Come Condurre una Discussione

La tradizione vuole che il miglior modo di imparare (e insegnare) è sedersi con un gruppo ristretto e parlare approfonditamente di un argomento specifico. Se ti trovi a dover guidare un corso all'università o a scuola, o se sei semplicemente interessato a modi alternativi di imparare, puoi usare i seguenti passaggi per imparare come condurre un dibattito interessante.

Passaggi

  1. 1
    Decidi l'argomento e lo scopo del dibattito. Vuoi discutere di un libro, un film o un'esperienza condivisa? Quale tema principale vorresti affrontare? E' un argomento basato sui tuoi obiettivi settimanali e sull'obiettivo finale di apprendimento?
  2. 2
    Restringi il campo. Una volta stabilito l'argomento generale, restringi l'ambito. Se stai leggendo Romeo e Giulietta, per esempio, vorresti discutere dei benefici e degli svantaggi dell'amore in giovane età? Oppure del tema della fretta a confronto con la moderazione? O del ruolo di guida dell'uomo più anziano nei confronti del più giovane, come accade in Romeo e Giulietta?
  3. 3
    Scegli una domanda iniziale. Le migliori domande non sono né troppo aperte né troppo chiuse. Le domande chiuse (sì/no) bloccano la discussione, mentre quelle troppo aperte tipo "Cosa ne pensate delle coppie che si sposano troppo giovani?" disincentivano troppo. Le migliori domande sono abbastanza aperte da avere alcune risposte possibili, ma sono anche chiuse a sufficienza da permettere alle persone di affrontarle e sentirsi motivate per iniziare un dibattito. Un buona domanda potrebbe essere: "In che modo il Frate sbaglia a consigliare Romeo? In che modo invece riesce nell'obiettivo?"
  4. 4
    Preparati. In qualità di leader del dibattito, preparati diverse domande "rilevanti". Preparati a proporre subito la domanda successiva, non appena la discussione muore, quando gli altri hanno bisogno di nuovi spunti. Per un dibattito di 2 ore, 2-5 domande rilevanti dovrebbero bastare. E' bene avere anche altre 2-3 domande più brevi collegate a quelle principali.
  5. 5
    Stimola il dibattito. Non condividere semplicemente le tue emozioni o le tue opinioni senza supportarle con un contenuto. Se qualcuno dice: "Il Frate non avrebbe dovuto dare consigli a Romeo!" chiedi il motivo di quest'affermazione e discuti possibili opinioni a supporto o contrarie. Utilizza il modello dei "pro e contro", argomenta una posizione e poi argomenta contro di essa. Quale conclusione avrebbe la meglio in un tribunale?
  6. 6
    Muoviti dal conosciuto al non conosciuto. I buoni dibattiti dipendono dall'ignoranza dei partecipanti. Se sai già tutto, come puoi imparare? Se pensi di aver risposto alla domanda, approfondisci e trova un altro particolare che non comprendi, o spostati su un'area di interesse vicina. Per esempio, potresti dire: "Sappiamo che il Frate dà consigli a Romeo e siamo d'accordo che sia stata una cattiva idea. Sappiamo che consiglia anche Giulietta... Anche questa è stata una cattiva idea o c'è qualcosa di diverso in lei che cambia la situazione?
  7. 7
    Sfrutta le diverse personalità. Chiedi ai membri più silenziosi cosa ne pensino dell'argomento; e con delicatezza frena quelli che non riescono a smettere di parlare, non dando agli altri la possibilità. Assicurati che tutti abbiano l'opportunità di essere ascoltati.
  8. 8
    Sintetizza man mano che procedi. Per esempio, dopo aver discusso dei modi in cui il Frate ha fallito come mentore per 20 minuti, fermati e chiedi al gruppo: "Quindi, cosa abbiamo detto finora?" Ricapitola e concedi del tempo per respirare, raccogliere i pensieri e ricominciare a pensare.
  9. 9
    Ricapitola tutto il dibattito. Una volta concluso il tempo a disposizione (o quando gli altri sono stanchi o pronti ad andare via), fai un riassunto completo di ciò che è stato detto. "Abbiamo detto che il Frate ha sbagliato a dare a Romeo un consiglio che non era destinato al suo bene, ma al bene dell'intera città. Siamo stati d'accordo sul fatto che il suo consiglio a Giulietta, non altrettanto motivato politicamente, fosse accettabile. Abbiamo detto che i consigli dovrebbero essere dati in modo personale e che non bisognerebbe tessere i propri piani politici attraverso gli altri. Tuttavia alcuni di noi non concordavano con questo e hanno detto che il bene della città era più importante del bene di Romeo..." Se non riesci a ricordare ogni cosa, va bene lo stesso.
  10. 10
    Lasciali con delle domande. Chiudi il dibattito con una domanda correlata, un "suggerimento per ulteriori approfondimenti". Questo darà a tutti qualcosa da pensare nei giorni successivi.
    Advertisement

Consigli

  • Mantieni un atteggiamento positivo. Se il dibattito diventa difficile, ricorda che chiunque può imparare dalla discussione e divertirsi. Ci sono molti programmi di istruzione basati sul dibattito per scuole medie e anche per asili! Le domande motivano e conversare è naturale come respirare, quindi se diventano difficoltose, vai avanti!
  • Socrate era un leader del dibattito. Impara da quelli vissuti prima di te.
  • Concediti almeno 1 ora, ma tieni a mente che per i migliori dibattiti (quelli che "generano nuove domande e aprono nuove prospettive alla conoscenza") ci vogliono 3 ore affinché si sviluppino.
  • A volte la domanda più importante è quella più difficile da rispondere. "Cosa è l'essere umano?" Benché non ci sia una risposta scientifica soddisfacente a questa domanda, è pur sempre una domanda importante. Esplora insieme al gruppo le questioni che catturano il vostro interesse, anche se non riuscite a spiegarne il "valore effettivo". I più importanti dibattiti possono finire senza accordo o conclusione. Possono finire chiarendo le differenze e quindi l'accordo sul disaccordo!
    • Ci sono generalmente due tipi di dibattiti: Teorici e Pratici. Distingui tra il dialogo che porta alla scoperta della verità e quello che porta al consenso e all'azione, e chiarisci a tutti quale dei due è in corso!
  • Molti ritengono che i dibattiti aperti tra partecipanti consenzienti diventano una specie di assurdità. Se qualcuno nel gruppo inizia a pensarla così, una buona domanda da porsi è: "Perché questo è importante?" Impiega del tempo a decidere quali progetti vale la pena sviluppare, quali no, e poi approfondisci.
  • Fornisci più di un'affermazione. Cerca di aprire un nuovo dibattito non appena uno è terminato.
Advertisement

Avvertenze

  • Molti diventano emotivi quando le loro affermazioni vengono messe in discussione o le loro credenze vengono rifiutate. Devi aspettarti che qualcuno possa arrabbiarsi o ritirarsi. Per ridurre al minimo questi comportamenti, attieniti a frasi come "Io credo _____ perché ____" anziché "tu hai torto" a meno che qualcuno non abbia apertamente torto.
  • Consenti alla discussione di passare da un punto all'altro. La tradizione, l'esperienza e le ultime ricerche indicano che una conferenza, che sembra essere più organizzata, non è un metodo per imparare in modo più duraturo né efficace. Attieniti al processo!
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • 2-15 persone interessate a imparare dal dibattito.
  • Un argomento. I libri sono perfetti, ma ci sono altri mille possibili argomenti tratti da film, da esperienze condivise, da eventi di attualità, ecc.
  • Una mente
  • Curiosità
  • Da 1 a 3 ore di tempo

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 33 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Comunicazione

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement