Come Camminare con una Stampella

Se ti sei ferito a una caviglia, a un ginocchio oppure ti sei fratturato una gamba, il medico potrebbe consigliarti di camminare con le stampelle durante la convalescenza. Questi attrezzi ti aiutano a non appoggiare il peso del corpo sull'arto malato quando sei in piedi oppure cammini. Inoltre, ti permettono di mantenere l'equilibrio e di adempiere alle tue attività quotidiane in tutta sicurezza durante la fase di guarigione.[1] In certi casi è meglio utilizzare una sola stampella perché puoi avere una mano libera; ad esempio, quando vai al negozio di alimentari o porti a passeggio il cane. Questa soluzione è decisamente più comoda anche quando devi affrontare una rampa di scale dotata di corrimano. Ricorda però che passare da due stampelle a una ti obbliga a mettere pressione sulla gamba infortunata e aumenta il rischio di cadute. Per queste ragioni, chiedi prima consiglio all'ortopedico, se preferisci usare un solo sostegno.

Parte 1 di 2:
Camminare su una Superficie Piana

  1. 1
    Metti la stampella sotto il braccio opposto rispetto alla gamba malata. Quando usi un solo supporto devi stabilire quale lato utilizzare. I medici consigliano di tenere la stampella con la mano del lato "sano"; in altre parole, quella opposta alla gamba infortunata.[2] Tienila ben aderente al corpo sotto l'ascella e afferra con decisione l'impugnatura che si trova al centro.
    • Se la tieni sul lato illeso, puoi togliere peso corporeo dalla gamba malata e caricarlo sulla stampella. Tuttavia, per camminare con una sola stampella dovrai comunque permettere all'arto sofferente di sostenere un po' di peso a ogni passo.
    • In base al tipo di lesione, l'ortopedico potrebbe ritenere che non sia affatto una buona idea mettere pressione sull'arto infortunato; in questo caso, dovrai utilizzare obbligatoriamente due stampelle o una sedia a rotelle.
    • Regola l'altezza della stampella in modo che ci sia lo spazio di due dita fra l'imbottitura del supporto superiore e l'ascella.[3] Modifica anche la posizione dell'impugnatura, affinché si trovi allo stesso livello del polso quando il braccio viene lasciato penzoloni.
  2. 2
    Assumi una postura adeguata e mantieni l'equilibrio con la stampella. Quando il dispositivo viene regolato correttamente e posto sul lato sano del corpo, devi fare in modo che si trovi a 8-10 cm dal punto mediale laterale del piede; in questa maniera sei certo di godere della massima stabilità. Inoltre, ricorda che la maggior parte del peso corporeo (se non tutto) deve essere sostenuta dalla mano e dal braccio disteso; se applichi una pressione eccessiva all'ascella, puoi causare dolenzia e perfino un danno al nervo.[4]
    • Per ottenere un appoggio più comodo, dovrebbero essere imbottiti sia l'impugnatura sia il sostegno superiore. Questo dettaglio permette una presa più sicura e l'assorbimento degli urti.
    • Non indossare camicie o giacche voluminose quando devi camminare con una sola stampella, perché potrebbero impacciarti nei movimenti e ridurre la stabilità.
    • Se porti un gesso al piede, alla gamba oppure un tutore a stivaletto, valuta di indossare una scarpa con il tacco spesso sul piede sano, in modo che gli arti non si trovino ad altezze troppo diverse. Questo piccolo dettaglio ti permette una maggiore stabilità e riduce il rischio di dolore al bacino o alla schiena.
  3. 3
    Preparati a fare un passo. Quando sei pronto per camminare, sposta la stampella in avanti di circa 15 cm e contemporaneamente avanza con la gamba infortunata.[5] In seguito, porta avanti la gamba sana superando la stampella, mentre afferri con decisione l'impugnatura e mantieni il braccio ben teso.[6] Per camminare in avanti rispetta e ripeti questa sequenza: porta in avanti la stampella e l'arto malato e fai quindi avanzare la gamba sana superando la stampella.
    • Ricorda di mantenere l'equilibrio spostando la maggior parte del peso sulla stampella quando porti in avanti la gamba sana.
    • Fai molta attenzione e procedi lentamente quando usi un solo dispositivo di supporto. Accertati di avere una buona aderenza al terreno e che non ci sia nessun ostacolo sul percorso che potrebbe farti inciampare. Calcola un tempo maggiore per spostarti da un luogo all'altro.
    • Evita di sostenere il peso con l'ascella per evitare dolore, danno nervoso o un infortunio alla spalla.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Salire e Scendere le Scale

  1. 1
    Accertati della presenza di un corrimano. Salire e scendere le scale con due stampelle è più difficile rispetto a usarne una sola. Tuttavia, puoi usare un unico supporto solo quando la rampa di scale è dotata di corrimano o ringhiera.[7] Se è presente il corrimano, verifica che sia saldamente fissato alla parete e abbastanza robusto da reggere il tuo peso.
    • Se non c'è una ringhiera o un sostegno analogo, allora devi scegliere fra usare due stampelle, prendere l'ascensore o chiedere aiuto a qualcuno.
    • Se c'è il corrimano, afferralo con una mano e tieni la stampella (o entrambe) nell'altra mentre sali le scale. Questa tecnica potrebbe essere più semplice o rapida senza stampelle.
  2. 2
    Afferra la ringhiera con la mano del lato infortunato. Quando sali le scale, devi tenere la stampella sotto il braccio corrispondente alla gamba illesa e afferrare il corrimano con la mano opposta. Applica pressione sul corrimano e sulla stampella contemporaneamente e fai il primo gradino con la gamba sana.[8] In seguito, porta sia la stampella sia l'arto infortunato sullo stesso gradino. Ripeti la sequenza finché non avrai raggiunto il piano superiore, ma fai attenzione e muoviti con calma.
    • Se possibile, esegui questo tipo di esercizio con un fisioterapista prima di farlo da solo.
    • Se non c'è un corrimano, nessun ascensore, nessuno che possa aiutarti e devi per forza salire le scale, allora usa la parete come appoggio, proprio come se fosse una ringhiera.
    • Dedica maggior tempo alle scale molto ripide e dotate di scalini piccoli, soprattutto se hai i piedi grandi o indossi un tutore a stivaletto.
  3. 3
    Fai particolarmente attenzione quando scendi le scale. La fase di discesa, con una o due stampelle, è potenzialmente più pericolosa rispetto alla salita, perché la caduta avverrebbe da una distanza maggiore nel caso perdessi l'equilibrio. Per tale ragione, afferra saldamente il corrimano e metti il piede infortunato sul gradino più basso; quindi, porta in basso la stampella sul lato opposto e termina il passo con il piede sano. Non applicare troppa pressione sul piede malato, altrimenti l'intensa fitta di dolore potrebbe farti venire la nausea o i capogiri. Mantieni sempre l'equilibrio e non avere fretta. Segui sempre questo schema: prima la gamba infortunata e poi quella sana, fino in fondo alle scale.
    • Ricorda che la sequenza per scendere è esattamente opposta a quella che devi seguire per salire.[9]
    • Presta attenzione a tutti gli oggetti presenti sui gradini e che potrebbero essere d'intralcio.
    • È sempre meglio che ci sia qualcuno pronto ad aiutarti a scendere le scale, se possibile.
    Pubblicità

Consigli

  • Metti tutti gli oggetti personali in uno zaino. In questo modo avrai le mani libere e potrai mantenere meglio l'equilibrio quando cammini con una sola stampella.
  • Mantieni una buona postura mentre cammini. In caso contrario, potresti provare dolore alla schiena o ai fianchi, rendendo più difficile l'uso della stampella.
  • Indossa scarpe comode che abbiano una suola in gomma con una buona aderenza a terra. Evita le infradito, i sandali o le calzature eleganti con la suola scivolosa.
  • Fai particolare attenzione quando cammini su superfici bagnate o irregolari.
  • Tieni in considerazione che impiegherai più tempo del solito per spostarti da un luogo all'altro con le stampelle.
  • Se perdi l'equilibrio, cerca di cadere sul lato della gamba sana per attutire meglio l'impatto.
  • Verifica che la stampella non sia più bassa del tuo braccio/ascella; in caso contrario, potrebbe scivolare, farti perdere l'equilibrio o causare una caduta.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 14 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità