Come Congelare le Prugne

Se durante l’estate hai una quantità abbondante di prugne, puoi congelarle per conservarle anche un anno, così potrai gustarle fino al prossimo raccolto. Sono deliziose e dolci anche tolte da freezer e consumate al naturale oppure puoi utilizzarle per un plum cake o una crostata di frutta. Continua a leggere per imparare a congelare le prugne a spicchi, in uno sciroppo oppure intere.

Metodo 1 di 3:
A Spicchi

  1. 1
    Raccogli o acquista delle prugne mature. Scegli quelle che hanno una bella forma, senza macchie, imperfezioni o zone corrugate. Per poterle congelare devono essere al picco di maturazione con un sapore dolce e pieno. Non mettere nel freezer quelle che sono ancora leggermente acerbe o troppo mature, dato che non avranno né un buon sapore né una buona consistenza una volta scongelate.
    • Fai un test di assaggio prima di surgelare un lotto di frutta. Mangiane una, se è rossa e polposa con il succo che ti scorre sul mento, allora anche tutte le altre dovrebbero essere pronte per la conservazione. Se è acida, granulosa e dura allora è meglio non procedere.
    • Se le prugne sono un po’ dure, puoi lasciarle a temperatura ambiente per qualche giorno per portare a termine la maturazione. Congelale quando sono pronte.
  2. 2
    Lavale. Mettile sotto l’acqua corrente fredda e strofinale con le dita delicatamente. In questo modo elimini sporco e detriti.
  3. 3
    Taglia le prugne in spicchi. Usa un coltello affilato e affettale in pezzetti spessi circa 2,5 cm. Elimina i noccioli e gli steli. Continua in questo modo finché tutto il lotto di frutta sarà tagliato.
  4. 4
    Disponi gli spicchi su una teglia da forno. Stendili in un unico strato senza che si sovrappongano, così non si incolleranno fra loro quando li congelerai. Copri il tutto con della pellicola trasparente.
  5. 5
    Metti la teglia nel congelatore finché le prugne sono dure. Devono diventare asciutte, dure e non appiccicose. Ci vorrà un’ora circa.
  6. 6
    A questo punto trasferisci i pezzi di prugna in sacchetti per il congelatore. Riempi ciascun sacchetto lasciando 2,5 cm di spazio libero ed elimina tutta l’aria in eccesso (oppure usa una macchina per il sotto vuoto). Puoi usare una cannuccia per aspirare l’aria e chiudere i sacchetti in maniera quasi ermetica. L’aria potrebbe causare delle bruciature da freddo sulla superficie delle prugne.
    • Queste fette asciutte e congelate si conservano in freezer fino a 6 mesi.
    • Se desideri che le prugne durino più di sei mesi, devi trasformarle in sciroppo per evitare le bruciature da freddo.
  7. 7
    Utilizza le fette congelate. Sono ottime da aggiungere ai frullati o per essere utilizzate nei dessert e crostate di frutta. Inoltre sono un tocco decorativo ai cocktail e ai drink a base di frutta, possono anche sostituire i cubetti di ghiaccio.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Nello Sciroppo

  1. 1
    Lava le prugne mature. Raccogli quelle fresche, mature che non presentano macchie, imperfezioni o zone corrugate. Assaggiane una per assicurarti che siano perfettamente mature e non acerbe o quasi marce. Risciacquale sotto l’acqua corrente fredda per rimuovere detriti e sporco.
    • Se sono ancora un po' acerbe, lasciale a temperatura ambiente per qualche giorno prima di congelarle.
  2. 2
    Pela la frutta. Dato che devi conservarla in uno sciroppo e congelarla, la pelle perde la sua consistenza piacevole e potrebbe diventare molle. Puoi saltare questo passaggio se ti piace la buccia delle prugne, ma alla fine verrai ricompensato dallo sforzo. Puoi pelare le prugne usando la stessa tecnica per sbucciare i pomodori.
    • Porta a bollore una pentola grande piena di acqua.
    • Riempi una ciotola di acqua e ghiaccio.
    • Con un coltello pratica un’incisione a "x" sulla punta di ciascun frutto.
    • Metti le prugne in acqua bollente per 30 secondi.
    • Toglile dalla pentola e trasferiscile nell’acqua ghiacciata per 30 secondi.
    • A questo punto sei in grado di togliere la buccia in striscioline, infatti il processo di sbiancatura consente di allentare la buccia dalla polpa e rendere la sua rimozione più semplice.
  3. 3
    Affetta la frutta a metà e togli il nocciolo. Usa un coltello affilato e lavora attorno al nocciolo. Apri le due metà, stacca e getta il nocciolo. Continua così finché non hai preparato tutto il lotto di frutta.
    • Se lo desideri puoi affettare le prugne, ma conserveranno meglio la loro consistenza se le lasci a metà.
    • Se sei preoccupato che la frutta possa scurire in freezer, cospargila con del succo di limone per proteggerne la superficie. L’acido citrico preserva il colore naturale della frutta. Puoi anche acquistare un prodotto specifico studiato per questo scopo.
    • Se preferisci non tagliare le prugne a metà, devi comunque rimuoverne il nocciolo. Dovrai quindi acquistare uno snocciolatore apposito per questa operazione che lasci intatta la polpa.
  4. 4
    Mescola le prugne con una soluzione di zucchero. Conservarle in uno sciroppo dolce le mantiene fresche più a lungo (12 mesi). Mettile in una ciotola e versa sufficiente sciroppo per coprirle completamente. Ecco qualche idea per preparare la miscela:
    • Sciroppo chiaro. Per prepararlo scalda 720 ml di acqua con 150 g di zucchero all’interno di un pentolino. Mescola la miscela fino a quando lo zucchero si è disciolto e poi aspetta che lo sciroppo sia freddo prima di aggiungerlo alle prugne.
    • Sciroppo concentrato. Se preferisci una miscela molto dolce, scalda 720 ml di acqua con 300 g di zucchero in un pentolino. Mescola fino a quando lo zucchero si è dissolto e poi travasa il tutto sulle prugne.
    • Succo di frutta. Prova ad aggiungere il succo di prugne, di uva o di mela. Non c’è bisogno di scaldarlo, versane solo quanto ne serve per coprire le prugne.
    • Zucchero al naturale. Alcune persone usano lo zucchero puro per estrarre il succo naturale delle prugne. Si tratta di una tecnica che offre un prodotto delizioso ma molto dolce. Per farlo, versa dello zucchero raffinato sul fondo del contenitore per il freezer. Aggiungi uno strato di prugne e poi altro zucchero. Continua ad alternare gli strati fino a riempire del tutto il contenitore.
  5. 5
    Riponi la frutta nei sacchetti per congelatore. Aggiungi le prugne e lo sciroppo in ogni sacchetto lasciando uno spazio libero di circa 2,5 cm. Utilizza una macchina per il sottovuoto o una cannuccia per estrarre l’aria in eccesso e garantire una chiusura ermetica. Etichetta i sacchetti con la data. Sovrapponi vari sacchetti nel congelatore per risparmiare spazio.
  6. 6
    Scongela le prugne, Quando vuoi consumarle, semplicemente toglile dal freezer e riponile in frigorifero o sul bancone della cucina. Potrai mangiarle direttamente dal sacchetto. Sono ottime se accompagnate dal gelato alla vaniglia, ma anche da sole con un po’ di panna montata.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Intere

  1. 1
    Lava le prugne. Quando decidi di congelarle intere, è indispensabile scegliere delle prugne fresche, mature, succose e dolci. Migliore è il sapore prima di congelarle e migliore sarà quello della frutta scongelata. Risciacquale sotto l’acqua corrente fredda per rimuovere ogni traccia di sporco.
    • Se sono ancora un po’ acerbe, lasciale a temperatura ambiente per completare la maturazione prima di congelarle.
  2. 2
    Riponi i frutti in sacchetti per congelatore. Devi semplicemente metterli interi, così come sono nei sacchetti per congelatore cercando di riempire i sacchetti il più possibile. Usa una cannuccia o una macchina per il sottovuoto per estrarre più aria possibile. Etichetta ogni sacchetto e mettilo in freezer.
  3. 3
    Mangia le prugne congelate. Se desideri una sferzata di freschezza puoi mangiarle così come un “ghiacciolo naturale”. La loro consistenza sarà sorprendentemente deliziosa, soprattutto nelle giornate torride. Se preferisci, comunque, puoi scongelarle lasciandole sul bancone della cucina.
    Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Congelatore
  • Contenitore adatto per il freezer, lungo e piatto
  • Coltello e tagliere
  • Etichette e pennarello per datare i contenitori


Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Frutta & Verdura

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità