Come Aiutare un'Adolescente Depressa

Essere adolescenti è una grande sfida, soprattutto per le ragazze. È però importante riconoscere la differenza tra le classiche difficoltà di quegli anni e la depressione vera e propria. Se pensi che tua figlia o una teenager che conosci possa esserne affetta, è di vitale importanza considerare certi segnali, parlare con lei di cosa sta affrontando e dimostrarle che ha tutto il tuo affetto e il tuo supporto. Continua a leggere per saperne di più.

Parte 1 di 4:
Individuare i Sintomi della Depressione

  1. 1
    Osserva i segnali che indicano irritabilità e che durano per più di due settimane. È proprio questo uno dei sintomi più comuni della depressione. Può trattarsi di un'irascibilità generalizzata, in alcuni casi accompagnata da sbalzi d'umore che potrebbero portare questa ragazza alla tristezza. Potrebbe avere più spesso del solito degli scatti d'ira e sembrare generalmente infelice. Potrebbe anche essere travolta da una tristezza profonda o piangere spesso sia perché si sente infastidita sia perché si sente giù [1].
    • Per esempio, se tua figlia solitamente è felice e piacevole, ma ultimamente è diventata lunatica tutto d'un tratto, è irragionevolmente arrabbiata o triste per molteplici fattori, potrebbe essere depressa.
  2. 2
    Chiedile delle attività che solitamente le piace fare. Un altro sintomo della depressione è la mancanza d'interesse verso le cose e gli hobby per i quali aveva una passione. Se da un lato questo potrebbe significare che si sta semplicemente stufando di un certo passatempo, perché magari si sente troppo grande, dall'altro perdere interesse nei confronti delle attività che in passato adorava dovrebbe allarmarti [2].
    • Per esempio, se tua figlia ha nutrito una grande passione nei confronti del calcio per molti anni, ma all'improvviso non ha più l'energia o il desiderio di giocare, questo potrebbe essere segno di depressione.
  3. 3
    Osserva le abitudini alimentari di tua figlia. Se hai notato un cambiamento improvviso e drastico a tavola, dovresti tenere d'occhio quello che succederà in seguito. Valuta quanto mangia a pranzo e a cena; magari si abbuffa o fa la fame. Chiediti quanto segue:
    • Mangia più del solito?
    • Mangia meno del solito o deve essere obbligata a farlo?
    • Dimostra un certo disinteresse (non un disgusto) nei confronti del cibo che ha di fronte a lei?
  4. 4
    Osserva i ritmi del sonno di tua figlia. La depressione può condurre a sensazioni diametralmente opposte, come la spossatezza o l'irrequietezza. Se tua figlia è diventata piuttosto inquieta da un giorno all'altro o non riesce a dormire di notte, però sembra perennemente stanca, potresti avere buoni motivi per preoccuparti. I cambiamenti dei ritmi del sonno includono i seguenti:
    • Grandi difficoltà a svegliarsi al mattino.
    • Spossatezza nel corso della giornata.
    • Dorme più del solito, per esempio lo fa in diversi momenti in cui dovrebbe essere ovunque meno che a letto. Puoi capire se dorme troppo nel caso in cui lo faccia per più di nove ore al giorno.
  5. 5
    Osserva i segnali che indicano agitazione fisica. Questo fenomeno si verifica quando una persona ha gravi difficoltà a rimanere ferma. Se tua figlia non fa che camminare nello spazio in cui trova, muove le braccia o le gambe o non riesce proprio a stare seduta, sta mostrando segnali di irrequietezza motoria [3].
    • Alcune persone affette da depressione dimostreranno segnali opposti, ovvero si muoveranno più lentamente del normale e sembreranno non avere alcuna fretta di fare qualcosa o di arrivare in qualche posto.
  6. 6
    Ascoltala per notare se si critica parecchio. Se tua figlia è depressa, potrebbe iniziare a fare commenti negativi su se stessa. Contemporaneamente, potrebbe mostrare una maggiore sensibilità verso il rifiuto, il che può poi portarla a fare affermazioni ancora più negative sul suo conto [4]. Ecco qualche esempio:
    • “Non sono abbastanza brava”.
    • “È andata male, ma me lo meritavo comunque”.
    • “Sono grassa/brutta/stupida”.
  7. 7
    Osserva i voti e la performance scolastica di tua figlia. La depressione spesso può condurre a un abbassamento drastico del rendimento a scuola. Se era una delle prime della classe e ora sta inaspettatamente prendendo voti bassi, non va a lezione o dimostra un estremo disinteresse nei confronti dello studio, potrebbe essere depressa.
    • Mettiti in contatto con i suoi insegnanti per chiedere dei voti e del rendimento. I professori spesso possono essere una fonte preziosa di informazioni sul suo comportamento. Chiedi loro degli eventuali atteggiamenti preoccupanti che potrebbero aver notato a lezione.
  8. 8
    Osserva se tua figlia si lamenta spesso del dolore fisico. La depressione può condurre a una certa sofferenza fisica, causando mal di testa e mal di stomaco. Portala dal medico per farla sottoporre a un controllo. Se sembra stare bene dal punto di vista fisico, dovresti ricordare che la causa potrebbe essere la depressione.
  9. 9
    Cerca immediatamente un professionista se tua figlia mostra manie suicide. Potresti chiamare subito la polizia e l'ospedale qualora si comportasse in maniera preoccupante; per esempio, fallo quando è evidente che sta seriamente pensando al suicidio. Tra gli altri sintomi che denotano l'intenzione di togliersi la vita includiamo i seguenti [5]:
    • Scrivere testi collegati alla morte, tra cui un testamento.
    • Regalare le sue cose.
    • Dire spesso che tu, la tua famiglia e il mondo intero stareste molto meglio senza di lei.
    • Comportamenti pericolosi o autolesionistici; per esempio, abusa di alcool e droghe o guida in maniera spericolata.
    • Minacce di suicidio. Il 50-75% [6] delle persone che pensano al suicidio manderà dei segnali a un membro della famiglia o a un amico riguardo alla propria intenzione. Se da una parte non è detto che succederà, tutte le minacce di questo tipo vanno prese seriamente.
    Pubblicità

Parte 2 di 4:
Parlare con Tua Figlia della Depressione

  1. 1
    Cerca di capire che potrebbe essere difficile farla aprire. Quando una persona si deprime, potrebbe iniziare ad allontanarsi dalla famiglia e dagli amici. Per questo è importante approfondire la comunicazione, in modo che sia aperta e diretta. Parla di questo disturbo con lei e segui i consigli indicati in questa sezione.
    • Persevera. Fare in modo che sappia che ci sei e che vuoi parlare con lei di quello che sta affrontando è molto importante. Se non sembra essere disposta a farlo, riprovaci.
  2. 2
    Offri il tuo sostegno. Tua figlia deve sapere che ci sei in maniera completa e incondizionata. Cerca di non farle troppe domande, ma chiarisci che sei pronto e disposto a fornirle tutto il supporto necessario. Falle sapere che vuoi parlare di cosa le sta succedendo e che farai di tutto per aiutarla [7].
  3. 3
    Sii discreto ma tenace. Tua figlia all'inizio potrebbe non volerne sapere niente, e questo è un comportamento relativamente normale per la sua età, che sia depressa o meno. Parlare dei propri sentimenti e della depressione può essere difficile per chiunque, quindi lascia che affronti da sola i drammi adolescenziali, ma non puoi abbandonarla se questi problemi diventano gravi. Rispetta i suoi tempi, aspetta che si senta pronta; nel frattempo, dille che hai a cuore la sua vita e che sei disposto ad ascoltare.
    • Sii paziente con tua figlia. Potrebbe volerci del tempo per capire cosa sente o per trovare il coraggio di parlarne. Tuttavia, se pensi che stia peggiorando o che stia dimostrando manie suicide, senza dirti assolutamente nulla, rivolgiti subito a un professionista.
  4. 4
    Ascoltala ed evita di farle una ramanzina. Resisti alla tentazione di criticarla o di giudicarla una volta che inizia a confidarsi con te. Non darle consigli non richiesti né mandarle ultimatum, perché potrebbe considerarli delle minacce e chiudersi nuovamente nel suo guscio [8].
    • È importante ricordare che la depressione non può essere controllata da tua figlia. Non lasciarti abbattere da quello che sente, perché non può farci niente. Il tuo ruolo è quello di ascoltarla e di sostenerla nel corso di questo momento complicato.
  5. 5
    Accetta i sentimenti di tua figlia. Non provare a “convincerla” di guarire dalla depressione, per quanto le sue emozioni sembrino sciocche o irrazionali. Devi semplicemente riconoscere il dolore e la tristezza che prova. Se non lo fai, potrebbe avere la sensazione che tu non la prenda affatto sul serio e non si rivolgerà a te in futuro.
  6. 6
    Portala da uno psicoterapeuta per conoscere la diagnosi. Se hai notato certi sintomi, hai parlato con lei e ti sembra che sia profondamente depressa, dovresti rivolgerti a un professionista. Prendi appuntamento con uno psicologo o con uno psicoterapeuta, così capirai cosa le sta succedendo davvero. Nel caso in cui dovessero diagnosticare la depressione, fissa delle sedute affinché tua figlia possa cominciare il processo di guarigione.
    Pubblicità

Parte 3 di 4:
Sostenere Tua Figlia durante la Terapia

  1. 1
    Ricorda che sostenerla è fondamentale. Se hai riconosciuto certi sintomi, hai parlato di questo argomento con lei, l'hai portata da uno specialista ed è stata diagnosticata la depressione, è di vitale importanza dimostrarle che può contare sul tuo appoggio, sempre e comunque. Sarà un momento difficile per lei, ma anche per te. Collaborate per sostenervi e aiutarvi a vicenda.
    • Per esempio, accompagnala alle sedute con lo psicoterapeuta e passala a prendere alla fine. Chiedile della sessione e ricordale che con te può parlare di tutto quello che vuole. Falla sentire amata e supportata grazie alla tua presenza.
  2. 2
    La comunicazione dovrebbe sempre essere aperta. È uno dei fattori più importanti per avere una relazione sana. Per assicurarti che tua figlia si senta a suo agio nel parlare di quello che le sta succedendo, è fondamentale che esista una buona comunicazione tra voi due e con il resto della famiglia. Falle domande su quello che prova e su cosa ne pensa della terapia. Dovreste inoltre discutere apertamente e razionalmente di questo disturbo [9].
    • Ricorda di essere empatico e sensibile, ma anche aperto e onesto, quando parli del suo disturbo. Sii affettuoso e gentile, ma anche realista in merito ai passaggi da fare affinché possa guarire definitivamente.
  3. 3
    Tieni traccia delle sedute dallo psicoterapeuta e dei farmaci che assume, qualora fosse il caso. Siccome la depressione può avere effetti deleteri su tua figlia, puoi aiutarla accompagnandola dallo specialista e ricordandole quando deve prendere i medicinali. Basta anche dimostrare il tuo sostegno cantando le sue canzoni preferite insieme a lei.
    • Se da una parte la terapia dovrebbe essere un trattamento da implementare prima di prescrivere farmaci, dovrà assumerli sin da subito se la depressione è decisamente grave. In tal caso, dovresti aiutarla a ricordare di prendere i medicinali e di andare in farmacia a comprarli.
  4. 4
    Spronala a partecipare a un gruppo di supporto. A volte parlare con le persone che stanno affrontando la stessa situazione può aiutare parecchio a maturare una consapevolezza maggiore sul disturbo. Chiedile se ha voglia di assistere a queste sedute. Se ci andrà, ecco cosa farà:
    • Ascolterà le esperienze degli altri e condividerà le sue con persone capaci di capirla davvero.
    • Ascolterà storie di persone che sono guarite dalla depressione, e questo la ispirerà.
    • Capirà che non è sola nella sua battaglia contro la depressione.
  5. 5
    Partecipa alle sedute psicoterapeutiche con tua figlia. La consulenza familiare aiuterà tutti a capire cosa le sta succedendo, in modo da sapere come gestire il disturbo. Durante queste sessioni, potete parlare di come state vivendo la depressione, di come rendere il più utile e dinamica possibile la vita di famiglia e di quali cambiamenti possono essere fatti per promuovere relazioni migliori in casa [10].
    Pubblicità

Parte 4 di 4:
Evitare le Ricadute

  1. 1
    Aiuta tua figlia a stabilire obiettivi realistici per il suo futuro. Uno dei fattori che possono esacerbare questo disturbo è il pensiero di non riuscire a ottenere quello che si vuole. Se tua figlia lotta con questo tipo di emozioni, aiutala a determinare obiettivi realistici per se stessa.
    • Per esempio, se il suo voto in algebra si è abbassato, aiutala a pensare a un obiettivo che potrà essere facilmente raggiungibile, come farlo aumentare prima che finisca il quadrimestre (questo dipende da quanto tempo ha a disposizione). Cerca di aiutarla ancora di più offrendoti di darle una mano con i compiti o portandola da un tutor che possa farle recuperare gli argomenti che non conosce bene.
  2. 2
    Sfida i pensieri negativi. La depressione fa sembrare tutto nero a tua figlia, comprese le opinioni che ha su se stessa. Al fine di cambiare questi pensieri, devi innanzitutto aiutarla a individuarli. Chiedile di scrivere tutti i pensieri negativi su un diario. In seguito, dopo che ti avrà dato il permesso, rivedeteli insieme [11].
    • Sfida questi pensieri incoraggiandola a non essere troppo dura con se stessa.
    • Ricordale dei momenti in cui si sentiva bene facendo degli esempi.
    • Proponile di fare una lista dei suoi conseguimenti; aiutala a scriverla se sembra avere problemi.
  3. 3
    Incoraggiala a condurre uno stile di vita sano. Incitala a dormire otto-nove ore a notte, in modo che possa svegliarsi fresca e pronta ad affrontare la giornata. Assicurati che prenda un po' di sole tutti i giorni e che tenga a bada lo stress (insegnale alcune tecniche di rilassamento).
  4. 4
    Potresti prenderle un animale domestico. Diversi studi hanno dimostrato che, in effetti, gli amici a quattro zampe possono alleviare la depressione [12]. Se sei aperto all'idea di accogliere un nuovo membro in famiglia, dovresti cercarne uno per aiutare tua figlia a superare questo disturbo. Prendersi cura di un altro essere vivente e ricevere in cambio amore incondizionato può essere estremamente benefico per una persona depressa.
  5. 5
    Assicurati che tua figlia faccia regolarmente attività fisica. L'esercizio consente al corpo di rilasciare endorfine e di generare una sensazione di felicità. Infatti, vari studi hanno dimostrato che l'attività fisica può essere tanto efficace quanto un farmaco per combattere questo disturbo [13]. Sprona tua figlia a fare almeno 30 minuti di esercizio cinque volte alla settimana. Questo potrebbe significare:
    • Portare fuori il cane tutti i giorni.
    • Entrare in una squadra.
    • Andare in bicicletta insieme a te.
  6. 6
    Permettile di mangiare sano. Non lasciare che tua figlia salti i pasti e offrile snack salutari ricchi di vitamine. Evita di farla riempire di alimenti grassi e di cibo spazzatura, anche perché la faranno sentire letargica. Invece, proponile frutta, verdura, proteine magre, latticini a basso contenuto di grassi e carboidrati complessi.
    • Minimizza gli zuccheri e i carboidrati raffinati (contenuti nei biscotti, nei dolci e nei succhi di frutta per esempio) [14]. Preferisci i carboidrati complessi (contenuti nel pane integrale, nei legumi e nel riso integrale per esempio) [15]).
    Pubblicità

Consigli

  • Parla con uno psicoterapeuta degli altri modi in cui puoi aiutare tua figlia. Puoi anche optare per una terapia che coinvolga tutta la famiglia per farle capire che tenete a lei.
  • Chiedile se vorrebbe cambiare la sua stanza. Aiutala a sbarazzarsi di tutte le cose inutili e a tinteggiare i muri di un colore vivace. In questo modo, la sua camera sarà un posto pacifico in cui rilassarsi.
Pubblicità

Avvertenze

  • Se tua figlia dimostra tendenze suicide, o conosci un'altra ragazza in questa situazione, devi rivolgerti subito a un professionista.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Salute Mentale | Genitori

Riferimenti

  1. Anger and Depression in Girls and Boys: A Study of Gender Differences, Psychology of Women Quarterly March 200024: 110-112
  2. http://www.helpguide.org/mental/depression_teen.htm
  3. http://www.helpguide.org/mental/depression_teen.htm
  4. Anger and Depression in Girls and Boys: A Study of Gender Differences, Psychology of Women Quarterly March 200024: 110-112
  5. http://www.webmd.com/mental-health/recognizing-suicidal-behavior
  6. http://www.webmd.com/mental-health/recognizing-suicidal-behavior
  7. David G. Myers, “Social Psychology”, 2nd New York, 1990.
  8. Fred Luthans, “Organizational Behavior”, 9th ed., McGraw-Hill, New York, 2002.
  9. David G. Myers, “Social Psychology”, 2nd New York, 1990.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità