Come Aiutare Tuo figlio ad Affrontare con Successo il Trattamento dell'Abuso di Droghe

La tossicodipendenza e l'abuso di sostanze stupefacenti sta diventando un problema sempre più comune tra gli adolescenti. Per fare in modo che tuo figlio riesca a superare il problema della droga, è importante non voltargli le spalle. Se vuoi che torni in salute, devi sostenerlo e incoraggiarlo il più possibile.

Parte 1 di 3:
Riconoscere che Tuo Figlio Ha Bisogno di Aiuto

  1. 1
    Informati su come la tossicodipendenza influisce sul cervello. Quando una persona è tossicodipendente, il cervello e il comportamento subiscono una serie di effetti molto negativi. Prima di poter cominciare ad aiutare tuo figlio, è importante cercare di comprendere il suo problema in modo da poter relazionarti con lui e capire un po' meglio ciò di cui ha bisogno.
    • Le droghe aumentano il livello di dopamina nel cervello, innescando una sensazione di piacere. Il cervello, pertanto, vuole ripetere questa sensazione di euforia. Questo è il meccanismo in base al quale le droghe creano dipendenza.
    • A causa dei cambiamenti chimici che avvengono nel cervello, è molto difficile che chi fa uso di sostanze stupefacenti ne esca, anche quando è pronto a farlo. Questi cambiamenti compromettono anche la percezione del proprio comportamento, inducendo la persona a pensare di avere il problema sotto controllo.
    • Nel corso del tempo, l'assunzione delle droghe diventa essenziale per chi ne fa uso, proprio come lo sono mangiare e bere. Il desiderio inizia a dominare tutte le altre aree della vita. L'uso prolungato porta a problemi quali deficit cognitivo, scarsa capacità di giudizio e pensieri irrazionali.
  2. 2
    IIntervieni il più presto possibile. Se sospetti che tuo figlio abbia un problema con la droga, non aspettare che le cose si risolvano da sole. È importante intervenire il più presto possibile e dargli l'aiuto di cui ha bisogno.
    • I segnali che indicano che tuo figlio potrebbe avere un problema con la droga comprendono: alterazioni del comportamento, disturbi del sonno, comportamento reticente, richiesta di maggiore privacy, basso rendimento scolastico, ostilità, scoppi d'ira, assenza da casa per andare in luoghi nuovi o con amici nuovi.
    • Prova a parlare con tuo figlio e a fargli ammettere che ha un problema. Invece di arrabbiarti, digli che sei presente e che intendi solo aiutarlo a superare il problema.
  3. 3
    Sappi che cosa è necessario cambiare. Se scopri che tuo figlio ha un problema con la droga, renditi conto che non sarà in grado di risolverlo semplicemente smettendo di punto in bianco. Ci sono altri problemi da affrontare:
    • Dovrà cambiare il modo in cui pensa la sua vita. Deve cambiare amici e ambiente. Gli amici e il gruppo che attualmente frequenta potrebbero costituire una delle ragioni principali dietro la sua dipendenza e la sua ostilità.
    • È necessario che migliori la sua capacità di gestione dello stress. Dovrai trovare un modo salutare affinché tuo figlio riesca a gestire lo stress, al posto di ricorrere all'uso di droghe.
    • Assicurati che trascorra il tempo libero facendo cose utili. Dagli un compito o un progetto da portare a termine. Se tutto andrà bene, imparerà a trarre soddisfazione lavorando sodo e sforzandosi, invece di cercare una gratificazione immediata.
    • Incoraggialo a cambiare lo stile di vita e le sue preferenze. Aiutalo a entrare a contatto con nuove persone e ad allontanarsi da quelle che favoriscono la tossicodipendenza.
  4. 4
    Aiuta tuo figlio a capire il motivo è importante che si curi. Negare è la prima reazione che le famiglie incontrano quando cercano di affrontare il problema della tossicodipendenza da parte di un figlio. Per aiutare tuo figlio a superare questo atteggiamento e a combattere la sua dipendenza è necessario seguire alcuni semplici passaggi:
    • Cerca una consulenza presso uno psichiatra o tramite un centro per la riabilitazione dei tossicodipendenti, in quanto possono affrontare i problemi associati alla ricerca di un trattamento.
    • Aiuta tuo figlio a rendersi conto delle sue condizioni prima e dopo il consumo di sostanze stupefacenti. In questo modo gli farai capire quanto sia necessario curarsi.
    • Aiutalo ad accettare la sfida di cambiare e incoraggialo a condurre una vita normale e sana. Ricordagli i sogni e gli obiettivi che aveva prima dell'ingresso della droga nella sua vita e spingilo a tornare su quella strada.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Sostenere Tuo Figlio Durante il Trattamento

  1. 1
    Affronta i timori e le paure di tuo figlio riguardo al trattamento per disintossicarsi. Esistono molte preoccupazioni che possono renderlo riluttante a sottoporsi a un trattamento o a superarlo con esito positivo senza pericolo di ricadute. È necessario considerare i seguenti fattori per affrontare tutto questo:
    • Tuo figlio può essere preoccupato per il tipo di trattamento e per gli effetti che avrà su di lui. Questa è essenzialmente la paura dell'ignoto ed è del tutto normale e comprensibile.
    • Tuo figlio può credere di non essere in grado di controllare il desiderio di far uso di sostanze. Questo atteggiamento può limitare l'efficacia del trattamento.
    • Tuo figlio può essere preoccupato di non saper gestire i sintomi dell'astinenza e che sentirà dolore.
    • Tuo figlio può anche essere preoccupato di lasciare i vecchi amici del gruppo in cui si fa uso di droghe.
    • Tuo figlio può essere preoccupato di rimanere socialmente isolato o essere ridicolizzato dai suoi coetanei, ecc.
    • Se tuo figlio riuscirà ad affrontare con successo il trattamento per disintossicarsi, è necessario affrontare tutte queste preoccupazioni.
  2. 2
    Impara ad avere a che fare con gli sbalzi d'umore durante l'astinenza. Durante il trattamento, tuo figlio passerà attraverso diverse fasi. Devi capire il suo stato d'animo. La disintossicazione, la sindrome da astinenza e il desiderio non sono facili da gestire e, quindi, potrà comportarsi in modo aggressivo, irritarsi facilmente o sentirsi depresso e ansioso. Per aiutarlo ad affrontare con successo il trattamento, combatti tutti questi sbalzi d'umore nel modo migliore possibile. Di seguito ne troverai qualcuno:
    • Non discutere troppo con lui, perché potresti ingenerare in lui diffidenza e aggressività.
    • Sii risoluto quando trasmetti il tuo punto di vista, ma evita di essere aggressivo in quanto non lo aiuterai a capire il tuo punto di vista.
    • Ascoltalo con attenzione e affronta le sue esigenze. Così facendo, gli farai sentire che vale la pena disintossicarsi.
    • Dagli speranza e incoraggialo frequentemente. In questo modo, resterà motivato a cambiare.
    • Sii paziente e gentile con lui. Questo è il momento per aiutarlo a riacquistare fiducia che, di solito, si perde con la dipendenza.
  3. 3
    Aiuta tuo figlio a superare il desiderio di fare uso di sostanze. Il desiderio può portare a una facile ricaduta durante il trattamento. In realtà, è una delle cause più frequenti di ricaduta. Puoi aiutarlo a vincere il desiderio ricorrendo a questi suggerimenti:
    • Guadagna la sua fiducia in modo che ti dirà quando sente il desiderio di ricorrere alla droga e potrai dargli una mano a superarlo.
    • Tienilo lontano dalla vecchia compagnia di amici e dai luoghi in cui faceva uso di stupefacenti.
    • Tienilo occupato facendo un programma di attività di suo gradimento per fare in modo che pensi meno alle sostanze.
    • Aiuta tuo figlio a sostenere un regolare esercizio fisico, in quanto può aiutarlo a vincere il desiderio.
    • Aiutalo ad affrontare il cambiamento con ottimismo.
    • Aiutalo a individuare i benefici che otterrà nel corso del tempo, come andare all'università, una volta che avrà terminato con successo il trattamento senza rischi di ricadute.
  4. 4
    Tieni presente che per tuo figlio non sarà facile lasciare i vecchi amici. Si tratta di uno dei problemi principali a cui si i ragazzi sono esposti quando devono disintossicarsi. Il gruppo di amici che frequentava mentre faceva uso di droghe diventa per lui molto importante nel tempo. Sarà abbastanza difficile tenerlo lontano dai ricordi di quel tempo. Pertanto, aiutalo a dimenticare queste sensazioni e a riprendere i contatti con amici più fidati.
    • Aiutalo a capire come le cattive compagnie rischiano di rovinare il percorso terapeutico che deve seguire.
    • Fagli conoscere nuovi amici e persone della sua età invitandolo a fare attività costruttive.
    • Crea una forte cerchia sociale intorno a tuo figlio in modo che non si senta solo o desideri di tornare al vecchio gruppo di amici.
  5. 5
    Sii vigile sulle ricadute. Ogni volta che tuo figlio mostra segni di ricaduta, contatta immediatamente il consulente e il centro di riabilitazione, in modo che gli venga fornito il sostegno necessario al più presto possibile. Ricorda che esistono determinati segnali di ricaduta a cui dovresti prestare attenzione quando tuo figlio sta affrontando il trattamento per disintossicarsi. Quelli più comuni sono:
    • Desiderio eccessivo di sostanze stupefacenti, che si manifesta mediante una sintomatologia fisica, tra cui dolori muscolari e problemi di sonno.
    • Sbalzi di umore e aggressività a causa dell'incapacità di assumere sostanze stupefacenti.
    • Contatti con i vecchi amici che facevano uso di droghe.
    • Critiche contro la scuola a causa della mancanza di concentrazione e attenzione.
    • Difficile rapporto con i genitori e i fratelli a causa dell'umore aggressivo e dell'incapacità di affrontare il desiderio di fare uso di sostanze stupefacenti.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Concentrarsi su Se Stessi

  1. 1
    Prenditi cura di te. Anche se ti sembra di passare tutto il tempo a prenderti cura e preoccuparti di tuo figlio, è importante trovare anche un po' di tempo per te stesso. Assicurati di dormire a sufficienza, fare lunghe passeggiate per svuotare la mente o fare un bagno rilassante al termine di una dura giornata.
    • Se sei sfinito, avrai meno pazienza con tuo figlio e rischi anche di comportarti in modo aggressivo o con rabbia nei suoi confronti e, di certo, questa è l'ultima cosa di cui ha bisogno.
    • Quando sarai tranquillo e riposato, sarai molto più propenso nei riguardi di tuo figlio. È importante in questo momento essere mentalmente e fisicamente forti.
  2. 2
    Cerca una consulenza per combattere eventuali sensazioni e sensi di colpa negativi. È molto comune nei genitori dei ragazzi tossicodipendenti sentire un impetuoso senso di colpa e di vergogna quando scoprono che loro figlio ha un problema di droga.
    • Se si hai difficoltà ad affrontare queste sensazioni e ti sta a cuore il rapporto con tuo figlio e/o tuo marito o tua moglie, è importante cercare l'aiuto di un consulente o uno psicoterapeuta che possa trattare questi argomenti con te.
    • Tieni presente che non dovrai torturarti facendoti domande quali: "Dove ho sbagliato?" o "Che cosa avrei potuto fare altrimenti?". Quel che è fatto è fatto. La cosa importante è continuare a essere un punto di riferimento per tuo figlio ora che ha bisogno di te più di prima.
  3. 3
    Non dimenticare di prestare attenzione agli altri figli. Quando un figlio attraversa un problema con la droga, tendenzialmente si prende la maggior parte del tempo e delle attenzioni dei genitori. Tuttavia, è importante non trascurare gli altri figli in questo difficile momento, perché anche loro hanno bisogno del tuo amore e delle tue cure.
    • Potrebbero sentirsi trascurati o addirittura invidiosi del fratello tossicodipendente, che riceve tanta attenzione e tanto amore, cominciando a comportarsi male solo per ottenere la tua attenzione.
    • Pertanto, è importante cercare di mantenere l'equilibrio, passando del tempo con ciascuno dei figli individualmente.
  4. 4
    Cerca una consulenza matrimoniale, se necessario. Se ti sembra che il problema della tossicodipendenza di tuo figlio abbia causato problemi nel tuo rapporto di coppia o ti ha costretto a metterlo da parte, non vergognarti di richiedere l'assistenza di un consulente matrimoniale.
    • Il consulente matrimoniale vi aiuterà ad affrontare i problemi che avete e vi permetterà di capire che non c'è bisogno di addossarvi reciprocamente le colpe o di attribuire la responsabilità di tutto quello che è successo a vostro figlio.
    • La cosa importante è affrontare il problema insieme e dare a tuo figlio un solido sistema di supporto.
    Pubblicità


Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Genitori

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità