Come Caricare il Condizionatore di Casa

Una delle voci più costose sulla bolletta elettrica durante le caldi estati è il costo del funzionamento di un condizionatore centrale. Se l'unità non ha la giusta quantità di refrigerante, questo costo può essere ancora più alto. Ecco alcuni passaggi che ti aiuteranno a caricare il tuo condizionatore.

Parte 1 di 4:
Comprendere le Leggi che Riguardano il Lavorare sui Condizionatori

  1. 1
    Informati su cosa può legalmente fare un padrone di casa sul proprio impianto. Mentre non c'è alcuna regolamentazione ufficiale su che cosa può fare un privato sul proprio condizionatore, esistono leggi e standard specifici da seguire per quanto riguarda la certificazione professionale per farlo come lavoro.
  2. 2
    Ricorda che un'azienda di forniture per refrigerare non vende apparecchi refrigeranti a persone non autorizzate. Puoi trovare venditori online, ad esempio su Craiglist o Ebay, ma l'acquisto può essere illegale.
  3. 3
    Se non hai autorizzazioni, non lavorare a pagamento su impianti altrui. Potresti andare incontro a provvedimenti legali.
    Advertisement

Parte 2 di 4:
Controllare il Sistema

  1. 1
    Esegui la manutenzione di routine. È importante eseguirla, prima di ricaricare il condizionatore.
    • Sostituisci il filtro dell'aria.
    • Pulisci il canale del vaporizzatore e del condensatore. Se uno dei due è sporco può causare gli stessi danni di un'unità con poco refrigerante - se il refrigerante viene aggiunto in queste condizioni, l'unità può essere danneggiata.
  2. 2
    Controlla eventuali ostruzioni, incluse formazioni di detriti sulle ventole e assicurati che la ventola del condensatore funzioni correttamente. Questa deve spingere abbastanza aria attraverso il canale da poter gestire il calore prodotto (rimosso dalla stanza) attraverso l'azione del condizionatore.
  3. 3
    Fai un'ispezione accurata dei restanti componenti del sistema. Mancato isolamento, perdita delle giunture dei canali, connessioni elettriche malfunzionanti, e altri problemi minori non cambieranno la necessità di refrigerante, ma possono ridurre comunque l'efficienza del sistema.
    Advertisement

Parte 3 di 4:
Determinare di che cosa hai Bisogno

  1. 1
    Scegli il tipo di refrigerante. Puoi farlo consultando la guida dell'impianto, o trovarlo scritto nella scatola elettrica o nell'unità di gestione. Molti sistemi hanno delle etichette con le specifiche del produttore. I refrigeranti più usati nei sistemi moderni sono l'R-22 (HCFC-22) e l'R410A, venduto come SUV410A o Puron. È importante saperlo anche per scegliere il corretto metodo di ricarica.
  2. 2
    Verifica quale tipo di connessioni per ricaricare fanno parte dell'impianto. Le normali valvole di connessione Schrader hanno degli adattatori per connessioni veloci per perdere la minore quantità di refrigerante durante l'operazione. Qualsiasi connessione usi, ricorda che anche col sistema spento, il refrigerante è ad alta pressione e può essere pericoloso.
  3. 3
    Spegni il condizionatore dal termostato. Spegnerai l'interruttore nel passaggio successivo. Per ora disconnetti l'impianto dal termostato.
  4. 4
    Spegni l'impianto. L'unità esterna deve avere dei fusibili o un interruttore. Rimuovi i fusibili e spegni l'interruttore prima di continuare.
    • Con l'unità spenta, aggancia i misuratori di pressione come da istruzioni. Il lato a bassa pressione sarà sul misuratore (tubo blu) e quello ad alta pressione sul sistema (tubo rosso). Per i misuratori di pressione più vecchi, non ci saranno colori a indicare la differenza. La bassa pressione sarà a sinistra guardando il misuratore, l'altra a destra. Il tubo di rifornimento, collegato al refrigerante e alla pompa di scarico, si trova nel mezzo.
    • Con i misuratori connessi, accendi il condizionatore e aspetta 15 minuti perché il sistema si stabilizzi.
  5. 5
    Leggi i misuratori. La lancetta del blu deve essere al minimo se il sistema deve essere ricaricato.
    • Per verificarlo, usa un misuratore di temperatura con una sonda connessa alla bassa pressione, che la più grande tra le due linee.
    • Ricarica se le temperature sul misuratore blu non corrispondono al numero raccomandato nelle specifiche del produttore.
    • Usa la lente di misurazione. Un altro modo per verificare se il sistema deve essere ricaricato è utilizzare la lente di misurazione. Molti impianti non ne sono equipaggiati, ma se c'è sul tuo, si trova all'esterno della linea tra l'asciugatore e il compressore.
      • Una volta trovata, guarda mentre il condizionatore è in funzione. Guarda se ci sono bolle nel liquido di refrigerazione. Non dovrebbero esserci. Devi ricaricare se sono mescolate al liquido. Ricorda che in un'unità impropriamente ricaricata, le bolle potrebbero formarsi a causa di particelle di aria o umidità intrappolata nel sistema sigillato ermeticamente.
    Advertisement

Parte 4 di 4:
Ricaricare il Condizionatore

  1. 1
    Segui questi passaggi. Per ricaricare il refrigerante, chiudi prima di tutto l'unità del condizionatore, poi segui queste istruzioni:
  2. 2
    Connetti i tubi del misuratore attraverso le porte del sistema dedicate alla pressione.
    • Il tubo della pressione bassa è di solito blu ed è connesso una linea di aspirazione, più grande dei due tubi.
    • Il tubo dell'alta pressione è generalmente rosso ed è connesso alla linea del liquido, che è la più piccola delle due tubature.
  3. 3
    Accendi il condizionatore. Lascialo lavorare per 15 minuti almeno così da arrivare a una situazione di stabilità.
  4. 4
    Controlla le temperature. Questo ti permetterà di fare un'analisi comparativa del funzionamento del sistema, attraverso le seguenti misure:
    • La temperatura dell'aria esterna
    • La temperatura dell'aria di ritorno nel conduttore dell'aria
    • La temperatura della linea di aspirazione
    • La temperatura della linea del liquido
    • La unità nuove hanno un'etichetta nel vano elettrico con specifiche istruzioni per l'unità stessa. Di solito ti consigliano di misurare l'eccessivo calore o l'eccessivo freddo. Ci sarà anche uno schema che indica i valori di questi eccessi rispetto alla temperatura esterna.
  5. 5
    Scegli il tuo strumento di misura. Controlla lo schema di ricarica per scegliere lo strumento più adatto. Può essere una valvola di espansione termostatica o un orifizio a restrizione.
    • Se il tuo impianto usa una valvola termostatica, fai riferimento ai seguenti valori:
      • Eccessivo calore: -7 °C
      • Eccessivo freddo: -4 °C
    • Se usi un sistema a restrizione, puoi usare la tavola di seguito come guida. Contiene i valori eccessivi per una determinata temperatura esterna e interna:
    • Per trovare i valori di eccessivo calore richiesti, disegna una linea dalla temperatura esterna alla temperatura di ritorno. Il valore nella colonna è la temperatura di eccesso.
  6. 6
    Controlla le perdite. Se il test mostra che c'è bisogno di refrigerante, controlla le perdite e se ci sono, riparale. Esse possono essere trovate vicino alle connessioni:
    • Connessioni o saldature in ottone
    • Porte per la pressione
    • Connettori di tubi
    • Qualsiasi punto in cui le linee del refrigerante possono vibrare o urtare contro coperture o altri componenti.
  7. 7
    Connetti il tubo di ricarica o rifornimento al contenitore del refrigerante posto in posizione diritta. Non rovesciarlo perché potrebbe finire del liquido nella parte aspirante del compressore e danneggiare l'unità.
  8. 8
    Aggiungi del refrigerante. Lentamente, e in piccole quantità, introduci il refrigerante nella linea d'aspirazione del sistema, e attendi 5 o 10 minuti perché il sistema si stabilizzi. Quando carichi un impianto nuovo o ne ricarichi uno vuoto, il refrigerante è aggiunto a peso, secondo le specifiche, ma "regolare" un'unità o aggiungere una carica al refrigerante già presente è meno preciso.
    • Controlla la pressione e la temperatura indicate, e decidi se c'è bisogno di altro refrigerante. Ripeti fino a raggiungere i livelli normali.
  9. 9
    Osserva l'intero ciclo di raffreddamento. Quando il condizionatore ha completato il ciclo, spegni l'unità e rimuovi i misuratori.
    Advertisement

Consigli

  • C'è il rischio che il refrigerante si surriscaldi, a causa del superamento della temperatura di saturazione. Per verificare, sottrai la temperatura del misuratore della bassa pressione da quella della linea di aspirazione. Aggiungi del refrigerante per abbassare la temperatura o rimuovilo per alzarla.
  • Il refrigerante può raffreddarsi se va sotto la temperatura di saturazione. Sottrai la temperatura della linea del liquido da quella del misuratore dell'alta pressione. Per raffreddare aggiungi liquido, per riscaldare rimuovilo.
  • Il costo dei misuratori e dei contenitori di refrigerante può essere più alto di quello di una chiamata a un professionista.
  • Usa della candeggina per pulire i canali.
Advertisement

Avvertenze

  • Non caricare le unità se la temperatura esterna è inferiore ai 12°C.
  • Se l'unità ha bisogno di un refrigerante del tipo CFC, verifica se è necessario avere delle autorizzazioni per usarlo.
  • Non mischiare tipi diversi di refrigerante. Potrebbe danneggiare il condizionatore.
  • Ricaricare non è un lavoro per tutti. In molti casi può essere illegale farlo senza una licenza.
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • Pinze
  • Misuratore di pressione adatto al refrigerante usato
  • Refrigerante adatto all'impianto
  • Misuratore di temperatura con sonda
  • Attrezzatura di sicurezza per proteggere occhi e mani se il refrigerante fuoriesce durante il lavoro.

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 20 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement