Come Aiutare le Persone Paranoiche

Scritto in collaborazione con: Paul Chernyak, LPC

Non è semplice aiutare qualcuno che soffre di paranoia. I soggetti paranoici non vedono il mondo come la maggior parte delle persone e si alienano o si insospettiscono facilmente. È essenziale essere sensibili e comprensivi per aiutarli a ricevere le cure di cui necessitano ed evitare che si sentano giudicati negativamente. Uno dei modi migliori per sostenere una persona paranoica è rassicurarla quando lotta contro i pensieri deliranti. Inoltre, puoi aiutarla a sviluppare dei meccanismi di difesa che durino nel tempo e incoraggiarla a cercare un aiuto professionale.

Parte 1 di 3:
Gestire i Pensieri Deliranti

  1. 1
    Evita di litigare con chi è paranoico. Quando un amico o un familiare esprime pensieri deliranti, ascoltalo, ma non discutere con lui. Il delirio sembra del tutto reale ai suoi occhi, quindi non arriverai a convincerlo del contrario.[1]
    • Litignando potresti persino peggiorare la situazione, perché l'altra persona avrà l'impressione che nessuno la capisca.
  2. 2
    Evita di parlare della sua paranoia. Pensa a comprendere il suo stato d'animo. Mettiti nei suoi panni cercando di cogliere le emozioni che sta provando, ma non dire niente che alimenti il suo delirio.[2]
    • Ad esempio, se un amico ti dice di essere seguito da alcuni rapitori, non assecondarlo. Piuttosto, prova a dirgli: "È davvero spaventoso, ma farò in modo che tu sia al sicuro".
    • Dichiara di avere una percezione diversa dalla sua, senza cercare di fargli cambiare idea. Per esempio, potresti dirgli: "No, non ho visto nessuno che ci segue".
  3. 3
    Fai qualche domanda. Vedi se riesci a carpire ulteriori informazioni sulle sue paure. In questo modo, sarai in grado di capire da dove nasce il suo delirio e avrai un'idea più chiara di come puoi rassicurarlo. Potrebbe sentirsi persino meglio dopo aver parlato con te.[3]
    • Ponigli una domanda a risposta aperta, come: "Perché pensi di essere seguito da dei rapitori?" oppure "Ti va di parlarmene?".
  4. 4
    Aiutalo a sentirsi più tranquillo e al sicuro. Se qualcosa nell'ambiente circostante lo spaventa, portalo da qualche altra parte. Offrigli qualcosa da mangiare o un bicchiere d'acqua. Rassicuralo mostrando di non avere paura e dicendogli che farai in modo che non gli succeda niente di male.[4]
    • Ad esempio, se ti trovi in un edificio con un familiare che pensa che qualcuno gli stia inviando messaggi tramite il sistema di radiodiffusione, portalo fuori.
    • Se sta seguendo una terapia farmacologica, chiedigli quando ha preso l'ultima dose. Se è passato troppo tempo in base ai tempi di assunzione, sollecitalo ad assumere il farmaco quanto prima.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Sviluppare una Routine che Migliori la Salute Mentale

  1. 1
    Aiuta la persona paranoica a conservare uno spirito positivo. Che si tratti di un amico o un familiare, quando sei in sua compagnia, sii un esempio da seguire affinché pensi e si comporti in maniera positiva. Offriti di aiutarlo a escogitare qualche mantra o frase da utilizzare quando la sua paranoia comincia a prendere il sopravvento.[5]
    • Per esempio, potrebbe trovare utile ripetere questo genere di frasi: "Gli altri sono troppo presi a preoccuparsi di se stessi per pensare a me" oppure "Anche se ho paura, non sono effettivamente in pericolo".
    • Incoraggialo a scrivere un mantra e a portarlo con sé in modo che possa leggerlo in caso di bisogno.
  2. 2
    Aiuta il soggetto a mettere nella giusta prospettiva le sue paranoie. Affinché resti con i piedi per terra, invitalo a esternare i suoi pensieri con te o con chiunque altro di cui si fidi. Incoraggialo a dare agli altri il beneficio del dubbio se non conosce le loro vere intenzioni nei suoi confronti.[6]
    • Questa strategia funziona meglio con chi soffre di paranoie meno gravi e riesce ad accettare che talvolta il suo giudizio potrebbe essere poco razionale. Chi, invece, è gravemente paranoico non è propenso a prendere in considerazione il punto di vista degli altri.
  3. 3
    Incoraggialo ad adottare un certo equilibrio nella vita quotidiana. Uno stile di vita sano può rendere più gestibile qualsiasi problema di salute mentale. Che si tratti di un amico o un familiare, aiutalo a trovare un modo per ridurre lo stress, dormire bene, seguire un'alimentazione bilanciata e allenarsi regolarmente.[7]
    • Ad esempio, se praticata con una certa regolarità, l'attività fisica può contribuire a migliorare l'umore e stimolare le funzioni cognitive compromesse dalla paranoia.
  4. 4
    Incoraggialo a migliorare nei settori in cui eccelle. Molti soggetti che soffrono di paranoia possiedono doti particolari o hanno successo nella vita professionale. Pertanto, individua gli ambiti in cui questa persona si distingue e spronala a impegnarsi in tutto quello che le piace e può mettere in luce le sue capacità.[8]
    • Supponiamo che sia una persona davvero creativa. Potresti incentivarla a presentare le sue opere presso un concorso d'arte nelle vicinanze, in modo che si mantenga impegnata in attività stimolanti.
  5. 5
    Preparati alle situazioni più critiche. Se soffre di schizofrenia, aiutala a elaborare un piano di emergenza quando il suo stato emotivo è più stabile. Raccogli informazioni importanti, come il numero di telefono del medico, e discutete di chi si occuperà dei figli o degli animali domestici in caso di ricovero in ospedale.[9]
    • Dovrà portare queste informazioni con sé in ogni momento, magari scritte su un biglietto da visita o un foglio di carta.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Aiutare una Persona Paranoica a Trovare un Trattamento

  1. 1
    Impara a distinguere tra paranoia e ansia. All'apparenza la paranoia può somigliare all'ansia, ma in realtà sono molto diverse. A differenza dell'ansia, implica l'insorgere di pensieri deliranti. I due disturbi richiedono trattamenti diversi, perciò è importante non confonderli.[10]
    • Ad esempio, una persona ansiosa potrebbe preoccuparsi all’idea di avere una malattia, mentre un individuo paranoico potrebbe essere convinto che il proprio medico gli abbia causato di proposito una malattia.
    • L'ansia è molto più comune della paranoia. Chi è ansioso alza la soglia dell'attenzione in caso di pericolo, mentre chi è paranoico dà l'impressione di sentirsi in pericolo in qualsiasi momento.
  2. 2
    Evita di trovare una diagnosi o curare un soggetto paranoico. Se non ha ancora ricevuto una diagnosi ufficiale, è importante che venga emessa da un professionista. Spesso le diagnosi prodotte per conto proprio sono inesatte e, di conseguenza, c'è il rischio di seguire un trattamento sbagliato.[11]
  3. 3
    Incoraggialo a consultare un medico o uno psicoterapeuta. Probabilmente avrà bisogno di una cura farmacologia, una psicoterapia o entrambi per gestire la sua paranoia. Invitalo a chiedere al suo medico curante quali sono le opzioni di trattamento che ha a disposizione. Se ha difficoltà a recarsi al suo studio, offriti di accompagnarlo o accudire i suoi figli.[12]
    • Dal momento che un soggetto paranoico non ha fiducia negli altri, non è affatto semplice convincerlo a rivolgersi al medico. Se non vuole curarsi, non incalzarlo troppo, altrimenti potrebbe cominciare a nutrire sospetti anche nei tuoi confronti.
    • Se continua a rifiutarsi, potresti dirgli: "So che pensi che non ci sono problemi, ma mi sentirei molto meglio se consultassi un medico. Sarei più sereno. Se la visita va bene, non ti darò più nessun fastidio". In questo modo, se poni la questione come una tua esigenza, probabilmente accetterà la tua richiesta.
  4. 4
    Chiama il 118 se pensi che sia in pericolo. Se inizia ad avere strani deliri o se minaccia di fare del male a se stesso o ad altri, ha urgente bisogno di assistenza medica. Non aspettare, cercando di capire se si sente meglio da solo, ma chiama il 118. L'ospedale è il posto più sicuro finché non recupera la sua stabilità mentale.[13]
    • È plausibile che si verifichi qualcosa di cui ha paura quando è in stato confusionale. Tuttavia, se si tratta di un delirio bizzarro, non c'è alcuna possibilità che accada realmente.
    • Ad esempio, se crede che gli alieni gli abbiano dato la capacità di volare, è senz'altro un delirio bizzarro.
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Counselor Professionale Matricolato
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Paul Chernyak, LPC. Paul Chernyak lavora come Counselor Professionista Matricolato a Chicago. Si è laureato all'American School of Professional Psychology nel 2011.
Categorie: Disturbi Emozionali

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità