questi elementi, fai attenzione a come i tuoi punti di forza li controbilanciano.
    • Pensa a come hai superato alcune debolezze o come almeno hai imparato a convivere con i tuoi difetti. Ad esempio, immagina di prendere un "7" in un compito di chimica. Non pensare "Avrei dovuto fare meglio, vorrei essere più intelligente". Pensa invece "So che non sono bravo di chimica. Sono fiero di aver studiato e aver preso un voto migliore rispetto al compito precedente".
  4. 4
    Cerca aiuto se sei vittima di abusi. Se la mancanza di comprensione da parte dei tuoi genitori è sfociata in abusi, è importante chiedere aiuto all'esterno. Devi essere in grado di amarti e accettarti per quello che sei e può essere difficile riuscirci quando subisci degli abusi.[16]
    • Parla con un altro adulto, come un parente o il genitore di un amico. Puoi anche rivolgerti a qualcuno a scuola, come lo psicologo dell'istituto.
    • Tu e i tuoi genitori potreste dover partecipare a sedute di terapia insieme. È importante che riconoscano le loro abitudini negative e imparino a trattarti meglio come persona.
    Pubblicità

Consigli

  • Porta i tuoi genitori a fare un'attività che ti piace; spiega loro che cosa accade come farebbe una guida turistica. Condividere i tuoi interessi con loro può aiutare ad appianare le vostre differenze.
Pubblicità

Avvertenze

  • Se i tuoi genitori sono violenti, abusano di te dal punto di vista mentale o emotivo, chiedi subito aiuto. Non ci sono giustificazioni per gli abusi sui bambini, a prescindere dalla tua età.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Laurea Magistrale in Assistente Sociale Registrata
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Tasha Rube, LMSW. Tasha Rube è un'Assistente Sociale Registrata nel Missouri. Ha conseguito la Laurea Magistrale in Assistenza Sociale presso l'Università del Missouri nel 2014.
Categorie: Gioventù

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità