Come Conservare l'Aglio Fresco

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

L'aglio viene da molti considerato un'erba aromatica, anche se in realtà si tratta di un bulbo molto saporito e profumato, in stretta parentela con la famiglia delle cipolle. Viene molto usato in cucina, ma in pochi sanno che ha anche proprietà medicinali; infatti, è un potente antiparassitario naturale. Lo puoi comprare fresco nel tuo supermercato di fiducia, ma potresti anche coltivarlo nel tuo giardino. Per fare in modo che l'aglio si mantenga più a lungo, è necessario conservarlo in maniera corretta. In questo articolo ti spieghiamo come fare.

Metodo 1 di 2:
Conservare l'Aglio Fresco
Modifica

  1. 1
    Acquista o raccogli l'aglio quando è fresco e sodo. Questo passaggio è molto importante perché l'aglio fresco dura più a lungo.
    • L'aglio deve apparire sodo, con la buccia secca e non deve mostrare segni di germinazione. Un bulbo che ti sembra troppo soffice è indice di un aglio troppo maturo e che potrebbe non durare a lungo, neanche se conservato nel migliore dei modi.
    • Evita di acquistare bulbi d'aglio troppo secchi, striminziti o conservati nei banchi refrigerati dei supermercati.
  2. 2
    La prima operazione è quella di lasciar seccare le teste d'aglio appena raccolte dal tuo orto. Questo passaggio ne favorisce infatti un sapore intenso e concentrato.[1]
    • Lava con cura l'aglio appena raccolto e lascialo seccare in un luogo buio e privo di umidità per circa una settimana.
    • Se vuoi, puoi comporre una treccia con varie teste d'aglio e appenderla per farla seccare.
  3. 3
    Conserva la testa d'aglio intera in un luogo a temperatura ambiente. In molti commettono l'errore di conservarlo in frigorifero, mentre l'aglio preferisce l'ambiente di una stanza fresca (15-16 °C).[2]
    • Non conservare i bulbi d'aglio in frigorifero; si deteriorerebbe molto in fretta. L'umidità del frigorifero favorirebbe infatti l'insorgere di muffe, rendendolo inutilizzabile.
    • Se vuoi, puoi tritarlo e conservarlo in un contenitore ermetico in frigorifero, per un periodo limitato. Non dimenticare di usarlo prima possibile.
    • Non è consigliato congelare l'aglio: il processo ne cambierebbe la consistenza e il sapore naturali.
  4. 4
    Conserva l'aglio in un luogo che abbia un buon ricambio d'aria. Un ambiente ben aerato permette ai bulbi di “respirare” e ne prolunga la durata nel tempo.[3]
    • Conservalo in un cestino di vimini o di tessuto a maglie larghe; in alternativa, scegli un sacchetto di carta o un contenitore che abbia una buona ventilazione d'aria.
    • Non utilizzare sacchetti o contenitori di plastica. Possono favorire l'insorgere di muffe o la germinazione dell'aglio.
  5. 5
    Conserva i bulbi di aglio fresco in un luogo buio e asciutto. La tua cucina, la dispensa o un angolo ombroso del piano di lavoro sono luoghi ideali.
    • Evita di esporre l'aglio alla luce del sole e all'umidità, entrambi ne accelerano il processo di germinazione.
  6. 6
    Consuma rapidamente l'aglio una volta che ne hai rotto il bulbo. La vita del tuo bulbo di aglio si accorcia significativamente in seguito alla sua prima apertura.
    • La durata dell'aglio si riduce quando rompi il bulbo per prelevare i singoli spicchi. Se senti che è diventato troppo morbido, significa che sta andando a male e che deve essere gettato nella spazzatura.
    • Se conservata bene, una testa d'aglio intera può durare anche 8 settimane. I singoli spicchi d'aglio durano invece solo 3-10 giorni.
  7. 7
    Sii consapevole che l'aglio nuovo è differente da quello normale. L'aglio nuovo appena colto deve essere riposto in frigorifero subito dopo la raccolta.
    • È anche conosciuto come “aglio selvatico” e lo si può raccogliere nelle aree dove nasce spontaneo all'inizio dell'estate. Non ha bisogno di essere seccato e per gustarlo al meglio va usato fresco. Puoi tenerlo in frigorifero per una settimana circa.
    • L'aglio nuovo ha un sapore più delicato rispetto a quello secco e può essere utilizzato in cucina per sostituire porri o cipolle.
    Advertisement

Metodo 2 di 2:
Differenti Metodi di Conservazione
Modifica

  1. 1
    Congela l'aglio. Alcune persone si oppongono al congelamento dell'aglio perché sostengono che ne modifichi la consistenza e il sapore, ciò nonostante, se sei tra coloro che usano l'aglio molto raramente, congelare i bulbi o gli spicchi avanzati può essere una soluzione utile. Puoi congelare l'aglio in due modi diversi:
    • Puoi congelare gli spicchi di aglio interi, comprensivi di buccia, avvolgendoli nella pellicola per alimenti o nell'alluminio, oppure inserendoli in un sacchetto sigillabile. In questo modo potrai rimuovere gli spicchi individualmente in base alle tue future necessità.[4]
    • In alternativa puoi sbucciare gli spicchi d'aglio, romperli o tritarli finemente e conservarlo in un sacchetto o nella pellicola per alimenti. Se congelandosi dovesse formare un unico blocco, potrai grattugiarne la quantità necessaria.[4]
  2. 2
    Conserva l'aglio nell'olio. Esistono delle controversie in merito a questo metodo di conservazione, poiché tenere l'aglio infuso nell'olio a temperatura ambiente è stato associato alla crescita di batteri Clostridium botulinum, che possono causare una patologia fatale conosciuta come botulismo. Tuttavia, se l'olio viene conservato nel congelatore, i rischi di sviluppo dei batteri vengono annullati.[5] Se vuoi conservare il tuo aglio nell'olio in modo sicuro:
    • Sbuccia gli spicchi individualmente e immergili completamente nell'olio all'interno di un contenitore in plastica o in vetro. Sigillalo con attenzione e riponilo direttamente nel congelatore. Quando necessario, rimuovi l'aglio dall'olio utilizzando un cucchiaio pulito.[5]
    • In alternativa puoi preparare un purè di aglio e olio extravergine di oliva miscelando in un frullatore una parte di spicchi sbucciati con due parti di olio. Trasferisci la purea in un contenitore adatto al congelamento e sigillalo in modo ermetico. Conservalo in freezer e usalo all'occorrenza per preparare le tue ricette. L'olio preverrà il congelamento e potrai sempre utilizzare il composto versandone un cucchiaio direttamente in pentola.[5]
  3. 3
    Conserva l'aglio nel vino o nell'aceto. Gli spicchi d'aglio sbucciati possono essere conservati nel vino o nell'aceto e riposti in frigorifero fino a 4 mesi. Puoi utilizzare vino rosso o bianco secco, o aceto di vino a tua scelta. Per conservare l'aglio in questo modo, riempi un vaso di vetro con gli spicchi sbucciati, quindi aggiungi il liquido prescelto riempiendo ogni parte di spazio disponibile. Sigilla il contenitore e riponilo in frigorifero.[5]
    • Per conferire all'aglio un sapore extra, puoi aggiungere un cucchiaio da tavola di sale (ogni 240 ml di liquido) e delle erbe aromatiche a tua scelta, come pepe rosa, origano, rosmarino o foglie di alloro. Scuoti il contenitore con attenzione per miscelarne il contenuto.[5]
    • L'aglio dovrebbe restare buono fino a 4 mesi in frigorifero; se noti tuttavia la formazione di muffa sulla superficie del liquido, sarà necessario gettarlo via. Non conservare mai l'aglio sottaceto (o nel vino) a temperatura ambiente, perché la muffa si formerebbe in tempi molto rapidi.[2]
  4. 4
    Secca l'aglio. Un altro modo efficace per conservare l'aglio è quello di disidratarlo. L'aglio disidratato subirà una riduzione in termini di volume e occuperà una piccolissima porzione di spazio nella tua dispensa. Quando lo usi nelle tue ricette, l'aglio disidratato assorbe l'acqua e conferisce un delizioso aroma ai tuoi piatti. Puoi disidratarlo in due modi, in base al clima e alla disponibilità di un essiccatore.
    • Puoi disidratare l'aglio in un essiccatore per alimenti dopo averli sbucciati e tagliati longitudinalmente a metà. In questo caso, utilizza solo la polpa di aglio priva di eventuali macchie o imperfezioni. Riponi l'aglio sul ripiano dell'essiccatore e segui le istruzioni riportate sul relativo manuale. Quando sarà completamente essiccato l'aglio sarà croccante e friabile.[5]
    • Se non possiedi un essiccatore, puoi utilizzare il forno di casa. Come prima, riponi l'aglio sbucciato e tagliato a metà su una teglia da forno e cuocilo per due ore a 60 °C. Quindi riduci la temperatura a 55 °C e prosegui la cottura finché non sarà completamente disidratato.[2]
  5. 5
    Prepara il sale all'aglio. Puoi utilizzare l'aglio disidratato per aromatizzare il sale; i tuoi piatti ne trarranno enormi benefici in termini di sapore. Frulla semplicemente l'aglio essiccato in un robot da cucina, fino a formare una polvere sottile. Aggiungi quattro parti di sale marino per ogni parte di aglio in polvere e frulla nuovamente per 1-2 minuti.[2]
    • Non frullare il sale e l'aglio per oltre 2 minuti per non creare un impasto grumoso.
    • Conserva il sale all'aglio in un contenitore ermetico in vetro e riponilo in un luogo fresco e buio della dispensa.
    Advertisement

wikiHow Video

Guarda

ConsigliModifica

  • Per conservare l'aglio puoi utilizzare dei contenitori di ceramica appositamente costruiti che permettono la libera circolazione dell'aria. Possono essere acquistati in qualsiasi negozio di prodotti per la cucina.
Advertisement

AvvertenzeModifica

  • Non conservare l'aglio, intero o a spicchi, immerso nell'olio a temperatura ambiente, altrimenti favorirai la proliferazione dei batteri conosciuti come Clostridium botulinum.
Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.
Categorie: Erbe & Spezie
Sommario dell'Articolo

Per conservare l'aglio fresco mettilo in un ambiente ben ventilato, come un cestino di vimini o un colino. Quindi, spostalo in un punto della casa buio e asciutto, come la dispensa della cucina. Se desideri conservarlo per molto tempo avvolgilo nella pellicola di plastica, mettilo in un sacchetto per congelatore e infine nel freezer.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement