Come Coltivare un Albero di Giada

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

L'albero di giada (Crassula ovata) è una pianta succulenta e, come tutte le piante grasse, è facile da curare e da coltivare; per questo motivo, è una scelta molto comune fra gli amanti del giardinaggio. Non ha bisogno di molta acqua e può vivere per parecchi anni; inoltre, è possibile coltivarla da piccole talee. Se vuoi avere il tuo albero di giada, segui le istruzioni di questo articolo per coltivarlo, prendertene cura e mantenerlo in ottime condizioni.

Parte 1 di 3:
Coltivare l'Albero di Giada da una Talea
Modifica

  1. 1
    Scegli una talea. Se hai un grande albero di giada o conosci qualcuno che lo possieda, puoi far crescere diversi altri esemplari tagliandone uno stelo. Scegli una parte della pianta con uno stelo spesso e foglie sane.[1]
    • Utilizza delle cesoie pulite e affilate per tagliare il gambo. Accertati di aver lasciato alcuni centimetri di spazio fra la base e le foglie, in modo da non essere costretto a rimuoverle quando interri la talea.
  2. 2
    Lascia che il gambo si asciughi un po'. Concedendogli alcuni giorni per essiccarsi leggermente e per rimarginare il taglio, permetti alla piccola talea di restare in buona salute mentre sviluppa le radici. Tutto quello che devi fare è lasciar riposare il ramoscello in una zona senza umidità, finché non sembra un po' secco. Il punto in cui hai tagliato la talea dovrebbe anche cicatrizzarsi leggermente.[2]
    • Più l'incisione è ampia e maggiore è il tempo necessario per questa fase. Se effettui questa operazione in inverno, anziché nei mesi caldi dell'estate, i tempi potrebbero essere ancora più lunghi.
  3. 3
    Applica un ormone radicante. Si tratta di una sostanza composta da diversi ormoni vegetali che aiutano le talee a crescere con maggior successo.[3] Puoi realizzarne una casalinga oppure acquistare una soluzione commerciale.
    • Se hai optato per l'ormone radicante commerciale, devi seguire le istruzioni presenti sulla confezione; tuttavia, in linea generale, devi spalmarlo direttamente sul gambo che vuoi interrare appena prima di piantarlo.[4]
    • Questo passaggio è facoltativo; sebbene aumenti le probabilità di crescita di un albero di giada, questa pianta è nota per la sua capacità di sviluppare da sola le radici.
  4. 4
    Riempi un contenitore con il terriccio giusto. Non dovresti usare quello universale per questo scopo, dato che è troppo pesante per permettere la crescita delle radici. Acquista invece un terriccio specifico per piante grasse o prepara tu stesso una miscela. Il fattore chiave da ricordare è che questa pianta ha bisogno di un terreno ben drenante.[5]
    • Puoi preparare la miscela casalinga mescolando sabbia, perlite e un tipo di compost. Le piante succulente preferiscono un substrato che drena con facilità, è quindi molto importante evitare il terriccio universale. Puoi trovare gli ingredienti per un terreno personalizzato presso il vivaio.[6]
    • Se sei preoccupato che l'acqua non venga eliminata abbastanza velocemente, usa un vaso di terracotta al posto di quello di plastica, Verifica che ci siano i fori di drenaggio sul fondo e, se è presente un sottovaso, svuotalo sempre dall'acqua in eccesso.
    • L'albero di giada non ha bisogno di tanto spazio; se la talea è piccola, puoi quindi usare anche un vaso di dimensioni ridotte.
  5. 5
    Interra la pianta. Usa le dita o una matita per creare un piccolo foro nella terra (grande quanto basta per infilare lo stelo). Metti la talea nel buco in modo che tutta la zona trattata con l'ormone radicante venga seppellita. Se hai deciso di non usare questa sostanza, interra lo stelo a una profondità sufficiente per permettere alla talea di rimanere dritta da sola.[7]
    • Compatta leggermente il terriccio attorno allo stelo. Non devi comprimerlo eccessivamente, altrimenti interferisci con le sue capacità di drenare l'acqua; compattalo quanto basta per stabilizzare la pianta.
  6. 6
    Metti il vaso in un luogo assolato. È importante che la piccola talea riceve molta luce solare, ma non in maniera diretta, altrimenti le foglie bruceranno. Nell'arco di tre o quattro settimane, dovresti notare dei nuovi boccioli nella parte apicale della pianta; questo è un buon segno e indica che la talea ha messo radici.[8]
    • Resisti alla tentazione di bagnare la talea mentre sviluppa le radici, altrimenti aumentano le probabilità che lo stelo marcisca e muoia.
    • Una volta che l'albero di giada è radicato, puoi trasferirlo in un vaso più grande, se lo desideri.
    • Se la talea non mette radici e hai aspettato solo alcune settimane, prova ad attendere ancora un po'. Le piante succulente sviluppano facilmente l'apparato radicale; probabilmente, non hai concesso abbastanza tempo alla tua. In alternativa, togli delicatamente la talea dal vaso e controlla se ci sono le radici. Non fare spesso questa ispezione, perché rallenta il procedimento.[9]
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Prendersi Cura dell'Albero di Giada
Modifica

  1. 1
    Aspetta che la pianta sia asciutta prima di innaffiarla. Gli alberi di giada appartengono alla famiglia delle piante succulente, significa che sebbene abbiano bisogno di acqua, non la richiedono in grandi quantità. Se il terriccio è umido al tatto, la pianta non deve essere innaffiata; se invece ti rendi conto che le foglie iniziano ad avvizzire, significa che non stai irrigando a sufficienza.[10]
    • Infila un dito nel terreno a una profondità di 2-3 cm. Se è asciutto quando lo estrai, puoi bagnare l'albero di giada; se è invece umido, la pianta non richiede acqua.[11]
    • Durante l'inverno il fabbisogno d'acqua di questa pianta è inferiore rispetto al normale, ispeziona quindi il terreno prima di decidere se innaffiare.[12]
    • Molte persone consigliano di bagnare le succulente immergendo tutto il vaso in una vaschetta d'acqua, per permettere alle piante di assorbirla dal fondo. Tuttavia, puoi anche innaffiare l'albero di giada dall'alto. La cosa più importante è permettere al liquido di drenare completamente dal recipiente.
    • Non lasciare l'albero di giada nell'acqua stagnante; se noti del liquido in eccesso, svuota il sottovaso.
    • Quando innaffi, cerca di non bagnare le foglie.
  2. 2
    Disponi la pianta in un'area soleggiata. Ha bisogno di molta luce, ma questo non significa che deve essere esposta in pieno sole tutto il giorno. Evita di collocarla vicino alle finestre esposte a sud, perché le foglie potrebbero bruciarsi. Trova invece un punto in cui possa ricevere 3-5 ore di sole ogni giorno.[13]
    • Spostala gradualmente. Se, ad esempio, l'hai tenuta in un angolo buio e ombreggiato, ma vuoi collocarla su un davanzale assolato, non trasferirla in maniera repentina; un cambio tanto drastico fa probabilmente bruciare e cadere le foglie. Prova invece a spostarla gradatamente, in modo che abbia tempo di adattarsi. Portala dall'angolo buio a un punto in cui possa ricevere luce solare indiretta per un'ora. Lasciala in quella zona per alcuni giorni prima di trasferirla in un'area ancora più assolata. Prosegui in questa maniera finché non potrai mettere il vaso nella sede definitiva.
    • Se i bordi delle foglie diventano marroni, stanno probabilmente ricevendo troppo sole.
  3. 3
    Mantienila in ordine. Se ci sono alcune foglie morte nel vaso che sono cadute dall'albero di giada, toglile. Dovresti anche potarlo per mantenerlo in salute; durante questa procedura puoi praticamente togliere i gambi che preferisci, ma evita di infastidire troppo lo stelo principale, altrimenti puoi uccidere la pianta.[14]
    • Tagliare le nuove crescite permette alla pianta di mantenere una conformazione a cespuglio e meno filiforme.
  4. 4
    Tieni l'albero di giada alla temperatura corretta. Questa pianta è molto robusta e difficilmente puoi farla morire, non devi di conseguenza preoccuparti eccessivamente della temperatura; tienila però a temperatura ambiente, il che significa non posizionarla vicino alle finestre esposte a sud, dove riceverebbe molta luce diretta per la maggior parte della giornata.[15]
    • Durante l'inverno queste piante preferiscono una temperatura leggermente inferiore, intorno ai 13 °C.
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Mantenere l'Albero di Giada in Buone Condizioni
Modifica

  1. 1
    Cambia il terriccio ogni 2-4 anni. Sebbene sia possibile lasciare la pianta nello stesso vaso per molti anni, fintanto che non la innaffi eccessivamente, cambiandole il terreno ogni due o quattro anni puoi ispezionare le radici alla ricerca di danni o marciume. Inoltre, fornendole del terreno fresco e asciutto la aiuti a prosperare.[16]
    • Se ti accorgi che la pianta che possiedi da parecchi anni ora non sta bene, puoi rinvasarla per aiutarla a rifiorire.
  2. 2
    Spolvera le foglie. Se l'albero di giada è ricoperto da polvere, puoi usare un panno morbido per pulirlo; in alternativa, puoi metterlo all'aperto in una giornata piovosa per risciacquare le foglie.[17]
    • Tuttavia, se hai deciso di bagnare le foglie, accertati di poterle asciugare completamente in seguito, altrimenti la pianta potrebbe marcire o ricoprirsi di muffa.
  3. 3
    Contrasta ogni infestazione di insetti. Non si tratta di un problema comune, ma queste piante possono essere soggette a parassiti. Se noti la presenza di piccole cocciniglie, prendi un po' di alcol denaturato e un cotton fioc per strofinare delicatamente le foglie.[18]
    • Quando cerchi gli insetti, controlla la presenza di piccoli depositi lanosi sulle foglie, che sono indizio della presenza di parassiti. Puoi anche usare una lente di ingrandimento per individuare i ragnetti rossi che sono troppo piccoli per essere visti a occhio nudo.[19]
    • Non usare un sapone insetticida sulla pianta, perché potrebbe danneggiare le foglie.
    Advertisement

ConsigliModifica

  • Se tieni l'albero di giada all'aperto, ricorda di riportarlo in casa durante i mesi invernali, prima che inizino le gelate.
Advertisement

AvvertenzeModifica

  • Questo tipo di pianta è velenoso sia per i gatti sia per i cani. Se hai degli animali domestici, accertati che la pianta sia fuori dalla loro portata o valuta di coltivarne una che non sia tossica.[20]
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Giardinaggio

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement