Come Correggere la Salsa troppo Piccante

Scritto in collaborazione con: Lo Staff di wikiHow

Che tu abbia dimenticato di togliere i semi al peperoncino o abbia usato un cucchiaio di pepe di Cayenna invece che un cucchiaino, sappi che è abbastanza comune sbagliarsi e preparare una salsa troppo piccante. Tuttavia, non devi buttare via tutta la pietanza se, dopo averla assaggiata, hai la bocca in fiamme e il fumo che ti esce dalle orecchie. Prova ad aggiungere ingredienti che mitigano la piccantezza, come il succo di agrumi, di frutta o dei latticini. Se non vuoi fare degli esperimenti, ti basta preparare un altro lotto di salsa senza peperoncino e usarlo per diluire il primo; in questo caso avrai il doppio della dose che avevi previsto, ma puoi conservarla in un barattolo o congelarla.

Metodo 1 di 2:
Mitigare il Sapore Piccante

  1. 1
    Aggiungi altro pomodoro nelle salse rosse. Se hai preparato un condimento a base di questo ingrediente, puoi aggiungerne dell'altro sminuzzato. Come per qualsiasi altro alimento, la dose dipende dalla quantità di salsa che hai già cucinato e quanto vuoi addolcire il sapore.[1]
    • Per iniziare, incorpora mezzo pomodoro e procedi poi assaggiando la salsa.
    • Tieni a portata di mano un bicchiere di latte per calmare le papille gustative.
  2. 2
    Prendi degli agrumi, dello zucchero o del miele. Aggiungere un ingrediente acido e dolce è un rimedio ben noto per minimizzare il sapore piccante; prova a spremere il succo da un quarto di lime e sciogliere un cucchiaio di zucchero o miele.[2]
    • Ricorda che puoi sempre incrementare le dosi, quindi procedi con piccole aggiunte alla volta man mano che assaggi la salsa.
  3. 3
    Aggiungi del coriandolo e una purea di agrumi. Forse sono già presenti nella ricetta originale; aumentandone le quantità puoi quindi rendere la salsa meno forte senza cambiarne drasticamente il sapore. Stacca le foglie da una decina circa di rametti di coriandolo, tritale grossolanamente e frullale con del succo di un lime o di un'arancia.[3]
    • Incorpora un cucchiaino di liquido alla volta finché non ottieni un sapore più gradevole. Se ti rimane del succo, puoi usarlo per condire tacos, panini, uova e verdure saltate in padella.
  4. 4
    Prova un avocado o un cetriolo sminuzzato. "Raffredda" la salsa con un cetriolo! Questo ortaggio, insieme all'avocado, riduce la piccantezza della pietanza, ma se non è già previsto dalla ricetta originale potrebbe cambiare la consistenza e il sapore della salsa. Se sei disposto a fare qualche esperimento, sminuzzane uno o entrambi e mescolali alla preparazione.[4]
  5. 5
    Riduci l'intensità degli ingredienti piccanti con ananas, pesche o melone. Proprio come accade con cetriolo e avocado, anche i frutti dolci cambiano il sapore originale della salsa, ma potrebbero trasformarla in qualcosa di delizioso. Prova a tagliare a cubetti di ananas fresco o in scatola, una pesca matura, un'anguria o un melone verde. Incorpora la frutta poco per volta e fermati quando raggiungi il livello di dolcezza desiderato.[5]
  6. 6
    Servi una cucchiaiata di panna acida. Se l'unico ingrediente che hai a portata di mano è la panna acida, sei fortunato! I latticini sono perfetti per neutralizzare i sapori piccanti. Puoi semplicemente accompagnare la salsa mettendo la panna acida sopra di essa o a lato; se sei disposto a creare un intingolo diverso, mescola i due condimenti finché non hai addolcito quello più intenso.[6]
    Pubblicità

Metodo 2 di 2:
Raddoppiare la Quantità

  1. 1
    Prepara un'altra dose di salsa senza aggiungere alcuna spezia. Se non vuoi alterare la ricetta originale, la cosa migliore da fare è cucinarne un altro lotto, ma senza peperoncini jalapeño, pepe di Cayenna o altri ingredienti piccanti. Fai rosolare i tomatillo, sminuzza il coriandolo, spremi gli agrumi e procedi con tutti i passaggi previsti dalla preparazione.[7]
    • Se prevedi di servire la salsa a una festa, è meglio rispettare la ricetta che conosci; modificarla aggiungendo nuovi ingredienti è una specie di esperimento ed è meglio non usare gli ospiti come cavie.
  2. 2
    Conserva la salsa in frigorifero, se hai esaurito un ingrediente. Forse hai tutto quello che ti serve per un solo lotto di salsa, e si rende quindi necessaria una rapida visita al negozio di alimentari per comprare quello che ti manca per la seconda preparazione. In tal caso, copri la salsa pronta e riponila in frigorifero.
    • Gli ingredienti acidi impediscono lo sviluppo dei batteri, ma non dovresti lasciarla a temperatura ambiente per più di due ore.[8]
  3. 3
    Unisci le due salse. Dopo aver comprato e cucinato gli ingredienti per il secondo lotto, mescola quest'ultimo a quello super piccante.[9] Se hai già riempito la ciotola più grande che hai a disposizione con il primo lotto, è probabile che tu debba usare un po' di creatività.
    • Se hai un grande tegame in acciaio inox che usi per gli arrosti, versa al suo interno metà di ogni lotto; a questo punto dovresti avere spazio sufficiente in una delle due ciotole per miscelare le altre metà.
    • Evita i contenitori di alluminio perché reagiscono con gli ingredienti acidi della salsa conferendole uno sgradevole sapore metallico.[10]
    • Puoi anche usare il sacchetto da freezer più grande che hai.
  4. 4
    Fai sobbollire gli avanzi prima di conservarli in barattoli. Il problema maggiore della diluizione della salsa con quella non piccante è la gestione dell'enorme quantità che rimane. Che tu abbia deciso di congelarla o conservarla in barattoli, devi farla sobbollire per minimizzare il contenuto di acqua e uccidere i germi, un passaggio fondamentale per questo processo.[11]
    • Lascia che bolla delicatamente in una pentola alta, senza coperchio, a fuoco ridotto e mescolandola spesso; in base alla dose d'acqua presente, devi aspettare almeno 60 minuti o finché la salsa non si è addensata.
  5. 5
    Accertati che la salsa che hai preparato possa essere messa in conserva. È necessario che sia abbastanza acida per essere riposta in questo modo, ma non sempre contiene una quantità sufficiente di ingredienti acidi.[12] Le istruzioni della ricetta dovrebbero indicare se il prodotto finito può o meno essere conservato in barattoli; se hai dei dubbi, resta sul sicuro e congelalo. Puoi tenere la salsa nel freezer fino a 6 mesi.[13]
    • Se hai raddoppiato accuratamente tutte le dosi degli ingredienti (tranne i peperoncini) di una salsa che si può conservare, la miscela diluita dovrebbe essere abbastanza acida per essere tenuta in barattoli. È indispensabile che tu abbia raddoppiato le sostanze acide senza esagerare con quelle non acide; se temi di non essere stato abbastanza preciso, limitati a congelare gli avanzi.
  6. 6
    Scongela la salsa in frigorifero. Quando arriva il momento di consumarla e riportarla alla consistenza originale, la cosa migliore da fare è riporla in frigo. Un innalzamento graduale della temperatura evita che il prodotto diventi troppo acquoso; tuttavia, è molto probabile che la salsa contenga comunque più acqua di quanta ne vorresti: in tal caso devi filtrarla per eliminare il liquido in eccesso.[14]
    Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Scritto in collaborazione con:
Redazione di wikiHow
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con il nostro team di editor e ricercatori esperti che ne hanno approvato accuratezza ed esaustività.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità