Come Capire se il Piccolo sta Mettendo i Denti

Scritto in collaborazione con: Laura Marusinec, MD

I neonati devono superare diverse tappe durante il loro primo anno di vita; una tra queste è la dentizione, ossia il processo in cui i denti iniziano a crescere. Questa fase comincia prima che tu possa vedere dei dentini spuntare nel suo dolce sorriso. Riconoscendo i segni, puoi capire quando tuo figlio sta mettendo i denti e offrirgli tutto il conforto per alleviare il disagio associato a questo processo.

Parte 1 di 3:
Sintomi Fisici

  1. 1
    Aspettati dei segnali già dai tre mesi di vita. I denti possono iniziare a spuntare in un ampio arco temporale; alcuni genitori notano i primi sintomi fin da quando il bimbo ha tre mesi e i dentini che spingono attraverso la gengiva si vedono tra il quarto e il settimo mese. La maggior parte dei bambini ha tutti i 20 denti da latte quando raggiunge i tre anni.[1] Cercare i segnali di dentizione ti permette di restare vigile e controllargli la bocca, alleviargli il disagio e liberare il cavo orale dai batteri.[2]
    • Sii consapevole che alcuni bambini non manifestano alcun sintomo; in questo caso, puoi capire se i denti stanno spingendo attraverso la gengiva monitorando la sua bocca.[3]
  2. 2
    Esamina il cavo orale del bimbo. Se sospetti che stiano spuntando i denti, devi prestare attenzione a segni particolari nella sua bocca. Per farlo, guarda attentamente la pelle circostante e osserva l'interno della cavità orale.[4]
    • Assicurati che le mani e le dita siano pulite prima di analizzargli la bocca, per evitare che i batteri possano provocare infezioni.
    • Verifica se tende a sbavare e produrre più saliva del solito; questo è un buon segno che indica che sta iniziando la dentizione.
    • Durante il controllo, presta anche attenzione alla presenza di eruzioni sul viso o macchie cutanee rosate; si tratta di un sintomo piuttosto comune durante questo processo. La pelle potrebbe non essere particolarmente scura, ma se appare più rosa o arrossata del solito, potrebbe svilupparsi uno sfogo cutaneo.
    • Sollevagli le labbra verso l'esterno molto delicatamente per esaminargli le gengive; sappi che potrebbero essere gonfie, soprattutto nell'area attorno ai molari. In altri casi, potresti vedere un accumulo di fluido che forma delle cisti di colore bluastro; è un fenomeno del tutto normale e non devi toccarle.[5]
    • Massaggia le gengive del bimbo per percepire i denti o zone dure; questo gli fornisce un po' di sollievo e nel contempo ti aiuta a capire se sta effettivamente affrontando questa fase.
  3. 3
    Nota se tende a succhiare o mordere eccessivamente. La maggior parte dei neonati mostra alcuni sintomi fisici prima che il primo dentino spunti dalla gengiva. Molti bimbi mordono o succhiano un giocattolo, le dita o altri oggetti. Se anche tuo figlio manifesta questo comportamento con maggiore frequenza rispetto al solito, gli stanno probabilmente spuntando i primi denti.[6]
    • Controlla inoltre se strofina sulle gengive gli stessi oggetti che morde e succhia; è un istinto molto frequente durante questo processo.
  4. 4
    Esaminagli le orecchie. I neonati associano spesso il dolore ai denti con quello alle orecchie. Se vedi che tira o colpisce le orecchie, oltre agli altri sintomi, potrebbe trattarsi della dentizione.[7]
    • Tieni presente che tirare o giocare con le orecchie è un comportamento tipico dei bambini, che deriva spesso dalla curiosità, ma potrebbe trattarsi anche di un'infezione. Se non sei certo che questa azione sia dovuta alla dentizione o a un'infezione (che potrebbe diventare grave se non trattata), devi contattare il pediatra.
    • Altri segni che indicano un'otite sono febbre, raffreddore o molta irritabilità quando si tira le orecchie, si sdraia o beve dal biberon.
  5. 5
    Misura la temperatura corporea. Se le sue guance o la pelle sono più rosa o ti sembrano calde al tatto, potrebbe avere un po' di febbre causata dalla dentizione; tuttavia, tieni presente che questo processo provoca solo un lieve innalzamento della temperatura. Se la febbre è alta, la causa potrebbe essere effettivamente la dentizione, ma anche un altro problema di salute; in questo caso, devi chiamare il pediatra e verificare se il bimbo deve essere visitato.[8]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Segni Comportamentali

  1. 1
    Osserva il comportamento del neonato. Oltre ai sintomi fisici che potrebbe presentare durante la dentizione, il bimbo manifesta spesso anche segni comportamentali — i due più comuni sono irritabilità e pianto eccessivo.[9]
    • Presta attenzione se è più infastidito del solito o anche più irritabile, nonostante le attenzioni che gli rivolgi; potrebbe essere la conseguenza del dolore o del disagio che prova a causa dei denti. Puoi notare che questo comportamento è più accentuato di sera, perché l'eruzione dei denti è più attiva in questa fase della giornata.[10]
    • Ascolta se piange più del solito o per più di qualche giorno. È un altro segno che indica la fase di eruzione dei denti, soprattutto se il bimbo presenta altri sintomi; tuttavia, devi sapere che un pianto eccessivo può anche essere dovuto alla formazione di gas intestinale, coliche o altri problemi di salute, come un'otite.[11]
  2. 2
    Fai attenzione ai cambiamenti nelle abitudini alimentari. Dato che i denti causano disagio in bocca, il bimbo tende a cambiare gli schemi o le abitudini dei pasti. Fai molta attenzione nel controllare se e quanto mangia, perché è un tipico segno dell'eruzione di un dente o dell'inizio della dentizione.[12]
    • Verifica se improvvisamente preferisce tornare a bere il latte materno o dal biberon, anche se ha già iniziato a mangiare cibi solidi. Questo potrebbe essere dovuto al cucchiaio o alla forchetta che irritano le gengive infiammate; tuttavia, potrebbe invece preferire i cibi solidi, perché la contro-pressione sulle gengive gli fornisce un po' di sollievo.
    • Il bimbo potrebbe rifiutarsi di bere il latte dal biberon o dal seno materno perché la suzione gli provoca una pressione fastidiosa sulle gengive e nei canali uditivi.
    • Assicurati di portare il neonato dal pediatra se non vuole mangiare; potrebbe essere la conseguenza della dentizione, ma anche di qualche altra patologia; in entrambi i casi, il medico è in grado di diagnosticare e trattare il problema.
  3. 3
    Controlla le sue abitudini del sonno. Dato che i denti tendono a spuntare più spesso durante la notte, tale processo può interrompere facilmente la capacità del bimbo di addormentarsi, sia di notte sia durante i riposini giornalieri. Fai attenzione ai cambiamenti nelle sue abitudini serali, inclusi i momenti di insonnia e di interruzione del sonno. Può anche manifestare disagi nella programmazione dei sonnellini diurni. Se tuo figlio presenta questi sintomi, oltre ad altri tipici della dentizione, potrebbe essere arrivato il momento in cui spunta un dentino.[13]
    • Ricorda che quando il bimbo ha un sonno disturbato a causa dell'eruzione dei denti, può anche diventare più irritabile e scontroso.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Fornire Conforto al Bambino

  1. 1
    Massaggiagli le gengive. Un delicato massaggio può alleviare ogni sensazione di disagio; inoltre, in questo modo puoi percepire i denti che spingono attraverso la gengiva o individuare eventuali problemi del cavo orale.[14]
    • Lavati le mani prima di massaggiargli le gengive. Assicurati di risciacquarle accuratamente per eliminare ogni traccia residua di sapone che il bimbo potrebbe ingerire.
    • Usa una o due dita per strofinargli le gengive, applica una pressione delicata ed esegui movimenti circolari.
  2. 2
    Fai scorrere un panno freddo sulla bocca e le gengive del bimbo. Quando ti accorgi che sta mettendo i denti, soprattutto perché produce molta saliva e sbava molto, un panno freddo offre grandi benefici; non solo allevia il disagio, ma previene anche un'eruzione in bocca, oltre a eliminare i batteri che si accumulano.[15]
    • Usa un asciugamano pulito, lavato con un detergente senza profumi specifico per pelli sensibili, per essere certo che non irriti la pelle o le gengive delicate del bimbo; inzuppalo con acqua fredda o fresca e strizzalo per eliminare l'eccesso di umidità.
    • Strofinalo su ogni zona della bocca dove vedi la saliva e poi aprigliela delicatamente per massaggiare le gengive con il panno. Entrambe queste azioni aiutano a eliminare i batteri che tendono a svilupparsi all'interno e all'esterno della bocca del bimbo.[16]
    • Inizia questo processo di pulizia e massaggio prima possibile; in teoria, dovresti cominciarlo subito dopo il parto.[17]
  3. 3
    Offrigli un giocattolo per la dentizione. Mettere ulteriore pressione sul dente che sta spuntando può alleviargli il disagio. Puoi trovare degli anelli o dei biscotti per questo scopo, così come molti altri giocattoli di vario tipo studiati per fornire sollievo.[18]
    • Metti l'asciugamano umido in frigo o nel congelatore per mezz'ora e lascia che il bimbo lo mastichi; assicurati che non diventi troppo duro, altrimenti potrebbe provocare lividi sulle gengive gonfie.
    • Raffredda in frigorifero un anello per dentizione in gomma e dallo al bimbo. Tieni presente che non dovresti mai mettere questo tipo di accessori in freezer o farli bollire per sterilizzarli; le temperature estreme alterano e danneggiano la plastica o la gomma e possono innescare il rilascio delle sostanze chimiche. Assicurati inoltre di non legare mai questo anello attorno al collo del bimbo, altrimenti corri il rischio di strangolarlo.
  4. 4
    Dai al bimbo cibo e acqua freschi. Qualunque cosa fresca può donare sollievo dal disagio. Fagli bere o mangiare sostanze rinfrescanti per aiutarlo a sentirsi meglio; in questo modo, anche se ha difficoltà a mangiare a causa del malessere, ottiene comunque nutrienti importanti.[19]
    • Se ha più di sei mesi, lascialo bere tranquillamente da una bottiglia di acqua ghiacciata o acqua fredda. Diversamente, se non ha ancora raggiunto questa età, puoi offrirgli una piccola quantità di acqua non ghiacciata da un biberon o una tazza. Non dargli acqua più di una o due volte al giorno, a meno che non sia il pediatra a indicartelo specificamente.
    • Offrigli del cibo freddo, come yogurt, pesche frullate o purea di mele per lenire le gengive; puoi anche dargli qualche ghiacciolo o della frutta congelata, come le banane o le prugne, in una retina per svezzamento. Questo strumento impedisce al bambino di spezzare dei bocconi di cibo con le gengive che potrebbero farlo soffocare. Dagli i biscotti per dentizione, cibi freddi o congelati solo se il bimbo ha già iniziato a mangiare cibi solidi;[20] fai in modo che sia seduto in posizione ben eretta quando gli offri queste soluzioni.[21]
  5. 5
    Dagli degli antidolorifici. Quando il bimbo ha più di sei mesi, puoi somministrargli una dose di ibuprofene o paracetamolo. Se ha meno di sei mesi, puoi dargli il paracetamolo solo se il pediatra lo consente; questi farmaci alleviano il disagio e l'irritabilità. Assicurati di consultare sempre il medico prima di dargli qualunque medicinale contro il dolore.[22]
    • Verifica che gli antidolorifici che somministri al bimbo siano in formulazione pediatrica. Segui le indicazioni riportate sul bugiardino per conoscere il dosaggio corretto; se hai dei dubbi, chiedi al pediatra.
    • Ricorda che non dovresti mai dargli l'aspirina, a meno che non sia il medico a indicartelo in maniera specifica; questo farmaco può provocare la sindrome di Reye, una malattia molto pericolosa.[23]
  6. 6
    Sappi cosa evitare. Esistono molti rimedi che possono lenire il disagio del bambino nella fase della dentizione, ma alcuni di questi vanno evitati; per esempio, le soluzioni alcoliche e i gel o le compresse per la dentizione possono essere pericolose per la sua salute.[24] Evita le soluzioni descritte di seguito per alleviare il malessere di tuo figlio:
    • Appoggiare un'aspirina sul dente o la gengiva;
    • Strofinare dell'alcol denaturato sulle gengive;
    • Dargli compresse per la dentizione;
    • Massaggiare dei gel specifici o anestetizzanti sulle gengive, perché alcuni di questi contengono dei principi attivi pericolosi per i neonati;
    • Mettergli al collo una collana d'ambra, perché non funziona e rischi di causare un soffocamento;[25]
    • Tamponare qualche goccia di whiskey sulle gengive per sedare il dolore, dato che può essere pericoloso.
  7. 7
    Parla con il dentista. Se sei preoccupato per il processo di dentizione di tuo figlio, fissa un appuntamento dal medico. Attraverso un esame del cavo orale il dentista può individuare possibili problemi e trovare il trattamento giusto.
    • Informa il medico del tuo timore specifico; descrivigli quali segni e sintomi sta manifestando il bimbo e ogni cosa che hai fatto per alleviarli.
    Pubblicità

Consigli

  • Rivolgiti al pediatra o al medico di famiglia per trovare l'antidolorifico più adatto per il bimbo durante la dentizione.
Pubblicità

Avvertenze

  • Consulta il pediatra o il medico se il dolore impedisce completamente al bimbo di mangiare, se causa diarrea grave o febbre oltre i 38 °C; sono tutti segnali che indicano una malattia più grave o che non riguarda il processo di dentizione.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Dottoressa in Medicina
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Laura Marusinec, MD. La Dottoressa Marusinec è una Pediatra Iscritta all’Albo dei Medici Specialisti nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea in Medicina al Medical College of Wisconsin School of Medicine nel 1995.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità