Come Capire se il Tuo Pesce Avrà i Piccoli

Facendo una rapida ricerca online di solito puoi capire se la specie di pesci che stai allevando darà alla luce dei piccoli pesci vivi o se deporrà le uova. In questo modo puoi capire se devi cercare un addome sporgente e gonfio nei pesci in stato di gravidanza oppure delle piccole uova simili a palline di gelatina nell’acquario. Se sei in attesa di vedere la nascita di nuovi pesciolini, cerca di scoprire quanto più ti è possibile sulla tua particolare specie, dal momento non sarà facile allevare i piccoli, se non sei esperto.

Metodo 1 di 3:
Riconoscere una Gravidanza e gli Avannotti
Modifica

  1. 1
    Segui questo metodo per le specie che hanno una fecondazione interna e danno alla luce pesci vivi. I Guppy, i Molly, i Portaspada e i Platy probabilmente sono le specie da acquario più comuni i cui esemplari femmina “partoriscono” degli avannotti vivi. I maschi e le femmine di queste specie si accoppiano, dopodiché le femmine formano le uova all'interno del loro corpo; nell’arco di un mese o due (per quasi tutte le specie d'acquario) le uova si schiudono all’interno dell’addome della femmina, che partorisce.
    • Cerca online il nome della tua specie per sapere se si tratta di pesci che producono le uova (ovipari) o le uova si formano all’interno del corpo (vivipari).
  2. 2
    Individua i maschi e le femmine. Come regola generale, i maschi della specie vivipara sono più chiari o dal colore più vivace e hanno una stretta, lunga pinna anale nella zona bassa vicino alla coda. Le femmine hanno un colore più tendente al grigio, con la pinna anale triangolare o a ventaglio. Se riesci a riconoscere il loro sesso, puoi capire più facilmente se stanno lottando (in genere due maschi o due femmine) oppure se si stanno accoppiando o preparandosi a farlo (un maschio e una femmina).
    • Per alcune specie è più difficile distinguere i due generi e potrebbe essere necessario rivolgersi a un esperto presso un negozio di acquari.
  3. 3
    Osserva i rituali dell’accoppiamento. Diverse specie di pesci si comportano in modo molto differente durante il rapporto, l’amplesso e altri atteggiamenti correlati all’accoppiamento. In molte specie, come nella maggior parte dei gourami, il maschio insegue le femmine in maniera molto energica in tutto l’acquario, a volte provocando loro dei graffi, morsi o altre lesioni. In altre specie, come nei discus, il maschio e la femmina cooperano insieme per difendere una zona dell’acquario dagli altri pesci. In entrambi i casi, quando avviene l'accoppiamento vero e proprio, spesso il maschio e la femmina si prendono a vicenda, si capovolgono, si contorcono reciprocamente o compiono altri movimenti difficili da vedere.
  4. 4
    Verifica la presenza di un rigonfiamento dell’addome della femmina. Nelle specie vivipare la femmina si gonfia nell’area posteriore dell'addome. Questa dilatazione, in genere, si sviluppa nell’arco di 20-40 giorni, sia in una grande forma arrotondata che in una forma più "squadrata".
    • Alcune specie, come il pesce Molly balloon, hanno un ingrossamento più anteriore, appena sotto le branchie.
    • Tra l’altro, sappi che anche i maschi in sovrappeso possono sviluppare un rigonfiamento nella zona davanti del petto. Se il pesce non mangia per due o tre giorni, il gonfiore dovuto al sovrappeso può ridursi, mentre quello da gravidanza della femmina si noterà comunque.
  5. 5
    Cerca un punto rosso o nero. La femmina incinta spesso sviluppa una "macchia da gravidanza" sull'addome vicino all’ano. Questa spesso è di colore nero o rosso e assume un aspetto più pronunciato nel corso della gravidanza.
    • In alcuni pesci questa macchia è sempre presente, ma in genere diventa più luminosa o più scura durante la gravidanza.
  6. 6
    Inizia a prepararti per l’arrivo dei nuovi pesciolini. Allevare i pesci neonati, o avannotti, può essere davvero molto difficile e di solito richiede la necessità di un intero acquario distinto solo per loro, in modo che gli adulti o il filtro dell'acqua non facciano loro del male. Se non sei pronto per il compito, dovresti contattare un negozio di acquari o un appassionato di pesci esperto disposto ad aiutarti o a prendere i pesci da te. Se decidi di prendenti cura degli avannotti, puoi iniziare seguendo i consigli della sezione dell’articolo che tratta l’allevamento dei piccoli, ma assicurati di fare una ricerca sulla specie ittica specifica del tuo acquario, in modo da ottenere le raccomandazioni migliori.
    Advertisement

Metodo 2 di 3:
Individuare la Nidificazione e la Deposizione delle Uova
Modifica

  1. 1
    Segui questo metodo per le specie di pesci ovipari. Sono molti i pesci d'acquario che rientrano in questa categoria, tra cui i pesci discus, i betta e la maggior parte dei gourami. Le femmine di queste specie depongono centinaia di uova, di solito in nidi preparati sul fondo dell’acquario, sulla parete o anche sulla superficie dell'acqua. Se, nello stesso contenitore, vi è un maschio, può fecondare le uova dopo essersi preventivamente accoppiato, a seconda della specie. Al termine del processo, le uova schiuderanno dei pesci vivi.
    • Fai una ricerca online per individuare il nome della tua specie e per sapere se depone le uova (specie ovipara) o mette al mondo degli esemplari vivi (vivipara).
    • Le femmine di alcune specie di pesci sono in grado di conservare lo sperma per mesi prima di utilizzarlo per fecondare le uova, pertanto, a volte, anche se hai un acquario con sole femmine, queste possono ancora riprodursi.
  2. 2
    Presta attenzione ai segni di nidificazione. Alcuni pesci che depongono le uova creano delle zone dove nidificare per mantenere le uova al sicuro. Queste aree possono sembrare delle piccole buche o dei cumuli di ghiaia, ma non sempre sono visibili. Alcuni gourami possono formare dei nidi elaborati creati da una massa di bolle, di solito realizzati dal maschio sulla superficie dell'acqua.
  3. 3
    Verifica la presenza di uova. Alcune femmine di queste specie si gonfiano quando le uova si sviluppano al loro interno, ma solitamente non è un cambiamento significativo e non dura a lungo. Una volta deposte, le uova spesso assomigliano a minuscole palline di gelatina che si disperdono in acqua, anche se in alcune specie si raccolgono in un cumulo nella zona predisposta dalla madre per la nidificazione o si attaccano al fondo o sui lati dell'acquario.
    • Anche molte specie ovipare, tra cui la maggior parte dei gourami, hanno dei rituali di accoppiamento. Spesso si tratta “spettacoli” molto energici che possono durare fino a un paio d'ore e che terminano quando vengono deposte le uova.
  4. 4
    Preparati al momento in cui si schiudono le uova. Prendersi cura dei nuovi nati, o avannotti, può essere difficile, ma, anche se vieni colto di sorpresa, avrai comunque un po' di tempo prima che le uova si schiudano. Chiedi informazioni in un negozio di acquari, se sei interessato ad allevare da solo gli avannotti, dato che le procedure da seguire possono variare a seconda della specie. Se i pesciolini nascono improvvisamente, consulta la prossima sezione in merito all’allevamento degli avannotti, per avere i consigli di base, ma non dare per scontato che il metodo sia perfettamente efficace per ogni specie.
    Advertisement

Metodo 3 di 3:
Allevare gli Avannotti
Modifica

  1. 1
    Fai una ricerca la più dettagliata possibile in merito alla specie in tuo possesso. Quanto riportato in questa sezione può darti le basi e alcune indicazioni di emergenza utili da seguire se l’acquario si riempie improvvisamente di giovani nuovi pesciolini. Tuttavia, sappi che prendersi cura degli avannotti è una vera sfida e più conosci le caratteristiche specifiche dei tuoi animali e meglio è.
    • Per maggiori dettagli su una determinata specie, leggi questi tutorial, così saprai come allevare e far riprodurre i pesci discus, i gourami, i betta e i guppy.
    • Chiedi dei consigli ai commessi del negozio di acquari o informati nei forum online degli appassionati. Generalmente, questi sono in grado di darti più notizie utili rispetto ai negozi di animali domestici.
  2. 2
    Sostituisci il filtro con uno di spugna. Se nell’acquario è installato un filtro per l'acqua che la risucchia o crea corrente, spegnilo e mettine invece uno di spugna che puoi procurarti in un negozio di acquari. In caso contrario, la corrente potrebbe sfinire i giovani pesci o addirittura risucchiarli nel filtro e ucciderli.
  3. 3
    Separa i pesci. Molti allevatori di pesci installano un nuovo acquario, nel quale mettono le uova o gli avannotti. Tuttavia, se non sei particolarmente esperto in questo settore e hai poco preavviso, potresti avere delle difficoltà a creare un ambiente sicuro e stabile per i nuovi arrivati. In alternativa, per separare i pesci, puoi mettere una rete di plastica che divida l’acquario (puoi acquistarla sempre nel negozio di acquari). In base alla specie, gli adulti possono prendersi cura dei piccoli, ma a volte sono invece predatori, quindi cerca di trovare in internet dei consigli in merito alla specie in tuo possesso. Se non riesci ad avere notizie, decidi come separare gli avannotti in base al comportamento dei genitori:
    • Se i genitori depongono le uova in un nido e le difendono da altri pesci, usa la rete per dividere i genitori e le uova da un lato, lasciando gli altri pesci nell’altro.
    • Se la madre ha partorito i piccoli (vivipara) o ha disseminato le uova in acqua, metti tutti i pesci adulti a un lato della rete. I giovani pesci dovrebbero nuotare attraverso la rete per nascondersi da loro.
  4. 4
    Nutri gli avannotti. A volte puoi acquistare un prodotto specifico per "avannotti" nei negozi di acquari, ma spesso ti ritrovi a dover scegliere tra una vasta gamma di altre opzioni. Gli infusori, il cibo liquido per pesci o i rotiferi solitamente sono prodotti sicuri. Tuttavia, man mano che i piccoli crescono, possono avere bisogno di altro cibo che può variare a seconda della specie e delle dimensioni. Chiedi a un commesso del negozio di acquari che ti dia dei consigli in base alla specie che stai allevando.
    • Se non hai la possibilità di recarti al negozio, nutri gli avannotti col tuorlo di uova sode setacciato e spremuto attraverso una garza.
  5. 5
    Stabilisci un piano per prenderti cura dei pesci quando diventano adulti. Installa in anticipo un nuovo acquario se prevedi di tenere alcuni degli avannotti quando crescono. In caso contrario, rivolgiti per tempo ai negozi di acquari della tua zona o ad altri appassionati, in modo da organizzarti per vendere o regalare i tuoi giovani pesci una volta che hanno raggiunto l'età adulta.
    Advertisement

ConsigliModifica

  • Se non vuoi che i pesci si riproducano, devi separare i maschi dalle femmine. Se ormai è troppo tardi, rivolgiti a un negozio di acquari che potrebbe prendere i pesci.

AvvertenzeModifica

  • Se il tuo pesce sta diventando grasso, si muove lentamente e assume un aspetto ispido, chiedi il parere di un professionista o rivolgiti a un negozio di animali. Potrebbe trattarsi di una malattia e non di una gravidanza.
  • Non rilasciare mai un pesce in natura, a meno che in precedenza sia stato prelevato proprio da quella stessa fonte d'acqua. In caso contrario, potresti involontariamente provocare un’infestazione e un serio squilibrio nell'ambiente locale.
  • Se non hai predisposto una sistemazione adeguata per gli avannotti, sappi che la maggior parte di loro, se non tutti, moriranno.

Cose che ti ServirannoModifica

Se vuoi tenere gli avannotti:

  • Un piccolo acquario di scorta o una rete divisoria
  • Un piccolo filtro in spugna con pompa ad aria e accessori
  • Cibo per avannotti
  • Un luogo appropriato dove tenere i giovani pesci quando iniziano a crescere troppo per l’acquario in cui si trovano

Hai trovato utile questo articolo?

No