Come Coltivare il Gelsomino

I fiori di gelsomino stellato hanno un dolce profumo esotico che riempie l'aria nelle calde serate estive. Questa pianta fiorisce durante tutta l'estate, che si tratti di una varietà rampicante o a cespuglio. I boccioli dei fiori possono essere raccolti per fare un fragrante tè tonificante. Continua a leggere per imparare a piantare, prenderti cura e raccogliere il gelsomino.

Parte 1 di 3:
Piantare il Gelsomino

  1. 1
    Scegli la varietà che vuoi coltivare. Ci sono oltre 200 specie di gelsomino, ognuna con caratteristiche diverse. Alcune sono sempreverdi, mentre altre sono decidue. Alcune prendono la forma di vite, mentre altre crescono come arbusti. Inoltre esistono delle cultivar talmente delicate che devono essere piantate solo in casa, mentre altre resistono persino al gelo. Acquista la cultivar di gelsomino più adatta alle tue esigenze. Puoi trovarle in vaso presso un vivaio, oppure puoi ordinare i semi online. I gelsomini riportati nella tabella che segue sono disponibili più facilmente nei vivai:



    Cultivar di Gelsomino
    Varietà Requisiti per la Crescita Caratteristiche
    Gelsomino officinale (gelsomino comune) In pieno sole o ombra parziale; cresce all'aperto nei climi miti, altrimenti al chiuso Fiori bianchi stellati; rampicante resistente al gelo, diffuso in molte regioni.
    Gelsomino nudiflorum (gelsomino d'inverno) In pieno sole o ombra parziale; cresce all'aperto nella maggior parte delle regioni. Fiori gialli; poche cure necessarie; ottimo per ricoprire il terreno.
    Gelsomino parkeri In pieno sole o ombra parziale; cresce all'aperto nei climi miti, altrimenti al chiuso Fiori gialli; cresce come arbusto.
    Gelsomino fruticans In pieno sole o ombra parziale; cresce all'aperto nei climi miti, altrimenti al chiuso. Fiori gialli, tubolari; arbusto sempreverde.
    Gelsomino sambac In pieno sole o ombra parziale; cresce al chiuso tranne nei climi tropicali Fiori molto aromatici da cui si estrae un ottimo tè; richiede un ambiente controllato nella maggior parte delle regioni.
  2. 2
    Trova un luogo adatto dove piantare il gelsomino. Ogni cultivar ha specifiche esigenze ambientali, quindi dovresti fare una piccola ricerca per sapere quali condizioni devi assicurare alla tua pianta. Affinché possa crescere bene e rigogliosa, devi assicurarle la giusta quantità di sole e la temperatura adatta. Quando decidi dove posizionare il gelsomino, prendi in considerazione i seguenti fattori:
    • Di quanto sole ha bisogno? La maggior parte delle piante di gelsomino richiede sole pieno o parziale, anche se alcune cultivar si adattano bene anche in piena ombra.
    • Può resistere alle condizioni climatiche della tua regione? Valuta se il gelsomino che hai scelto cresce bene all'aperto o se starebbe meglio in un vaso al chiuso, dove puoi controllare la temperatura e l'umidità. Se decidi di piantarlo all'aperto, dovresti scegliere il punto più caldo che riesci a trovare in giardino.
    • Di quanto spazio ha bisogno? Alcune cultivar crescono come rampicanti su muri e recinzioni, altre invece crescono a terra e forniscono una buona copertura del terreno, mentre altre ancora si sviluppano come cespugli delimitati. Scegli una zona adatta al tipo di pianta che hai scelto.
  3. 3
    Prepara il terreno per la semina. La maggior parte delle varietà di gelsomino prospera in un terreno ricco e ben drenante. Che tu stia piantando il gelsomino nel terreno o in un vaso, prepara il suolo aggiungendovi uno strato di 5 cm di compost. Questo permette alla pianta di produrre fiori sani durante tutta la stagione della crescita.
    • Se decidi di lasciare il gelsomino all'aperto, controlla il sito che hai scelto per essere certo che dreni bene. Scava una buca e riempila con dell'acqua. Se viene assorbita rapidamente e la buca si svuota, significa che il terreno è ben drenante. Se invece l'acqua ristagna e si scarica lentamente, devi scegliere un altro luogo dove piantare il gelsomino.
  4. 4
    Pianta il gelsomino. Estrai delicatamente la pianta dal suo contenitore e impregna di acqua le radici. Crea una buca dalle dimensioni della zolla e posiziona il gelsomino all'interno. Compatta leggermente il terreno intorno alla base della pianta per tenerla in posizione. Innaffia il suolo tutto attorno alla pianta per aiutarla a stabilizzarsi. Se necessario, aggiungi più terra per tenerla in posizione eretta.
    • Sebbene il modo più diffuso di coltivare il gelsomino sia quello di comprare una piantina, è possibile anche partire dal seme. I semi di gelsomino hanno un tasso di germinazione basso e richiedono un'attenzione particolare a seconda della cultivar. Nella maggior parte dei casi, è possibile far germinare i semi al chiuso nelle seminiere con del terriccio da semina e poi aumentarne la resistenza all'esterno una volta passata anche l'ultima gelata.
    • Un'altra tecnica per piantare il gelsomino è quella di prendere le talee semi-mature prelevate da una pianta adulta. A metà estate o in autunno, taglia uno stelo sano di circa 15 cm da una pianta di gelsomino. Prepara un vaso con una miscela di terriccio e compost e inserisci la talea. Tieni il vaso davanti a una finestra esposta al sole durante tutto l'inverno, mantenendolo ben irrigato, e trapianta il gelsomino in giardino in primavera.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Prendersi Cura del Gelsomino

  1. 1
    Predisponi dei pali su cui possa arrampicarsi il gelsomino. Molte varietà di questa pianta hanno bisogno di strutture su cui salire per crescere forti e sane. Posiziona un palo alto o un traliccio a pochi centimetri dalla base del gelsomino e avvolgi quest'ultimo delicatamente intorno alla struttura man mano che cresce. Alla fine si svilupperà in altezza autonomamente. Se hai piantato il gelsomino accanto a un muro o a una recinzione, indirizzalo a crescere verso l'alto finché vedi che inizia a salire da solo.
    • Per assicurarti che la pianta si stabilizzi sul traliccio o palo, puoi prendere una corda o uno spago per legarla – senza però stringerla troppo al supporto. Togli i legacci quando vedi che il gelsomino cresce avvolgendosi a vite senza più bisogno di supporti.
  2. 2
    Mantieni l'ambiente umido. Innaffia il terreno attorno al gelsomino durante tutta la stagione di crescita per mantenerlo bagnato, senza però inzupparlo troppo. Una buona regola per stabilire quando è necessario innaffiare ancora la pianta è controllare l'umidità del terreno: se appare un po' asciutto, è tempo di bagnare. Se il gelsomino è in un vaso, assicurati che vi sia un drenaggio adeguato e innaffialo una volta al giorno.
    • Bagna la pianta alla base per evitare che si bagnino le foglie, in quanto il sole le brucia durante le ore più calde se vi rimangono sopra delle gocce d'acqua.
    • Se stai coltivando il gelsomino in casa, devi conoscere il livello di umidità dell'aria e del terreno. Le varietà più delicate hanno bisogno di un livello di umidità compreso tra 30 e 45%. Usa un umidificatore o spruzza spesso la pianta con un nebulizzatore.
  3. 3
    Concima una volta al mese. Durante la stagione di crescita, devi aggiungere del fertilizzante una volta al mese, se vuoi che la pianta produca dei fiori. Cospargine uno equilibrato e solubile in acqua intorno alla base del gelsomino.
    • In alternativa, puoi coprire ai lati il gelsomino con del compost mescolandolo al terreno tutto intorno alla base della pianta. Fai attenzione a non disturbare le radici.
    • Ricoprirlo da sopra va bene pure: quando annaffi, l'acqua porterà nel terreno i nutrienti del compost.
  4. 4
    Pota il gelsomino. Durante tutta la stagione di crescita è opportuno eliminare le foglie, i fiori e gli steli morti strappandoli manualmente o usando delle cesoie per tagliarli a filo del fusto principale. Mantieni la pianta curata e togli gli steli che conferiscono un aspetto disordinato. Tagliando strategicamente qualche stelo qua e là, puoi conferire la forma che vuoi al rampicante. Il gelsomino che cresce a cespuglio e le varietà coltivate in casa hanno bisogno di essere potate meno per mantenere la loro forma.
    • Non sfoltirlo prima o durante il periodo di fioritura, perché potresti compromettere la formazione dei fiori. Aspetta che abbia terminato la fioritura stagionale.
    • Per migliorare la forma del gelsomino ad arbusto, puoi tagliare i gambi di un terzo dopo la fioritura. Durante la stagione successiva il cespuglio assumerà una forma più piena.
  5. 5
    Applica del pacciame in autunno. Per proteggere la pianta durante l'inverno, aggiungi qualche centimetro di paglia di pino, letame o compost per giardino intorno alla base. Questo evita che il sistema radicale congeli completamente e, quando il clima tornerà mite nella stagione successiva, il gelsomino tornerà a crescere nuovamente.
    • Se stai coltivando il gelsomino in un vaso all'esterno, può essere più conveniente portarlo in casa durante l'inverno, piuttosto che aggiungere del pacciame.
    • Il gelsomino coltivato al chiuso tutto l'anno non richiede pacciamatura. Tuttavia, è importante tenerlo in una stanza soleggiata con una temperatura costante compresa tra 15,5 e 21 °C.
  6. 6
    Controlla la pianta per i parassiti. Sebbene in genere non venga infestata, è sempre una buona idea prestare attenzione nel caso alcuni insetti influissero sulla sua crescita. Se vedi i seguenti insetti sul gelsomino, toglili manualmente e mettili in un vaso di acqua e sapone, oppure lava le foglie della pianta con una soluzione di acqua saponata o acqua e olio di neem:
    • Afidi
    • Pseudococco
    • Ragnetto rosso
    • Cocciniglie
  7. 7
    Ripristina i germogli. Se crescono solo le foglie, ma non i fiori, è possibile che ci sia troppo azoto nel terreno, spesso causato dal troppo fertilizzante. Altre possibili cause potrebbero essere dovute allo stress originato da situazioni come troppa acqua o troppo poca, temperature estreme, luce insufficiente o aria stagnante.
    • Le piante di gelsomino che crescono in ambienti chiusi hanno bisogno di riposare ogni autunno.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Raccogliere il Gelsomino

  1. 1
    Taglia il gelsomino per metterlo in mostra. Il gelsomino a vite o ad arbusto produce tanti fiori durante tutta la stagione, pertanto è una buona idea raccoglierne un po' per tenerli in casa come abbellimento e per apprezzarne il profumo. Usa un paio di cesoie robuste per tagliare i rami carichi di fiori e foglie. Metti subito gli steli in acqua per preservarne la freschezza.
  2. 2
    Raccogli i boccioli di gelsomino per farne un tè. Quando la pianta produce fiori in primavera e in estate, puoi prepararti un personalissimo tè al gelsomino con i boccioli. Si ritiene che questa tisana abbia proprietà rinvigorenti, soprattutto se mescolata con foglie di tè verde. Per prepararlo, segui questa procedura:
    • Raccogli delicatamente i boccioli dalla pianta al mattino presto. La loro essenza è più forte, in questo momento della giornata.
    • Distribuiscili in un unico strato su una teglia da forno.
    • Cuocili impostando il forno a una temperatura di 90 °C o inferiore. Eventualmente, puoi anche disidratare i fiori mettendoli davanti a una finestra al sole in un locale asciutto.
    • Aspetta che si secchino completamente. Nel forno ci vorranno circa 3 ore. Fai attenzione a non cuocerli troppo.
    • Lasciali riposare sulla teglia durante tutta la notte prima di riporli in un contenitore.
    • Conserva i boccioli essiccati in un vaso a chiusura ermetica. Quando desideri bere il tè, aggiungine un cucchiaio all'acqua bollente. Lascia in infusione per 4 minuti, quindi filtra i fiori e gustati il tè.
  3. 3
    Usa i boccioli per fare un oleolito. Se vuoi estrarre al massimo il profumo dolce e intenso del gelsomino e usarlo come profumo, puoi preparare un oleolito con i fiori freschi. Ti serve un vaso di vetro con un coperchio ermetico e un qualunque olio di base che preferisci: l'olio di mandorla, di jojoba, di oliva o di ricino sono tutte ottime opzioni. Attieniti al processo indicato qui di seguito per preparare l'infusione:
    • Raccogli 1/4 di tazza di fiori freschi al mattino;
    • Mettili in un sacchetto di plastica e picchiettali delicatamente con un martello per liberare gli oli;
    • Metti i fiori nel barattolo e aggiungi mezzo bicchiere di olio di base. Chiudi il vaso con il coperchio e lascialo in un luogo fresco e buio per 24 ore.
    • Scola i fiori e annusa l'olio. Se desideri un olio più forte, ripeti il processo con altri boccioli freschi. Continua a farli macerare nell'olio finché ottieni il profumo che desideri.
    • Trasferisci l'olio in una bottiglia di vetro ambrata o blu per poterlo conservare per un lungo periodo. Puoi applicare un po' di olio sul corpo e usarlo come profumo, oppure utilizzare la sua fragranza come ingrediente in una lozione, un balsamo per le labbra o altre preparazioni casalinghe.
    Pubblicità

Consigli

  • Puoi propagare il gelsomino durante l'estate dalle talee.
  • Pianta il gelsomino vicino alla casa, al patio o al vialetto in modo da godere del suo profumo intenso e poter ammirare uccellini e farfalle che vengono attirati da questa pianta.
  • Non tutte le varietà di gelsomino sono profumate. Se per te il profumo è importante, assicurati di scegliere una varietà con questa caratteristica.
  • Usa un fertilizzante ricco di fosforo (15-30-15) per favorire la massima fioritura.
  • Il gelsomino può crescere rigoglioso, se ci sono le giuste condizioni. Per controllarlo, devi procedere a potature frequenti. Taglialo quando ha terminato la fioritura e durante l'estate, per monitorarne la crescita ed evitare che le viti diventino lunghe al punto da aggrovigliarsi, se non vengono spinte a crescere su un traliccio o su un'altra struttura di supporto.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Pianta di gelsomino
  • Pala per giardino
  • Guanti da giardinaggio
  • Compost
  • Cazzuola
  • Corde o legacci in plastica per le piante da giardino
  • Paglia di pino

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 20 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Giardinaggio

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità