Come Candidarsi a un Lavoro di Persona

In un mercato del lavoro sempre più competitivo potresti cedere alla tentazione di visitare un’azienda a lasciare il tuo curriculum. Questo sistema, però, probabilmente si rivelerebbe alquanto avventato, perché in realtà potrebbe compromettere la tua possibilità di ottenere il lavoro. Imparare le migliori strategie per presentare la tua candidatura ti aiuterà a raggiungere il successo professionale che cerchi.

Parte 1 di 3:
Stabilire se Candidarti di Persona

  1. 1
    Leggi attentamente l’annuncio di lavoro. Con l’avvento della rivoluzione digitale, la stragrande maggioranza delle domande di lavoro passa per il web. Allo stesso modo, le offerte di lavoro solitamente vengono pubblicate sui siti aziendali, oltre che su alcuni portali come Monster, Indeed e Infojobs.[1]
    • Controlla sempre il sito dell’azienda per assicurarti che siano pubblicate delle offerte di lavoro. Queste di solito sono elencate sotto la voce "Lavora con Noi" o "Opportunità di Lavoro". Non presentare la tua domanda a un’azienda che non è alla ricerca di collaboratori.
    • Dai uno sguardo all’annuncio di lavoro per capire come presentare la tua candidatura. Se è specificato che dovresti recarti di persona presso l’ufficio o il negozio, allora puoi farlo.
    • Se nell’annuncio è scritto espressamente “Astenersi dalle telefonate”, è evidente che non è gradita neanche una tua visita, a meno che non ti convochino personalmente.[2]
    • La candidatura diretta presso la sede di lavoro normalmente viene accettata dai ristoranti, dai supermercati e da altri negozi al dettaglio, i cui responsabili hanno l’esigenza immediata di coprire un posto vacante e quindi sono ansiosi di accelerare il processo di selezione del personale. [3]
  2. 2
    Osserva gli annunci affissi sull'entrata delle attività commerciali. Alcune di esse espongono un cartello con la scritta "Cercasi personale" o qualcosa di simile. Se noti un annuncio di questo tipo, è chiaro che puoi presentare la tua candidatura personalmente.[4]
    • Assicurati di avere un aspetto decoroso, anche se intendi semplicemente proporti per un lavoro anziché lasciare il tuo curriculum vitae o la lettera di presentazione. Cerca di avere i capelli puliti e ordinati, l’alito fresco e i vestiti stirati.
    • Sebbene non tu non debba necessariamente indossare un abito, dovresti avere un aspetto curato: sarebbe opportuno indossare un paio di pantaloni (o una gonna, se sei una donna), un blazer e una camicia abbottonata e infilata nei pantaloni.
  3. 3
    Non presentarti senza preavviso. Se ti sei candidato per un lavoro, potresti pensare di godere di un vantaggio competitivo recandoti presso la sede lavorativa. Probabilmente sei convinto che in tal modo dimostreresti di essere veramente interessato al lavoro per cui hai presentato domanda, ma il datore di lavoro potrebbe considerare la tua visita poco opportuna o perfino irriverente.[5]
    • Ricorda che quando il responsabile delle selezioni passa al setaccio dozzine – se non centinaia – di domande per una singola posizione lavorativa, privilegia i candidati che riescono ad attenersi alle indicazioni e rispettano il processo di selezione. Se non rispetti le disposizioni, molto probabilmente si ricorderà di te per i motivi sbagliati.
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Candidarti di Persona

  1. 1
    Porta con te il curriculum vitae. Affinché la tua domanda venga presa sul serio, devi fornire la documentazione necessaria. La maggior parte delle offerte di lavoro richiede la presentazione del curriculum vitae, cioè una sintesi delle tue esperienze professionali, e una lettera di presentazione, che metta in evidenza il tuo interesse per la posizione lavorativa in questione e i motivi per cui saresti il candidato ideale.[6]
    • Nel tuo curriculum vitae elenca in ordine cronologico le esperienze lavorative precedenti attinenti al lavoro per cui ti stai candidando. Inserisci per ciascuna di esse il nome del datore di lavoro, il titolo della posizione e il periodo di assunzione. Quando descrivi le mansioni svolte usa verbi di azione, come “realizzare”, “attuare”, “raggiungere l’obiettivo”, “progettare”, “produrre” ecc.
    • Inserisci le tue competenze trasversali. Se ti stai candidando per una posizione lavorativa in un nuovo settore, concentrati sulle competenze acquisite durante le tue esperienze lavorative precedenti che potresti utilizzare nel nuovo lavoro. Le competenze trasversali possono includere la gestione dei conflitti, l’assistenza ai clienti, la capacità di comunicare, la capacità di risolvere i problemi ecc.[7]
  2. 2
    Porta con te una lettera di presentazione. Questa consente al tuo potenziale datore di lavoro di valutare la tua personalità e la tua motivazione professionale. Non dovresti elencare nuovamente tutte le esperienze descritte nel curriculum.
    • La lettera di presentazione non deve essere più lunga di una pagina e dovrebbe avere una struttura accurata e precisa. Quasi tutti i modelli generalmente sono suddivisi in tre paragrafi, ciascuno dei quali evidenzia un aspetto principale.
    • Nel primo paragrafo dovresti presentarti e chiarire la posizione per cui ti stai candidando. Includi una o due frasi per mettere in risalto il motivo per cui saresti un valore aggiunto in generale per l’azienda.
    • Nel secondo e nel terzo paragrafo dovresti inserire esempi specifici di qualcosa per cui ti sei distinto nel corso della tua carriera professionale e che ti rende il candidato ideale per il profilo lavorativo richiesto. Nei tuoi esempi fornisci alcuni dettagli: hai organizzato un seminario durante la tua precedente occupazione? Hai escogitato dei sistemi creativi per raggiungere determinati obiettivi?[8]
    • Assicurati di ringraziare chi legge per la sua attenzione e inserisci i tuoi recapiti, come l’indirizzo e-mail o il numero di telefono.
  3. 3
    Presenta altri documenti. Questi variano in base alle richieste dell’offerta di lavoro, ma potrebbero includere un saggio di scrittura o un portfolio di lavori creativi.[9]
    • Dovresti inserire anche un elenco di referenze o perfino alcune lettere di raccomandazione, se sono richieste.[10]
    • Conserva questi documenti in una cartella o in un portadocumenti, in modo tale che non si rovinino durante il tragitto.
  4. 4
    Vestiti in maniera appropriata. Quando consegni il curriculum e la lettera di presentazione devi avere un aspetto professionale e sobrio. Sebbene tu non debba usare lo stesso abbigliamento utilizzato per un colloquio di selezione (giacca e cravatta), dovresti dimostrare di essere in grado di offrire un’immagine professionale.[11]
    • Un abbigliamento professionale, come pantaloni, camicia e blazer, va bene per gli uomini, mentre le donne possono indossare un paio di pantaloni classici, una camicia o una giacca, una gonna a tubo o un vestito più serio.
    • Assicurati che anche le tue scarpe siano professionali: evita le scarpe da ginnastica e i tacchi alti.
  5. 5
    Sii gentile. Quando entri in ufficio, sorridi e presentati alla segretaria al front desk o alla reception. Spiegale che vuoi lasciare la domanda di lavoro. Potrebbe ritirarla o indicarti di presentare la documentazione a qualcun altro.[12]
    • Non comportarti da persona maleducata e arrogante con la segretaria. Spesso il capo chiede alla segretaria le sue impressioni sui candidati: non devi farti riconoscere per i motivi sbagliati.
  6. 6
    Non dilungarti. Non chiedere di visitare l’ufficio o di incontrare il tuo potenziale datore di lavoro. Ciò significherebbe voler approfittare degli impiegati.
    • Analogamente, non tartassare la segretaria dopo aver presentato la domanda di lavoro per conoscere lo stato della tua candidatura. Se l’azienda desidera sottoporti a un colloquio di selezione ti contatterà direttamente, pertanto evita telefonate inutili.
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Condurre Colloqui Informativi

  1. 1
    Valuta di chiedere un colloquio informativo. Se c’è un’azienda o un’industria per cui vorresti lavorare, ma al momento non è alla ricerca di collaboratori, organizza un colloquio informativo.[13]
    • Un colloquio informativo ti offre l’opportunità di parlare con qualcuno che stimi per la sua carriera professionale. Forse opera nel settore a cui sei interessato, oppure lavora nella compagnia dei tuoi sogni.
    • Ricorda che un colloquio informativo non è un colloquio di selezione. È un’opportunità per ricevere dei consigli da parte di qualcuno che ammiri, per conoscere meglio il suo percorso lavorativo e per entrare a far parte della sua rete professionale.[14]
  2. 2
    Dai un’occhiata alla tua rete di conoscenze. Forse hai in mente qualcuno con cui ti piacerebbe parlare, ma in caso contrario puoi sempre cominciare guardandoti attorno. Pensa a coloro che si sono diplomati presso la tua stessa scuola, oppure quelli che hanno conseguito il diploma di laurea alla tua facoltà. Sicuramente avrai qualcosa in comune con loro ed è probabile che siano disposti ad aiutarti.[15]
    • Mentre cerchi di rintracciare gli ex allievi della tua scuola, puoi anche estendere le tue ricerche ai membri di reti professionali come LinkedIn.
    • Puoi anche chiedere un colloquio informativo agli amici dei tuoi amici o alle conoscenze di altri colleghi.
  3. 3
    Rivolgiti alla persona in maniera appropriata. Invia un’e-mail o un messaggio su LinkedIn al tuo contatto domandandogli se è disponibile a concederti un colloquio informativo. Digli che vuoi conoscere meglio il suo lavoro e la sua carriera professionale. Puoi invitarlo al bar oppure chiedergli di incontrarlo nel suo ufficio.[16]
    • Potrebbe sembrare strano contattare qualcuno che non hai mai incontrato prima, ma è probabile che il tuo contatto sia lusingato da tale richiesta. [17]
  4. 4
    Preparati al colloquio. Anche se si tratta di un incontro informale, dovresti essere pronto a rivolgergli alcune domande, del tipo "Come si svolge la sua giornata-tipo?", oppure "Come ha ottenuto questo lavoro?".
    • Se il tuo contatto occupa una posizione di rilievo o svolge un ruolo specializzato, potresti chiedergli come poter raggiungere la sua posizione o le responsabilità di cui deve farsi carico.
    • Se dimostrerai di “aver svolto i compiti a casa”, capirà che rispetti il suo tempo e vuoi che il vostro sia un dialogo produttivo.[18]e
    • Non dilungarti. Dovresti preventivare una chiacchierata della durata di 20-30 minuti, a meno che il tuo interlocutore non decida di dedicarti più tempo.
  5. 5
    Ringrazialo. In seguito al colloquio non dimenticare di inviargli un biglietto o un’e-mail di ringraziamento. È importante che sappia che apprezzi che ti abbia dedicato del tempo extra per condividere con te la sua esperienza.[19]
  6. 6
    Tenetevi in contatto. I colloqui informativi sono utili specialmente perché ti consentono di espandere la tua rete di contatti. Se incontri la persona a una manifestazione del settore o a una conferenza, assicurati di salutarla.[20]
    • Soprattutto, quando si libererà un posto nella compagnia dei tuoi sogni, avrai già un contatto su cui fare affidamento.
    Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Cercare Lavoro

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement