Come Come Proteggere la Valuta dai Rischi

L’Hedge (o Copertura) è come una polizza di assicurazione; se effettui delle transazioni all’estero, o semplicemente se detieni valuta estera a scopo di investimento, una fluttuazione della valuta può causarti velocemente ingenti perdite. L’Hedge è un metodo per proteggerti contro questi effetti: si investe in una posizione di compensazione rispetto a un investimento già detenuto, in modo tale che una perdita nell’uno venga compensata da un guadagno nell’altro.

Metodo 1 di 3:
Proteggersi dai rischi con lo Swap di Valute

  1. 1
    Scambia (Swap) le valute e i relativi tassi di interessi con una controparte. In uno Swap di valute, due controparti si scambiano, per un predeterminato periodo di tempo, una certa somma (detta capitale), incluse le rate di interessi. Il denaro, spesso, viene generato sotto forma di debito (una controparte emette un’obbligazione), oppure di credito (una controparte ottiene un finanziamento). I capitali scambiati sono generalmente equivalenti (ad esempio, la controparte A scambia con la controparte B, sulla base del tasso di cambio, 1.000.000 $ per 750.000 €), mentre il tasso sugli interessi scambiati può essere differente.
    • Ecco un semplice esempio: Vitaly Partners, una compagnia italiana, vuole proteggersi dai rischi di fluttuazione dell’euro comprando dollari. Vitaly concorda uno Swap di valute con Brand USA, una compagnia americana. Nell’arco di 5 anni, Vitaly invierà a Brand USA 1.000.000 € in cambio dell’equivalente in dollari, circa 1.400.000 $. Vitaly accetta di scambiare anche gli interessi sui pagamenti con Brand USA: Vitaly invierà il 6% di interessi sul suo capitale (1.000.000 €), mentre Brand USA invierà il 4,5% di interessi sul suo capitale (1.400.000 $).
  2. 2
    Scambiare i pagamenti degli interessi in uno Swap di valute, e non i capitali. Il capitale che le due parti concordano di scambiare, in realtà, non viene scambiato, ma viene mantenuto da entrambe le parti. Il capitale è ciò che viene definito dai finanzieri come “capitale nozionale”, ovvero un capitale fittizio che le due controparti dovrebbero scambiarsi, ma che in realtà mantengono[1]. Perché allora questo capitale è necessario? Perché costituisce la base per il calcolo degli interessi da pagare, che rappresentano il cuore di uno Swap di valute.
  3. 3
    Calcola il tuo tasso di interessi da corrispondere. Il pagamento degli interessi scambiati, usualmente, avviene ogni 6-12 mesi, e questo è il momento in cui le due controparti si trasferiscono la valuta, in modo da proteggersi dalle fluttuazioni della propria valuta:
    • Vitaly concorda di scambiare 1.000.000 € al 6% con Brand USA in cambio di 1.400.000 $ al 4,5%. Supponiamo che lo scambio dei pagamenti degli interessi avvenga ogni 6 mesi.
    • La rata di interessi di Vitaly è calcolata nel seguente modo: "Capitale Nozionale" x "Tasso di Interesse" x "frequenza dei pagamenti". Ogni 6 mesi Vitaly corrisponderà a Brand USA 30.000 € (1.000.000 € x 0,06 x 0,5 [ovvero 180 giorni / 365 giorni] = 30.000 €).
    • La rata di interessi di Brand USA è calcolata nel seguente modo: 1.400.000 $ x 0,045 x 0,5 = 31.500 $; Brand USA corrisponderà a Vitaly, ogni 6 mesi, 31.500 $.
  4. 4
    Lavora con una società di credito finanziario per trattare lo Swap. L’esempio precedente, per semplicità, non ha tenuto conto di una terza parte coinvolta nello scambio, le banche. Quando Vitaly invia il pagamento degli interessi a Brand USA, lo fa inviando dapprima gli interessi alla banca; questa trattiene una percentuale e invia quindi il resto a Brand USA. Un discorso analogo vale per Brand USA; bisogna anche mediare la transazione attraverso la banca, che trattiene una percentuale del loro scambio per la concessione del privilegio.
  5. 5
    Utilizza lo Swap di valute se riesci a ottenere tassi di prestito più favorevoli nel tuo Paese anziché all’estero. Perché optare per lo Swap di valute piuttosto che semplicemente comprare della valuta straniera? Lo Swap di valute coinvolge due controparti. Ricordi l’esempio di Vitaly e Brand USA? Vitaly riesce a ottenere un tasso di interesse più vantaggioso su 1.000.000 € se richiede il prestito in Italia, piuttosto che all’estero. Allo stesso modo, Brand USA riesce a ottenere un tasso di interesse più vantaggioso su 1.400.000 $ se richiede il prestito negli Stati Uniti, piuttosto che in Italia. Concordando di scambiarsi le rate per il pagamento degli interessi, lo Swap di valuta consente a entrambe le parti di ottenere condizioni di prestito più vantaggiose in nazioni diverse, e quindi in diverse valute.[2]
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Proteggersi dai rischi con i Contratti a Termine

  1. 1
    Comprare contatti a termine. Il contatto a termine è come un contratto nel futuro, o un derivato; è un accordo tra due parti per comprare o vendere della valuta, in una determinata data futura, a un prezzo predeterminato. Ecco un esempio:
    • Dave teme che il dollaro stia per deprezzarsi rispetto alla sterlina. Egli ha a disposizione una liquidità di 1.000.000 $, che corrisponderebbero, nel 2014, a 600.000 £. Dave vuole utilizzare un contratto a termine per bloccare il tasso di cambio del dollaro rispetto alla sterlina. Ecco cosa fa.
    • Deve propone a Vivian la vendita, tra 6 mesi, di 1.000.000 $ in cambio di 600.000 £. Vivian accetta l’affare: è un contratto a termine.
  2. 2
    Valutare il contatto a termine e la data concordata. Continuiamo con il nostro esempio del contatto a termine tra Dave e Vivian. In 6 mesi (la data concordata), potranno verificarsi tre possibili scenari relativamente alla quotazione dollaro-sterlina. Ognuno di questi influenza il contatto a termine:
    • La quotazione del dollaro aumenta rispetto alla sterlina. Supponiamo che un dollaro arrivi a valere 0,75 sterline, invece di 0,6. Dave paga a Vivian la differenza tra la quotazione attuale e quella concordata nel contratto: (1.000.000 $ x 0,75) - (1.000.000 $ x 0,6) = 150.000$.
    • La quotazione del dollaro diminuisce rispetto alla sterlina. Supponiamo che un dollaro arrivi a valere 0,45 sterline, invece di 0,6. Vivian aveva accettato, 6 mesi prima, di pagare a Dave 0,6 sterline per ogni dollaro, su un totale di un milione di dollari; Vivian deve quindi ora pagare a Dave la differenza tra il prezzo concordato in precedenza e la quotazione corrente: (1.000.000 $ x 0,6) - (1.000.000 $ x 0,45) = 150.000 $.
    • Il tasso di cambio dollaro-sterlina rimane immutato. Le due controparti non effettuano nessuno scambio.
  3. 3
    Utilizza i contratti a termine per proteggerti dagli alti e bassi delle valute. Come un derivato, un contratto a termine è un ottimo strumento per evitare ingenti perdite nel caso in cui tu detenga un capitale considerevole in una valuta e che questa si deprezzi. Ecco come Dave risolve questo problema utilizzando un contratto a termine:
    • Se il dollaro acquista valore, Dave è il vincitore, sebbene debba comunque pagare qualcosa. Se un dollaro vale 0,75 sterline invece che 0,6, Dave deve pagare a Vivian 150.000 $, ma con il suo milione di dollari oro può acquistare molte più sterline.
    • Se il dollaro si deprezza, Dave non ha perso. Tieni a mente che Vivian ha stabilito con lui un tasso di cambio all’inizio del contratto. In questo modo, è come se il prezzo del dollaro non fosse mai sceso. Dave incassa il suo pagamento, e quindi non è più povero di prima.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Altre opzioni per proteggersi dai rischi

  1. 1
    Acquista opzioni su valute straniere. Le opzioni sulle valute straniere consentono al compratore di comprare o vendere un determinato importo in valuta straniera a uno specifico prezzo e in una specifica data. Questo strumento è simile ai contratti a termine, eccetto per il fatto che chi detiene l’opzione non è obbligato a esercitarla.
    • Nel caso di fluttuazioni favorevoli della valuta, raggiunta la specifica data riportata sul contratto (detta data di scadenza), chi ha comprato il contratto può esercitare l’opzione al prezzo concordato (detto prezzo d’esercizio). Se le fluttuazioni della valuta hanno reso invece il prezzo non conveniente, l’opzione scade senza essere stata esercitata.
  2. 2
    Compra oro. Puoi anche utilizzare l’oro o altri metalli preziosi per proteggerti dai rischi. L’oro è stato utilizzato per moltissimi anni come forma di protezione dai rischi, e, tutt’oggi, molti investitori lo detengono come parte del proprio portafoglio finanziario per proteggersi da eventuali disastri economici.
  3. 3
    Cambia un po’ della tua valuta nazionale in valuta straniera. Uno dei metodi più semplici per proteggersi dai rischi è detenere della valuta straniera. Se vivi in una nazione che adotta l’euro, ad esempio, puoi acquistare dollari americani, franchi svizzeri, o yen giapponesi. Se l’euro si deprezza rispetto alle altre monete straniere, disponendo di altre valute, sarai al riparo.
  4. 4
    Compra un contratto a contante. Un contratto a contante è un accordo per vendere o comprare valuta straniera al tasso di cambio attuale e con liquidazione in 2 giorni. I contratti a contante sono essenzialmente l’opposto dei contratti future, dove l’affare è concordato molto prima della consegne della merce (se prevista).
    Pubblicità

Consigli

  • L’Hedge della valuta può essere complicato, e, se non sei un esperto di finanza internazionale, è possibile perdere molto danaro e molto velocemente. A meno che tu non sia sicuro di quello che stai facendo, consulta un esperto di finanza internazionale.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 9 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Gestione del Denaro

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità