Come Alleviare il Senso di Vertigini

Scritto in collaborazione con: Janice Litza, MD

Le vertigini sono un disturbo molto fastidioso che si manifesta con giramenti di testa, annebbiamento mentale e la sensazione che l'ambiente circostante si muova. Possono causare anche nausea, vomito e perdita dell'equilibrio e, dato che le cause possono essere diverse, è importante escludere tutta una serie di patologie prima di intervenire per alleviarle. Una volta compresa la causa, esistono diversi metodi per curare efficacemente le vertigini.

Metodo 1 di 4:
Calmare le Vertigini

  1. 1
    Muoviti lentamente. Se hai le vertigini, la cosa peggiore che puoi fare è cambiare posizione rapidamente. Cerca di ridurre la sensazione di stordimento muovendoti con estrema lentezza. Muovendoti piano riuscirai a rimanere più lucido e concentrato. Per non rischiare di cadere, dovresti muoverti rasente a un muro o a un oggetto stabile per poter avere un appoggio.[1]
    • Fai delle brevi pause tra un movimento e l'altro se ne senti la necessità.
    • Le vertigini non devono impedirti di alzarti dal letto o di muoverti. Non sentirti obbligato a rimanere immobile o sdraiato, l'importante è avere pazienza e fare dei movimenti cauti.
  2. 2
    Evita le situazioni che ti costringono a guardare in alto. Stando a lungo con lo sguardo rivolto all'insù il fastidio e la sensazione di disorientamento potrebbero aumentare. Ti sentirai meglio tenendo la testa dritta, con il mento parallelo al pavimento. Se hai la necessità di inclinare la testa, fallo molto lentamente, qualunque sia la direzione.[2]
    • I sintomi non dovrebbero acutizzarsi di molto se guardi in alto solo per pochi istanti, ma rimanda tutte le attività che ti costringerebbero a stare a lungo con la testa inclinata all'indietro. Anche fissare uno schermo posto sopra al livello degli occhi potrebbe aggravare la sensazione di malessere.
    • I sintomi potrebbero intensificarsi anche quando guardi in basso.[3]
  3. 3
    Non concentrare lo sguardo sugli oggetti in movimento. Guardando qualcosa che si muove velocemente, per esempio una macchina o un treno, le vertigini potrebbero aumentare.[4] Potresti avere difficoltà anche a concentrarti sugli oggetti che sono molto vicini o lontani. Se i sintomi si intensificano qualunque sia il soggetto dello sguardo, chiudi gli occhi e fai alcuni respiri profondi; potrebbe bastare per sentirti subito meglio.
  4. 4
    Non stare in orizzontale. Se stando sdraiato ti accorgi che le vertigini peggiorano, usa dei cuscini per tenere la testa leggermente sollevata. Il consiglio è di mantenere il busto a una angolazione di 45 gradi rispetto alle gambe, puoi stare seduto su una poltrona reclinabile oppure sdraiarti nel letto e sostenere la testa con dei cuscini.[5]
  5. 5
    Riposati in un ambiente calmo. Stando in una stanza buia e silenziosa le vertigini e gli altri sintomi potrebbero attenuarsi. Sdraiati o stai seduto come consigliato nel passaggio precedente, con la testa sorretta da dei cuscini o su una poltrona reclinabile, e spegni tutte le luci e i dispositivi elettronici. È probabile che stando in un ambiente calmo le vertigini diminuiranno.[6]
    • Rilassati per almeno venti minuti. Dopo potresti accorgerti che i sintomi sono passati. Se invece hai ancora le vertigini, concediti altri venti minuti di riposo al buio e in silenzio.
    Pubblicità

Metodo 2 di 4:
Eseguire la Manovra di Epley

  1. 1
    Determina quale orecchio sta causando le vertigini. Siediti sul letto in un punto che ti consenta di stare con la testa leggermente sospesa oltre il bordo dopo esserti sdraiato. Gira la testa verso destra stando seduto, poi sdraiati rapidamente. Aspetta un minuto e nota se hai le vertigini, poi ripeti il movimento girando la testa verso sinistra. Se le vertigini si presentano quando hai la testa girata verso destra, significa che il colpevole è l'orecchio destro o viceversa.[7]
  2. 2
    Gira la testa lentamente di 45 gradi. Siediti sul bordo del letto e gira la testa di 45 gradi nella direzione dell'orecchio che sta causando le vertigini. Il mento non deve arrivare fin sopra la spalla.[8]
    • Per esempio, se le vertigini derivano dall'orecchio sinistro, dovrai ruotare la testa verso sinistra. Se invece a provocarle è l'orecchio destro, dovrai girare la testa di 45 gradi verso destra.
  3. 3
    Appoggia la testa sul letto. Sdraiati rapidamente dopo aver sistemato un cuscino in modo che rimanga sotto le spalle. La testa deve rimanere girata in direzione dell'orecchio che sta provocando le vertigini. Tieni le spalle e il collo rilassati e rimani in questa posizione per 1-2 minuti.[9]
  4. 4
    Gira la testa di 90 gradi. Rimani sdraiato e gira lentamente la testa di 90 gradi nella direzione opposta. Non sollevare la testa, deve rimanere appoggiata contro il bordo del letto. Rimani con la testa girata per 1-2 minuti.[10]
    • Se a causare le vertigini è l'orecchio sinistro, devi girare la testa di 90 gradi verso destra. Se invece le vertigini derivano dall'orecchio destro, devi ruotarla di 90 gradi verso sinistra.
  5. 5
    Girati sul lato in cui non avverti le vertigini. Mettiti su un fianco in modo che l'orecchio sano sia rivolto in basso. Gira la testa (ma non il corpo) per riuscire a guardare verso il pavimento. Rimani in questa posizione per 1-2 minuti.[11]
    • Se per esempio le vertigini sono causate dall'orecchio sinistro, devi girarti sul fianco destro.
  6. 6
    Ripeti i movimenti, se necessario. In alcuni casi basta eseguire queste posizioni in serie una sola volta per alleviare le vertigini. Tuttavia, talvolta la manovra di Epley va ripetuta. Eseguila tre volte al giorno finché i sintomi non sono passati; smetti quando non hai più le vertigini da 24 ore.[12]
    • Ripeti la manovra di Epley quando ti svegli, all'ora di pranzo e la sera prima di andare a letto.
  7. 7
    Evita di stare in orizzontale o di inclinare la testa in avanti o all'indietro per una settimana. Usa una poltrona reclinabile o diversi cuscini a letto per mantenere il busto a una angolazione di 45 gradi rispetto alle gambe quando sei seduto o mentre dormi. Cerca inoltre di tenere la testa dritta il più possibile per evitare che le vertigini ricompaiano.[13]
    • Se vuoi stare girato su un fianco, ricordati di rivolgere l'orecchio che ha provocato le vertigini verso l'alto.
    • Se hai bisogno di farti la barba o di mettere il collirio, fallo senza inclinare la testa all'indietro.
    Pubblicità

Metodo 3 di 4:
Eseguire la Manovra di Foster

  1. 1
    Determina quale orecchio sta causando le vertigini. Siediti sul letto in un punto che ti consenta di stare con la testa leggermente sospesa oltre il bordo dopo esserti sdraiato. Gira la testa verso destra stando seduto, poi sdraiati. Aspetta un minuto e nota se hai le vertigini, poi ripeti il movimento girando la testa verso sinistra. Se le vertigini si presentano quando hai la testa girata verso destra, significa che il colpevole è l'orecchio destro o viceversa.[14]
  2. 2
    Mettiti in ginocchio sul pavimento. Inginocchiati senza appoggiare le cosce e i glutei sui polpacci e i talloni. Le gambe devono essere piegate in modo da formare un angolo retto. Appoggia le mani sul pavimento, direttamente sotto le spalle, quindi solleva il mento e guarda il soffitto per 5-10 secondi.[15]
    • Metti un asciugamano sotto le ginocchia per non sentire dolore oppure esegui la manovra su un tappeto.
  3. 3
    Inclina la testa verso il pavimento. Tenendo le ginocchia e le mani appoggiate a terra, inclina la testa in avanti e avvicina il mento al petto. Piega le braccia in modo da appoggiare la fronte sul pavimento mantenendo in alto il bacino. Rimani in questa posizione per una trentina di secondi.[16]
  4. 4
    Gira la testa. Mentre sei in questa posizione, ruota la testa in direzione dell'orecchio che sta causando le vertigini. A questo punto lo sguardo dovrebbe essere rivolto verso la spalla; rimani fermo per 30 secondi.[17]
    • Per esempio, se le vertigini derivano dall'orecchio sinistro, devi girare la testa verso sinistra.
  5. 5
    Solleva la parte anteriore del corpo. Solleva la testa (senza girarla) e raddrizza rapidamente le braccia per tornare con la schiena parallela al pavimento. Tieni il collo dritto e l'orecchio che non causa le vertigini rivolto verso il basso. Rimani con le ginocchia e le mani appoggiate a terra e la testa inclinata a 45 gradi per 30 secondi.[18]
  6. 6
    Solleva la testa. Sollevala in modo che la parte superiore del cranio punti in direzione del soffitto, mentre il mento è rivolto verso il pavimento. La testa deve rimanere comunque inclinata di 45 gradi rispetto alla spalla che corrisponde all'orecchio "malato". A questo punto alzati in piedi molto lentamente.[19]
  7. 7
    Ripeti il processo. Se non ti senti ancora bene, esegui nuovamente la manovra di Foster. Potresti doverla ripetere diverse volte per alleviare il senso di vertigini. Tuttavia è bene riposare per 15 minuti dopo il primo tentativo e poi riprovare.[20] Non c'è un limite massimo di tentativi che puoi eseguire per fare passare le vertigini, ma è meglio consultare un medico se dopo 3 o 4 volte non ottieni nessun beneficio.
  8. 8
    Dormi sul lato in cui non avverti le vertigini e con la testa sollevata per una settimana. Sdraiati nel letto in modo che l'orecchio sano sia rivolto verso l'alto. Metti un paio di cuscini sotto la testa, per tenerla sollevata, e utilizzane qualcuno in più per impedirti di cambiare fianco mentre dormi.[21]
    Pubblicità

Metodo 4 di 4:
Chiedere Aiuto al Medico

  1. 1
    Prendi appuntamento con il tuo medico curante. Anche se generalmente le vertigini sono associate a cause non gravi, non puoi escludere che possa essere una patologia seria a provocare i tuoi sintomi. Potrebbero derivare da un'infezione o anche da qualcosa di più grave. Se le vertigini sono ricorrenti, è meglio farti visitare dal medico.[22]
  2. 2
    Curati con gli antibiotici. In molti casi le vertigini sono causate dalla presenza di un'infiammazione o di liquido all'interno dell'orecchio. Questo non significa necessariamente che sia in corso un'infezione, potrebbe essere semplicemente la conseguenza di un'allergia o un problema che interessa la tromba di Eustachio. Le infezioni virali passano da sole e non si possono curare con i farmaci, ma se si trattasse di un'infezione batterica, il medico potrebbe prescriverti una terapia antibiotica.[23]
    • Se il liquido presente nell'orecchio medio o interno è infetto, il medico potrebbe consigliarti di usare gli antibiotici, gli steroidi nasali o uno spray decongestionante salino.
  3. 3
    Prendi un farmaco per il controllo delle vertigini. Il medico potrebbe prescriverti un farmaco specificamente formulato per alleviare i sintomi delle vertigini. Generalmente è un'opzione che viene presa in considerazione in caso di certe patologie, tra cui vertigini centrali, neuronite vestibolare e malattia di Ménière. In questi casi il medico potrebbe prescriverti una terapia a base di proclorperazina o antistaminici.[24]
    • Questi farmaci vanno presi per un periodo che va da 3 a 14 giorni. Se funzionano, il medico potrebbe decidere di fornirti un'ulteriore ricetta da usare in caso di necessità.
  4. 4
    Fatti consigliare da uno specialista. Se le tue condizioni non migliorano, è probabile che il medico ti prescriva una visita otorinolaringoiatrica. L'otorinolaringoiatra ha le conoscenze e l'esperienza che servono per eseguire una diagnosi accurata e fornirti le cure necessarie.[25]
    • In generale è consigliabile consultare uno specialista se gli esercizi proposti non funzionano o se i sintomi legati alle vertigini sono acuti, insoliti o durano da più di un mese. Dovresti rivolgerti a un otorinolaringoiatra anche se le vertigini sono accompagnate da un disturbo all'udito.
    • Probabilmente l'otorinolaringoiatra ti sottoporrà a un esame specifico chiamato elettronistagmografia, per capire se ci sono dei problemi nelle connessioni tra l'orecchio interno, il cervello e i nervi. Potrebbe prescriverti anche una risonanza magnetica.[26]
    • Puoi rivolgerti al tuo medico curante anche per farti consigliare un buon fisioterapista che ti insegni a eseguire gli esercizi nel modo corretto.
  5. 5
    Valuta di ricorrere alla chirurgia. In casi rari ed estremi, il medico potrebbe consigliarti di sottoporti a un intervento chirurgico. Durante l'operazione verranno allargate le strutture dell'orecchio che contengono l'endolinfa, per bloccare le vertigini.[27]
    • Questa soluzione ti verrà proposta solo se tutti gli altri trattamenti non hanno funzionato e le vertigini ti impediscono di vivere normalmente la tua vita.
    Pubblicità

Consigli

  • È importante seguire le raccomandazioni del medico e assumere regolarmente i farmaci che ti sono stati prescritti.
  • Consulta il medico prima di iniziare qualunque tipo di trattamento contro le vertigini.
  • Nella maggior parte dei casi le vertigini non sono riconducibili a una patologia e spesso i sintomi scompaiono rapidamente con trattamenti semplici.
  • Se il medico ti ha ordinato di eseguire degli esercizi o seguire una dieta, attieniti in modo scrupoloso alle sue raccomandazioni.
Pubblicità

Avvertenze

  • Non dovresti metterti alla guida o manovrare dei macchinari quando hai le vertigini.
  • Se le vertigini peggiorano o compaiono nuovi sintomi, consulta immediatamente il medico.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Medico di Medicina Generale
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Janice Litza, MD. La Dottoressa Litza è un Medico di Medicina Generale Iscritta all'Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Esercita la professione di Medico e ha lavorato come Docente Clinica per 13 anni dopo aver conseguito la Laurea in Medicina presso la University of Wisconsin-Madison School of Medicine and Public Health nel 1998.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità