Come Applicare l'Isolamento di Cellulosa

La tua casa è fredda d'inverno e calda d'estate anche se i consumi delle utenze sono alle stelle? Sai se le pareti e il sottotetto sono termicamente isolati? Se le tue pareti e il sottotetto non sono isolati puoi insufflare cellulosa, dall'interno o dall'esterno, nelle intercapedini vuote delle pareti attraverso piccoli fori di 3 cm, e la posa dell'isolante nel sottotetto è persino più facile.

Passaggi

  1. 1
    Scopri se l'isolante può essere insufflato dall'esterno o dall'interno. L'insufflaggio della cellulosa è un'operazione estremamente polverosa che genera sporcizia. Riempire dall'interno richiede una notevole ripulitura finale. I tappeti e i mobili dovrebbero essere rimossi o coperti. La polvere ricoprirà le pareti, il soffitto, le finestre, il pavimento, in pratica tutto. L'insufflaggio dall'esterno, invece, potrebbe richiedere una rapida spazzata intorno alla casa. Nelle pareti dovranno essere praticati fori da 3 cm a intervalli regolari, anche sopra e sotto tutte le finestre e le porte. Probabilmente la foratura e la riparazione finale dei fori è ciò che comporta il maggior dispendio di tempo.
  2. 2
    Individua quale lato della parete è più adatto per praticare il foro e per la successiva riparazione. Il lato interno delle pareti è solitamente intonacato e può essere riparato con facilità ma, come già detto, si genera tanta sporcizia. Per quanto riguarda il lato esterno delle pareti, bisogna valutare il tipo di rivestimento della casa. In alcuni casi può essere opportuno asportare eventuali rivestimenti esterni, oppure si possono forare se ritieni che sia possibile restaurarli successivamente. Ad esempio, se hai un rivestimento esterno in legno, potresti forarlo, poi ripararlo con un tassello di legno e colla per legno, e infine dipingere per adeguarlo al resto del rivestimento.
  3. 3
    Se la tua casa ha due o più piani, per evitare di lavorare in cima a una scala puoi prendere in considerazione l'applicazione dall'interno; in alternativa, al piano terra puoi applicare l'isolante dall'esterno e ai piani più alti lo applichi dall'interno. Verifica la posizione di pilastri, condutture elettriche, il sistema di ventilazione, e ogni altra cosa da evitare durante la foratura. Chiediti se sei capace di forare le pareti e riparare i fori. Se sì, allora continua a leggere, altrimenti è il momento di cercare un'impresa edile.
  4. 4
    Recati in un negozio di noleggio di attrezzature edili e misura il diametro della bocchetta della macchina da insufflaggio che userai. Di solito è di circa 3 cm, ma hai bisogno di sapere se è maggiore o minore perché la bocchetta di insufflaggio deve aderire saldamente ai fori praticati nel muro. Se realizzi un foro troppo grande per la bocchetta avrai difficoltà a trattenere l'isolante all'interno e il tubo potrebbe entrare troppo in profondità battendo sul lato opposto del muro. Se i fori sono troppo piccoli avrai problemi di intasamento del tubo.
  5. 5
    Esegui fori di 3 cm (o del diametro della bocchetta) opportunamente disposti in cima a ciascun piano della casa che stai isolando. Avrai bisogno di un metro e di un rivelatore di metalli. Cerca di praticare il foro al centro tra due pilastri. Comincia con un foro vicino alla cima della parete a 10-15 cm dal soffitto, oppure, se l'applicazione avviene dall'esterno, sotto l'impiantito del piano soprastante. Durante l'insufflaggio potresti notare zone del muro che si riempono troppo velocemente rispetto ad altre. In tal caso, si può considerare la possibilità di realizzare un altro foro più in basso nel muro, a circa 1 metro dal pavimento di quel piano. Insufflando dall'esterno assicurati di non realizzare fori al di sopra del soffitto del piano, altrimenti potresti finire per riempire di isolante altre intercapedini o il sottotetto invece della parete.
  6. 6
    Controlla il piano interrato per vedere se l'intercapedine del piano terra è sigillata o è aperta verso il basso. Se è aperta, dovrai sigillarla o l'isolante scivolerà giù nei locali dell'interrato. A questo punto, hai finito i preparativi per l'applicazione dell'isolante nelle pareti, ora tocca al sottotetto.
  7. 7
    Individua (o realizza) le aperture per accedere al sottotetto e alle sue eventuali intercapedini. Se non esiste un varco di accesso al sottotetto dovrai realizzare un'apertura nel solaio oppure un accesso al sottotetto dall'esterno. Fai ciò che ritieni più semplice.
  8. 8
    Isola eventuali pareti basse nel sottotetto con rotoli di isolante in fibra di vetro.
  9. 9
    In caso di sottotetto separato da un controsoffitto non portante, predisponi un camminamento che consenta di raggiungere tutte le zone del sottotetto. Una volta entrato nel sottotetto, fai attenzione a non poggiare i piedi sul controsoffitto. Appoggiati solo sui travicelli. È consigliabile montare delle tavole di legno sui travetti per creare un camminamento sicuro se non c'è già. Prima di inchiodare o avvitare le tavole di legno ai travetti, controlla la profondità dell'area dove si depositerà l'isolante; alcuni controsoffitti sono realizzati con travetti di 5x10 cm o anche meno. Se il travetto è lungo solo 10 cm, dovresti inchiodarci sopra un altro travetto uguale per ottenere maggiore profondità in modo da poter applicare più isolante senza seppellire il camminamento. Taglia delle assi di legno di lunghezza pari alla larghezza del camminamento. Inchiodale ai travetti e quindi monta un tavolato al di sopra. Ora hai un buon posto dove sedere e camminare a carponi.
  10. 10
    Assicurati che l'isolamento non impedisca la ventilazione del sottotetto. La ventilazione del sottotetto è molto importante. In inverno, se il sottotetto si riscalda, il calore scioglierà la neve sopra al tetto generando delle barriere di ghiaccio su di esso che provocheranno infiltrazioni in casa tua. In estate l'eccessivo calore intrappolato nel sottotetto può danneggiare il tetto, di solito deformando il legno a cui è fissato il manto di copertura. Potresti già avere questo problema se nel tuo sottotetto non c'è né isolamento né ventilazione. Solitamente, gli sfiati d'aria si trovano in cima al tetto o a metà della falda inclinata, le prese d'aria sotto gli spioventi del tetto. Puoi acquistare e installare griglie di plastica o filtri spugnosi per proteggere le prese d'aria ed evitare il loro intasamento. Se non esistono prese d'aria sotto gli spioventi o sul timpano, è raccomandabile montarne alcune.
  11. 11
    Noleggia la macchina da insufflaggio. La macchina da insufflaggio dovrebbe essere dotata di un lungo tubo di circa 15 cm di diametro e di una bocchetta che riduce il diametro a 3 cm. Chiedi istruzioni sul funzionamento della macchina presso il negozio da cui la noleggi. Per collegare il tubo alla macchina e alla bocchetta puoi usare del nastro adesivo, se il tubo non è dotato di un meccanismo di fissaggio.
  12. 12
    Ora puoi cominciare a riempire i fori! Questo è un lavoro per almeno due persone. Una persona manovrerà la macchina da insufflaggio, accendendo e spegnendo la macchina, per poi riempire la tramoggia con l'isolante. L'altra persona si occuperà del tubo e assicurerà saldamente la bocchetta ai fori. Se hai realizzato più di un foro per una singola intercapedine è opportuno cominciare a riempirla dal foro più basso otturando l'altra apertura, altrimenti l'isolante uscirà dal foro aperto. La bocchetta dovrebbe adattarsi perfettamente al foro altrimenti l'isolante verrà sputato fuori.
  13. 13
    Per iniziare, chi si occupa della bocchetta deve collocarla nel primo foro. Quindi l'operatore della macchina da insufflaggio deve accenderla e cominciare lentamente a versare l'isolante nella tramoggia. Se la tramoggia ha uno sportello per fermare l'isolante, comincia con lo sportello chiuso e aprilo lentamente. Si consiglia di non aprire completamente lo sportello mentre si usa la bocchetta. La bocchetta può intasare l'isolante nel tubo se l'isolante affluisce troppo rapidamente o la bocchetta è ostruita. Cerca di evitare il più possibile l'intasamento del tubo. La macchina da insufflaggio avrà un suono differente, più forte e acuto, quando l'isolante cessa di scorrere attraverso il tubo. Quando ciò accade, spegni immediatamente la macchina. Durante il riempimento l'isolante dovrebbe scorrere liberamente nel tubo finché c'è spazio nell'intercapedine. Un suono differente della macchina dovrebbe suggerire all'operatore di spegnerla velocemente. Chi maneggia la bocchetta potrebbe notare subito l'interruzione del flusso e segnalare all'operatore della macchina di spegnerla per evitare un intasamento. L'operatore della macchina dovrà destreggiarsi tra il compito di alimentare costantemente e lentamente di cellulosa la tramoggia e quello di spegnere la macchina su segnalazione. Riempire un'intercapedine dovrebbe richiedere circa un paio di minuti, a seconda dell'altezza della parete. Se ci vuole più di un paio di minuti, allora è possibile aprire maggiormente lo sportello della tramoggia aumentando il flusso di cellulosa, ma potrebbe anche significare che la cellulosa sta fuoriuscendo da qualche parte, come nel piano interrato o in ambienti aperti. È consigliabile spegnere la macchina tra un foro e l'altro per evitare complicazioni. Questo è tutto quello che c'è da fare!
  14. 14
    Dopo, applica l'isolante nel sottotetto. Per questa operazione puoi togliere la bocchetta dal tubo. Una persona dovrebbe controllare il tubo e l'altra la macchina. Comincia lontano dal punto in cui accedi al sottotetto e lavora tornando indietro verso il punto d'accesso. Cerca di depositare uno spessore costante di isolante.
  15. 15
    Ripulisci la macchina da insufflaggio e restituiscila al negozio.
  16. 16
    Chiudi il passaggio di accesso al sottotetto. Puoi realizzare una botola o semplicemente richiudere l'apertura con cartongesso o intonaco. Però assicurati prima di trovare un modo di isolare la botola di accesso. Puoi acquistare pannelli di schiuma o di fibra di vetro e attaccarli al cartongesso o al legno che usi per la botola.
  17. 17
    Rattoppa i fori.
  18. 18
    Pulisci.
    Advertisement

Consigli

  • I pilastri si trovano a distanze variabili. Per individuarli è consigliabile procurarsi i disegni del progetto dell'edificio. In alternativa, battendo con il pugno sulla parete non è difficile capire dal suono dove l'intercapedine finisce, per la presenza di un pilastro o altro. In caso di pilastri in cemento armato puoi anche acquistare un rilevatore di metalli per cercare i ferri d'armatura.
Advertisement

Avvertenze

  • Fai attenzione a non forare condutture elettriche o idrauliche della casa.
  • Se la casa usa la ventilazione meccanica controllata per riscaldare e raffrescare, fai attenzione a non forare le condotte di ventilazione riempiendole di cellulosa.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement