Come Coltivare Fagioli

I fagioli rossi sono abbastanza semplici da coltivare, ma dovrai assicurarti che le radici non si impregnino di acqua o rovinerai il raccolto in qualsiasi momento. Come molte altre varietà di fagioli, quelli rossi possono crescere a cespuglio o in tralci rampicanti, perciò dovrai scegliere il tipo più adatto allo spazio e alle esigenze che hai.

Parte 1 di 5:
Preparazione

  1. 1
    Usa i semi invece dei germogli. La maggior parte dei fagioli non sopravvive al trapianto, perciò dovresti pensare a seminare direttamente invece di usare piantine come base di partenza.
  2. 2
    Scegli la posizione adatta. I fagioli rossi hanno bisogno di sole pieno per fiorire e dovresti seminarli in un luogo dove ce ne siano almeno sei ore al giorno se non di più.
    • Se possibile, trova un punto con del terreno naturalmente sciolto. Il terreno sciolto prende acqua in modo più naturale ed è cruciale se vuoi avere piante sane. Se ti rendi conto che l'acqua si raccoglie in una determinata zona quando piove, dovresti considerare l'idea di cambiare luogo.
    • Fai la rotazione della semina ogni anno. Non ripiantare i fagioli nello stesso campo o dove hai piantato altri legumi nei tre anni precedenti.
  3. 3
    Ammenda il terreno. Dovrà essere leggero e sciolto affinché l'acqua dreni. Se il tuo terreno è pesante, dovrai ammendarlo con del materiale organico. Il pH deve essere quasi neutro.
    • Un buon esempio di ammendante è il letame o anche il compost. Entrambe le opzioni aiuteranno a sciogliere la densità totale del terreno, nutrendolo perfettamente.
    • Ammenda mescolando componenti extra con una palettina o un rastrello qualche settimana prima di piantare.
    • Il pH dovrebbe essere fra 6.0 e 7.0.
    • Considera l'idea di mescolare un immunizzante in polvere al terreno. È un batterio naturale e sano che rende più semplice per i fagioli l'assorbimento del nitrogeno durante i primi e cruciali momenti della crescita.
  4. 4
    Metti un traliccio se necessario. Per quanto la maggior parte dei fagioli rossi è a cespuglio, alcune varietà sono rampicanti. Queste ultime crescono in verticale, perciò dovrai fissarle ad uno steccato o un traliccio se vuoi che producano al massimo.
    Pubblicità

Parte 2 di 5:
Piantumazione

  1. 1
    Aspetta l'ultima gelata. I fagioli rossi richiedono un certo livello di calore e umidità per dare il massimo. Piantali in primavera una volta che sei certo che non ci saranno più gelate.
    • La temperatura del suolo deve essere fra 21 e 27° C. Se è possibile evita che cali sotto ai 16° C.[1]
    • Idealmente, dovrebbe stare fra i 18 e i 27° C durante la maggior parte della stagione.
    • Se arriva inaspettatamente una gelata una volta che i tuoi fagioli sono nati, copri le piantine con un po' di tessuto-non-tessuto o canapa per proteggergli dal freddo.
  2. 2
    Pianta i semi alla giusta profondità. I fagioli andrebbero piantati da 2.5 a 3.8 cm di profondità.[2]
    • Molti preferiscono mettere uno spazio fra un seme e l'altro (da 2.5 a 5 cm) all'inizio. Una volta che le tue piantine arrivano a circa 7.6 cm, diradale togliendo quelle più deboli per aiutare le altre.
  3. 3
    Dai ai semi abbastanza spazio. Per la maggior parte delle varietà dovrai seminare a distanze di 7.6 fino a 10 cm l'uno dall'altra.
    • Più specificamente, le varietà rampicanti crescono bene a 10.16 cm di distanza, mentre le cespugliose hanno bisogno di 20.32 cm.
    • I semi dovrebbero germinare entro 10-14 giorni.
    Pubblicità

Parte 3 di 5:
Crescita in Contenitore

  1. 1
    Scegli un vaso grosso. Per quanto non sia la condizione ideale per i fagioli, queste piante riescono comunque a crescere anche in vaso se ben curate. Per ciascun fagiolo ti servirà un vaso da almeno 30.5 cm di diametro.
    • Se scegli di coltivare i fagioli in vaso, opta per la varietà cespugliosa invece di quella rampicante. La cespugliosa tende a rendere meglio in spazi ristretti.
    • Il motivo principale per cui i fagioli di solito non vengono coltivati in vaso, è semplicemente perché la produzione di una pianta media non è sufficiente per una persona. Di solito servono da 6 a 10 piante per avere fagioli a sufficienza per un uso regolare. Dovesti piantare un solo seme per vaso però, perciò ti servirebbero da 6 a 10 vasi diversi se vuoi produrre fagioli a sufficienza.
  2. 2
    Aggiungi ghiaina al vaso. Prima del terriccio, meglio fare uno strato di ghiaina sul fondo per migliorare il drenaggio. Altrimenti le piante potrebbero imbibirsi di acqua facilmente.
  3. 3
    Pianta i semi alla profondità sufficiente. Come per quelle nella terra, pianta ogni seme da 2.5 a 3.8 cm di profondità. Semina al centro del vaso.
    Pubblicità

Parte 4 di 5:
Cure Quotidiane e a Lungo Termine

  1. 1
    Annaffia solo quando il terreno si asciuga. Non dovrebbe mai essere intriso di acqua dato che le radici potrebbero facilmente marcire. Perciò dai acqua in più solo se c'è un periodo di siccità.
    • Invece di annaffiare la terra tentando di tenerla costantemente umida, dovresti controllare se il terreno si è asciugato per almeno 2.5 cm in profondità. Puoi testarlo infilando un dito in lunghezza e sentendo se è umido.
  2. 2
    Evita concimi ad alto tasso di nitrogeno. Anche se renderebbero la pianta di aspetto vigoroso e piena di foglie, le farebbero più male che bene, dato che i frutti ne risentirebbero. Larghe dosi di nitrogeno produrranno una pianta piena di foglie ma con pochissimi fagioli.
    • Una volta che la piantina nasce, i fagioli produrranno da soli il nitrogeno necessario alle radici. Un concime aggiuntivo finirebbe per nutrire eccessivamente la pianta.
    • Se le tue piante hanno bisogno di più nutrienti, usa un po' di concime organico a basso tenore di nitrogeno.
  3. 3
    Attenzione alle erbacce. Le radici delle piante sono piuttosto superficiali perciò quando scavi per togliere le erbacce, fallo senza disturbare o danneggiare le radici dei fagioli.
    • Mai estirpare le erbacce attorno alla pianta di fagioli usando una palettina o una zappa. Tirale via a mano.
    • Puoi eliminarle anche spandendo uno strato da 2.5-5 cm di pacciame attorno alla piantina una volta che spunta. Il pacciame inoltre ha il beneficio aggiuntivo di mantenere un calore e un'umidità adeguate, evitando che i baccelli marciscano quando toccano il suolo.
  4. 4
    Insetti e malattie. Alcuni insetti prendono di mira i fagioli e la pianta è vulnerabile a svariate malattie. Se hai un qualche problema, dovrai somministrare il giusto pesticida o fungicida.
    • Scarafaggi, lumache, bruchi e cavallette devastano le foglie. Si possono eliminare facilmente togliendoli dalle piante con regolarità quando li noti. Se non è un'opzione contemplabile, cerca un pesticida specifico.
    • Anche gli afidi possono attaccare i fagioli ma non si possono rimuovere con le mani. Tratta la pianta con il giusto pesticida una volta che li noti, perché possono diffondere il virus a mosaico.
    • La ruggine del fagiolo è un fungo rosso scuro che si manifesta con chiazze sulle foglie e va trattata con un fungicida ai primi segnali.
    • L'oidio è l'ennesima minaccia. L'aspetto è quello di polvere bianca. Tratta la pianta con un fungicida appena lo noti e riduci le annaffiature. L'oidio è causato dall'umidità perciò assicurati che la pianta sia bagnata solo a livello del terreno e non sul fusto.
    • Se il tuo raccolto è minacciato da scoiattoli, cervi o conigli, puoi recintarlo.
    Pubblicità

Parte 5 di 5:
Raccolta e Conservazione

  1. 1
    Raccogli i fagioli alla fine della stagione. Le varietà a cespuglio andrebbero raccolte una volta sola alla fine della stagione. Quelle rampicanti possono essere raccolte più volte, ma la maggior parte del raccolto avverrà a fine stagione.
    • A seconda della varietà scelta, i fagioli saranno pronti fra 90 e 150 giorni dopo.
    • Le varietà rampicanti producono un raccolto su base regolare per uno o due mesi.
    • I baccelli a corretta maturazione saranno secchi al tocco e i fagioli all'interno avranno una consistenza molto dura.
    • Prima di raccogliergli, controlla i fagioli di un baccello. Puoi capire se sono pronti mordendone uno con attenzione. Se i tuoi denti riescono a intaccare il fagiolo, allora il resto dovrebbe essiccare per un periodo di tempo maggiore prima della raccolta.
  2. 2
    Se necessario, estirpa le piante prima del tempo. Se le temperatura calano o altre condizioni atmosferiche sfavorevoli minacciano il raccolto, puoi estirpare le piante e lasciare che i fagioli terminino di essiccare in un secondo tempo.
    • Un alto tasso di umidità ad esempio può rendere difficile per le piante essiccare. In questo caso dovrai portare a termine il processo all'interno.
    • Toglie le piante e appendile a testa in giù tramite le radici per qualche giorno o settimana, finché i baccelli sembrano secchi e i fagioli all'interno sono sodi. Accertati che la maggior parte delle foglie siano secche quando sradichi le piante.
    • Tieni i fagioli al caldo e al coperto, in una zona in cui circoli molta aria per asciugarli.
  3. 3
    Apri i baccelli. Dopo averli raccolti dalla pianta dovrai romperli per aprirli a metà e togliere i fagioli all'interno. Se hai fatto maturare correttamente le piante, i fagioli dovrebbero già essere secchi e duri.
    • Puoi sgusciare un raccolto piccolo a mano, ma per quelli più imponenti meglio farlo a gruppi. Sistema i baccelli in una federa o sacchetto di simile misura. Con attenzione, calpesta i baccelli attraverso la federa per romperli. Una volta fatto dividi i pezzi rotti dai fagioli.
  4. 4
    Conserva i fagioli in un luogo buio. Mettili in un barattolo e all'asciutto, dove non ci sia luce finché non ti serviranno.
    • I fagioli secchi possono durare anche un anno alle giuste condizioni.
    • Per risultati migliori conserva i fagioli in vasi a chiusura ermetica o sacchetti richiudibili.[3]
    Pubblicità

Avvertenze

  • I fagioli e i germogli di fagiolo crudi sono velenosi. Dovrebbero essere consumati solo dopo esser stati a mollo e cotti in acqua bollente per almeno 10 minuti.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Semi di fagioli
  • Letame o compost
  • Immunizzante in polvere
  • Traliccio (optional)
  • Paletta
  • Contenitore da 30.5 cm (optional)
  • Ghiaina (optional)
  • Annaffiatoio
  • Pesticida o fungicida (all'occorrenza)
  • Rete o grata (all'occorrenza)

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Il Tuo Orto

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità