Come Cambiare l'Acqua della Boccia dei Pesci

L'acqua della boccia dei pesci dovrebbe essere cambiata almeno una volta a settimana, se non più spesso. Una regolare pulizia svolge due funzioni importanti; prima di tutto, elimina tutti gli odori che si formano all'interno e in secondo luogo mantiene il pesce in salute. Se noti che il vetro della boccia inizia a diventare opaco, è il momento di sostituire l'acqua sporca con altra pulita.

Parte 1 di 3:
Trasferire il Pesce
Modifica

  1. 1
    Trova una vaschetta temporanea. Devi trovare un luogo in cui tenere momentaneamente il pesce mentre ti occupi della pulizia della boccia e la riempi con l'acqua pulita. Procurati quindi una vaschetta o un secchio di dimensioni adeguate dove il pesce possa stare provvisoriamente.[1]
    • Assicurati che il contenitore non sia stato lavato con del sapone, perché i residui dei prodotti chimici possono essere nocivi per l'animale.[2]
  2. 2
    Lascia "stagionare" l'acqua. Devi aspettare che quella che metterai nella vaschetta provvisoria raggiunga la stessa temperatura e pH di quella presente nella boccia. Lascia "riposare" l'acqua tutta la notte dopo aver riempito la vaschetta, per neutralizzare il cloro e regolare i livelli chimici.[3]
    • Se non vuoi aspettare tutta la notte, dovresti usare un abbattitore di cloro in grado di neutralizzare quello presente nelle fonti d'acqua della maggior parte di città e municipi.[4]
    • Verifica che l'acqua che si trova nel secondo contenitore abbia la stessa temperatura di quella nella boccia principale; fai anche in modo di coprire questa vaschetta con un coperchio, per evitare che il pesce possa saltare fuori.
  3. 3
    Evita la luce diretta. Non mettere il recipiente provvisorio davanti a una finestra o sotto una luce brillante, perché il calore che ne deriva può alzare la temperatura dell'acqua e nuocere al pesce; assicurati inoltre di posizionarlo lontano dalla portata di bambini e di altri animali domestici che potrebbero infastidirlo.[5]
  4. 4
    Trasferisci il pesce. Prendi una retina e raccoglilo dalla boccia per metterlo nella seconda vaschetta di acqua pulita; questo secondo contenitore dovrebbe essere abbastanza grande da permettergli di muoversi e nuotare comodamente.[6]
    • Durante il trasferimento del pesce, accertati che i due recipienti siano vicini tra loro, in modo da ridurre quanto più possibile il tempo in cui l'animale resta fuori dall'acqua, cosa che gli crea non poco stress.[7]
    • In alternativa, puoi usare una piccola ciotola pulita per il "trasloco"; assicurati solo che non sia stata lavata con del sapone o che non vi siano rimasti dei residui; inoltre, fai in modo di scegliere un recipiente con i bordi arrotondati. Con questo metodo, è sufficiente immergere il contenitore piccolo nella boccia del pesce e lasciare che l'animale vi nuoti dentro; sii paziente e non inseguirlo, altrimenti potresti stressarlo.[8]
  5. 5
    Monitora il pesce. Durante la procedura di pulizia, tieni d'occhio l'animale mentre si trova nel recipiente provvisorio; osserva se cambia comportamento, colore o livello di attività. I segni descritti di seguito possono indicare che l'acqua è troppo calda.[9]
    • Iperattività;
    • Cambiamenti del colore;
    • Il pesce boccheggia sulla superficie dell'acqua (anche se alcuni tipi, come gli Anabantoidei, respirano in questo modo).
    • Se l'acqua è troppo fredda, potresti notare i seguenti segnali:[10]
    • Inattività;
    • Il pesce resta sul fondo del contenitore;
    • Cambiamenti di colore.
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Ripulire il Contenuto della Boccia
Modifica

  1. 1
    Elimina l'acqua sporca. Svuota la boccia e usa una rete, un setaccio o un filtro per trattenere gli oggetti presenti all'interno ed evitare che cadano all'esterno quando getti l'acqua. Puoi anche versare l'acqua sporca in giardino o nel vaso di qualche pianta.[11]
  2. 2
    Pulisci gli elementi della boccia. Strofina la ghiaia e le altre decorazioni con acqua calda e un po' di sale. Per ottenere i risultati migliori, mettile in un setaccio di rete e fai scorrere l'acqua calda del rubinetto; al termine, tienile da parte e aspetta che si raffreddino.[12]
  3. 3
    Pulisci la boccia. Strofinala con acqua calda e sale; non usare i saponi e i detersivi che possono lasciare dei residui chimici; successivamente, risciacquala accuratamente con acqua calda.[13]
    • Se rimangono tracce evidenti di calcare sul vetro, puliscilo con aceto e poi risciacqua con acqua tiepida.[14]
  4. 4
    Lascia "riposare" la boccia. Dopo averla lavata e risciacquata, aspetta 20 o 30 minuti per dare al vetro il tempo di raffreddarsi dopo essere stato esposto all'acqua calda usata per la pulizia. Concedi al vetro il tempo di tornare a temperatura ambiente, in modo che il pesce possa entrarvi senza subire traumi.[15]
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Riempire Nuovamente la Boccia
Modifica

  1. 1
    Rimetti tutti gli elementi all'interno. Disponi la ghiaia e le altre decorazioni sul fondo della vasca pulita prima di versare l'acqua. Assicurati che ogni oggetto sia sistemato come prima, in modo che il pesce non si agiti per il fatto di trovarsi in un ambiente diverso.[16]
  2. 2
    Riempi il recipiente con acqua pulita e "stagionata". Verifica che sia a temperatura ambiente e che sia stata trattata o lasciata riposare tutta la notte. Se hai deciso di usare un abbattitore di cloro, fai attenzione a non versarlo accidentalmente su altre superfici, perché potrebbe lasciare un odore chimico sulla moquette o sui mobili.[17]
    • Come già detto, se non vuoi aspettare tutta la notte che il cloro si neutralizzi, puoi utilizzare un prodotto declorante; in tal caso, assicurati solo che l'acqua raggiunga la temperatura ideale prima di rimettere il pesce nella boccia.[18]
    • Copri o lascia il recipiente fuori dalla portata di animali domestici o bambini per evitare che l'acqua si contamini mentre aspetti che "stagioni".
  3. 3
    Recupera il pesce. Raccoglilo dalla vaschetta provvisoria usando una retina o una ciotola. Cerca di trasferirlo nel minor tempo possibile per evitare di stressarlo; fai inoltre attenzione a non farlo cadere, altrimenti potrebbe farsi seriamente del male.[19]
  4. 4
    Rimettilo nella sua dimora abituale. Riportalo nella boccia originale dopo averla riempita con l'acqua pulita; abbassa delicatamente la retina o la tazza nell'acqua, non limitarti a gettare l'animale nella boccia![20]
  5. 5
    Tienilo sotto controllo. È piuttosto probabile che si senta stressato e che sviluppi malattie legate al cambio di temperatura e ambiente sia durante la pulizia sia nel periodo successivo. Per questa ragione, monitoralo dopo averlo rimesso nella boccia e assicurati che si stia adattando bene al nuovo ambiente.[21]
    Advertisement

ConsigliModifica

  • Trattare l'acqua della boccia aiuta a mantenere l'ambiente pulito e riduce la frequenza dei cambi. Valuta il tipo di trattamento più adatto con un esperto o un commesso di un negozio di animali.
  • Non acquistare troppi pesci o non prenderne uno troppo grande da mettere nella boccia.
  • Se preferisci non trattare l'acqua, usa quella di sorgente in bottiglia per sostituire quella sporca.
  • Sarebbe meglio non arrivare al punto di dover sostituire l'acqua al 100%. Pulisci la boccia regolarmente e procedi con cambi parziali d'acqua per evitare di eliminare i batteri "buoni", di stressare il pesce raccogliendolo con il retino e di causare uno shock termico.
  • Idealmente, non dovresti mai tenere alcun pesce in una boccia; è un contenitore troppo piccolo per potervi installare filtro e riscaldatore. I pesci betta e quelli rossi hanno bisogno di un acquario e di filtri, soprattutto quelli rossi, perché crescono molto!

AvvertenzeModifica

  • Assicurati che l'acqua della boccia e quella del contenitore provvisorio siano prive di cloro e a temperatura ambiente, prima di trasferirvi il pesce.
  • Se hai usato un abbattitore di cloro, segui attentamente le istruzioni riportate sulla confezione per proteggere il pesce.

Cose che ti ServirannoModifica

  • Boccia
  • Ghiaia
  • Altro contenitore in cui mettere il pesce mentre cambi l'acqua
  • Setaccio di rete (facoltativo)
  • Prodotto declorante (facoltativo)

Hai trovato utile questo articolo?

No