Come Avere una Routine Quotidiana

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Avere una routine quotidiana è un ottimo modo per rimanere concentrati e non perdere tempo. Più a lungo riuscirai a rispettarla, più ogni impegno diventerà un’abitudine, tanto meno faticherai a trovare la giusta motivazione per affrontare le attività giornaliere. L’unica parte davvero difficile è iniziare a sviluppare una tabella di marcia da seguire tutti i giorni. Procedi a piccoli passi, introducendo ogni giorno dei cambiamenti alla tua agenda quotidiana, quindi sperimenta nuove soluzioni per scoprire cosa ti impedisce di essere regolare.

Metodo 1 di 2:
Stabilire una Routine Quotidiana

  1. 1
    Passa una giornata a tenere traccia di qualsiasi cosa tu faccia. Porta con te un’agenda, un taccuino o uno smartphone con installata una app calendario. Annota l’orario di inizio e di fine di ciascuna attività, non importa se piccola o poco impegnativa. Entro sera, ti ritroverai con una lista degli impegni che hanno riempito la tua giornata.
    • Se non è stata una giornata tipica, ripeti la procedura il giorno successivo. Se serve, compila una lista per ogni giorno della settimana.
  2. 2
    Riduci le attività indesiderate. L’obbiettivo è aggiustare l’attuale tabella di marcia, organizzarla meglio, per trasformarla nella tua nuova ruotine giornaliera, anziché provare a crearne una da zero. Esamina la lista delle attività che svolgi in una giornata tipo. Determina quali consumano troppo del tuo tempo utile, ad esempio i giochi e i social network, quindi cancellale dalla tua lista.
  3. 3
    Redigi un elenco di compiti che consideri produttivi. Calcola le ore risparmiate eliminando le distrazioni. Fai una lista delle attività che potrebbero occupare meglio quel tempo, come lavorare, studiare, pulire la casa, ecc.
  4. 4
    Organizza la tua giornata in una tabella di marcia. Mettendo a confronto la lista delle tue attività attuali e l’elenco delle migliorie che vorresti apportarvi, scrivi un programma di compiti quotidiani che pensi tu possa rispettare con successo. Puoi disporre le tue occupazioni nell’ordine che preferisci, ma non cercare di cambiare il tempo che ciascuna di loro richiede per essere svolta. Se ti ci vogliono 30 minuti per fare colazione, calcola 30 minuti anche per i giorni successivi.
    • Per quanto riguarda le nuove mansioni da inserire nella routine, fai una stima del tempo necessario per portarle a termine, quindi aggiungi ancora un terzo della durata preventivata.
  5. 5
    Riserva abbastanza tempo al sonno. La maggior parte degli adulti ha bisogno di dormire almeno 7-8 ore per essere vigile e produttiva durante la giornata. Bambini e adolescenti arrivano spesso a dormire 9 ore o più. Programma orari per andare a letto e per svegliarti che ti assicurino il giusto quantitativo di sonno, altrimenti la tua routine quotidiana non sarà sostenibile.
  6. 6
    Riserva del tempo per pause e interruzioni. Se la bozza della tua tabella di marcia è stracolma di attività dal momento in cui ti svegli all’ora in cui vai a dormire, rischi l’esaurimento o di rimanere indietro già al primo imprevisto. Fai in modo di lasciare spazio ad almeno una pausa lunga, da 30-60 minuti, e a varie piccole pause di 5-15 minuti da piazzare tra un compito e l’altro.
  7. 7
    Prova la nuova tabella di marcia per un giorno. Fai del tuo meglio per essere puntuale sugli orari. Se non ci riesci, prendi nota di cosa non ha funzionato e perché.
  8. 8
    Modifica la tabella di marcia in base all’esperienza. A fine giornata, esamina la bozza del programma delle tue attività. Se le tempistiche stimate per un compito sono risultate non realistiche alla prova pratica, stabilisci di dedicargli più tempo, a scapito di occupazioni meno importarti. Invece, se finisci una mansione con più di 20 minuti d’anticipo sulla stima, riservale meno tempo nella tabella di marcia definitiva. Infine, se l’ordine di svolgimento delle attività era scomodo o non ti sembrava corretto, prova a rimescolarle in una nuova sequenza.
  9. 9
    Successivamente, continua a effettuare delle modifiche, fino a ottenere una tabella di marcia sostenibile. Non ti scoraggiare. Se hai problemi a rispettare il programma, continua a leggere.
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Trovare le Giuste Motivazioni per Seguire la Tabella di Marcia

  1. 1
    Asseconda il tuo ritmo naturale. Il nostro corpo segue un proprio orologio biologico, chiamato ritmo circadiano, che stabilisce quando ci sentiamo stanchi o energici. Cerca di creare una tabella di marcia che concentri le attività più impegnative entro le ore in cui ti senti più vigile e ti dia il tempo di riposare nei momenti di stanchezza.
    • Per consigli su come calcolare o aggiustare il proprio ritmo biologico, parlane col tuo medico o prova un questionario online.
  2. 2
    Scopri il modo migliore per iniziare la giornata. Se senti che le tue mattine scorrono in modo precipitoso e confusionario, il punto debole della tua tabella di marcia quotidiana potrebbe essere proprio nell’organizzazione delle prime ore di veglia. Esplora varie possibilità, fino a individuare il rito giusto per te per iniziare con slancio la giornata:
    • Bevi un bicchiere d’acqua per reidratarti e svegliarti, seguito da caffè o tè, se ti piacciono.
    • Fai stretching o qualche esercizio leggero. Il saluto al sole, per esempio, viene spesso praticato nelle sessioni mattutine di yoga.
    • Fai colazione alla stessa ora tutti i giorni, o almeno decidi la sera prima cosa mangerai la mattina seguente.
  3. 3
    Pensa al tuo programma almeno due volte al giorno. Impiega 10 minuti ogni mattina per riflettere sulla giornata che ti aspetta. Se hai un impegno extra, una fonte temporanea di stress nella tua vita, o qualsiasi altro motivo che renderà la giornata diversa dal solito, decidi quali compiti potranno saltare in caso di bisogno. A sera, prima di andare a letto, ritorna col pensiero alle decisioni prese durante il giorno e valuta se esistono margini di miglioramento nella tua ruotine.
  4. 4
    Trova attività che ti rigenerino. Dovresti avere in programma almeno un paio di pause da 5-15 minuti anche nei giorni più impegnativi, per consentire al tuo bioritmo di rigenerarsi e ripartire. Se hai la tendenza a sentirti stressato durante le pause, o se finisci per prolungarle oltre il consentito, trova un’altra attività. Ecco qualche suggerimento:
    • L’esercizio leggero, come camminare o correre, ha un istantaneo effetto rigenerante ed energizzante.
    • Un’attività divertente dalla durata ben precisa rende più complicato allungare la pausa relax. Per esempio, trova un podcast interessante con puntate da 15 minuti o decidi di leggere un solo capitolo di un romanzo.
    • Se ti senti esausto, sdraiati e chiudi gli occhi oppure medita per recuperare le forze. Imposta una sveglia se hai in agenda un impegno improrogabile.
  5. 5
    Motivati col suono. Se perdi spesso la cognizione del tempo, imposta una sveglia sul cellulare o sull’orologio ogni volta che inizi una nuova attività, così da sapere sempre quando dovrai passare alla successiva. Puoi anche usare la musica, compilando diverse playlist basate sul tipo di compito che stai svolgendo. Per esempio:
    • Scegli musica non distraente, dal ritmo costante, quando hai bisogno di concentrazione.
    • Scegli musica tranquilla quando vuoi rilassarti o se devi lavorare su progetti personali non troppo impegnativi.
    • Scegli musica potente se ti senti stanco e cerchi la spinta giusta.
  6. 6
    Evita le distrazioni. Elimina i fattori distraenti dalla tua zona di lavoro. Se lavori spesso al computer e navighi molto online, blocca i siti che ti fanno perdere tempo.
  7. 7
    Usa strumenti di produttività elettronici. Esistono strumenti di ogni tipo atti a motivarti, farti da promemoria,o premiarti virtualmente per essere stato produttivo. Prova Habitica se vuoi motivarti giocando, oppure scarica una qualsiasi delle app calendario che affollano gli app store.
  8. 8
    Evita disturbi alle tue ore di sonno. La luce degli schermi elettronici può interferire con il bioritmo del tuo corpo, impedendogli di secernere gli ormoni preposti al sonno. Riduci al minimo l’utilizzo di computer, telefono cellulare e televisione durante le ore notturne, oppure installa Flux per cambiare luce al tuo schermo. Caffeina, alcol e altre sostanze eccitanti possono rendere difficile il riposo notturno.
    Pubblicità

Consigli

  • Copia o stampa la tua tabella di marcia e disegna una casella di spunta accanto a ogni attività. Durante il giorno, spunta ciascun compito quando lo completi, così da non perderne nemmeno uno.
  • Nel caso le tue giornate fossero molto diverse l’una dall’altra, potresti aver bisogno di compilare tante tabelle di marcia quanti sono i giorni della settimana.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Sviluppo Personale

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità