Come Concimare gli Alberi da Frutto

Scritto in collaborazione con: Andrew Carberry

Forse anche tu, come molti proprietari di casa, hai piantato degli alberi da frutto in giardino per aumentare il valore della proprietà in maniera utile ed esteticamente gradevole. Sebbene coltivare questi alberi possa sembrare una vera sfida, con le dovute cure e precauzioni puoi far sì che ogni singola pianta raggiunga il proprio potenziale di crescita. Dovresti apprendere la tecnica corretta di concimazione affinché raggiungano il livello ottimale di sviluppo e la massima produzione di frutti.

Parte 1 di 3:
Definire le Basi

  1. 1
    Esegui il test del terreno. Prima di iniziare il processo di fertilizzazione, assicurati che l'albero ne abbia effettivamente bisogno. Se lo concimi quando non è necessario potresti comprometterne la crescita; è quindi importante eseguire il test del suolo per capire se è opportuno o meno.
    • Per procedere, prendi un piccolo campione di terra dalla base dell'albero e portalo presso un laboratorio privato, universitario o dell'ente locale competente per eseguire l'analisi a un costo relativamente ridotto.
    • Hai bisogno di conoscere il livello del pH e i tipi di nutrienti presenti nel terreno. Idealmente, il pH dovrebbe rientrare nell'intervallo compreso tra 6 e 6,5; se così non fosse, è necessario concimare.[1]
  2. 2
    Considera l'età dell'albero. Questo fattore influisce notevolmente sulla necessità o meno di concimarlo. Se ha circa uno o due anni, puoi ancora aspettare per qualche anno, concentrandoti invece sul rimuovere le erbacce e fornire una quantità adeguata di umidità.
    • Tuttavia, presta attenzione a quanto cresce a ogni stagione; se un albero giovane non si sviluppa abbastanza velocemente è necessario aggiungere del fertilizzante, indipendentemente dall'età.
    • In linea generale, i rami dovrebbero crescere di circa 25-30 cm ogni anno, sebbene sia importante verificare il ritmo corretto per il tipo specifico di albero. Se noti uno sviluppo più lento, è opportuno procedere con la concimazione; se invece è molto più rapido, puoi aspettare diverso tempo.
  3. 3
    Scegli il tipo di concime. Se hai raggiunto la conclusione che devi arricchire il suolo, devi trovare il tipo giusto di prodotto; se vuoi fertilizzare gli alberi da frutto in maniera sicura, devi procurarti quello chiamato "bilanciato", un prodotto costituito da azoto, fosforo e potassio in parti uguali, noto anche semplicemente come fertilizzante NPK.[2]
    • L'etichetta deve riportare la quantità delle tre sostanze; potresti vedere che indica 10-10-10 oppure 12-12-12, vale a dire che è un concime bilanciato e puoi usarlo in tutta sicurezza per i tuoi alberi da frutto.
    • In alternativa, puoi optare per un prodotto biologico, come farina di sangue, farina di cotone, letame di pollo compostato o farina di piume.
    • Per capire quanto concime ti serve, devi valutare l'età dell'albero o il diametro del tronco; in generale, devi aggiungerne mezzo chilo per ogni 2,5 cm di diametro del tronco.
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Concimare gli Alberi

  1. 1
    Indossa guanti protettivi durante questa procedura. Il concime può essere nocivo per la pelle; se decidi di fertilizzare manualmente, devi proteggere le mani con i guanti per tutto il tempo. Puoi acquistare quelli spessi, specifici da giardinaggio, che sono in vendita presso le principali ferramenta o i negozi di casalinghi.
    • Valuta anche di indossare qualche copertura protettiva per occhi e bocca, soprattutto se lavori in una giornata ventosa.
  2. 2
    Mescola il fertilizzante seguendo le istruzioni d'uso. Una volta procurata la quantità corretta di concime, devi diluirla attenendoti alle indicazioni per il tipo specifico che hai acquistato. Molti prodotti devono essere diluiti con una determinata dose d'acqua prima di essere applicati; per conoscere il rapporto di diluizione appropriato, leggi il manuale d'istruzione.[3]
    • A meno che tu non stia usando un concime organico o casalingo, è fondamentale attenersi alle istruzioni d'uso, che devi seguire scrupolosamente.[4]
    • Se hai optato per un concime a base di pellet, probabilmente non è necessario mescolarlo, ma puoi semplicemente raccogliere i granuli dalla confezione e disporli attorno all'albero.
  3. 3
    Versalo nel terreno a 30 cm dal tronco. Se lo metti troppo vicino, puoi danneggiare l'albero; crea un cerchio di concime con un raggio di 30 cm tutto attorno alla base. La quantità precisa da utilizzare dipende dall'età della pianta e dalle istruzioni che accompagnano il prodotto.[5]
    • Se stai usando il concime in pellet, spargilo sempre in cerchio attorno alla circonferenza dell'albero a una distanza di 30 cm circa.
  4. 4
    Spargilo appena oltre la punta dei rami. Le ramificazioni più lunghe definiscono la circonferenza della chioma; anche in tal caso, devi iniziare a diffondere i nutrienti in maniera uniforme partendo da 30 cm dal tronco fino a questa linea esterna. Le radici dell'albero si distribuiscono fino a tale distanza e il fertilizzante permette di stimolarne lo sviluppo, in modo da rafforzare l'albero nel corso del tempo.[6]
    • Puoi concimare usando un rastrello o un altro strumento simile.
    • Prima di iniziare, può esserti d'aiuto tracciare sul terreno il perimetro della chioma; in questa maniera puoi capire fino a dove spargere il prodotto.
  5. 5
    Rispetta il limite massimo di azoto. Puoi aggiungere tale sostanza al suolo degli alberi da frutto in quantità non superiore a mezzo chilo. Se stai utilizzando un prodotto bilanciato 10-10-10, la dose massima che puoi applicare è 5 kg; se stai invece usando un concime 12-12-12, non devi superare i 4 kg, in quanto una dose eccessiva può in realtà limitare la crescita dei frutti.
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Concimare nel Tempo

  1. 1
    Non applicare il fertilizzante troppo presto dopo aver piantumato. La maggior parte degli esperti consiglia di non procedere durante il primo anno, dato che in questo periodo si devono sviluppare le radici. Dovresti evitare di concimarlo anche negli anni subito successivi, a meno che non stia crescendo; se esageri con le dosi in una fase precoce della vita della pianta, puoi compromettere lo sviluppo dei frutti e causare in realtà un rallentamento nella crescita.
  2. 2
    Concima nel momento appropriato dell'anno. Per ottenere i risultati migliori dovresti applicare il fertilizzante all'inizio della primavera, prima che si vedano i boccioli. Se non concimi in questa fase, puoi sempre procedere verso la fine di giugno; tuttavia, non devi aggiungerlo in tarda estate, perché le nuove fioriture verrebbero danneggiate dal gelo invernale.[7]
  3. 3
    Monitora la crescita dell'albero. Per capire quando aumentare il livello di nutrienti, devi misurare la crescita della pianta. Gli alberi sviluppano quelli che sono chiamati anelli di crescita, che definiscono il punto in cui i rami hanno iniziato a svilupparsi l'anno precedente.[8]
    • Per eseguire la valutazione, devi prendere le misure dall'anello di crescita di un ramo fino all'estremità dello stesso e calcolare poi la media di tutte le rilevazioni; il risultato definisce la crescita annuale dell'albero.
  4. 4
    Aumenta la quantità di fertilizzante in base alla necessità. A seconda dello sviluppo della pianta, devi stabilire quanto prodotto usare; assicurati di conoscere le caratteristiche di normalità per il tipo specifico di albero che stai trattando.[9]
    • I meli più giovani dovrebbero crescere mediamente 30 cm all'anno; se noti un ritmo più lento, aumenta la dose di concime del 50% tra il secondo e terzo anno di vita.
    • Se hai piantato dei peri, assicurati di concimarli quando crescono meno di 15 cm per anno.
    • Se hai altri tipi di alberi da frutto, evita di applicare il fertilizzante finché non iniziano a produrre i primi frutti; a questo punto puoi cominciare a concimarli ogni anno con un prodotto 10-10-10.
  5. 5
    Calcola la quantità di concime da usare. Questa dipende dall'età e dalla dimensione dell'albero. Puoi fare un semplice calcolo per stabilire la dose esatta di nutrienti da applicare. L'albero ha bisogno di 50 g di azoto per ogni anno di crescita (questo significa 100 g il secondo anno, 150 g il terzo e così via) oppure per ogni 2,5 cm di diametro del tronco. Per stabilire il dosaggio appropriato, dividi la quantità di azoto di cui ha effettivamente bisogno l'albero per la quantità di quello presente nel fertilizzante di tua scelta.[10]
    • Se non sei particolarmente bravo in matematica, puoi usare un calcolatore online; ricorda tuttavia di applicare al massimo 500 g di azoto all'anno per ogni pianta.
    Advertisement

Avvertenze

  • Tieni il fertilizzante lontano dalla base dell'albero per nutrire le radici in maniera corretta.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Esperto in Sistemi Alimentari
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Andrew Carberry. Andrew Carberry collabora con orti didattici e programmi di distribuzione di prodotti a chilometro zero nelle scuole dal 2008. È attualmente un Incaricato del Programma presso Winrock International, dove lavora nel Team di Sistemi Alimentari Basati sulla Comunità.
Categorie: Giardinaggio

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement