Come Collegare la Batteria dell'Auto con i Cavi

Scritto in collaborazione con: Andrew Everett

La batteria di un'automobile può perdere la capacità di avviare il motore per numerose ragioni: per esempio perché si è scaricata a causa del clima estremamente rigido, perché ha raggiunto la fine del proprio ciclo di vita o perché le luci del veicolo sono riamaste accese tutta la notte. In ogni caso, indipendentemente dal motivo che ha causato il problema, puoi avviare la tua auto in panne collegando la batteria a quella di un veicolo funzionante utilizzando gli appositi cavi. Assicurati che entrambe le batterie abbiano le medesime caratteristiche (voltaggio, amperaggio ecc.), quindi posiziona i cavi di collegamento nel modo corretto. A questo punto la batteria in panne dovrebbe ricevere una quantità di energia sufficiente per avviare il motore dell'auto.

Parte 1 di 3:
Individuare e Preparare le Batterie
Modifica

  1. 1
    Parcheggia i veicoli in modo che le due batterie si trovino l'una accanto all'altra. Posiziona il veicolo funzionante vicino a quello in panne. Normalmente la batteria di un'auto è installata all'interno del vano motore, quindi parcheggia il veicolo l'uno accanto all'altro oppure l'uno di fronte all'altro. Fai attenzione però che i due veicoli non si tocchino.[1]

    Controlla il manuale di istruzioni dei veicoli se hai difficoltà a individuare l'alloggiamento della batteria. All'interno del manuale è chiaramente indicata l'ubicazione della batteria e come potervi accedere.

  2. 2
    Tira il freno a mano di entrambi i veicoli. Il freno di stazionamento ti garantirà che nessuno dei veicoli possa muoversi durante la fase di preparazione e collegamento delle batterie. Se il veicolo è dotato di cambio automatico, sposta la leva sulla posizione "P". In alternativa puoi mettere il cambio in folle spostando la leva nella posizione "N". Se il veicolo è dotato di cambio manuale, mettilo in folle, quindi attiva il freno a mano.[2]
    • Il freno a mano normalmente è collocato vicino alla leva del cambio e nei veicoli moderni è stato sostituito da un semplice pulsante.
  3. 3
    Spegni il veicolo e rimuovi le chiavi dal quadro. Assicurati che il veicolo funzionante sia completamente spento prima di eseguire il collegamento. Verifica che il motore non emetta alcun suono e che la radio non si accenda, per essere certo che l'auto sia completamente spenta e l'afflusso di energia sia interrotto. Rimuovi anche le chiavi dal quadro del veicolo in panne, in modo che non possa essere messo in moto accidentalmente mentre stai effettuando il collegamento dei cavi.[3]
    • In questo caso il motore di entrambi i veicoli è al riparo da un eventuale picco di energia, riducendo così il rischio di una scarica elettrica.
  4. 4
    Controlla le batterie dei veicoli per assicurarti che abbiano il medesimo voltaggio. La tensione erogata dalla batteria è chiaramente indicata sull'etichetta posta sul lato superiore del dispositivo (normalmente di colore bianco o giallo). Sull'etichetta dovrebbe essere riportata una voce simile a "12 V" nel caso di una normale autovettura (veicoli di grosse dimensioni come i SUV o i pick-up potrebbero adottare batterie in grado di erogare una tensione maggiore). La batteria del veicolo funzionante deve obbligatoriamente avere le medesime caratteristiche di quella del veicolo in panne, perché se fosse più potente invierebbe una quantità di corrente eccessiva che potrebbe danneggiare gravemente il sistema elettrico dell'altra auto.[4]
    • Le batterie che hanno un voltaggio simile hanno anche dimensioni simili. Per evitare il rischio di causare danni ai veicoli, controlla il voltaggio riportato direttamente sull'etichetta apposta su entrambe le batterie.
    • Se non sei sicuro che la batteria dell'auto funzionante sia compatibile con quella del veicolo in panne, non correre rischi inutili. Cerca un altro veicolo oppure acquista un avviatore di emergenza (si tratta di una comoda batteria ricaricabile portatile).
  5. 5
    Individua il polo positivo e quello negativo della batteria di ciascun veicolo. Il cavo elettrico che è collegato al polo positivo della batteria normalmente è di colore rosso, mentre quello che si collega al polo negativo è di colore nero. Tuttavia, se hai dei dubbi, sulla batteria dovrebbero essere presenti i simboli "+" e "–" che contraddistinguono rispettivamente il polo positivo e negativo. Il cavo rosso va collegato al polo positivo "+" della batteria, mentre il cavo nero a quello negativo "–".[5]
    • Prima di eseguire il collegamento dei cavi verifica che sui poli della batteria non siano presenti segni di corrosione. I residui lasciati dalla corrosione sono caratterizzati da una polvere bianca, verde e blu. Pulisci i poli della batteria utilizzando uno straccio o una spazzola con le setole in ferro.
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Collegare i Cavi
Modifica

  1. 1
    Separa fra loro i due cavi di collegamento e i rispettivi morsetti appoggiandoli delicatamente sul terreno a una certa distanza. Stendi entrambi i cavi in terra fra i due veicoli. Lascia spazio sufficiente fra i morsetti dei cavi, in modo che non si possano toccare accidentalmente fra loro. In caso contrario potrebbe verificarsi un cortocircuito che potrebbe danneggiare il sistema elettrico di entrambi i veicoli.[6]
    • Normalmente i cavi di collegamento vengono venduti accoppiati, ma con una lunghezza diversa, proprio per evitare che i morsetti possano entrare accidentalmente in contatto fra loro. Inoltre questi ultimi sono rivestiti esternamente da una guaina protettiva isolante. Se i cavi sono accoppiati e hanno la medesima lunghezza, controlla attentamente che non presentino danni o segni di manomissione.
  2. 2
    Collega uno dei due morsetti del cavo rosso al polo positivo della batteria del veicolo in panne. Lascia l'altra estremità del cavo in terra mentre esegui il collegamento. Prima di collegare il morsetto alla batteria controlla nuovamente i simboli "+" e "–" riportati su quest'ultima per essere certo di usare il polo corretto. Premi con forza l'impugnatura del morsetto per aprirlo, quindi posizionalo saldamente intorno al polo della batteria e lascia la presa.[7]
    • Su alcuni veicoli il polo positivo della batteria è protetto da una copertura di plastica di colore rosso; in questo caso prima di poter eseguire il collegamento dovrai rimuoverla. Normalmente per fare ciò basta semplicemente ruotarla con attenzione in senso antiorario con una mano.
    • Collega i morsetti dei cavi uno alla volta. Esegui le operazioni con calma e senza fretta per evitare di commettere errori che potrebbero danneggiare seriamente entrambi i veicoli.
  3. 3
    Collega l'altro morsetto del cavo rosso al polo positivo della batteria del veicolo funzionante. Avvicina il cavo al secondo veicolo in modo da poterlo collegare nella giusta posizione. Assicurati che il morsetto sia saldamente ancorato al polo positivo della batteria cosicché non possa scollegarsi accidentalmente quando avvii il motore dell'automobile.[8]
    • Ricorda che il cavo rosso deve collegare i poli positivi di entrambe le batterie, anch'essi contraddistinti dal colore rosso e dal simbolo "+".
  4. 4
    Collega un'estremità del cavo nero al polo negativo della batteria del veicolo funzionante. Impugna il morsetto del cavo indicato e avvicinalo alla batteria carica. Premi con forza l'impugnatura del morsetto e fissalo saldamente al polo negativo della batteria. Assicurati che i cavi collegati all'autovettura funzionante non si tocchino fra loro e che i morsetti siano attaccati correttamente ai rispettivi poli della batteria, quindi prosegui leggendo il prossimo passaggio.
    • Se uno dei morsetti non è collegato correttamente, fermati prima di avviare il motore. Stacca i cavi e ripeti la procedura di collegamento muovendo un solo morsetto per volta, evitando che possa entrare in contatto con gli altri o con l'altro cavo.
  5. 5
    Collega l'altro morsetto del cavo nero a una parte metallica nuda (non verniciata) del veicolo in panne. L'estremità ancora libera del cavo nero non dovrebbe essere collegata al polo negativo della batteria dell'auto in panne. In questo caso trova un punto metallico, per esempio uno dei bulloni del blocco motore, e collegaci il morsetto. In alternativa puoi optare per utilizzare una parte non verniciata del telaio dell'auto accessibile dal vano motore.[9]
    • Evita di collegare il morsetto direttamente al polo negativo della batteria scarica a meno di non avere altra scelta. In questo caso il rischio che si generi una scintilla, quando l'auto verrà messa in moto, è molto alto, quindi i fumi di idrogeno che vengono rilasciati dalla batteria potrebbero incendiarsi.
    • Non addentrarti troppo in profondità all'interno del vano motore per cercare un punto metallico a cui collegare il morsetto del cavo nero. Nella parte inferiore dell'auto passa il tubo che porta il carburante dal serbatoio al motore che dovrebbe rimanere a debita distanza dal morsetto del cavo di collegamento.
    • Assicurati che i cavi di collegamento non possano entrare in contatto con le parti mobili del motore una volta che verrà avviato.
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Avviare i Veicoli
Modifica

  1. 1
    Accendi il motore della vettura funzionante e lascialo girare al minimo per alcuni minuti. Per avviare il veicolo usa normalmente la chiave di accensione. L'impianto elettrico dell'autovettura in panne riprenderà a funzionare non appena l'energia inizierà ad arrivare alla batteria, quindi elementi come le luci o la radio saranno di nuovo funzionanti. Attendi almeno 30 secondi prima di provare a mettere in moto la seconda auto, in modo che la batteria abbia il tempo di ricaricarsi.[10]
    • In base alle condizioni e all'età della batteria dell'auto in panne potresti dover attendere più tempo per darle modo di accumulare una carica sufficiente ad avviare il motore.
    • Se hai la necessità di fare affluire più corrente alla batteria da ricaricare, premi il pedale dell'acceleratore del veicolo in moto, per fare arrivare i giri del motore a 3000 RPM.
  2. 2
    Avvia il motore della macchina in panne. Gira la chiave di accensione per accendere il motore del veicolo. A questo punto l'impianto elettrico dovrebbe attivarsi immediatamente. Se le spie della strumentazione, le luci dell'abitacolo, la radio e gli altri dispositivi elettronici dell'auto non si accendono significa che la batteria potrebbe avere bisogno di più tempo per accumulare una quantità di energia minima sufficiente ad alimentare l'impianto elettrico del veicolo. Porta la chiave di accensione sulla posizione "Off" o "0", assicurati che i cavi siano collegati in modo corretto a entrambe le batterie, quindi aumenta il numero di giri del motore del veicolo in funzione per aumentare l'afflusso di corrente alla batteria sotto carica.[11]
    • Se il veicolo in panne non si mette in moto dopo alcuni tentativi è molto probabile che il problema non sia la batteria scarica. La causa potrebbe essere un fusibile bruciato da cambiare.
    • Se le spie della strumentazione e le luci dell'auto si accendono, ma il motore non va in moto, significa che la causa del problema non è la batteria. Quando provi a mettere in moto il motore dovresti sentire il motorino di avviamento che gira. Al contrario, se non senti alcun rumore o solo un semplice "clic", la causa del problema potrebbe essere il motorino di avviamento mal funzionante o da sostituire.
  3. 3
    Scollega i cavi dalla batteria seguendo la sequenza inversa, partendo cioè dal cavo nero. Rimuovi ogni morsetto dei cavi seguendo esattamente l'ordine inverso che hai utilizzato per eseguire il collegamento. Inizia staccando il morsetto del cavo nero della messa a terra, quello che hai collegato a una parte metallica del veicolo in panne. A questo punto rimuovi il morsetto del cavo nero e quello del cavo rosso collegati alla batteria del veicolo funzionante. Concludi la procedura scollegando il morsetto del cavo rosso dalla batteria in panne che ora funziona perfettamente.[12]
    • Lascia l'automobile in moto per diversi minuti in modo che la batteria possa caricarsi completamente perché in caso contrario non avrà accumulato una carica sufficiente per avviare il motore e dovrai ripetere tutta la procedura dall'inizio.
    • Fai molta attenzione quando scolleghi i cavi dalla batteria in modo che i morsetti non si tocchino fra loro finché non li avrai rimossi da entrambi i veicoli.
    Advertisement

ConsigliModifica

  • Alcuni veicoli sono dotati di una copertura in plastica per nascondere alla vista (e isolare) la batteria. In questo caso dovrai prima rimuovere la copertura di protezione per poter collegare i cavi. Normalmente è montata a pressione, ma in alcuni casi è fissata da alcune viti che dovrai rimuovere a mano o con un cacciavite.
  • Dopo aver avviato l'auto con i cavi, tienila in moto per almeno 15 minuti in modo che la batteria possa ricaricarsi completamente.
  • In alcuni veicoli la batteria non si trova all'interno del vano motore ma è collocata sotto al sedile posteriore dell'abitacolo o addirittura nel bagagliaio. In questi casi dovrebbe essere presente un punto di collegamento all'interno del vano motore che permette di avere accesso al polo positivo della batteria. Normalmente è caratterizzato da una copertura di colore rosso e dal simbolo "+". Dopo aver rimosso il pannello protettivo, collega il cavo rosso al punto indicato.
  • Dei cavi di collegamento corti permettono di eseguire un lavoro migliore, dato che la corrente elettrica dovrà percorrere un tragitto più breve. Al contrario utilizzare dei cavi molto lunghi causa una dispersione di energia e un incremento dei tempi di ricarica.
  • Procurati una batteria portatile per avviare un'automobile in panne, così non avrai la necessità di utilizzare un secondo veicolo. Assicurati di caricarla completamente utilizzando la porta USB o il relativo alimentatore, collegala ai cavi di avviamento inclusi nella confezione al momento dell'acquisto e collegala alla batteria dell'auto da avviare, come faresti normalmente se avessi a disposizione un secondo veicolo.
Advertisement

AvvertenzeModifica

  • Evita di alimentare con i cavi una batteria che si è congelata, perché potrebbe esplodere. Se hai la possibilità di ispezionare l'interno della batteria, assicurati che il liquido presente non si sia congelato. Tuttavia se i lati della batteria si sono deformati e appaiono bombati verso l'esterno è molto probabile che il liquido presente all'interno si sia completamente congelato.
  • Le batterie per automobili rilasciano un gas a base di idrogeno altamente infiammabile, quindi cerca di non fumare nelle loro vicinanze. Assicurati inoltre di non collegare il cavo nero della messa a terra al polo negativo della batteria in panne.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Maestro Meccanico
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Andrew Everett. Andrew Everett svolge il mestiere di Maestro Meccanico nella Carolina del Nord. Possiede una laurea in riparazioni elettriche e sistemi HVAC. Si occupa di riparazioni nel settore automobilistico dal 1995.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement