Come Affrontare un Amico Bisognoso di Attenzioni e Appiccicoso

Che sia il tuo migliore amico, un collega di lavoro o un compagno di classe, avere a che fare con una persona che sembra dipendere un po' troppo da te può essere frustrante e fastidioso. Questa relazione non solo è poco sana per te, non fa nemmeno alcun favore al tuo amico. Come fargli smettere di essere la tua ombra e spronarlo a diventare più indipendente?

Passaggi

  1. 1
    Osserva se questo tuo amico in effetti dipende un po' troppo da te. Ecco alcuni indicatori per capirlo:
    • In vari contesti sociali, hai notato che preferisce stare sempre con te. Andate a una festa insieme, ma a un certo punto ti rendi conto che non socializza con gli altri. Come se questo non bastasse, per tutta la serata parla solo con te e si intromette in ogni tua singola conversazione. Un altro esempio: ogni volta che esci, si aspetta sempre di essere invitato (anche se vuoi semplicemente andare a bere qualcosa con i tuoi colleghi di lavoro).
    • Quando deve prendere una decisione, prima vuole sapere cosa ne pensi, e le tue opinioni hanno un forte ascendente su di lui. Per esempio, vieni chiamato a rapporto ogni singola mattina perché non sa se indossare un maglione blu o una t-shirt marrone. In tal caso, può darsi abbia difficoltà a fare delle scelte autonome, magari ha preso l'abitudine di contare fin troppo sul tuo parere e sul tuo intervento.
    • Il tuo amico preferisce trascorrere del tempo con te invece di coltivare una relazione sentimentale. Ha rifiutato appuntamenti o altri eventi galanti pur di uscire con te? Ha costantemente bisogno della tua approvazione e/o consigli sui suoi legami amorosi?
    • Ti sembra che questa amicizia esiga un'enorme quantità di tempo ogni giorno. Da telefonate infinite a visite quotidiane all'uscita dal lavoro, hai la sensazione che questo amico sia sempre con te. Hai serie difficoltà a trovare il tempo per vedere altri amici, oppure addirittura i tuoi familiari.
  2. 2
    Cambia le dinamiche del rapporto modificando le vostre interazioni. Magari i vecchi piani sono ormai superati e stanno trasformando la relazione in un legame codipendente.
    • Pianifica autonomamente i tuoi impegni e incoraggia il tuo amico a frequentare altre persone. Se siete inseparabili, è tempo di invertire la rotta e frequentare altra gente. Fissa un appuntamento con un collega che vuoi invitare a pranzo da mesi, e poi suggerisci al tuo amico di recuperare una vecchia amicizia o conoscere nuove persone al lavoro (questi sono solo esempi).
    • Modifica la tua agenda. Se uscite ogni venerdì sera, proponi invece un pranzo di domenica. Ti mette sotto pressione perché non hai intenzione di uscire ogni venerdì sera? Chiedigli se nella sua comitiva c'è qualcuno con cui vorrebbe fare qualcosa di divertente da tempo, ma non si è mai presentata l'occasione giusta. Suggeriscigli di invitare questa persona a bere qualcosa quando tu non puoi.
  3. 3
    Cambia il tuo linguaggio. Se hai notato che ti capita troppo spesso di usare frasi al plurale (“noi facciamo”, “noi andiamo”, ecc.), crea una separazione verbale parlando di quello che tu vuoi fare nel weekend. Chiedigli quali sono i suoi piani. Continua su questa strada: invece di parlare di quello che farete, imponi una distanza e fagli capire chiaramente che non lo consideri parte integrante di tutti i tuoi programmi sociali.
  4. 4
    Cerca di avere più impegni dal punto di vista lavorativo o personale. Senza sembrare scortese, spiega al tuo amico che hai avuto una settimana infernale in ufficio, o hai in programma numerosi appuntamenti quella successiva. Il tuo amico deve trovare qualcos'altro da fare o qualcun altro con cui uscire nei momenti in cui sei preso da altro.
    • Fissa appuntamenti reali e spunta impegni dalla lista delle cose da fare. Non mentire: porta effettivamente a termine commissioni fastidiose. Non solo aiuterai il tuo amico a trovare un po' di indipendenza in più, ti toglierai di torno impegni opprimenti.
    • Non evitare completamente il tuo amico, ma indubbiamente non devi essere sempre rintracciabile. Rispondi alle sue chiamate, ma non trascorrere troppo tempo al telefono. Sii educato e amichevole, mai scortese o scostante, per fargli capire la tua posizione. A ogni modo, deve essere chiaro che hai da fare. A volte, non rispondere, lascia che ti mandi un messaggio.
    • Nel corso della settimana, potresti prenderti solo alcuni giorni di pausa dall'amicizia. Non devi cambiare tutto da un momento all'altro. Non smettere improvvisamente di avere tempo per il tuo amico, senza farti vivo per mesi e mesi. Pianifica una vacanza con la tua famiglia: è una scusa imbattibile!
  5. 5
    Organizza piani specifici con il tuo amico in maniera sporadica. Se è abituato a un programma fisso, e questo significa che vi vedete quasi tutti i giorni senza dover fissare appuntamenti veri e propri, parla con lui per pianificare una serata insieme.
    • Il tuo amico deve capire che la tua agenda è fitta di impegni, ma ti piacerebbe comunque (per esempio) pranzare o cenare con lui sabato sera. Spiegagli chiaramente che la data proposta è l'unico momento in cui potete incontrarvi, e assicurati che possa vederti quel giorno e a quell'orario.
    • Presentati sempre quando hai un appuntamento con il tuo amico. Per esempio, non scaricarlo all'improvviso, non cancellare, non rimandare e non dimenticartene. A meno che tu non preferisca mettere totalmente fine all'amicizia (e in effetti potrebbe essere questo il tuo obiettivo), attieniti ai piani fissati e non prenderlo in giro.
    • Trova nuove esperienze da provare con il tuo amico. Se la vostra amicizia si basa da sempre su giri per locali o serate al cinema, modifica i vostri appuntamenti tipo. Per esempio, andate a pattinare sul ghiaccio o fare un'escursione. Se vi allontanate dalla comfort zone, magari il rapporto può beneficiarne e prendere una boccata d'aria fresca.
  6. 6
    Impara a dire di no. No è una parola potente, ma a volte difficile da dire, specialmente quando si tratta di una persona cara. Ciononostante, un amico incapace di capire il motivo per cui non sei disposto a fare qualcosa o trascorrere ogni singolo minuto del tuo tempo libero con lui non può definirsi tale. Un'amicizia che ti prosciuga dal punto di vista emotivo non è un'esperienza di vita appagante. Di conseguenza, rifiutare ti permette di avere più spazio e fare quello che devi senza stare sempre con lui. È una tappa essenziale per sradicare questa dipendenza e questo bisogno assillante di stare con te.
    • Non sussultare e correre in suo soccorso non appena ti dice che è in crisi (e tu sai bene che non è così). Alcune persone codipendenti usano questa semplice strategia per evitare che gli altri si allontanino. Devi comunicare chiaramente con il tuo amico. Spiegagli che la sua incapacità di fare programmi, essere più organizzato o pianificare tutto in anticipo non è un motivo valido per trasformare i suoi problemi in un'emergenza. Non è giusto costringerti a mollare tutto per correre da lui. Molte volte, meglio non reagire: vedrai che gli farai un favore.
    • Ti riesce difficile dire di no alle persone bisognose di affetto? Ti ritrovi sempre ad avere a che fare con questo tipo di individui? Cerca di capire se tu stesso hai problemi di codipendenza; magari sei insicuro e hai bisogno di sentirti necessario. Se non affronti questa difficoltà, continuerai a credere di non essere adeguato o meritarti buoni amici.
  7. 7
    Determina se è il caso di salvare questa amicizia. Perdi troppo tempo nel tentativo di aiutare il tuo amico a vivere in maniera autonoma? Dopo ogni appuntamento con lui ti senti esausto e/o depresso? Se questa relazione è diventata tossica, è tempo di tagliare i ponti. Considera le tue risposte alle seguenti domande:
    • Ti senti abbattuto o depresso in compagnia di questo amico? Se questa persona vede tutto nero ed è perennemente pessimista, è il momento giusto per suggerirle la strada della psicoterapia. Il tuo amico magari ti sta usando inconsciamente come psicoterapeuta, e invece dovrebbe cercarne uno vero, che possa aiutarlo seriamente.
    • Questa relazione è unilaterale? Ogni volta che finisci di parlare con lui ti accorgi di essere la sua cassa di risonanza? Ti chiama per dirti tutto quello che gli passa per la testa e poi chiude perché non sembra intenzionato a proseguire con il dialogo? Se il rapporto apparentemente si incentra solo ed esclusivamente sui suoi problemi e dubbi, è diventato completamente unilaterale, e probabilmente non si tratta di un'amicizia genuina.
    • Il tuo amico non sembra mai felice o soddisfatto? In questo caso, ti chiede sempre suggerimenti o consigli, ma pare che non riesca a trovare la pace o risolvere i suoi conflitti. Hai l'impressione che nello stress e nelle lamentele ci sguazzi, e non muove un dito per rimediare.
    • Il tuo amico ti riserva del tempo quando affronti momenti difficili o hai bisogno di una spalla su cui piangere?
    Advertisement

Consigli

  • Ricorda che la dipendenza del tuo amico non ha niente a che vedere con te, ed è un problema su cui deve lavorare innanzitutto da solo.
  • Quando sei con lui, manifesta caratteristiche e/o azioni indipendenti. Magari capirà indirettamente il tuo punto di vista e coglierà quello che vuoi trasmettergli.
  • Prova a presentarlo a persone con cui potrebbe avere qualcosa in comune. In questo modo, ti scrolli di dosso le attenzioni esclusive che ti dedica e gli permetti di espandere i suoi orizzonti.
Advertisement

Avvertenze

  • Se gli vuoi bene, evita di essere eccessivamente scostante o brusco quando esprimi i tuoi sentimenti. Il tuo amico magari non si rende conto di essere troppo appiccicoso, quindi agisci delicatamente nel tentativo di fargli mollare la presa.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 23 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement