Come Ammorbidire gli Asciugamani

Non c'è nulla di divertente nell'asciugarsi in un panno duro e ruvido. È normale che degli elementi come gli oli, la sporcizia e alcune sostanze chimiche possano indurire i tessuti, rendendoli rigidi e difficili da maneggiare. La causa di tutto ciò può essere imputabile al detersivo, alle abitudini di lavaggio o anche semplicemente all'acqua fornita dal gestore pubblico. Esistono tuttavia dei rimedi per risolvere tale problema. Continua a leggere per imparare ad ammorbidire gli asciugamani più ruvidi.

Parte 1 di 3:
Lavare e Mettere in Ammollo

  1. 1
    Lava gli asciugamani con acqua calda o bollente. Quella calda scioglie meglio il detersivo, ciò significa che restano meno residui di sapone nelle fibre. Inoltre, l'acqua bollente aiuta a dissolvere gli oli che possono essere rimasti a causa dei prodotti per l'igiene e il sebo della pelle.[1]
    • Tieni presente che i teli dai colori brillanti possono sbiadire quando li lavi ripetutamente in acqua molto calda. Se non ti interessa questo aspetto, puoi procedere con il lavaggio ad alte temperature. Se vuoi invece conservare i colori, dovresti lavare gli asciugamani in acqua fredda e provare altri metodi per ammorbidire il tessuto.
  2. 2
    Immergi gli asciugamani nell'ammorbidente. Mescola 250 ml di ammorbidente con altrettanta acqua bollente, in modo da sommergere i teli. Lasciali in ammollo per almeno un'ora, affinché il prodotto abbia il tempo di penetrare accuratamente in tutte le fibre del tessuto.[2]
  3. 3
    Sostituisci il detersivo e l'ammorbidente con l'aceto. La maggior parte degli ammorbidenti per bucato contiene silicone, che ricopre la superficie degli asciugamani, limitandone le proprietà assorbenti. Fai un ulteriore ciclo di risciacquo quando lavi i teli in lavatrice e usa 120 ml di aceto bianco al posto del detersivo durante il primo ciclo. L'aceto elimina i residui di olio e detersivo che rendono più rigidi i tessuti; in questo modo, diventano più soffici e assorbono meglio l'umidità. Usa un detersivo delicato (o semplicemente l'acqua) durante il secondo ciclo di risciacquo, in maniera da eliminare l'odore dell'aceto, ma permettere agli asciugamani di restare comunque morbidi al termine del lavaggio.[3]
  4. 4
    Usa il bicarbonato di sodio. Mescola 100 g di bicarbonato nel normale detersivo da bucato; questo aiuta a sbarazzarti di ogni traccia di sebo, sporcizia o altre sostanze chimiche che possono rendere gli asciugamani ruvidi o rigidi. È ottimo inoltre per eliminare l'odore di muffa – quella puzza che tende a svilupparsi di solito quando l'asciugamano viene lasciato umido per un po' di tempo.[4]
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Tecniche di Asciugatura

  1. 1
    Prova ad asciugare i teli all'aria aperta. L'ideale sarebbe lasciarli fuori in una giornata fresca con una leggera brezza. Una volta asciutti, muovili vivacemente come se dovessi lavorare un impasto o massaggiare un pezzo di carne. Questo rimedio aiuta ad allentare la rigidità delle fibre.
  2. 2
    Metti i panni in asciugatrice a bassa temperatura. Il calore intenso rende certamente le spugne più gonfie, ma danneggia anche l'integrità delle fibre. Puoi alternare l'asciugatura all'aria aperta con quella ad alte temperature nell'elettrodomestico. Stendi i teli affinché si asciughino parzialmente sullo stendibiancheria e poi termina la procedura nell'elettrodomestico, per renderli caldi e soffici.[5]
    • In seguito, rimetti i panni nell'asciugatrice per un secondo ciclo, ma questa volta seleziona un programma "antipiega", se disponibile; in questo modo, i tessuti si gonfiano diventando più morbidi.
  3. 3
    Scuoti gli asciugamani. Agitali con vigore quando li togli dalla lavatrice e dall'asciugatrice, per rendere più voluminose le fibre.
  4. 4
    Aggiungi delle palle da tennis o delle palline specifiche nel carico dell'asciugatrice. Quando decidi di asciugare i panni nell'elettrodomestico, aggiungi un paio di palline da tennis o degli oggetti analoghi prima di chiudere lo sportello. Grazie alla rotazione del cestello, le palline rimbalzano all'interno e gonfiano gli asciugamani; questo trucco dovrebbe ammorbidire le fibre irrigidite.[6]
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Prevenire la Rigidità degli Asciugamani

  1. 1
    Usa quantità inferiori di detersivo. Il sapone per il bucato è molto concentrato e ne basta poco; se esageri, i residui possono addensarsi sul tessuto rendendo le fibre rigide e ruvide. Cerca di usare meno sapone rispetto al solito.
    • Una quantità eccessiva di residui può anche favorire lo sviluppo di muffe e batteri, soprattutto se i panni restano bagnati per un po'.
  2. 2
    Non caricare troppo la lavatrice. Se il cestello è troppo affollato, gli asciugamani potrebbero non risciacquarsi bene, restando di conseguenza duri e ruvidi a causa dei residui di calcare, sporcizia e detergente.
    • Lo stesso vale per l'asciugatrice! Sii paziente e fai diversi carichi, per evitare di riempire troppo l'elettrodomestico.
  3. 3
    Verifica se l'acqua di casa è dura. Se l'acqua della tua zona è ricca di calcare e quindi "dura", significa che quella che scorre dal rubinetto o che alimenta la lavatrice potrebbe lasciare dei depositi minerali nelle fibre dei tessuti. Valuta di comprare un filtro per addolcire l'acqua o di lavare i panni solo con acqua che non proviene dall'acquedotto.[7]
    Advertisement

Avvertenze

  • Ricorda che più a lungo lasci i panni in ammollo con l'ammorbidente e più morbidi e lisci diventano; fai però attenzione a non esagerare, altrimenti potresti rovinare il tessuto.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Pulizia

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement