Come Comunicare ai Propri Genitori di Essere Bisessuale

Scritto in collaborazione con: Paul Chernyak, LPC

Rivelare ai propri genitori di essere bisessuale può essere un momento fortemente emotivo. Potresti sentirti nervoso, ansioso o addirittura impaurito. Ricorda che essere bisessuale costituisce una parte importante della tua personalità: con chi e quando condividere questa informazione è una tua scelta. Prima di parlare ai tuoi genitori della tua sessualità assicurati di avere un buon piano in mente: segui alcuni passaggi fondamentali per garantire che la conversazione sia costruttiva, dopodiché potrete lavorare insieme per capire come continuare a convivere serenamente.

Parte 1 di 3:
Prepararsi a Comunicarlo ai Propri Genitori

  1. 1
    Sii a tuo agio con la tua sessualità. Una cosa è essere sicuro delle proprie tendenze sessuali, un’altra è essere a proprio agio con queste. Se ti trovi ad affrontare il senso di colpa, la vergogna o la confusione, potrebbe essere una buona idea aspettare a comunicare ai tuoi genitori che sei bisessuale. Innanzitutto è necessario accettarsi per quello che si è prima di aspettarsi che lo facciano gli altri.
    • Prova a guardarti allo specchio e dire: “Sono bisessuale”. Se ti fa sentire sicuro di te e felice, è perfetto; se invece ti rende nervoso, continua a ripeterlo finché non ti senti maggiormente a tuo agio.
    • Prova innanzitutto a confidarlo a un amico: ti aiuterà ad abituarti all’idea di parlarne.
    • Fare coming out può comportare un grande carico di energia emotiva: è meglio che tu sia sicuro di te prima di affrontare una discussione impegnativa.
  2. 2
    Crea una rete di supporto. Fare coming out in generale può essere difficile. Se non sei sicuro della reazione che avranno i tuoi genitori, potresti sentirti particolarmente impaurito. Assicurati di avere al tuo fianco qualcuno su cui puoi contare: una rete di supporto può aiutarti a sentirti più a tuo agio nell'affrontare la discussione e può anche rassicurarti sul fatto di avere una spalla su cui appoggiarti qualsiasi cosa succeda.
    • Se l’hai già rivelato a un altro membro della famiglia, avvisalo che hai intenzione di parlarne ai tuoi genitori: potrebbe avere qualche consiglio utile da darti su come gestire la discussione.
    • Prendi in considerazione di chiedere a qualcuno nella tua rete di supporto di essere presente nel momento in cui lo dirai ai tuoi genitori, per farti da spalla e darti sostegno.
  3. 3
    Chiedi consiglio alle associazioni che si occupano di queste tematiche. Esistono diverse associazioni, come l’Arcigay, che possono costituire ottime risorse per gestire situazioni come questa. Prima di decidere come e quando dirlo ai tuoi genitori, fai qualche ricerca online e chiedi consiglio ad alcune di queste associazioni.
  4. 4
    Appunta le tue motivazioni. È importante capire perché hai intenzione di comunicarlo ai tuoi genitori. Un buon motivo potrebbe essere che gli vuoi bene e non vuoi avere segreti con loro: forse vuoi evitare di rivelarglielo durante un litigio nel quale potresti rischiare di usarlo come scusa per ferirli.
    • Prenditi un minuto per annotare le tue ragioni. Una di queste potrebbe essere che sei fiero di quello che sei o che sei pronto a vivere apertamente la tua sessualità.
  5. 5
    Scegli un momento in cui i tuoi genitori sono tranquilli. Questo tipo di conversazione potrebbe diventare molto tesa ed emotiva. Per assicurarti invece che sia costruttiva tieni presente ciò che sta avvenendo nella tua famiglia in questo momento: forse i tuoi genitori sono stressati per questioni di soldi? Allora non è un buon momento per avere una conversazione di questo genere. Oppure la nonna si è ammalata di recente? In tal caso è meglio attendere che la situazione si stabilizzi.
    • Se possibile, scegli un momento in cui il clima emotivo a casa è piuttosto disteso. L’ideale è che i tuoi genitori siano in grado di concentrarsi solo su di te.
    • Prova a domandare loro se puoi parlargli dopo cena: anche il fine settimana potrebbe essere un buon momento per una conversazione simile.
  6. 6
    Prepara un piano di emergenza. Presta attenzione alle opinioni che i tuoi genitori hanno riguardo alla comunità LGBT: li hai mai sentiti fare commenti negativi nei confronti delle persone bisessuali? Se hai la sensazione che la loro reazione sarà molto negativa, sarà meglio avere un piano di emergenza. Assicurati di avere vie d’uscita nel caso in cui la situazione diventi allarmante o addirittura violenta.[1]
    • Se non sei sicuro di ciò che pensano i tuoi genitori riguardo all’essere bisessuali, guarda con loro qualche programma televisivo o film in cui sono presenti situazioni del genere e chiedi che opinione ne hanno per avere un’idea generale prima di fare coming out.
    • Fai sapere a un amico intimo quando farete questa conversazione. Se pensi che sia necessario, digli che non sei sicuro di come andrà la discussione e chiedigli se puoi restare a dormire da lui in caso tu ne abbia la necessità.
    • Assicurati di avere un po’ di denaro da parte, se c’è la possibilità che i tuoi genitori ti caccino di casa.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Avere una Conversazione Costruttiva

  1. 1
    Parla chiaramente. Cerca di apparire sicuro di te mentre parli. Parla con un tono calmo e chiaro e non girare intorno alla questione: vai diritto al punto e di’ quello che vuoi dire.
    • Per esempio potresti dire: “Mamma, voglio che tu sappia che sono bisessuale. Sono a mio agio con questo aspetto della mia personalità e spero che anche tu lo sia”.
  2. 2
    Rispondi alle domande dei tuoi genitori riguardo all’essere bisessuali. I tuoi genitori potrebbero rimanere sorpresi da questa notizia e non avere idea di che cosa significhi, pertanto sii preparato al fatto che avranno molte domande da farti. Cerca di rispondere il più onestamente possibile, ma non sentirti forzato a condividere aspetti della questione di cui non vuoi parlare. Per esempio potresti dire: “Non si tratta di una scelta ma di come mi sento”. Sii preparato a domande del tipo:[2]
    • ”Sei sicuro?”
    • ”Perché hai fatto una scelta del genere?”
    • ”Non pensi che sia una cosa passeggera?”
  3. 3
    Fornisci spiegazioni. I tuoi genitori potrebbero essere molto confusi riguardo al significato della bisessualità. Per esempio potrebbero chiedersi se significa che ti piacciono per metà i ragazzi e per metà le ragazze o se hai una scala gerarchica. È importante che tu faccia sapere loro che non si tratta di una questione così semplice: spiega che sei attratto da persone diverse per motivi diversi. Ti sarà utile rispondere alle loro domande e aiutarli a capire fornendo loro altre informazioni. In linea di massima potrebbe essere d’aiuto illustrare la comunità LGBT in generale, ma puoi anche chiedere al centro di supporto locale di darti alcune informazioni che possano chiarire il concetto di bisessualità più nello specifico.
    • Raccogli alcuni volantini presso un’associazione LGBT locale oppure richiedi materiale informativo presso un’organizzazione studentesca LGBT, nel caso tu sia uno studente.
    • Fornisci loro alcuni siti web da consultare: saranno più propensi a supportarti se saranno ben informati.
  4. 4
    Aspettati reazioni diverse. Non puoi prevedere esattamente come reagiranno i tuoi genitori. Pensa alle possibili risposte e immagina come reagirai tu stesso. Ricorda che la loro reazione iniziale non sarà necessariamente indicativa di come si sentono veramente: potrebbero necessitare di un po’ di tempo per accettare la novità. Per esempio, anche se all’inizio sembrano scioccati, nell’arco di poco tempo potrebbero dimostrare di avere accettato la cosa ed essere di supporto. Alcune reazioni tipiche potrebbero essere:
    • Shock.
    • Rabbia.
    • Tristezza.
    • Rifiuto.
  5. 5
    Combatti per i tuoi diritti. È auspicabile che la loro reazione sia amorevole e di sostegno: è fantastico se si mostreranno rispettosi sin da subito. Se però non reagissero in modo positivo, non perderti d’animo; se rispondono con parole sgradevoli o offensive, non aver paura di difendere i tuoi diritti.
    • Potresti chiedere loro di non insultarti, in quanto non meriti di essere trattato duramente.
    • Hai anche il diritto di chiudere la conversazione. Prova a dire: “Tutto questo non è costruttivo, penso che mi prenderò una pausa”.
  6. 6
    Prendi in considerazione l’eventualità di rivelarlo prima a uno dei due. Se ti senti più legato a uno dei tuoi genitori, oppure ti fidi maggiormente di uno dei due, potrebbe essere una buona idea parlare innanzitutto con lui o lei. Potrebbe rivelarsi d’aiuto e darti qualche consiglio su come affrontare l’altro.
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Capire come Andare Avanti

  1. 1
    Accetta la loro reazione. Indipendentemente da quale sarà la loro reazione, dovrai accettarla. Ricorda che molto probabilmente saranno sorpresi ed emotivi: invece di discutere o litigare con loro, accetta la loro risposta. Ricorda che ciascuno di noi ha bisogno di un po’ di tempo per processare pensieri ed emozioni.[3]
    • Potresti dire che ti dispiace che si sentano così e che non vuoi fare pressione su di loro, ma speri che cambieranno idea.
  2. 2
    Programma una conversazione successiva. Questa potrebbe rivelarsi una conversazione molto emotiva per entrambe le parti: se hai l’impressione che stiate parlando a vuoto, prendi in considerazione la possibilità di fare una pausa. Potresti suggerire di scegliere un momento futuro per riprendere la conversazione.
    • Suggerisci qualcosa del tipo: “Siamo tutti molto stanchi: possiamo riparlarne sabato?”.
  3. 3
    Sii paziente. Potrebbe essere dura, nel caso non ottenessi una reazione di supporto. Cerca di concentrarti sugli aspetti positivi del vostro rapporto e ricorda che potrebbero non dimostrarsi sempre così arrabbiati o tristi. Prova a concedere loro un po' di tempo per elaborare la novità.
    • Ciò non significa che devi permettere che ti trattino male. Ricorda di difendere i tuoi diritti.
  4. 4
    Prenditi cura di te. Dopo una conversazione simile potresti essere piuttosto stanco. Ricorda di prenderti cura di te dal punto di vista fisico ed emotivo: potresti andare a prenderti qualcosa da mangiare e dedicarti a un’attività rilassante oppure chiedere a un amico se ha voglia di fare quattro passi con te.[4]
    • Dedicati ad attività che ti rendono felice: ascolta la tua musica preferita, guarda un programma divertente in TV o leggi un buon libro.
    Pubblicità

Consigli

  • Sii sicuro di te.
  • Rimani calmo nell’affrontare questo argomento.
  • Aspetta di avere la certezza di essere bisessuale.
  • Rimani ottimista anche se le persone ti insultano.
  • Sii orgoglioso di te stesso.
  • Non essere troppo avventato nel rivelare a tutti la tua sessualità.
  • Sii preparato a reazioni positive e negative.
  • Se sei troppo nervoso per comunicarlo di persona ai tuoi genitori, scrivi loro una lettera, lasciala dove la possono vedere e allontanati da casa per un po’ di tempo.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Counselor Professionale Matricolato
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Paul Chernyak, LPC. Paul Chernyak lavora come Counselor Professionista Matricolato a Chicago. Si è laureato all'American School of Professional Psychology nel 2011.
Categorie: Famiglia

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità