Come Aumentare il Peso dei Bambini

Scritto in collaborazione con: Laura Marusinec, MD

Nonostante ultimamente l'attenzione si rivolga sempre di più ai bambini in sovrappeso, in realtà ce ne sono molti che trarrebbero beneficio dall'ingrassare un po'. Il problema non si può risolvere in maniera semplicistica pensando di concedere loro maggiori quantità di cibo "spazzatura". Il miglior modo per aumentare il peso di un bambino è quello di unire dei cambiamenti nelle abitudini alimentari a una scelta di alimenti nutritivi e ricchi di calorie, "aggiungendo" qualche calorie extra nei piatti. Tuttavia, devi sempre consultare prima il pediatra se sei preoccupato per tuo figlio sottopeso.

Metodo 1 di 4:
Individuare le Cause

  1. 1
    Verifica se ci sono malattie di fondo. Alcuni bambini, così come gli adulti, sono semplicemente magri di natura e possono avere difficoltà a ingrassare. Tuttavia, devi escludere altre possibili cause che impediscono a tuo figlio di guadagnare peso.[1]
    • I bambini sono noti per essere "difficili" a tavola, ma se tuo figlio è solo poco interessato al cibo, potrebbe essere segno di qualche problema di salute o psicologico. A volte può trattarsi di un problema ormonale o metabolico, come il diabete o l'ipertiroidismo che provoca uno scarso aumento di peso.
    • Alcuni problemi gastrointestinali e altre patologie possono creare disagio al bambino durante i pasti oppure potrebbe soffrire di una qualche allergia alimentare non diagnosticata.
    • Ci sono alcuni medicinali che possono ridurre l'appetito, quindi tieni in considerazione anche un'eventuale terapia farmacologica a cui il bimbo è sottoposto.
    • Sfortunatamente, anche i ragazzini prima della pubertà possono sviluppare disturbi alimentari dovuti a vari fattori, come la pressione da parte dei coetanei.
    • Tuo figlio potrebbe anche essere eccessivamente attivo, il che lo porterebbe semplicemente a bruciare molte più calorie di quante ne assume.
  2. 2
    Consulta il pediatra. Se tuo figlio è sottoposto a regolari visite di controllo, il medico potrebbe informarti del fatto che dovrebbe ingrassare. Tuttavia, se sei preoccupato, non temere di affrontare il problema.[2]
    • Come già accennato, a volte la causa di un peso al di sotto della norma è da ricercare in allergie o intolleranze alimentari, problemi digestivi o una serie di altri problemi di salute. Il pediatra potrà aiutarti a diagnosticare e curare questi disturbi.
    • Detto questo, sappi che molto spesso il problema può essere risolto con dei cambiamenti che tu e tuo figlio potete apportare a casa, anche se una consulenza medica è sempre opportuna.
  3. 3
    Se il bambino è piccolo, segui delle procedure specifiche. Gestire un neonato sottopeso è diverso rispetto ad affrontare lo stesso problema in un bambino più grande. Sebbene i casi gravi siano rari, in genere i fattori responsabili potrebbero essere delle tecniche di alimentazione sbagliate, poca produzione di latte materno o dei problemi gastrointestinali.[3]
    • Contatta sempre il pediatra se sei preoccupato per tuo figlio che non aumenta di peso. Il medico potrà prescrivere degli esami per il neonato, consigliarti di rivolgerti a qualche specialista della nutrizione (per osservare le tecniche di allattamento) o a un gastroenterologo pediatrico.
    • I rimedi variano in base alla situazione specifica del bimbo, ma tra questi puoi considerare: integrazione alimentare con del latte artificiale (se quello del seno non è sufficiente); lasciare che il bambino mangi per tutto il tempo che desidera (quindi evitare delle programmazioni rigide dei pasti); cambiare la marca del latte artificiale (nel caso di intolleranza o allergia o per ottenere una maggiore quantità di calorie); iniziare a introdurre dei cibi solidi un po' prima del classico periodo, verso i sei mesi. A volte possono essere prescritti dei farmaci per il reflusso acido.
    • Per garantire la salute nel lungo periodo è indispensabile che il neonato inizi presto ad aumentare di peso; pertanto ogni deficit deve essere affrontato con gli opportuni consigli del pediatra. Un aumento di peso sotto la media può sempre essere invertito e alla fine non rappresentare più un problema.
    Pubblicità

Metodo 2 di 4:
Cambiare i Comportamenti

  1. 1
    Nutri più spesso il tuo bambino sottopeso. Molte volte il problema non è cosa mangia, ma semplicemente quanto. I bambini piccoli hanno uno stomaco proporzionato al loro fisico e devono mangiare più spesso rispetto agli adulti.[4]
    • Dovrebbero mangiare cinque o sei piccoli pasti al giorno, oltre a degli spuntini.
    • Ogni volta che tuo figlio ha fame, dagli da mangiare.
  2. 2
    Rendi importante il momento del pasto. Sebbene siano necessarie anche le merende, devi fare in modo che l'ora del pasto sia il fulcro della giornata del tuo bambino. Devi insegnargli che mangiare è importante e anche piacevole.[5]
    • Se il pasto viene vissuto come un momento fastidioso, una cosa improvvisata o anche una sorta di punizione (per esempio lo costringi a restare seduto finché non avrà terminato tutto il cibo), molto probabilmente sarà poco gradevole agli occhi di tuo figlio.
    • Stabilisci una regolare routine durante i pasti. Spegni il televisore. Fai in modo che ci si concentri sul cibo in maniera piacevole.[6]
  3. 3
    Dai il buon esempio. Sebbene tuo figlio debba ingrassare un po', tu potresti ottenere dei benefici nel perdere qualche chilo. Se questo fosse il caso, sappi che le reciproche abitudini alimentari dovrebbero essere meno diverse di quanto pensi. Mangiare una varietà di cibi ricchi di nutrienti è fondamentale per chi è sottopeso, ma anche per chi è in sovrappeso e per chiunque sia tra questi due estremi.[7]
    • I bambini imparano osservando gli adulti. Se provi regolarmente dei nuovi alimenti e come prima scelta sana opti per la frutta, la verdura e i cereali integrali, è più probabile che anche tuo figlio adotti le stesse abitudini.
    • Fai in modo che il cibo spazzatura sia una concessione rara, così ne beneficerete sia tu sia tuo figlio, a prescindere dal fatto che tu debba ingrassare o dimagrire.
  4. 4
    Incoraggialo a svolgere regolarmente attività fisica. Proprio come una sana alimentazione, anche l'allenamento è associato sia alla perdita di peso sia all'aumento. Quando infatti viene abbinato a scelte intelligenti a tavola, l'esercizio fisico entra a far parte di un regime di incremento del peso corporeo.[8]
    • Per i bambini già un po' cresciuti, lo sviluppo di massa muscolare contribuisce a un peso maggiore ed è sempre un'alternativa più sana rispetto a un aumento della massa adiposa.
    • L'esercizio stimola l'appetito, quindi incoraggia tuo figlio ad allenarsi prima dei pasti per capire se "il trucco" funziona.
    Pubblicità

Metodo 3 di 4:
Scegliere Cibi a Elevata Densità Calorica e Nutritiva

  1. 1
    Evita le scelte alimentari poco sane. Le torte, i biscotti, le bibite e il cibo dei fast food indubbiamente sono molto ricchi di calorie e permettono di ingrassare. Tuttavia, i potenziali problemi di salute che possono generare (inclusi il diabete e le cardiopatie infantili) sono troppo elevati in relazione ai pochi benefici.[9]
    • I cibi ipercalorici ma poveri di nutrienti, come le bibite zuccherate, non sono una soluzione sana per l'aumento di peso. Gli alimenti che sono ricchi di calorie ma anche di sostanze nutritive sono indubbiamente la scelta migliore, perché permettono al bambino di aumentare di peso fornendogli tutte le vitamine e i minerali essenziali.
    • Non dire al bimbo che deve "ingrassare" o "mettere su un po' di ciccia", bensì informalo che entrambi avete bisogno di fare scelte alimentari più sane.
  2. 2
    Proponi a tavola dei cibi ricchi di nutrienti. La varietà è importante non solo perché permette di assimilare un'ampia gamma di sostanze nutritive vitali, ma anche perché mantiene vivo l'interesse nell'alimentazione. Se il momento del pasto viene vissuto come un dovere o con noia, allora sarà più difficile convincere tuo figlio a mangiare.[10]
    • Una dieta ipercalorica e ricca di nutrienti per far aumentare di peso un bimbo dovrebbe contenere carboidrati amidacei (pasta, pane, cereali), almeno cinque porzioni quotidiane di frutta e verdura, proteine (carne, pesce, uova e legumi) e latticini (latte, formaggio e così via).
    • Tutti i bambini sotto i due anni di età dovrebbero consumare latticini interi e il medico potrebbe consigliarti di continuare in questo modo anche superati i 48 mesi, per sostenere l'aumento di peso.
    • Sebbene un adeguato apporto di fibre sia fondamentale in una dieta sana, non dovresti esagerare quando tuo figlio ha bisogno di ingrassare. Troppi cereali integrali (come pasta o riso) lo farebbero sentire troppo sazio, troppo a lungo.
  3. 3
    Sfrutta i grassi sani. Generalmente si tende a credere che i grassi siano un male, ma non è sempre così. Molti grassi di origine vegetale sono componenti indispensabili per una dieta sana. Inoltre sono l'ideale per aumentare di peso in maniera salutare perché forniscono circa nove calorie per grammo, mentre i carboidrati e le proteine solo quattro.[11]
    • L'olio di semi di lino e quello di cocco sono ottime soluzioni che possono essere incorporate a diversi alimenti. Il primo ha un sapore neutro che passa del tutto inosservato, mentre quello di cocco lascia un retrogusto dolce a qualunque pietanza, dalle verdure saltate in padella ai frullati.
    • Le olive e l'olio di oliva sono un'altra scelta ottimale.
    • La frutta secca e i semi, come mandorle e pistacchi, forniscono una grande quantità di grassi sani.
    • Gli avocado regalano una consistenza cremosa a molti piatti e allo stesso tempo apportano grandi benefici.
  4. 4
    Scegli degli spuntini "intelligenti". Ai bimbi che devono ingrassare si dovrebbero offrire regolarmente delle merende. Tuttavia, proprio come accade per i pasti, anche queste devono essere scelte in modo saggio, evitando le calorie vuote.[12]
    • Concentrati su alimenti ipercalorici, molto nutrienti e facili da preparare e servire come snack. Ad esempio, prova il pane integrale farcito con burro di arachidi e marmellata, la frutta secca e la frutta essiccata oppure le mele con il formaggio. Puoi anche preparare una piadina con tacchino e avocado.
    • Se vuoi concedergli qualche delizia, prepara dei muffin integrali, delle barrette di muesli e lo yogurt prima di pensare a torte, biscotti e gelati.
  5. 5
    Osserva cosa e quando beve tuo figlio. Un apporto adeguato di acqua è indubbiamente fondamentale, ma un eccesso lo rende sazio riducendo l'appetito.[13]
    • Le calorie vuote che derivano dalle bibite non hanno alcun valore nutrizionale, mentre la quantità di zucchero che si trova nei succhi di frutta è dannosa per i denti e per la salute in generale, quando viene consumata in eccesso.
    • L'acqua è sempre una valida soluzione, ma i bimbi che devono aumentare di peso traggono beneficio dal latte intero, frullati o frappè o anche da integratori ipercalorici che puoi trovare in farmacia. Parlane con il pediatra per trovare il prodotto migliore per tuo figlio.
    • Fai in modo che il bambino beva la maggior parte della sua "razione" di liquidi dopo il pasto. Chiedigli di non bere prima di mettersi a tavola e concedigli una quantità di acqua sufficiente durante il pasto, per mangiare in maniera gradevole e sicura. In questo modo gli impedisci di sentirsi sazio con le sole bevande.[14]
    Pubblicità

Metodo 4 di 4:
Migliorare il Conteggio delle Calorie dei Cibi

  1. 1
    Fai del latte il tuo migliore alleato. La facilità con cui si può aggiungere il latte e il formaggio a un'ampia varietà di pietanze rende questi ingredienti delle ottime soluzioni per aumentare l'apporto energetico (e nutritivo) dei pasti di tuo figlio.[15]
    • I frullati e i frappè sono uno "stratagemma" per far bere al bambino le calorie di cui ha bisogno, inoltre contengono frutta fresca che garantisce l'apporto di sostanze nutrienti.
    • Il formaggio può essere fuso oppure cosparso sopra quasi ogni piatto, dalle uova alle insalate fino alle verdure al vapore.
    • Prova ad aggiungere il latte alle zuppe in scatola invece dell'acqua e servi le verdure e la frutta con panna acida, formaggio cremoso o salse a base di yogurt.
    • Puoi anche adattare i piatti alle intolleranze o allergie alimentari di tuo figlio o se preferisci non servire dei latticini. Il latte di soia o di mandorle fornisce molte calorie e nutrienti, mentre il tofu morbido può essere incorporato ai frullati, per esempio.
  2. 2
    Offrigli il burro di arachidi. Se il bimbo non ha problemi di allergie, allora il burro di arachidi è quasi sempre il benvenuto, come aggiunta alla sua alimentazione, in quanto fornisce molte proteine e calorie.[16]
    • Spalmalo su una fetta di pane integrale, su banane, mele, sedano, cracker multicereali e sui pretzel.
    • Puoi anche miscelarlo nei frullati e nei frappè oppure usarlo come "colla" tra due pancake o due fette di french toast.
    • Se il bambino è allergico alle arachidi, il burro di mandorle è un'alternativa perfetta. I semi di lino e il loro olio garantiscono molte calorie e nutrienti.[17]
  3. 3
    Quando incrementi l'apporto calorico, fallo gradatamente. Delle semplici aggiunte e qualche sostituzione possono aumentare l'apporto energetico dei cibi adatti ai bambini. Per esempio puoi provare a:[18]
    • Cuocere la pasta e il riso nel brodo di pollo anziché nell'acqua;
    • Servire frutta disidratata che i bambini mangiano in quantità maggiore, perché il ridotto contenuto di acqua non li fa sentire sazi.
    • Aggiungere l'olio di semi di lino in ogni pietanza che, grazie al suo sapore neutro, può essere inserito nel condimento per l'insalata, nel burro di arachidi e nei frullati di banana.
    • Aggiungere la carne cotta di manzo o pollo a piatti come pizza, zuppa, stufati, uova strapazzate e pasta al formaggio.[19]
  4. 4
    Prova delle ricette sane ma ipercaloriche. In internet puoi trovare un'infinità di ricette che sono adatte per far ingrassare i bambini in maniera sana. In alternativa puoi chiedere consiglio al pediatra che saprà consigliarti qualche soluzione ottimale.
    • Ad esempio puoi realizzare una bevanda ipercalorica aggiungendo due cucchiai di latte in polvere in una tazza di latte liquido intero o scremato.
    • Ci sono ricette che spiegano anche come preparare delle "palline energetiche" con frutta secca, noci e altri ingredienti, che si conservano per lunghi periodi e che possono essere servite rapidamente a un bimbo affamato.[20]
    Pubblicità

Avvertenze

  • Evita di offrire al bimbo gli alimenti e le bibite zuccherate che fanno ingrassare, come le patatine, le torte, le barrette dolci e le bibite, con lo scopo di fornirgli calorie in più. Questi cibi possono indubbiamente far aumentare di peso tuo figlio, ma sono dannosi per denti, metabolismo, sviluppo muscolare, cuore e cervello, oltre al fatto che sono in grado di aggravare patologie preesistenti come il diabete.
  • Se sei preoccupato del fatto che tuo figlio non aumenta di peso o lo sta perdendo, allora discutine con il pediatra immediatamente, soprattutto se hai notato grossi cambiamenti o il bimbo sembra malato.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Dottoressa in Medicina
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità