Come Comunicare per Salvare il Matrimonio

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Ci sono dei momenti in ogni matrimonio in cui la comunicazione arriva a un punto morto. Sentimenti feriti, eventi passati e testardaggine possono far sembrare impossibile far tornare tutto com’era una volta. Ma se cambi il modo in cui ascolti il tuo partner e esprimi te stesso nella conversazione potrai farcela. Leggi il primo passaggio e continua fino in fondo se vuoi acquisire degli strumenti per aiutarti a salvare il tuo matrimonio, inizia da ora.

Metodo 1 di 2:
Essere Empatici

  1. 1
    Cerca di comprendere il punto di vista del tuo partner. Una persona si sente arrabbiata, isolata o stremata, può essere difficile per lei andare oltre i propri problemi. I tuoi bisogni non vengono soddisfatti, pensi di star dando più di ciò che ottieni, e la tua pazienza sta giungendo al limite. E il tuo partner? Come si sente? Per quanto può essere difficile spostare l’attenzione dai tuoi ai suoi problemi, questo passaggio è essenziale per riuscire a comunicare meglio.
    • Se ti viene difficile capire come si sente il tuo partner, chiediti come ti sentiresti se fossi nei suoi panni. Come ti sentiresti se dovessi sopportare la mole di lavoro del tuo partner, se dovessi fare il pendolare per due ore al giorno? Per ogni ostacolo che il tuo partner incontra nella vita di tutti i giorni, chiediti come ti sentiresti.
    • Osserva come il tuo comportamento influisce sul tuo partner. Può darsi che il modo in cui ti comporti influisca negativamente sul tuo partner? Ogni volta che senti l’esigenza di fare un appunto critico, mettiti prima nei suoi panni. Per esempio, quando tratti il tuo partner con freddezza, pensa a come ti sentiresti se fossi tu ad essere ignorato.
  2. 2
    Ascolta attentamente il tuo partner. La comunicazione è tanto importante nell’ascolto, quanto lo è nell’espressione. Quando il partner prova a spiegarti qualcosa, l’ascolti? Ascoltare significa sentire veramente ciò che dice qualcuno e fare del proprio meglio per capire il suo punto di vista. Facendo ciò potrai portare il livello di conversazione a un grado più profondo, intimo e onesto.
    • Se la tua mente corre libera quando il partner ti parla, e pensi a come rispondere prima ancora che abbia finito, non stai davvero ascoltando. Metti i tuoi sentimenti da parte mente il tuo partner ti parla.
    • Usa un linguaggio del corpo incoraggiante per aiutare il tuo partner a sentirsi ascoltato. Affrontalo con un’espressione aperta e gradevole. Non corrucciarti e non comportarti come se provassi noia. Potresti farlo senza nemmeno accorgerti degli effetti che provochi.
  3. 3
    Modera le reazioni. Prova a prenderti del tempo per pensare prima di parlare. Pensa alle conseguenze di quello che stai per dire. Pensa a come esporre il tuo discorso in modo che sia chiaro e onesto, non offensivo. Attaccare verbalmente, interrompere, lasciare la stanza o non prestare ascolto sono reazioni improduttive che elimineranno ogni tentativo di comunicazione, anziché incoraggiarlo.
  4. 4
    Prova a rispecchiarti nel tuo partner. A volte le persone hanno difficoltà a capire esattamente ciò che sta cercando di comunicare il proprio consorte. È facile fraintendere le parole di qualcuno e finire per esserne feriti o arrabbiarsi, e nel frattempo causare confusione al partner per via della propria reazione. Rispecchiandoti nel tuo partner puoi risolvere questo problema. Dopo che il partner ti ha detto come si sente, ripetigli la tua interpretazione di ciò che ha detto. Il tuo partner a quel punto dovrebbe capire che questo è quello che intendeva. Lascia che il tuo partner si rispecchi in te. In questo modo riuscirete a capire i vostri stili di comunicazione in maniera migliore.
    • Se un consorte dice, “mi sento abbandonato quando esci il venerdì e mi lasci sola a casa”. La risposta dovrebbe essere, “quello che ho sentito io e che tu stai dicendo che ti senti sola quando esco fuori con gli amici il venerdì sera. Posso capire come ciò ti fa sentire.”.
    • Se un partner dice, “Mi critichi sempre quando provo a fare qualcosa di nuovo.” La risposta dovrebbe essere, “ti sento dire che sono troppo critico. Capisco come ciò ti possa spingere a esitare nel provare cose nuove.”
  5. 5
    Dai al tuo partner il beneficio del dubbio. Questa è la persona con cui sei spostata. La fiducia, l’onestà e le buone intenzioni sono il fondamento della vostra relazione. Credi al tuo partner quando ti dice qualcosa, anche se è difficile da mandare giù. Credere alle parole di qualcuno lo fa sentire ascoltato, rispettato e amato.
    • Credi alle emozioni e ai sentimenti del tuo partner. Credi nelle decisioni che prende. Rispetta il suo modo di fare le cose, da come gestisce i problemi al lavoro a come mette i bambini a letto e da come lava il bagno a come rifà i letti.
    • Se la disonestà si è inserita nella vostra relazione, se non concordi con il tuo partner nelle cose fondamentali, o se hai una buona ragione per non potergli dare il beneficio del dubbio, allora hai un grosso problema tra le mani. Cerca l’aiuto di un consulente di coppia, per farti fornire gli strumenti più adatti per ricostruire la fiducia.
  6. 6
    Stabilite un contatto visivo e fisico. Quando il tuo partner confida in te, guardalo negli occhi. Avvicinati. Queste espressioni fisiche di intimità aiuteranno il tuo partner a sentirsi più a suo agio con te. La rabbia e la mancanza di dispetto invece non riusciranno a consolidare la comunicazione quando sei fisicamente chiuso.
    • Si può parlare anche senza comunicare. Regala un abbraccio, o appoggia la tua testa fra le sue gambe. Non c’è per forza bisogno di dire qualcosa.
  7. 7
    Intraprendete rapporti intimi. Fare sesso regolarmente può aiutare te e il tuo partner a sentirvi nuovamente vicini e compatibili. Vi aiuterà a rilasciare la tensione e a ricordare l’amore che provate l’uno per l’altra. Se avete avuto problemi di comunicazione, può essere difficile approcciarsi in questo senso. Potresti avere paura di essere rifiutato. Ma se non fai almeno una prova, ti allontanerai sempre di più.
    • Fai sentire il tuo partner amato e al sicuro. Non sollevare questioni o iniziare litigi quando siete a letto insieme. Questo è il momento per connetterti a un livello più profondo, rispetto a quello della vita di tutti giorni pieni di seccature e ostacoli a lungo termine. Proteggi quei momenti.
    Advertisement

Metodo 2 di 2:
Esprimere se Stessi

  1. 1
    Sii aperto col tuo partner. Quando tieni i tuoi problemi o le tue preoccupazioni nascoste, questi iniziano a gonfiarsi nella tua mente e diventano un muro tra te e il tuo partner. Non devi dirgli ogni minima preoccupazione, ma quando c’è qualcosa di importante, è sbagliato tenersela dentro, potrebbe ritorcertisi contro. Quando ti apri al tuo partner, potete lavorare entrambi per risolvere i problemi.
    • Sai bene la differenza tra un problema insignificante e uno che merita l’attenzione del tuo partner. Sii onesto con te stesso, anche se è difficile.
    • A seconda di com’è fatto il tuo partner, potrebbero esserci delle controindicazioni dicendo troppe cose. Se il tuo partner è un tipo silenzioso a cui non piace discutere ogni singola cosa, rispetta questo suo aspetto e non fare di ogni farfalla un drago.
  2. 2
    Scegli il momento giusto per le conversazioni importanti. Se tiri fuori un problema importante nel momento sbagliato, ciò che poteva diventare una discussione produttiva e intima potrebbe trasformarsi facilmente in un litigio. Non cercare di mettere sul tavolo delle questioni importanti quando uno dei due ha fretta, è stanco, affamato o distratto. Se ti sembra che uno di questi fattori sia sempre presente, cercate di riservarvi del tempo per intrattenere una chiacchierata tranquilla. Assicurati che entrambi affrontiate la conversazione pronti a comunicare.
    • Cogliere di sorpresa il tuo partner con delle brutte notizie o con delle conversazioni molto impegnative può causargli una risposta fisica: la sovrapproduzione di cortisolo, l’ormone dello stress. Il tuo partner verrà investito da ansia, è avrà molta difficolta a interagire in maniera calma nella conversazione.
      • Considera l’idea di pianificare un momento della giornata o della settimana in cui tu e il tuo partner avete il tempo di parlare senza essere distratti. La mattina di sabato o di domenica, o la sera dopo cena sono entrambe delle buone scelte.
    • Se il tuo partner non è dell’umore giusto per parlare, non obbligarlo. Chiedigli di poter pianificare la discussione più in la, invece.
  3. 3
    Controlla le tue emozioni. Se durante una conversazione intima tendi a scoppiare a piangere, a essere sconvolto o ad arrabbiarti, il tuo partner avrà il timore di affrontarle. Non cercare di intrattenere una conversazione quando ti senti ansioso e agitato. Meglio non trasferire le tue emozioni negative al tuo partner, altrimenti è la ricetta perfetta per un litigio.
    • Ciò non significa che non va mai bene esprimere le proprie emozioni col proprio partner. Ovviamente lo è! Essere emotivamente chiusi è tanto brutto quando essere troppo emotivi. Ma controllare i tuoi stati d’animo invece di scaricarli tutti in una volta può aiutarvi a raggiungere la stessa lunghezza d’onda quando stai cercando di comunicare qualcosa di importante.
    • Fai del tuo meglio per non urlare al tuo partner quando sei arrabbiato. Non solo è improduttivo, ma potresti spaventarlo.
  4. 4
    Impara il modo giusto per litigare. Ogni coppia sposata ha dei litigi. È quando le cose si aggravano in maniera incontrollabile e si trasformano in attacchi personali e accuse, che diventano tossiche per la relazione. È molto importante esprimere se stessi in maniera ragionevole e rispettosa quando si litiga. Non ricorrere mai alle urla, agli appellativi o a mostrare disgusto nei confronti del proprio partner. Faresti un tipo di danno che è difficile da riparare.
    • Conosci bene le molle del tuo partner. Non schiacciarle. Non tirarle MAI in ballo, a prescindere da quanto sei arrabbiato o agitato. Lo scopo non è quello di ferire il tuo partner, ma di farti capire. Essere crudele non faciliterà certo il processo.
    • Ci sono alcune cose che non dovresti mai lasciarti scappare quando parli col tuo partner. Non dire MAI “ti odio”. Non dire “Allora lasciamoci”. Non dire ASSOLUTAMENTE “Non ti ho mai amato/a”. Non dire nessuna di queste parole, a meno che tu non le intenda davvero, perché una volta dette non te le puoi rimangiare, e stai sicuro che il tuo partner non le dimenticherà.
  5. 5
    Inizia le frasi dicendo “Io”, non “tu”. Un accusa che inizia per “tu” è solo benzina sul fuoco di una discussione. “Tu non hai pagato le bollette”, “Tu non hai chiamato quando hai detto che lo avresti fatto”, “Tu hai combinato di nuovo un casino”. Questo tipo di frasi mettono una persona sulla difensiva, la riempiono di sensazioni sgradevoli e le porta spesso a rispondere alla stessa maniera o a chiudere la comunicazione. Nessuno di questi risultati è positivo. Perciò quando c’è qualcosa che vuoi evidenziare, dillo in un modo che non suoni accusatorio. Eccoti degli esempi:
    • ”Ho notato che la bolletta non è stata pagata. Ti dispiacerebbe farlo questo pomeriggio?”
    • ”Capisco quanti impegni hai avuto, ma mi piacerebbe molto se mi aiutassi con i bambini questa settimana.”
  6. 6
    Di’ più cose positive, che negative. Le ricerche mostrano che i membri della coppia che si rivolgono al partner con discussioni positive, anziché con discussioni negative, sono più resistenti e durano di più. Per ogni critica, di’ almeno cinque cose positive, All’inizio può sembrare qualcosa di difficile, ma quando avrai preso l’abitudine, dire cose positive al tuo partner ricorderà a entrambi l’amore che condividete.
    • Fai un complimento al tuo partner se ha fatto bene qualcosa.
    • Di’ qualcosa di carino sulla sua personalità, come “sei sempre ottimista. Amo questa cosa di te.”
    • Di’ qualcosa di carino sul suo corpo
    • Di’ “Ti amo.”
  7. 7
    Resisti al bisogno di vincere. Tu e il tuo partner siete dalla stessa parte. Vi siete uniti in matrimonio perché volevate affrontare il mondo assieme, non per rendervelo più complicato. Non c’è una cosa come “vincere” una discussione. Anche se hai affermato con successo il tuo punto, hai perso, perché essere competitivi col proprio partner erode la fiducia e scalfisce le fondamenta della relazione.
    • Anche quando sai di avere ragione e che il partner sbaglia, non dovresti provare soddisfazione nella sua “sconfitta”. Tornate indietro, invece, e riconsiderate le vostre priorità per riallinearle.
  8. 8
    Illumina le cose ogni tanto. Le coppie che ridono e si divertono mantengono la scintilla accesa molto più a lungo di quelle che non lo fanno. La vita è già piena di preoccupazioni, per questo è importante concentrarsi insieme sulla gioia. Si può trovare la luce anche nei momenti più bui. Se non sei un tipo che scherza molto, il tuo partner rimarrà piacevolmente sorpreso dal tuo tentativo di portare una risata nel vostro rapporto.
  9. 9
    Non riesumare vecchi conflitti, non importa quanto sei tentato di farlo. Nessuno di voi due può fare qualcosa per rimediare a qualcosa che è già successo. Tutto ciò che potete fare è cambiare il modo in cui vi comporterete in futuro. Non ti impuntare!
  10. 10
    Non temere di dire “mi dispiace”. Queste sono le parole meravigliose che possono placare la rabbia del tuo partner. Non lascia spazio a nessun’altro dibattito. Cerca di ammettere di avere sbagliato. La testardaggine non aiuterà la tua relazione.
    Advertisement

Consigli

  • Il sarcasmo, lo scherno, le critiche e le provocazioni non sono gli strumenti adatti a salvare un matrimonio. Ci sono troppe persone che ricorrono ad abusi verbali nei confronti del proprio partner e quando si presenta coi documenti del divorzio in mano inizia a piagnucolare “salvate il mio matrimonio!”. Prima impara a rispettare il tuo partner e a trattarlo come vorresti essere trattato.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Matrimonio

Riferimenti

    Hai trovato utile questo articolo?

    No
    Advertisement