Come Alleviare il Prurito da Varicella

Scritto in collaborazione con: Chris M. Matsko, MD

La varicella è un'infezione causata dal virus varicella-zoster. Si diffonde facilmente e colpisce le persone di tutte le età. Si formano dei puntini rossi sulla pelle che impiegano uno o due giorni per attraversare tutte le fasi del loro sviluppo. Inizialmente si presentano delle vesciche che poi si rompono, si seccano e infine formano una crosta. Le bolle, caratteristico segno della malattia, rendono la pelle estremamente pruriginosa. Impara come prenderti cura della cute irritata e documentati sui farmaci da assumere per alleviare il disagio fino al momento della guarigione, che di solito avviene in una settimana o 10 giorni.[1]

Parte 1 di 2:
Prendersi Cura della Pelle

  1. 1
    Resisti alla necessità urgente di grattarti. La varicella crea molto prurito e la gravità degli sfoghi cutanei varia da persona a persona.[2][3][4] Se inizi a grattarti, scateni un circolo vizioso aumentando il prurito ancora di più. Se cadi in questa "trappola", una volta che le vesciche saranno guarite ti rimarranno delle brutte cicatrici.[5]
    • I ricercatori hanno riscontrato che quando ti gratti provi una leggera sensazione che interferisce con quella del prurito, ma solo momentaneamente. Questo sollievo temporaneo è dovuto proprio al segnale di lieve dolore che stimola il cervello a rilasciare la serotonina, un neurotrasmettitore. Tuttavia, la serotonina trasporta i segnali tra le cellule nervose cerebrali e quelle del midollo spinale, aumentando la sensazione pruriginosa. In questo modo si innesca un circolo vizioso perché inizi a grattarti per alleviare il prurito che in realtà è intensificato dal tuo stesso comportamento.[6]
    • Se tu o tuo figlio non riuscite a evitare di sfregare la pelle, provate a indossare dei guanti, delle muffole o dei calzini sulle mani. Ciò è particolarmente utile durante la notte, quando si dorme e le capacità di autocontrollo sono minori.[7][8]
  2. 2
    Allevia la sensazione di prurito applicando qualcosa di freddo. Puoi appoggiare un impacco freddo o del ghiaccio avvolto in un asciugamano sull'area pruriginosa per 20-30 minuti.[9]
    • Bagna un asciugamano o un piccolo telo con acqua fredda per creare un impacco. Eventualmente puoi anche acquistare quelli già pronti o mettere dei cubetti di ghiaccio in un sacchetto di plastica monouso per congelatore. Avvolgi l'impacco in un panno per evitare di congelare la pelle, in quanto potresti provocare dolore.[10]
    • L'impacco freddo allevia il prurito perché i nervi che provano la sensazione di freddo/fresco sulla pelle mandano segnali al cervello che bloccano la percezione del prurito.[11]
  3. 3
    Fai un bagno tiepido ogni poche ore. Immergiti in acqua ogni tre o quattro ore durante i primi giorni, quando si formano i punti rossi e le vesciche sulla pelle. Puoi fare un bagno con sola acqua oppure aggiungere del bicarbonato di sodio, amido di mais o farina d'avena.[12][13][14]
    • Durante uno dei bagni lava la pelle con un sapone delicato. Sarebbe una falsa illusione pensare che i bambini, soprattutto quelli più piccoli, apprezzino il fatto di fare bagni così frequenti. Nel loro caso sarebbe meglio applicare spesso impacchi freddi.[15]
    • Aggiungi circa quattro cucchiai di bicarbonato di sodio, amido di mais o l'avena essiccata e cruda nell'acqua della vasca. Puoi anche usare la farina colloidale, finemente macinata e lavorata proprio per essere aggiunta nell'acqua del bagno. Il bicarbonato di sodio, la farina d'avena colloidale e l'amido di mais si sciolgono facilmente nell'acqua, ma se usi l'avena cruda dovresti riporla in una calza di nylon, chiuderne l'estremità e metterla nella vasca, altrimenti ti ritroveresti grumi di avena che galleggiano sull'acqua, con il rischio poi di intasare lo scarico.[16][17]
    • Alcuni studi hanno dimostrato che l'avena è un idratante e detergente naturale; ha anche delle proprietà antinfiammatorie e antiossidanti che sono ottime per trattare la cute pruriginosa.[18]
  4. 4
    Prenditi cura della pelle pruriginosa ed evita gli agenti irritanti. Usa un sapone neutro per il corpo e un detersivo analogo per il bucato. Quando ti asciughi dopo il bagno o la doccia, tampona la pelle delicatamente e non strofinarla.[19][20]
    • Usa un sapone e un detersivo per bucato privi di coloranti e profumi per evitare di peggiorare l'irritazione.[21]
    • Al termine del bagno idrata la pelle con delle lozioni senza fragranze o aromi. Un prodotto come Aveeno contiene la farina d'avena colloidale ed è un'ottima soluzione. Cerca di idratare la pelle una o due volte al giorno. Non mettere profumi, cosmetici o qualunque altro prodotto sulla pelle.[22]
    • Se hai delle vesciche attorno alla bocca, potresti provare dolore quando mangi o bevi. Sii delicato in questa zona scegliendo cibi morbidi, freddi e leggeri, come i ghiaccioli, la zuppa d'avena o la zuppa tiepida. Evita assolutamente i cibi piccanti, salati o acidi.[23][24]
  5. 5
    Prenditi cura della pelle indossando cotone o seta. Metti indumenti comodi e larghi realizzati in materiale morbido. Fai in modo che il letto sia confortevole mettendo solo lenzuola soffici. Devi evitare qualunque materiale che provoca attrito o che risulta ruvido quando entra in contatto con la pelle irritata.[25][26]
    • Indossa seta e cotone al 100% che sono morbidi e lisci, diversamente da materiali ruvidi come la lana o la gabardine che devono essere evitate.[27]
  6. 6
    Mantieni le unghie tagliate e pulite. È opportuno che siano corte e pulite nel caso non riuscissi a resistere alla tentazione di grattarti. La continua frizione potrebbe infettare la pelle nelle zone in cui le vesciche si sono aperte a causa dei batteri presenti sotto le unghie e sulla cute.[28][29]
    • Non devi aumentare il disagio provocando un'infezione. Se hai le unghie corte, è più difficile che vi restino intrappolati sporcizia e batteri. Lava spesso le mani con acqua tiepida e sapone neutro. Inoltre mantieni la pelle pulita facendo ogni giorno un bagno o una doccia.[30]
    Advertisement

Parte 2 di 2:
Usare Farmaci per Alleviare il Prurito

  1. 1
    Applica una lozione a base di calamina sulle zone pruriginose. Questo medicamento contiene soprattutto ossido di zinco, un ottimo trattamento per la pelle irritata e pruriginosa. È sicuro sulle persone di tutte le età, ma non deve essere applicato attorno agli occhi o alla bocca.[31][32][33]
    • Scuoti il flacone della lozione e spruzzane un po' su un batuffolo di cotone. Spalma la crema delicatamente su tutta la pelle irritata usando l'ovatta; quando si asciuga dovresti iniziare a provare sollievo. Riapplicala tutte le volte necessarie.[34]
    • Usa sulle vesciche solo una crema a base di calamina e non una con idrocortisone. Questa seconda sostanza riduce la risposta immunitaria alle infezioni virali diminuendo il prurito, ma sappi che può anche interferire con il processo di guarigione.[35]
    • Se sei incinta o stai allattando, non usare la calamina e nessun altro farmaco senza prima aver consultato il medico.[36]
  2. 2
    Prendi degli antistaminici da banco. L'istamina è una proteina e uno dei suoi effetti è quello di provocare prurito. Questa categoria di farmaci aiuta a sentirsi meglio bloccando proprio l'azione di tale proteina.[37][38][39]
    • Gli antistaminici bloccano i recettori, cioè quelle parti della cellula a cui l'istamina si connette, rendendo in questo modo la pelle meno pruriginosa.[40]
    • Tra gli antistaminici da banco che non richiedono prescrizione medica ci sono la difenidramina (Benadryl), la loratadina (Clarityn) e la cetirizina (Zirtec). Non assumere e non somministrare a tuo figlio alcun farmaco senza chiedere il parere del medico.[41]
  3. 3
    Non spalmare le creme a base di difenidramina (Benadryl). Questo antistaminico in forma topica viene assorbito in maniera irregolare attraverso le vesciche aperte incrementando eccessivamente la sua concentrazione nel sangue.[42]
    • Potresti provare degli effetti collaterali come secchezza delle fauci, sonnolenza, vertigini, nausea e vomito.[43]
  4. 4
    Cura la febbre e il dolore. Può risultare difficile lenire il prurito, ma puoi trovare sollievo dalla febbre o dal dolore, se presenti. Prendi il paracetamolo (Tachipirina) o altri antinfiammatori non steroidei da banco (FANS), come l'ibuprofene (Brufen, Oki). Non prendere mai l'aspirina quando hai la varicella.[44][45]
    • Prendi i FANS con cautela. Secondo diversi studi, l'assunzione di questi farmaci in presenza di varicella potrebbe condurre (seppur raramente) a una grave infiammazione della pelle.[46][47]
    • Alcune ricerche hanno rilevato che c'è il rischio di sviluppare la sindrome di Reye se si assume l'aspirina (un composto salicilato) per trattare infezioni virali come la varicella. Si tratta di una malattia mortale che colpisce il fegato, il cervello e che che può svilupparsi nella prima fase della convalescenza. Potresti improvvisamente manifestarne i sintomi e provare sonnolenza, perdita di energia, cambiamenti di personalità, come irritabilità o aggressività e, come sintomo tardivo, provare una sensazione di confusione. Nessun malato di varicella dovrebbe prendere l'aspirina, in particolare le persone sotto i 22 anni di età perché corrono maggiori rischi di contrarre la sindrome di Reye.[48][49]
  5. 5
    Vai dal medico se necessario. I farmaci antivirali non curano l'infezione, ma riducono la gravità dei sintomi, come il prurito. Se ti sei provocato un'infezione batterica della pelle continuando a grattarti, il medico ti prescriverà degli antibiotici.[50]
    • L'infezione batterica attorno alle vesciche aperte può aggravare la sensazione di prurito. Chiama immediatamente il medico se hai febbre e noti delle zone di pelle molto calde, arrossate, dolenti o che drenano pus. Gli antibiotici possono aiutarti a sentirti meglio più velocemente.[51][52]
    • Se sei un soggetto a rischio per diverse gravi malattie, dovresti recarti dal medico in modo che possa visitarti e prescriverti degli antivirali come aciclovir, valaciclovir o famciclovir. Le categorie maggiormente esposte alla varicella sono le persone sane con più di 12 anni, i neonati fino a tre mesi, coloro che soffrono di problemi alla pelle o ai polmoni, chi è sottoposto a terapie steroidee, chi ha un sistema immunitario indebolito e alcuni gruppi di donne in gravidanza.[53][54]
    • Se tuo figlio ha più di tre mesi ma meno di 13 anni, non è necessario sottoporlo a una visita dal medico, a meno che non presenti davvero molti sintomi.[55]
    • Chiama il medico per fissare un appuntamento se manifesti sintomi come una febbre che dura più di quattro giorni o maggiore di 38,9 °C, un'estrema debolezza, difficoltà a svegliarti o stato confusionale, cambiamenti di comportamento, difficoltà a camminare, rigidità del collo, vomito frequente, difficoltà a respirare o una forte tosse.[56] In base ai sintomi il medico valuterà il tipo di farmaci o il trattamento più adatto per la tua situazione.
    Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Medico di Medicina Generale
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Chris M. Matsko, MD. Il Dottor Matsko è un Medico in pensione che vive in Pennsylvania. Si è laureato presso la Temple University School of Medicine nel 2007.
  1. http://www.summitmedicalgroup.com/library/adult_health/aha_adult_chickenpox/
  2. https://books.google.com/books?id=7YDZfq6mZnUC&pg=PA244&lpg=PA244&dq=competing+signals+to+the+brain+stop+itch&source=bl&ots=3joKw8TBHX&sig=NNxzA_Lb-nDRpO_V8yO_SI_7XUI&hl=en&sa=X&ved=0CGMQ6AEwCWoVChMIhJO4mZWTxwIVS5MeCh1peAeQ#v=onepage&q=competing%20signals%20to%20the%20brain%20stop%20itch&f=false
  3. http://www.summitmedicalgroup.com/library/adult_health/aha_adult_chickenpox/
  4. http://www.emedicinehealth.com/chickenpox/page6_em.htm
  5. http://www.cdc.gov/chickenpox/about/prevention-treatment.html
  6. http://www.summitmedicalgroup.com/library/adult_health/aha_adult_chickenpox/
  7. http://www.huffingtonpost.com/2013/11/05/oatmeal-beauty-benefits_n_4214053.html
  8. http://www.summitmedicalgroup.com/library/adult_health/aha_adult_chickenpox/
  9. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17373175
  10. http://kidshealth.org/parent/infections/skin/chicken_pox.html#
  11. http://www.summitmedicalgroup.com/library/adult_health/aha_adult_chickenpox/
  12. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/itchy-skin/basics/lifestyle-home-remedies/con-20028460
  13. http://www.mayoclinic.org/diseases-conditions/itchy-skin/basics/lifestyle-home-remedies/con-20028460
  14. http://www.summitmedicalgroup.com/library/adult_health/aha_adult_chickenpox/
  15. http://www.nhs.uk/Conditions/Chickenpox/Pages/Treatment.aspx
  16. http://www.nhs.uk/Conditions/Chickenpox/Pages/Treatment.aspx
  17. http://www.nhs.uk/Conditions/Itching/Pages/Treatment.aspx
  18. http://www.nhs.uk/Conditions/Itching/Pages/Treatment.aspx
  19. http://www.summitmedicalgroup.com/library/adult_health/aha_adult_chickenpox/
  20. http://www.cdc.gov/chickenpox/about/prevention-treatment.html
  21. http://www.summitmedicalgroup.com/library/adult_health/aha_adult_chickenpox/
  22. http://www.summitmedicalgroup.com/library/adult_health/aha_adult_chickenpox/
  23. http://www.cdc.gov/chickenpox/about/prevention-treatment.html
  24. http://www.nhs.uk/Conditions/Chickenpox/Pages/Treatment.aspx
  25. http://www.mayoclinic.org/drugs-supplements/calamine-topical-route/description/drg-20062463
  26. http://www.drhull.com/EncyMaster/C/chickenpox.html
  27. http://www.drugs.com/cdi/calamine-lotion.html
  28. http://www.emedicinehealth.com/chickenpox/page6_em.htm
  29. http://www.webmd.com/vaccines/tc/chickenpox-varicella-home-treatment
  30. http://www.nhs.uk/Conditions/Chickenpox/Pages/Treatment.aspx
  31. http://www.netdoctor.co.uk/skin_hair/eczema_antihistamines_003764.htm
  32. http://www.nhs.uk/Conditions/Chickenpox/Pages/Treatment.aspx
  33. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/druginfo/meds/a682539.html
  34. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/druginfo/meds/a682539.html
  35. http://www.cdc.gov/chickenpox/about/prevention-treatment.html
  36. http://www.emedicinehealth.com/chickenpox/page6_em.htm
  37. http://www.nhs.uk/Conditions/Chickenpox/Pages/Treatment.aspx
  38. http://www.medsafe.govt.nz/Profs/puarticles/necf.htm
  39. http://reyessyndrome.org/aspirin.html
  40. http://www.cdc.gov/chickenpox/about/prevention-treatment.html
  41. http://www.cdc.gov/chickenpox/about/prevention-treatment.html
  42. http://www.nlm.nih.gov/medlineplus/ency/article/003217.htm
  43. http://www.cdc.gov/chickenpox/about/prevention-treatment.html
  44. http://www.cdc.gov/chickenpox/about/prevention-treatment.html
  45. https://my.clevelandclinic.org/childrens-hospital/health-info/diseases-conditions/hic-Chickenpox
  46. http://www.cdc.gov/chickenpox/about/prevention-treatment.html
  47. http://www.cdc.gov/chickenpox/about/prevention-treatment.html

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement