Come Accettare di Essere una Persona Timida

Purtroppo, nella nostra società, essere una persona timida e tranquilla, a volte, è considerato un tratto della personalità con il quale bisogna “convivere”, anziché una qualità di cui essere orgogliosi e compiaciuti.

“Timidezza” è una parola dai molti significati [1] e si può essere solo un po’ timidi o lasciarsi del tutto paralizzare da questo stato d’animo[2]. Questo articolo vuole rivolgersi a quelle persone la cui timidezza è per loro fonte di un lieve disagio quando sono in compagnia. Vedi gli articoli correlati su wikiHow e la sezione Fonti e Citazioni per approfondire altri tipi di timidezza.

Passaggi

  1. 1
    Ricorda che il modo in cui sono considerate le persone timide varia in base alla cultura. In alcuni Paesi, i ragazzi più popolari sono proprio quelli più timidi e riservati, come in molte regioni d’Europa (Finlandia, Austria, Ungheria, Russia) e dell’Asia (Giappone, Cina, Russia, Indonesia) mentre negli Stati Uniti e in Italia i ragazzi più vivaci e chiassosi sono, in genere, più popolari degli altri (vi sono studi che lo dimostrano). In altre parti del mondo, tutti invidierebbero il tuo modo di fare. Le persone che abitano in Paesi che abbiano culture a basso contesto, come il Giappone, sono spesso più timide rispetto a quelle che abitano in Paesi che abbiano culture ad alto contesto, come l’Italia.
  2. 2
    Anche se le persone estroverse e “chiassose” all’inizio si fanno sempre notare, quel tipo di personalità spesso diventa noiosa. È più piacevole imparare a conoscere qualcuno lentamente, cioè esattamente come succede per le persone timide. Hai mai notato che quando una persona è “un po’ riservata” diventa più attraente agli occhi degli altri? Le persone timide mostrano più padronanza e consapevolezza di sé rispetto a quelle estroverse. In altre parole, le persone timide possono risultare affascinanti anche nella nostra cultura, fintanto che danno valore a se stesse.
  3. 3
    Ricorda che molti scrittori, filosofi, inventori, ingegneri, artisti, scienziati, compositori e altre persone importanti sono timidi o riservati. Essere calmi e sensibili è spesso sinonimo di intelligenza e creatività.
  4. 4
    Leggi libri che trattino di questo lato del tuo carattere. Prova a leggere Le persone sensibili hanno una marcia in più di Rolf Selling o Troppo sensibile. Come fare dell'ipersensibilità la tua forza di Ilse Sand, che spiegano le varie tipologie di personalità e le loro caratteristiche positive. Se la tua timidezza ti è d’ostacolo (vuoi dire qualcosa, ma non ci riesci), leggi Ansia, fobie e attacchi di panico di Elaine Sheehan (tratta della fobia sociale). Se ti senti solo, leggi Come vincere l'ansia sociale. Superare le difficoltà di relazione con gli altri e il senso di insicurezza di Signe A. Dayhoff, che ti aiuterà a sentirti più a tuo agio in gruppo.
  5. 5
    Sii fiero di essere una persona che può sopportare di stare per conto suo per diverse ore o giorni. Alcune persone estroverse non sopportano di stare da sole, mentre tu non hai problemi a farlo. Le persone riservate possiedono una grande inventiva e sono capaci di cavarsela da sole. Quelle estroverse, talvolta, si sentono a pezzi senza la presenza degli altri.
  6. 6
    Ricorda che di chiacchieroni possono essercene un’infinità, ma tu sei unico. Riesci ad ascoltare gli altri. Quando loro si accorgeranno di questa tua caratteristica, ti adoreranno!
  7. 7
    Conosci i tuoi punti di forza. Sei più bravo a scrivere che a parlare? La tua riservatezza ti consente di essere un buon osservatore e di capire meglio le situazioni di quanto farebbe chiunque altro che non è capace a chiudere la bocca abbastanza a lungo da accorgersi di ciò che sta succedendo? Hai talento artistico nel disegno o nell’artigianato oppure hai abilità particolari in un gioco, un hobby o un mestiere solitario? Essere timidi non è necessariamente uno svantaggio e non vuol dire assolutamente che tu non possa sentirti sicuro di te stesso.
  8. 8
    Cerca altre persone timide come te con le quali trascorrere del tempo. Se senti che stai facendo da tappezzeria a una festa o a un raduno, cerca altre persone che se ne stanno incollate alle loro sedie. Non sei solo tu che preferisci conversare allo stesso ritmo di una partita di scacchi, anziché una di ping pong. Molti altri gradirebbero la compagnia di una persona con cui stare in santa pace a leggere un buon libro. Potresti anche riuscire a stabilire un legame con questa persona che va ben al di là di quello che qualcuno più estroverso di te riuscirebbe a stabilire parlando del più e del meno con tutti i presenti nella stanza.
  9. 9
    Spesso le persone timide sono troppo severe con se stesse e con gli altri. Non vogliono rischiare di dire qualcosa di stupido e pensano che gli altri non facciano altro che blaterare stupidaggini. La soluzione potrebbe essere dire almeno una cosa stupida a qualcuno ogni giorno come "Banane! – Non ci capisco niente!" oppure "Non so se sia meglio il formaggio con i buchi o senza". Concediti di dire qualche stupidaggine, di tanto in tanto, e non ti preoccupare di come reagiranno gli altri.
    Pubblicità

Consigli

  • Tu sei come sei. Il mondo ha bisogno di te. Molto. Non ignorare il dono che hai. Sì, esattamente: si tratta di un dono.
  • Fai le cose al tuo ritmo. Non importa cosa pensino gli altri. Potresti rimanerne sorpreso, ma molti ti invidieranno.
  • La timidezza non è un tratto negativo. Non c'è nulla che non vada in te.
  • Le persone timide, di solito, sono anche introverse. Gli psicologi definiscono l’introversione come una tendenza a essere internamente motivati. Fai attenzione: trovi le tue motivazioni ad agire più in te stesso anziché negli altri? Questo è un tratto di personalità molto positivo e lo è ancora di più se sai di averlo, ma introversione e timidezza sono cose ben diverse. Le persone introverse preferiscono fare le cose da sole, ma non temono il contatto con gli altri, mentre quelle timide evitano il contatto per paura.[3]
  • Se riesci, cerca di migliorare la tua capacità di comunicare. Fai pratica con qualcuno che conosci bene e di cui ti fidi. Non devi usare queste capacità, se non vuoi, ma averle nel momento del bisogno non farà certo male.
  • Gli altri credono che tu conosca te stesso meglio di chiunque altro. Se credi che ci sia qualcosa che non va in te, se ne convinceranno anche loro.
  • Leggi sr = 2-1/ref = sr_2_1/104-4202773-8169526 Shyness: A Bold New Approach o sr = 2-2/ref = sr_2_2/104-4202773-8169526 The Pocket Guide to Making Successful Small Talk: How to Talk to Anyone Anytime Anywhere About Anything, entrambi scritti da Bernardo J. Carducci. Questi libri non sono ancora stati tradotti in italiano, purtroppo.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non lasciare che gli altri si approfittino di te perché sei timido, Fatti valere.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 47 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Sviluppo Personale

Riferimenti

  1. Wikipedia. "Timidezza". Wikipedia. 21 Mar. 2009 < http://it.wikipedia.org/wiki/Timidezza >.
  2. Henderson, Lynne. Zimbardo, Philip. "Encyclopedia of Mental Health (in press) Academic Press, San Diego, CA". The Shyness Institute. 21 Mar 2009 <http://www.shyness.com/encyclopedia.html>.
  3. Whitten, Meredith. "All About Shyness". Psych Central, 21 Aug 2001; Ultimo accesso 22 Mar 2009 <http://psychcentral.com/library/shyness.htm>.
  4. Wikipedia. "Introversione". Wikipedia. 22 Mar. 2009 <http://it.wikipedia.org/wiki/Introversione>.
  5. The Shyness Research Institute <http://homepages.ius.edu/Special/Shyness>
  6. http://it.wikipedia.org/wiki/Timidezza
  7. http://www.shyness.com/Encyclopedia.html
  8. http://it.wikipedia.org/wiki/Introversione

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità