Come Coltivare il Bambù

Il bambù può essere una pianta difficile da coltivare, specialmente se vivi in una zona climatica esposta a calore intenso o a temperature fredde, ma è relativamente economica e può aggiungere un tocco speciale al tuo giardino. Se sei interessato alla coltivazione del bambù, ecco come devi fare.

Parte 1 di 3:
Parte Uno: Preparazione

  1. 1
    Impara la differenza fra i tre principali tipi di bambù. Le piante di bambù sono tipicamente classificate come bambù a mazzo, bambù rampicante e bambù a canne.
    • Le canne di bambù vengono piantate raramente nei giardini, se non mai, quindi puoi aspettarti di avere a che fare con i bambù a mazzo oppure rampicanti.
    • Il bambù rampicante esterna i rizomi, che si diffondono nelle altre zone, facendo sì che la pianta diventi invasiva.
    • Il bambù a mazzo cresce in stretti agglomerati che raramente si diffondono su aree più ampie.
  2. 2
    Scegli la varietà di bambù migliore per il tuo clima. La maggior parte delle varietà di bambù dà il meglio nei climi tropicali, ma se vivi in un'area in qualche modo più fredda, ci sono alcune varietà più resistenti che puoi tentare di coltivare con un certo successo.
    • Se vivi in una zona più calda, alcune buone scelte potrebbero essere Bambusa multiplex ‘Alphonse Karr’, Borinda boliana e Phyllostachys nigra. I primi sono due tipi di bambù a mazzo, l'ultimo è un tipo di bambù rampicante.
    • Per climi leggermente più freddi, prova il tipo di bambù a mazzo Fargesia dracocephala ‘Rufa’ o il tipo rampicante Pleioblastus viridistriatus.
  3. 3
    Scegli il posto migliore nel tuo giardino. Il bambù necessita di una grande quantità di sole, quindi solitamente si dovrebbe scegliere una zona del giardino che sia esposta alla luce del sole per 8 o più ore al giorno. Ad ogni modo, tieni conto che alcune specie tropicali richiedono ombra durante i momenti più caldi della giornata.
    • L'ombra può essere specialmente importante durante l'inverno. La combinazione di gelo e luce solare diretta può disidratare velocemente la pianta. Pertanto, se vivi in una zona esposta al gelo durante l'inverno, dovresti optare per un punto che riceva un po' d'ombra anziché un punto esposto al sole diretto.[1]
  4. 4
    Prepara il terreno. Anche se il bambù può crescere in molti tipi di terreno, si svilupperà meglio nel terriccio o in terreni marnosi. Migliora le tue possibilità di successo scavando e aggiungendo delle sostanze arricchenti al terreno prima di piantarlo.
    • Lavora il compost o il concime per fornirgli nutrimenti aggiuntivi. Idealmente, il compost dovrebbe essere lavorato sul fondo della buca di trapianto in modo che le radici del bambù stiano in cima.
    • Il terreno argilloso è un misto di cinque parti di terra composta in cima, due parti di sabbia, due parti di limo e una parte di argilla.
    • Evita terreni rocciosi o troppo umidi, così come i terreni che sono relativamente impermeabili.
  5. 5
    Proteggilo dal vento. Il bambù ha un sistema di radici poco profonde, che però crescono alte e in maniera veloce. Come risultato, possono essere facilmente danneggiate dai venti forti. Avrai bisogno di una barriera per evitare che questo accada.
    • Il modo più semplice per proteggere i tuoi bambù è quello di posizionarli dietro alle siepi da giardino o dietro gli alberi. Altrimenti conviene costruire un recinto.
  6. 6
    Previeni la diffusione del bambù. Se stai piantando del bambù rampicante, avrai bisogno di costruire una barriera per evitare che invada altre parti del giardino.
    • Dopo aver determinato la zona in cui confinare il bambù, installa delle barriere di fogli di metallo o calcestruzzo attorno al perimetro. Queste barriere dovrebbero essere profonde tra i 90 cm e 1,2 m.[2]
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Parte Due: La Semina

  1. 1
    Semina in primavera. Il bambù cresce velocemente e ha bisogno di temperature miti, senza gelo. Per risultati migliori, pianta i semi dopo l'ultima gelata della stagione.
    • Se stai cominciando a piantare i tuoi bambù partendo dai semi, dovresti partire dall'inizio della primavera, in modo che le piante abbiano abbastanza tempo per stabilizzare le radici entro l'estate. Se stai trapiantando delle piantine che hanno già messo radici, qualsiasi momento della primavera andrà bene.
    • Dovresti evitare di piantarlo in autunno, specialmente se vivi in un clima più freddo, poiché le piante hanno bisogno di tempo per irrobustirsi in vista dei venti freddi e asciutti di inizio inverno.
    • Al contrario, se vivi in un clima molto caldo che raggiunge regolarmente temperature superiori ai 38 °C, dovrai piantare il bambù abbastanza presto in primavera, o all'inizio dell'autunno, così da evitare l'intenso caldo estivo.
  2. 2
    Prepara i semi. I semi di bambù devono essere puliti e asciugati al sole per 1 o 2 ore. Dopodiché, dovresti immergerli in acqua pulita per farli uscire dal letargo. Immergili per un tempo compreso tra le 6 e le 12 ore.[3]
    • Filtra l'acqua tra i 10 e i 20 minuti prima di piantare i semi.
  3. 3
    Pianta i semi in vasetti di plastica. Se stai facendo crescere il bambù partendo dai semi, probabilmente otterrai risultati migliori se li metti in vasetti di plastica riempiti di terra, adatti per la crescita delle piantine.
    • Riempi i vasetti unendo 8 parti di terreno in cima, 1 parte di cenere e 1 parte di trucioli di legno sottile oppure di pula di riso. Filtra questa soluzione con un colino per rimuovere sassolini e detriti prima di riempire i contenitori.
    • Quando riempi i contenitori, lascia il terreno abbastanza morbido.
    • Scava delle piccole buche - profonde tra i 2,5 e i 5 cm - al centro dello spazio dedicato a ogni piantina. Metti un seme in ogni buca e ricoprilo delicatamente con del terreno aggiuntivo.
    • Inumidisci subito il terreno e innaffialo ogni giorno. Lascia crescere i semi in un'area parzialmente ombreggiata.
  4. 4
    Trapianta le piantine dopo 3 o 4 mesi. Anche se il bambù adulto cresce velocemente, nei primi stadi la maggior parte delle specie di bambù non è abbastanza forte da essere trapiantata prima di questo periodo. Trapianta le piantine in contenitori piccoli e separati oppure in vasi multipli riempiti con una soluzione composta da due parti di concime, tre parti di terra e una parte di sabbia.
    • I semi di bambù solitamente germogliano tra i 10 e i 25 giorni, e all'inizio le foglie sono molto delicate.
    • Ci vogliono dai 3 ai 4 mesi prima che le piantine producano un rizoma - o radice - capace di produrre nuovi germogli. Questo è il momento in cui il bambù può essere trapiantato.
    • Tieni conto che se stai trapiantando le piantine di bambù (anziché far crescere la pianta a partire dai semi), queste sono le istruzioni a cui devi prestare attenzione.
  5. 5
    Distanzia i bambù tra 1 e 1,5 m l'uno dall'altro, mentre li trapianti nel tuo giardino.[4] Se alla fine vuoi creare un denso sfondo di bambù, dovrai piantare già a questa distanza le piantine. Questo è valido soprattutto per il bambù rampicante.
    • Le piante dovrebbero essere trapiantate nel tuo giardino una volta raggiunta un'altezza tra i 40 e i 50 cm. Estraile dai loro vasi e posizionale direttamente nel terreno.
    • La buca in cui trapianti il bambù dovrebbe essere ampia all'incirca il doppio della massa delle radici.
    • Se lavori con dei bambù a mazzo, puoi piantarli a una distanza tra i 30,5 cm e i 61 cm, dal momento che questa varietà non si espande molto.
    • Tieni a mente che il bambù a mazzi guadagna dai 30 ai 61 cm di altezza ogni anno, mentre il bambù rampicante guadagna dai 0,9 agli 1,5 m. Le due varietà si diffondo alla stessa velocità.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Parte Tre: Cura Giornaliera e a Lungo Termine

  1. 1
    Annaffia regolarmente i bambù. La maggior parte delle specie richiede un'innaffiatura consistente, ma non dovresti permettere che le radici stiano a bagno per lunghi periodi in troppa acqua.
    • I semi di bambù e le piantine dovrebbero essere irrigate ogni giorno in condizioni meteo miti e asciutte.
    • Quando le piante di bambù sono cresciute, dovresti annaffiarle due volte alla settimana in periodi miti e dalle tre alle quattro volte settimanali durante i periodi caldi o ventosi.
  2. 2
    Distribuisci il pacciame. Quello organico aiuta a tenere sotto controllo la crescita del bambù e può proteggerlo da potenziali minacce.
    • Le zolle erbose costituiscono uno dei migliori pacciami per il bambù, poiché sono ricche di azoto e silicio. Anche il compost e il fieno possono andare bene, così come molti altri tipi di pacciame organico e non trattato.
  3. 3
    Proteggi il bambù durante l'inverno. Questa è una pianta per i climi miti, quindi dovresti prendere precauzioni extra durante l'inverno per impedire che le radici si congelino completamente.
    • Applica uno strato aggiuntivo di pacciame compatto per proteggere le ramificazioni delle radici dalle temperature gelide.
    • Se i venti freddi e rigidi sono un problema, dovresti costruire una barriera temporanea che faccia da scudo.
    • Se il tuo bambù presenta un aspetto secco o una colorazione argentea, potrebbe essere indicativo di un danno da freddo.
  4. 4
    Utilizza un fertilizzante ad alta concentrazione di azoto. Spesso si raccomandano i concimi organici, e l'azoto favorisce una crescita della pianta più robusta e verde, quindi un prodotto ad alta concentrazione di azoto è solitamente il migliore.
    • Applica il fertilizzante una volta a inizio primavera e una volta durante l'estate. Questa procedura corrisponde alle principali stagioni di crescita del bambù.
    • Se stai coltivando un bambù tenero e organico, puoi applicare il fertilizzante mensilmente durante la primavera, l'estate e il primo autunno.
  5. 5
    Sfoltisci e pota il bambù secondo necessità. Quando cresce, potresti aver bisogno di sfoltirlo per evitare che i rami si affollino l'uno sull'altro e consumino le sostanze nutritive.
    • Se vuoi evitare che il bambù rampicante si espanda e non hai una barriera installata allo scopo, dovrai tagliare i nuovi fusti al livello del terreno, non appena questi compaiono nelle aree in cui non vuoi che cresca il bambù.
    • Rimuovi i rami vecchi e brutti una volta all'anno. Potali fino a che non appaiono ordinati.
    • Se tagli il bambù appena sopra un punto di intersezione, questo può ricrescere.
  6. 6
    Proteggi il bambù dagli insetti nocivi e dalle malattie. Il bambù è resistente alla maggior parte degli insetti e delle malattie, quindi dovrai applicare i pesticidi e i fungicidi solamente dopo che si è presentato un problema.
    • Alcune specie di bambù possono cadere vittime di insetti scalatori, acari rossi e ruggine.[5] Tuttavia, dal momento che il bambù adulto è ragionevolmente resistente, gli acari rappresentano di solito un problema solamente per i nuovi germogli.
    • Se sospetti che gli insetti nocivi o i funghi siano una minaccia per il tuo bambù, metti le nuove piante in quarantena e spruzzale con un anti-acaro o un fungicida prima di trapiantarle.
  7. 7
    Valuta di raccogliere il tuo bambù. I germogli freschi possono essere utilizzati come cibo, quindi se li vuoi aggiungere alla tua dieta, raccogli i giovani germogli entro i primi due mesi.
    • Il bambù è migliore quando fresco, ma puoi anche conservarlo in barattolo o congelarlo per una durata a lungo termine.
    • Il bambù ha una consistenza croccante e un sapore dolce.
    • È una buona fonte di fibre ed è abbastanza simile alla cipolla in termini di qualità nutrizionali.
    Pubblicità

Avvertenze

  • Molti tipi di bambù sono invasivi e possono velocemente espandersi in altre aiuole e giardini.[6] Quando pianti questi tipi di bambù, assicurati di contenerli, in modo da fermare la loro diffusione, e piantali lontano dalle aree che potrebbero essere danneggiate se le piante trovassero comunque un modo per invaderle.
  • Sbarazzarsi del bambù con metodi naturali può essere estremamente difficile, e potrebbe richiedere l'impiego di erbicidi chimici. Prima di piantare il bambù, assicurati di volerlo davvero nel tuo giardino.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Semi di bambù
  • Terreno
  • Compost o concime
  • Pacciame organico
  • Fertilizzante
  • Sabbia
  • Argilla
  • Limo
  • Staccionate e/o barriera
  • Canna da giardino
  • Vasetti per piantine
  • Vasi o contenitori per piante
  • Pesticidi e fungicidi, secondo necessità
  • Cesoie da giardino

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Giardinaggio

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità