Come Avvicinarsi alla Pittura ad Acquerello da Principiante

Un principiante dovrà pur iniziare in qualche modo, e fin qui niente da dire; ricorda solo però di prendertela comoda e di gustarti in tutta calma il piacere della scoperta di nuove capacità pittoriche! La pittura ad acquerello è sì divertente, ma talvolta può scoraggiare. Tutto dipende da come la prendi. È sicuramente uno dei mezzi più versatili con cui lavorare. Puoi dipingere in modo dettagliato e controllato, ma anche sciolto e impressionistico. Non pensare che la prima volta ti verrà fuori un capolavoro! Procedi piano e impara tutto passo passo.

Dovrai esercitarti molto prima di sentirti completamente a tuo agio con questa tecnica. Non arrenderti se i primi tentativi si rivelano meno belli di quanto ti aspettassi. Ci vuole tempo e sforzi ripetuti per prendere la mano con gli acquerelli. Ma ne vale la pena!

Iniziamo a usare gli acquerelli!

Passaggi

  1. 1
    Stendi un foglio di cartoncino su un tavolo. Fai un disegno molto semplice con dei tratti di matita LEGGERI. Anche un quadrato o un cerchio andranno benissimo.
  2. 2
    Metti una puntina di un colore qualsiasi sulla tavolozza bianca.
  3. 3
    Bagna leggermente il pennello. Se c'è troppa acqua nel pennello, picchiettalo su uno straccio o un pezzo di carta per assorbirne l'eccesso, o scrollalo leggermente.
  4. 4
    Fai cadere un paio di gocce d'acqua - dal pennello - sul colore che hai messo sulla tavolozza. Non usare troppa acqua - solo quella che ci vuole per rendere liquido il colore.
  5. 5
    Intingi il pennello nel colore acquoso sulla tavolozza, e cattura così una piccola quantità di colore nel pennello. In seguito, distribuisci il colore dentro alla forma che avevi disegnato sul cartoncino. Se il colore non è abbastanza diluito, e non riesci quindi a distribuirlo, intingi il pennello un'altra volta nell'acqua e aggiungila così direttamente sulla carta. Continua a fare esperimenti con diverse quantità di acqua e con colori mescolati, per renderti conto di quale sia la proporzione fra quantità di acqua e colore che ti piace di più. Se vuoi dare al dipinto un aspetto da "pennello asciutto", dovrai usare meno acqua nel pennello, mentre se desideri uno stile più liquido e scorrevole, dovrai usare più acqua che colore, etc... Riempi la forma sul cartoncino con il colore.
  6. 6
    Lascia asciugare.
  7. 7
    Prendi un foglio di carta da acquerello, fissalo bene su un tavolo da disegno con del nastro adesivo sugli angoli. Con un pennello grande o una spugna bagna tutta la superficie del foglio. Successivamente prova a dipingerci con colori diversi. Man mano che la carta si asciuga, osserva in che modo il colore reagisce rispetto alla quantità d'acqua che hai usato.
  8. 8
    Puoi usare un bagnato su bagnato per ottenere un colore chiaro e omogeneo come sfondo. I colori sulla carta si mescolano facilmente fra di loro e alcuni colori lo fanno meglio di altri. Prova a dipingere delle strisce di vari blu, poi una striscia di giallo o oro accanto, poi una striscia di rosso dopo l'oro quando è molto bagnato. Vedrai le mescolanze cromatiche dei colori in una gradazione omogenea.
  9. 9
    Prova a far asciugare finché non vedi più il luccichio dell'acqua, ma la carta è ancora umida. Ora le pennellate saranno sempre delicate ma un po' più definite. Una volta che hai buttato giù il colore, lascialo asciugare completamente e poi aggiungi i dettagli con un bagnato su asciutto.
  10. 10
    Adotta un soggetto molto semplice all'inizio, che abbia delle aree di colore ampie. Mescola un po' di celeste. Abbozza a matita colline e alberi. Colorali inizialmente in maniera approssimata con un bagnato su bagnato. In seguito aggiungi qualche dettaglio più grande, con un bagnato su umido. Infine aggiungi tutti i dettagli più piccoli con un bagnato su asciutto, quando il dipinto si sarà completamente asciugato.
  11. 11
    Puoi capire che la carta è completamente asciutta quando non la sentirai più fresca. Metti il dorso della mano sopra al dipinto, senza toccarlo. Ci vuole un po' di pratica per sentire bene l'umidità in questo modo, ma se tocchi il dipinto potresti sciuparlo o lasciarci tracce di sebo. Non rimuovere il nastro adesivo dagli angoli finché la carta non è del tutto asciutta e piatta. Il nastro adesivo serve a far appiattire la carta, che con l'acqua tende a fare dei rigonfiamenti.
  12. 12
    Puoi usare un blocco di carta da acquerello gommato su tutti e quattro i lati invece di fissare la carta a un tavolo da disegno con il nastro adesivo. È una soluzione un po' più costosa ma molto più pratica per un principiante.
  13. 13
    Prova a usare molta acqua - e quindi molti colori chiari - in un'area. Poi mettici un po' di sale prima che si asciughi. Otterrai degli effetti molto belli, che puoi usare per fare fiocchi di neve che cadono o dei licheni sulle rocce.
  14. 14
    Prova a disegnare sulla carta con una matita colorata bianca, un pastello a cera o una candela. Passandoci sopra il colore, appariranno i tratti del disegno.
  15. 15
    Prova a ritagliare delle forme sul nastro adesivo di carta, e a usarle come mascherine per ottenere delle forme sul dipinto. Qualsiasi forma ritagli sul nastro e applichi sulla carta lascerà un'impronta pulita e bianca sul dipinto.
  16. 16
    Con gli acquerelli, dipingi sempre prima le aree più scure e salta quelle chiare. Copri tutte le parti del dipinto che vuoi lasciare bianche, oppure non passarci proprio col pennello. Abituati alla "pittura in negativo", e in seguito riuscirai meglio in questo modo a contornare gli oggetti che a disegnarli in maniera vera e propria. Prova a disegnare giusto la forma dello spazio esattamente intorno alla tazza e la forma all'interno del manico, invece di disegnare tutta la tazza, con ombre e particolari. Noterai una grossa differenza in termini di precisione!
  17. 17
    Prova ad "abbellire" il dipinto. Una volta che la parte acquerellata è completamente asciutta, diluisci una piccola quantità di un altro colore e passalo sopra al dipinto velocemente. Noterai che il colore cambierà e se lo fai con cura non rovinerai i dettagli dipinti sotto. Un po' di oro nelle aree illuminate dal sole in un paesaggio può rendere più brillante la luce del sole.
  18. 18
    Leggi libri e articoli sugli acquerelli e prova a riprodurre le idee che trovi. Trova delle idee sulle tecniche degli acquerelli su YouTube o su altri siti. Poi dipingi qualcosa che ti piace. Un tipo di pittura che che viene bene con gli acquerelli è il Sumi-E, uno stile pittorico giapponese in cui si usa solo l'inchiostro nero - la pennellata e la tecnica si adattano benissimo agli acquerelli.
    Advertisement

Consigli

  • Se usi un tipo di carta buona, in cotone, come la Arches, non buttare nessun dipinto venuto male. Puoi sempre dipingerci sopra con gli acrilici o il guazzo oppure usarlo come sfondo per fare un quadro a pastelli. La carta in tessuto è più resistente di quella più economica e se dipingi qualcosa di bello durerà più a lungo senza ingiallire.
  • Esistono matite acquerellabili, acquerelli solidi, 'godet' (le vaschettine) o panetti, e acquerelli in pasta, venduti sotto forma di tubetti. In questo articolo abbiamo usato degli acquerelli in TUBETTI.
  • Molti maestri insegnano partendo dalla tecnica del "bagnato su bagnato", ma io preferisco farti iniziare dalla tecnica più comune, quella del "bagnato su asciutto", vale a dire con un pennello bagnato sulla carta asciutta.
  • Trova il tipo di CARTA che si addica al TUO stile pittorico. I vari tipi di carta riflettono varie "personalità". La carta Arches è quasi indistruttibile. Puoi perfino lavare via i dipinti dalla carta, e una volta asciutta la puoi riusare.
  • Non buttare i godet di colore mezzi vuoti. Puoi riempirli con i tubetti, spendendo molto meno. Se finisci un godet, anche in questo caso puoi riempirlo con un tubetto del colore che più ti piace.
  • Non comprare la carta, i pennelli etc. PIÙ cari. Puoi certo spendere un sacco di soldi per comprare tutto l'occorrente, ma non è necessario! Per iniziare nel modo giusto ti bastano dei buoni pennelli sintetici, una piccola tavolozza di colori di buona qualità e un blocco di carta da acquerelli. Inizia con poco, poi aumenta il numero di accessori man mano che ti servono.
  • La tecnica bagnato su bagnato è comunque una buona tecnica e va usata prima di quella bagnato su asciutto, se le utilizzi entrambe nello stesso dipinto.
  • I set di panetti di colore sono ottimi per dipingere all'aria aperta e quando si viaggia. Non è facile mescolare molti colori insieme, ma sono perfetti per la tecnica del bagnato su asciutto. Un buon pennello medio o grande da viaggio con la punta fine è migliore per questi set di colori, perché quello che trovi nella confezione spesso è adatto solo per fare i dettagli. Questo e un blocco di carta tascabile delle dimensioni di una cartolina potranno permetterti di esercitarti nella pittura anche durante la pausa pranzo. I set della Winsor & Newton sono più belli di altri e hanno degli accessori come una bottiglietta per l'acqua, alette laterali per allargare la tavolozza e così via.
  • La Winsor & Newton è una delle migliori aziende produttrici di acquerelli. La linea "Cotman" è per i principianti. È meno cara e ti sentirai meno in colpa per averne usata in grande quantità. Gli acquerelli "Cotman" della Winsor & Newton sono ottimi per gli studenti della pittura ad acquerello.

Avvertenze

  • MAI lasciare il pennello nel contenitore dell'acqua con le setole che toccano il fondo. Puoi procurarti però alcuni contenitori con una molla che permettono di tenere i pennelli sospesi nell'acqua senza che tocchino il fondo. Se prendi dei pennelli cinesi, dai forma con le dita e appendili a un chiodo o a un gancio dall'estremità del manico, per mantenere inalterata la forma delle setole.
  • Non usare gli stessi pennelli quando dipingi ad acqua (acquerello, acrilico, gouache) e ad olio (colori a olio, pastelli a olio etc.) Quando un pennello è stato usato per l'olio, deve rimanere un pennello da olio. Metti un'etichetta sul manico per distinguerli.
  • Lava i pennelli con del detersivo per piatti delicato o con un detergente specifico per pennelli. Questo impedirà la formazione di alcune macchie di colore sulle setole, e soprattutto farà durare i pennelli più a lungo.
  • Non succhiare il pennello per dare la forma alla punta o appiattirne le setole. Usa le dita. Alcuni pigmenti contenuti nei colori sono tossici ed è meglio non prendere l'abitudine di metterli in bocca.

Cose che ti Serviranno

  • Vari tubetti di acquerelli di colori diversi
  • Carta da acquerelli di grammatura 250 (con questo spessore sarà molto meno cedevole di carte di peso inferiore)
  • Un pennello da acquerelli - misura 8
  • Due contenitori per l'acqua
  • Un piatto di plastica o di ceramica bianco per fare da tavolozza
  • Rotolo di carta assorbente o vecchi stracci puliti
Usando il nostro sito web, accetti la nostra policy relativa ai cookie.

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 11 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Hobby & Fai da Te

Hai trovato utile questo articolo?

No
Fantastico!
Suggerimento: la prossima volta che fai una ricerca su Google, usa "wikiHow come" invece di solo "come" . Per esempio, cerca "wikiHow come bollire le uova" invece di digitare solamente "come bollire le uova". Questo ti permetterà di ottenere sempre la risposta migliore tra i primi risultati.
Fantastico!
Suggerimento: la prossima volta che fai una ricerca su Google, usa "wikiHow come" invece di solo "come" . Per esempio, cerca "wikiHow come bollire le uova" invece di digitare solamente "come bollire le uova". Questo ti permetterà di ottenere sempre la risposta migliore tra i primi risultati.
Grazie per il suggerimento. Useremo il tuo consiglio per migliorare questo articolo!
Grazie per il suggerimento. Useremo il tuo consiglio per migliorare questo articolo!