Come Conservare l'Acqua per Sopravvivere in Casa

Molti disastri che possono bloccarti a casa limiteranno l'approvvigionamento di acqua pulita e sicura. In caso di terremoto, alluvione, incendio, attacco terroristico o un'altra catastrofe di natura umana o naturale, l'accesso a dell'acqua potabile sicura è fondamentale per la sopravvivenza. Se vuoi essere preparato a questa eventualità, metti in cima alla lista delle priorità la creazione di una riserva di acqua.

Passaggi

  1. 1
    Calcola il fabbisogno d'acqua della tua famiglia. Somma i numeri seguenti per calcolare l'acqua che devi conservare (per un minimo di 3 giorni, possibilmente di più):
    • Per bere, ogni persona dovrebbe avere 4 litri d'acqua potabile al giorno.
    • Per l'igiene personale ogni persona dovrebbe avere 4 litri d'acqua potabile al giorno.
    • Per i sanitari (gabinetto), ogni persona ha bisogno di 8-25 litri al giorno, ma l'acqua non dovrà essere potabile. Se hai la possibilità di scavare una latrina in giardino, questo numero può scendere, ma devi tenere in considerazione l'acqua necessaria all'igiene personale (lavare le mani e le parti intime).
    • Non dimenticare gli animali domestici. Anch'essi avranno bisogno di acqua potabile pura.
  2. 2
    Riempi i contenitori fino all'orlo e poi metti il coperchio. Non lasciare dell'aria.
  3. 3
    Trova il metodo migliore per conservare l'acqua. È consigliabile predisporre più contenitori di dimensioni diverse. Anche se un barile o una cisterna sono ottimi per conservare molta acqua, pensa all'eventualità in cui sei costretto a spostarti per sopravvivere altrove e puoi prendere solo quello che riesci a trasportare. Pensa all'eventualità in cui persone anziane, esili o malate debbano badare a se stesse e portare l'acqua. Contenitori di dimensioni diverse ti permettono di affrontare al meglio ogni scenario.
    • Usa contenitori di plastica per alimenti o cisterne per l'acqua piovana.
    • Non usare tipi di plastica che possano contaminare l'acqua.
  4. 4
    Conserva l'acqua. La durata di conservazione dell'acqua dipende dal contenitore, dalla temperatura, dall'illuminazione, ecc. Non potrai usare dell'acqua contaminata, perciò segui queste linee guida:
    • Usa contenitori opachi. Se acquisti bottiglie d'acqua come riserva, sostituiscile dopo qualche mese. Usa le bottiglie sostituite per annaffiare le piante o bere.
    • Conserva l'acqua lontana dalla luce del sole. Non dare alle alghe e altre forme di vita la possibilità di crescere nell'acqua.
    • Conserva l'acqua lontana dalle fonti di contaminazione come pesticidi, fungicidi, insetticidi, benzina, vernice e altre sostanze chimiche.
    • Non conservare l'acqua dove può congelare. Un blocco di ghiaccio non ti sarà utile se non avrai una fonte di calore per scioglierlo. Un'eccezione a questa regola esiste per chi vive in zone tropicali, dove l'acqua congelata potrà essere sciolta a temperatura ambiente.
  5. 5
    Tratta l'acqua se vuoi conservarla per più di 6 mesi. Se non vuoi trattare l'acqua, sostituiscila con acqua fresca.
  6. 6
    Etichetta e sostituisci ciclicamente l'acqua. Dovrai datare ogni bottiglia, così da sapere quando sostituirla. Per ricordare di sostituire l'acqua, puoi decidere di farlo quando sostituisci le batterie dell'allarme antincendio, ma anche quando cambi l'ora per mettere l'ora legale o per tornare all'ora solare.
  7. 7
    Impara come trattare l'acqua se necessario. L'acqua potabile non ha bisogno di essere trattata, ma basta sostituirla periodicamente. L'acqua che deriva invece da fonti non trattate, può essere purificata come segue:
    • Versa una goccia di candeggina per pavimenti non profumata in ogni litro d'acqua.
    • Mescola bene.
    • In alternativa, puoi usare una soluzione che è possibile acquistare nei negozi per il campeggio specifica per il trattamento dell'acqua. Fai delle ricerche per trovare la migliore.
  8. 8
    Conserva l'acqua in un luogo a cui sia facile accedere. Potresti conservarla in diverse zone della casa per riuscire a raggiungerla anche in caso di crolli o cedimenti. Può essere una buona idea conservarne un po' anche nel capanno del giardino o in garage.
  9. 9
    Impara dove procurarti dell'acqua in caso di emergenza. In casa esistono dei serbatoi da cui è possibile ricavare dell'acqua:
    • Lo scaldabagno contiene acqua potabile se è collegato all'acquedotto.
    • La cisterna del water è potabile 'se non hai versato un detergente chimico all'interno.
    • Puoi usare l'acqua della piscina per lavare e per esigenze sanitarie, ma non per bere.
    • Puoi usare l'acqua dei fiumi vicino casa solo per combattere gli incendi; molto probabilmente sarà contaminata.
    Pubblicità

Consigli

  • Pulisci sempre i contenitori prima di usarli per conservare l'acqua. Usa della candeggina o un altro prodotto commerciale specifico per questo scopo.
  • Un contenitore portatile non dovrebbe pesare più di 20 kg. Per controllare che un contenitore sia portatile per te, riempilo e prova a trasportarlo. Se non ci riesci, dovrai acquistarne uno più piccolo.
  • L'acqua in bottiglia è adatta alla conservazione, ma deve essere sostituita dopo 6 mesi o 1 anno.
  • L'igiene personale include il lavaggio delle mani, dei denti (conserva molto filo interdentale, per facilitare la pulizia senz'acqua) e un rapido lavaggio del corpo.
Pubblicità

Avvertenze

  • Getta tutta l'acqua che non è trasparente. Se non hai scelta e devi usarla, trattala prima.
  • Se decidi di conservare dell'acqua che non proviene da fonti sicure, ad esempio da un fiume, un pozzo o un lago, trattala prima di metterla nei contenitori.
  • Non usare bottiglie di plastica per latte per conservare l'acqua, perché contengono batteri ed è molto difficile pulirle.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Contenitori di varie dimensioni
  • Candeggina per pavimenti non profumata
  • Liquido o tavolette per il trattamento dell'acqua
  • Fornello da campo e combustibile per bollire l'acqua se necessario

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Casa & Giardino

Riferimenti

  1. Arthur T Bradley, Handbook to Practical Disaster Preparedness, pp. 85-86, (2010), ISBN 978-1453-67887-9 – fonte di ricerca

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità