Come Calcolare il Tasso di Interesse Effettivo

Scritto in collaborazione con: Michael R. Lewis

Quando devi analizzare un prestito o un investimento, potresti avere difficoltà a capire in modo chiaro il vero costo del prestito o il vero rendimento dell'investimento. Ci sono diversi termini che vengono usati quando si parla di tasso di interesse o di rendimento, tra cui rendimento annuo percentuale, tasso annuo, effettivo, nominale e altri ancora. Tra questi, il tasso di interesse effettivo è probabilmente quello più utile, in quanto fornisce un quadro relativamente completo del vero costo del denaro. Per calcolarlo su un prestito, per prima cosa devi comprendere i termini definiti dal prestito ed eseguire un semplice calcolo.

Parte 1 di 2:
Ottenere le Informazioni Necessarie

  1. 1
    Prendi confidenza con il concetto di tasso d'interesse effettivo. Con questo termine si descrive l'intero costo del denaro che prende in considerazione l'effetto della capitalizzazione degli interessi, che invece di solito viene esclusa dal tasso di interesse nominale o "dichiarato".
    • Per esempio, un prestito con il 10% di interesse composto mensile in realtà avrà un costo ben più alto di questa percentuale, dato che una quota di interessi viene capitalizzata ogni mese.
    • Il calcolo del tasso di interesse effettivo non tiene in considerazione le commissioni una tantum che costituiscono un costo iniziale del finanziamento. Tuttavia, queste spese rientrano nel calcolo del tasso annuo complessivo.
  2. 2
    Determina il tasso di interesse dichiarato. Questo tasso (chiamato anche nominale) viene espresso in percentuale.
    • Il tasso di interesse nominale rappresenta il valore "di base" da cui partire per calcolare il vero costo del denaro. Questo è il tasso che viene in genere pubblicizzato dalla società finanziaria.
  3. 3
    Determina il numero dei periodi di capitalizzazione del prestito. Solitamente questi sono mensili, trimestrali, annuali o continui e fanno riferimento alla frequenza con cui viene applicato l'interesse.
    • I periodi di capitalizzazione, di solito, sono su scala mensile. Tuttavia, devi controllare il contratto di finanziamento con la società che l'ha erogato.
    Advertisement

Parte 2 di 2:
Calcolare il Tasso di Interesse Effettivo

  1. 1
    Impara la formula per convertire il tasso di interesse nominale in tasso effettivo. Questo si ottiene dalla semplice equazione: r = (1 + i/n)^n - 1.
    • In questa formula, r rappresenta il tasso di interesse effettivo, i quello nominale e n il numero dei periodi di capitalizzazione annuali.
  2. 2
    Calcola il tasso di interesse effettivo con la formula appena descritta. Ad esempio, considera un prestito con un tasso di interesse nominale del 5% che si capitalizza mensilmente. Usando l'equazione ottieni: r = (1 + 0,05/12)^12 - 1, cioè r = 5,12%. Lo stesso prestito con periodi di capitalizzazione giornalieri avrebbe una resa di: r = (1 + 0,05/365)^365 - 1, cioè r = 5,13%. Puoi osservare che il tasso di interesse effettivo è sempre maggiore di quello nominale.
  3. 3
    Impara la formula per calcolare un interesse composto continuo. In questo caso dovresti usare il tasso di interesse composto con un'altra equazione: r = e^i - 1, dove r è il tasso di interesse effettivo, i è quello nominale mentre e è una costante pari a 2,718.
  4. 4
    Calcola il tasso di interesse effettivo nel caso di un interesse composto continuo. Ad esempio, considera un prestito con tasso nominale del 9% che si capitalizza continuamente. La formula sopra descritta ti porta a questo calcolo: r = 2,718^0,09 - 1, cioè 9,417%.
    Advertisement

Consigli

  • Ci sono diversi calcolatori online che possono essere usati per trovare rapidamente il tasso di interesse effettivo. Puoi anche usare la funzione EFFECT() di Microsoft Excel che è in grado di trovare questa percentuale inserendo i dati del tasso nominale e il numero dei periodi di capitalizzazione.
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • Penna
  • Foglio di carta
  • Calcolatrice

Informazioni su questo wikiHow

Imprenditore e Consulente Finanziario
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Michael R. Lewis. Michael R. Lewis è un dirigente aziendale in pensione, un imprenditore e un consulente di investimento che vive in Texas. Ha oltre 40 anni di esperienza nel settore di Business e Finanza.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement