Come Acquistare un Buon Aceto Balsamico

L'aceto balsamico è un condimento creato sin dal Medioevo nelle province italiane di Modena e Reggio Emilia. Non tutti gli aceti balsamici vengono però prodotti allo stesso modo. L'originale aceto balsamico è infatti un prodotto conseguito dalla cottura e dalla riduzione del succo d'uva bianca Trebbiano. Mentre il processo di preparazione originale dell'aceto balsamico è ancora praticato, il suo risultato è ad oggi altamente costoso. I costi derivano dall'invecchiamento del prodotto, per 12 o più anni, che serve a ridurne ed addensarne la consistenza. Durante il processo di invecchiamento, il prodotto viene via via trasferito in botti più piccole, fino a raggiungere il gusto, la consistenza e l'acidità desiderati. Alcuni aceti balsamici vengono sottoposti ad un processo di invecchiamento di 18 ed anche 25 anni. L'aceto balsamico più giovane e liquido è adatto a condire le insalate e a preparare le marinate. L'originale prodotto invecchiato è straordinariamente denso e dolce, e può essere aggiunto in poche gocce sul gelato o su un dessert come la panna cotta. Scopri come acquistare un aceto balsamico di qualità leggendo questa guida.

Passaggi

  1. 1
    Scegli per tipo.
    • L'aceto balsamico viene venduto in 3 tipologie distinte. La prima è autentica e tradizionale, etichettata appunto come Aceto Balsamico Tradizionale. Nessun altro tipo di aceto è autorizzato a meritare tale denominazione. E' la varietà più costosa tra le 3, e il suo prezzo cambia in base agli anni di invecchiamento del prodotto. Un aceto balsamico invecchiato 12 anni potrà costare 75 euro ogni 100 ml, mentre un prodotto invecchiato 25 anni potrà essere venduto a 300 euro per lo stesso quantitativo.
    • Gli aceti balsamici commerciali rappresentano la seconda tipologia del prodotto, e sono tra i più comuni. In questo caso l'aceto balsamico è solitamente una combinazione di aceto di vino bianco e sostanze artificiali aggiunte per simulare la consistenza ed il sapore del prodotto originale. Coloranti, addensanti e caramello sono tra gli additivi più comuni. Questo prodotto non subisce alcun invecchiamento, è economico e di facile reperibilità nei supermercati.
    • I condimenti con aceto balsamico sono normalmente una combinazione tra il prodotto ottenuto tradizionalmente e gli aceti commerciali e possono essere preparati in molteplici modi. Ad esempio seguendo il metodo tradizionale, ma con un invecchiamento minore di 12 anni o eseguito al di fuori delle province di Modena e Reggio Emilia, elemento che non gli consente di meritare la relativa etichetta ed essere venduto a prezzi elevati. Talvolta però questi condimenti vengono preparati con una combinazione di aceti non invecchiati, ma ottenuti tramite il processo tradizionale, e succhi d'uva che hanno il compito di diluirli.
  2. 2
    Scegli in base all'uso.
    • L'utilizzo di uno tra i più costosi aceti balsamici per condire l'insalata non ha molto senso, pertanto è importante scegliere l'aceto più appropriato alle proprie necessità. Se desideri acquistare un buon prodotto per condire l'insalata, opta per un prodotto commerciale di alta qualità, a cui siano stati aggiunti pochi additivi.
    • I buongustai e gli amanti della buona cucina possono ritenere una buona scelta i condimenti con aceto balsamico. Sono perfetti per preparare un condimento così come nel ruolo di ingredienti in altri piatti. Possono essere ridotti per ottenere una consistenza simile a quella di uno sciroppo, replicando la densità, se non il sapore, di un prodotto invecchiato.
    • Se hai intenzione di impressionare gli amici o se semplicemente desideri il meglio del meglio per te stesso, acquista una bottiglia di aceto balsamico tradizionale. Usalo con parsimonia. E' ottimo gustato sul gelato artigianale, sulle fragole fresche, o su una scaglia di Parmigiano Reggiano di altissima qualità. Sperimenterai anche tu il quinto gusto, quello che i giapponesi definiscono Umami, saporito senza essere salato, dalla capacità di riempire la bocca ed il palato, perdurando e mantenendo il gusto,
  3. 3
    Valuta l'aceto balsamico di vino bianco.
    • Sebbene non sia un autentico aceto balsamico, quello di vino bianco ha da poco fatto la sua comparsa. E' di colore chiaro ed usato in sostituzione del normale aceto balsamico nei piatti in cui la cromaticità gioca un ruolo fondamentale. L'aceto balsamico bianco è prodotto da una combinazione di aceto di vino bianco e mosto di uva bianca, cotta lentamente. Normalmente non subisce alcun processo di invecchiamento.
    Advertisement

Consigli

  • Riponi l'aceto balsamico in un luogo buio e fresco. Se conservato nel modo corretto perdurerà negli anni.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement