Come Comportarsi Con un Vicino Rumoroso

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

I vicini rumorosi a volte possono essere veramente irritanti, impedirti di dormire e interrompere il normale svolgimento della vita quotidiana. In alcuni casi non si rendono nemmeno conto di dare fastidio, quindi è solitamente meglio cercare di risolvere la questione discutendone con educazione. Se però dopo due o tre tentativi la situazione non dovesse migliorare, sarà il caso di adottare misure drastiche. Gli altri vicini ti ringrazieranno!

Parte 1 di 3:
Approccio Diretto

  1. 1
    Discutine direttamente con il vicino in questione. Lamentati della situazione con calma ed educazione. Chiedigli di fare meno rumore e proponigli di giungere a un accordo per risolvere il problema [1].
    • Cerca di avere un approccio tranquillo. Se non lo conosci di persona o non ci hai mai parlato, prima presentati: "Ciao, mi chiamo Mario. Sono il tuo vicino di pianerottolo e condividiamo un muro".
    • Solleva l'argomento che ti sta a cuore, ovvero il rumore, ma cerca di farlo nel modo più rispettoso possibile per evitare di offenderlo. Prova a dirgli: "Non so se te ne sei accorto, ma i muri sono molto sottili in questo condominio, quindi si sente veramente tutto e di notte non riesco a dormire".
  2. 2
    Spiegagli quali conseguenze ha il rumore. Per esempio, devi studiare, oppure in casa hai bambini piccoli o parenti anziani che non dovrebbero essere disturbati. Aiutalo a capire il motivo per cui deve fare più attenzione [2].
    • Per esempio, se sei uno studente universitario, spiegagli che hai bisogno di pace e tranquillità per studiare la sera tardi. Sii onesto: "Non voglio rovinarti la serata, ma ti sarei veramente grato se tu potessi fare un po' più di attenzione fra le 10 di sera e le 3 di mattina. È solo in quelle ore che riesco a studiare".
    • Puoi anche nominare alcune persone che vivono con te e che vengono toccate particolarmente dal rumore. Sii sincero: "Anche a me piace ascoltare la musica ad alto volume, ma ho un bambino e il rumore gli impedisce di dormire. Per favore, puoi abbassare il volume? Ne va della mia salute mentale!".
  3. 3
    Evita di seguire la strada del conflitto quando sollevi l'argomento. Non incolparlo, non accusarlo e, soprattutto, non minacciarlo. Se sei scontroso, è decisamente più probabile che ti risponda nello stesso modo. Ricorda che stai cercando una soluzione, non un'ostilità.
    • Evita di usare espressioni di rimprovero, come "tu fai" o "tu devi". Concentrati invece su quello che provi ed esprimilo [3]. Fallo dopo una festa, mai provare ad avere una conversazione ragionevole nel bel mezzo del caos.
    • Evita di avere un atteggiamento arrabbiato o seccato. Se ti senti troppo irritato da avere una conversazione proficua e matura, rimandala a un altro momento, quando ti sarai calmato.
  4. 4
    Suggerisci di scendere a compromessi. Potrebbe stare più attento prima o dopo certi momenti della giornata? Potrebbe mettersi le cuffie per limitare i rumori? Potresti farlo tu? Segui il regolamento previsto dal condominio (in particolare, le procedure riguardanti le segnalazioni per disturbo da rumore) come guida per prendere un accordo valido.
    • Leggi il regolamento del condominio e/o della zona residenziale in cui vivi. Invita i vicini a rispettare gli orari in base a quanto è stato stabilito [4].
    • Se non sai bene come prendere un accordo con il tuo vicino, usa il regolamento per guidarti nella risoluzione del problema [5].
  5. 5
    Scrivi una lettera. Se il problema non dovesse risolversi, prova a scrivergli una lettera. Sembra una soluzione formale, ma è anche un modo chiaro ed efficace per esporre il tuo reclamo nel modo meno conflittuale possibile.
    • Prenditi tutto il tempo necessario per scriverla. Come ti è stato consigliato per l'approccio iniziale, sii educato e attieniti ai fatti. Spiega che cosa vorresti ottenere con il tuo reclamo.
    • Conserva una copia della lettera: questo documento serve a dimostrare i passi che hai fatto per risolvere il problema.
  6. 6
    Cerca di annotare ogni singola interazione. Registra subito l'esito di una conversazione, con tutti i fatti e i dettagli che riesci a ricordare. Potrai così dimostrare che hai provato a risolvere il problema da solo.
    • Se il problema non dovesse risolversi o fosse necessario rivolgersi a chi di competenza, avere appunti precisi può aiutarti a sostenere il tuo caso. È utile annotare date e orari, ma anche conservare copie di tutti gli scambi tangibili (messaggi, e-mail, lettere).
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Rivolgersi alle Autorità

  1. 1
    Chiedi aiuto a un mediatore. Se il problema non può essere risolto direttamente, prova a farlo con l'aiuto di un terzo. A volte un membro del consiglio di condominio o un amministratore può facilitare lo scambio, evitando di alimentare conflitti fra te e il tuo vicino [6].
    • Se il condominio non prevede procedure di mediazione, parlane con il locatario o con il responsabile di condominio.
    • Il locatario o il responsabile di condominio ha funzione di mediatore e notifica anonimamente il diretto interessato, a volte con un documento ufficiale [7].
  2. 2
    Se altri approcci non sono andati a buon fine, chiama i vigili urbani, che hanno la competenza necessaria per intervenire nella tua zona. Puoi trovare il numero di telefono online digitando "vigili urbani + città".
    • Quando chiami i vigili, dai il tuo indirizzo completo. Se vivi in un condominio, chiarisci a chi dovrebbero citofonare. Se abiti in un complesso residenziale chiuso, dovrai indicare il codice di accesso.
    • Descrivi concisamente che cosa sta succedendo. Esempio: "Vorrei denunciare un inquilino che sta facendo una festa mancando di rispetto al regolamento condominiale".
    • Se vuoi mantenere l'anonimato per proteggerti da eventuali rappresaglie, spiega all'operatore che non desideri essere contattato dai vigili mandati a verificare la situazione. Si rivolgeranno dunque al tuo vicino, ma non ti coinvolgeranno e non riveleranno la tua identità [8].
  3. 3
    Coinvolgi i carabinieri per affrontare il problema. Se è possibile risolverlo parlandone con il vicino e con la mediazione del proprietario, non chiamarli. Fallo se invece non hai avuto alcun risultato quando hai provato a trovare una soluzione [9].
    • Dovresti chiamare il 112 solo in caso di emergenza, non per un paio di colpetti. Telefona quando il vicino in questione fa una festa che sembra sfuggire a ogni controllo o suona a notte fonda con una band [10].
    • Bisogna chiamare i carabinieri solo se la situazione che genera rumore rimarrà invariata fino al loro arrivo. In caso contrario, parlane con i vigili [11].
  4. 4
    Denuncia il tuo vicino. Prendere provvedimenti legali dovrebbe essere l'ultima spiaggia, da considerare solo dopo aver provato senza risultato tutte le strade possibili per giungere a un accordo. Usa gli appunti presi in occasione di tutte le interazioni avute con il vicino. Sono documenti che permetteranno di esporre il tuo caso in sede civile o penale [12].
    • Denuncialo per i danni concreti che ti ha causato o per intimarlo a cessare le immissioni di rumore.
    • Può essere difficile denunciare qualcuno per danni e richiedere un risarcimento, in quanto determinare il nesso di causalità fra il danno e l'esposizione al rumore è piuttosto soggettivo. Se vuoi comunque fare un tentativo agendo in sede civile o penale, usa il registro che hai aggiornato nel tempo. Dimostra che in diverse occasioni hai subito danni a causa di rumori eccessivi e fastidiosi causati dal vicino che hai denunciato.
    • Dimostra che gli hai chiesto di smettere in diverse occasioni e che il problema non è stato risolto. Documenta che hai chiamato i carabinieri o i vigili e che fra te e il vicino ci sono state interazioni che si sono rivelate infruttuose.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Evitare di Avere Vicini Rumorosi

  1. 1
    Vivi all'ultimo piano di un condominio. Spesso i costi sono superiori, ma è il modo più efficace per evitare di avere vicini rumorosi. All'ultimo piano, i suoni non hanno lo stesso impatto che avrebbero a piano terra. Considera questo fattore quando vai alla ricerca di un appartamento [13].
  2. 2
    Esamina il quartiere in cui intendi affittare o comprare una casa. Analizzare la zona in cui vuoi vivere prima di firmare un contratto è importante per farti un'idea della situazione acustica. Prendi nota di tutto quello che ti circonda.
    • Percorri la via in cui desideri vivere e vedi se ci sono campetti, rampe per skateboard o altre attrezzature che potrebbero generare molto rumore, oppure attirare in massa i bambini della zona [14].
    • Evita le strade con fermate di autobus, incroci con stop, locali, terreni vuoti o centri di reinserimento sociale. In altre parole, tieniti alla larga dalle zone pesantemente trafficate e affollate.
  3. 3
    Spiega subito al proprietario o all'agente immobiliare che per te è importante la tranquillità. Quando vai alla ricerca di un posto in cui vivere, chiarisci che per te è una priorità abitare in una casa relativamente tranquilla [15].
    • Valuta se il proprietario o l'agente immobiliare è disposto ad andare incontro alle tue preferenze. Se si impegna molto per sistemarti in un posto tranquillo, ciò ti dimostra che vuole assicurarsi di offrirti una casa adatta alle tue esigenze.
    • Se fa affermazioni come "In questo condominio vive gente giovane", le feste universitarie saranno all'ordine del giorno. Se per te è un contro non indifferente e la tua priorità è vivere in un posto tranquillo, è il caso di orientarti altrove.
  4. 4
    Considera altri metodi per ridurre il rumore. Per quanto tu faccia di tutto per evitare rumori e/o vicini rumorosi, non potrai mai avere la certezza di sfuggire completamente al problema e prima o poi potresti affrontarlo. È possibile che decidano di costruire un condominio di fronte a casa tua o che un vicino insista a tagliare l'erba alle nove di sabato mattina [16].
    • Investi in un paio di cuffie che cancellano i rumori esterni o in un generatore di rumore bianco per ridurre il volume dei suoni assorbiti da casa tua.
    • Per assorbire i suoni e limitarne l'impatto, puoi anche installare sulle pareti delle trappole acustiche per basse frequenze o dei pannelli fonoassorbenti.
    Pubblicità

Consigli

  • Non provare a fare l'eroe. Affrontare un vicino ubriaco alle tre di mattina è una pessima idea. Invece di risolvere il problema, potresti peggiorarlo.
  • Sii sempre calmo e ragionevole. È molto importante per risolvere la situazione ed evitare conflitti.
  • Usa il buonsenso per decidere come comportarti. Se una richiesta educata ti ha dato buoni risultati in passato, ogni tanto basta rinfrescargli la memoria con delicatezza. Se ti sei sentito minacciato o il tuo vicino è sul piede di guerra, è meglio contattare direttamente le autorità.
  • Se siete entrambi affittuari, prova a mandare copie delle prove che hai raccolto ed eventuali reclami al proprietario o all'amministratore di condominio. I rumori, specialmente fuori orario, spesso vanno contro le regole sancite dal contratto di affitto, dal condominio e dalla città, quindi chiedere aiuto può essere utile.
  • Cerca di avere altri vicini dalla tua parte. Probabilmente non sei l'unico a essere infastidito dagli schiamazzi. Se decidi di denunciare il vicino in questione, chiedi aiuto agli altri, in questo modo la tua causa avrà più peso.
  • Cerca di conoscere i tuoi vicini (rumorosi o meno) prima che si presenti un problema. In caso di difficoltà, questo ti aiuterà a comunicare meglio con loro.
Pubblicità

Avvertenze

  • Se temi che il rumore sia accompagnato da violenza domestica o qualcuno è in difficoltà, chiama subito i carabinieri ed esponi le tue preoccupazioni. Non provare a essere educato evitando di intervenire.
  • Se fai una denuncia, chiedi di mantenere l'anonimato. Anche le persone più ragionevoli potrebbero provare a vendicarsi dopo essere state richiamate dalle autorità.
  • Per quanto tu abbia la tentazione di vendicarti, ricorda che non sarà efficace, specialmente nel lungo termine. Alzare il volume o danneggiare la proprietà altrui ti renderà solo parte del problema.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità