Come Condurre un Vero Esperimento

Gli studi scientifici sono vitali per il progresso della medicina. Uno dei più semplici e utili di questi studi è un vero esperimento. Un vero esperimento viene effettuato quando un ricercatore ha il pieno controllo su tutto l’iter dello studio. Al contrario, in un esperimento naturale (o quasi-esperimento), il ricercatore osserva i risultati e ha un controllo solo parziale su ciò che succede. Pertanto, i veri esperimenti sono più utili in situazioni in cui viene testata l'efficacia di un trattamento. Questi esperimenti dimostrano di essere utili ai ricercatori di tutti i livelli, dal medico allo studente di scuola superiore.

Passaggi

  1. 1
    Determina quale trattamento sta per essere studiato. Il trattamento è una medicina, un programma di dieta ecc.?
  2. 2
    Scegli i soggetti che avranno una parte nello studio.
    • Questo dovrebbe essere fatto in modo casuale per includere diverse età, anamnesi, provenienze, etnie e generi, a meno che lo studio non sia specifico per una particolare età, genere o qualsiasi altro gruppo distinto. Per esempio, non ha senso testare l'efficacia dei contraccettivi orali tra i maschi.
    • È anche importante selezionare un gruppo grande abbastanza da produrre dati statisticamente validi. Un gruppo troppo piccolo porterà a risultati che non sono rappresentativi di un intero popolo. Tuttavia, un gruppo troppo grande renderà difficile gestire lo studio.
  3. 3
    Dividi i soggetti in due gruppi casuali; uno sarà il controllo e l’altro riceverà il trattamento in prova.
    • Al gruppo di controllo sarà dato un placebo o una forma alternativa di trattamento e darà un risultato di base con cui saranno confrontati i risultati del gruppo che sta testando il trattamento. Questo gruppo serve anche per eliminare l’effetto placebo, che può alterare i risultati.
    • Se possibile, i soggetti non devono sapere a quale gruppo appartengono fino al termine della loro partecipazione (questa tecnica è nota come “studio in cieco”).
    • Idealmente, anche gli sperimentatori dovrebbero non essere a conoscenza del gruppo di appartenenza di ciascun soggetto (in questo caso lo studio è definito “in doppio cieco”). Questa condizione si può ottenere facendo in modo che diverse persone si occupino di assegnare i soggetti a uno dei due gruppi, di somministrare il trattamento e di valutare i soggetti dopo il trattamento.
  4. 4
    Determina il lasso di tempo durante il quale verrà somministrato il trattamento.
    • Questo è importante perché il tempo può alterare gli effetti del trattamento, se il periodo è troppo lungo o troppo corto.
    • Il periodo appropriato dipenderà dal tipo di trattamento in fase di studio.
  5. 5
    Somministra il trattamento e il placebo ai rispettivi gruppi.
  6. 6
    Interpreta i risultati dello studio usando un’analisi statistica chiamata “test T”.
    • Un test T determina se esiste una differenza statisticamente significativa tra le due popolazioni (gruppo di trattamento e gruppo placebo).
    • È semplice effettuare un test T utilizzando un programma come Microsoft Excel; il risultato di questo calcolo sarà un valore P.
    • Per calcolare il valore P in Excel, i dati raccolti devono prima essere copiati in un foglio bianco. Poi, inserendo la funzione test T, Excel ti guiderà attraverso i passi necessari per calcolare questo valore. Le due matrici risultanti si riferiscono ai due gruppi; una matrice è per i dati del gruppo placebo, l’altra è per i dati del gruppo trattamento.
    • Se il valore P è minore di 0,05, allora si conclude che le due popolazioni sono diverse. In un vero esperimento questo significa che il trattamento ha un effetto diverso su un soggetto rispetto al placebo, quindi il trattamento è efficace.
    Pubblicità

Consigli

  • Un test T è un buon modo di cercare le differenze tra due gruppi. Quando i soggetti sono divisi fra tre o più gruppi, al posto di questo può essere usata l'analisi della varianza.
  • Esempio: al fine di studiare gli effetti di un nuovo farmaco contro la cefalea, i ricercatori selezionano 80 soggetti a caso. Dividono i soggetti in due gruppi da 40: a un gruppo è data una pillola di zucchero (placebo), all’altro è data la nuova medicina contro il mal di testa. I ricercatori danno ai soggetti i trattamenti per 3 settimane. Dopo il periodo di tempo indicato, i ricercatori contano il numero di mal di testa per ogni soggetto. A questo punto effettuano il test T e calcolano il valore P per le due popolazioni. Il valore P risulta essere 0,03, perciò vi è una differenza significativa tra il gruppo placebo e il gruppo di trattamento. Quindi, i ricercatori concludono che il nuovo farmaco è efficace nel trattamento del mal di testa.
Pubblicità

Avvertenze

  • Assicurati sempre di prendere in considerazione l'etica nella conduzione di questo tipo di studio. Non somministrare nulla che possa essere dannoso per un soggetto. Ferma lo studio in caso di effetti avversi. Mai negare trattamenti sapendo che possono migliorare la salute di un soggetto.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 17 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Scienze

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità