Come Costruire delle Fondamenta di Cemento

Se sei un appassionato del bricolage e ti piace realizzare dei progetti per la casa, è probabile che tu abbia considerato di costruire tu stesso l'abitazione. Una delle fasi essenziali del procedimento è rappresentata dalle fondamenta; queste sono necessarie anche se prevedi di realizzare un garage, un capanno o una piscina. Ci sono alcuni semplici passaggi per costruire delle basi che resistano alla prova del tempo; con un po' di lavoro duro, pazienza e attenzione ai dettagli, avrai gettato le basi della struttura in men che non si dica.

Parte 1 di 3:
Gettare le Basi per le Fondamenta

  1. 1
    Determina la profondità delle fondamenta. In genere, devono penetrare nel terreno per circa un metro; tuttavia, ci sono diversi fattori da considerare. Se stai scavando in un suolo molto umido, devi raggiungere profondità maggiori; lo stesso vale se stai costruendo su un tratto in pendenza o in prossimità ad esso.[1]
    • Esiste un metodo semplice per valutare il livello di umidità della terra. Raccogli un po' di terriccio con un barattolo di caffè vuoto, lasciando 7-8 cm di spazio libero dal bordo e riempi il resto del contenitore con acqua; aspetta che la terra assorba il liquido e ripeti la procedura. Cronometra il tempo impiegato dalla terra per assorbire l'acqua; un ritmo inferiore a 2,5 cm all'ora indica un terreno poco idratato.[2]
    • A volte, è meglio rivolgersi a un professionista invece di usare metodi di valutazione casalinghi. Un impresario edile è in grado di eseguire dei test diagnostici e dirti tutto quello che c'è da sapere in merito al terreno su cui vuoi costruire; può inoltre misurare quanto è piatta la superficie e determinare se devi modificare o meno la profondità delle fondamenta.
  2. 2
    Realizza un progetto. Questo passaggio è fondamentale e deve essere svolto prima dell'inizio dei lavori. Devi contattare l'ufficio tecnico del Comune per ottenere i permessi e le licenze che ti consentono di gettare le fondamenta e costruire la struttura; devi inoltre far ispezionare la proprietà da un ingegnere in grado di fornirti le informazioni importanti in merito al terreno su cui vuoi edificare.[3][4]
  3. 3
    Pulisci la zona circostante. Devi eliminare l'erba, le radici e i detriti che si trovano attorno al sito delle fondamenta. Il momento dell'ispezione è perfetto per valutare la profondità a cui devi scavare. Se la zona non è piana, usa un escavatore o una pala per livellarla.[5]
  4. 4
    Usa un escavatore. Puoi anche utilizzare una pala, ma ci vuole più tempo e non ottieni sempre un lavoro preciso; la buca per le basi deve essere maggiore delle fondamenta, almeno 60 cm più grande in ogni direzione. Questo spazio in eccesso consente a te e alle persone che ti stanno aiutando di entrare nello scavo e disporre le basi delle fondazioni.[6]
    • La buca dovrebbe essere larga almeno 60 cm e profonda altrettanto, meglio se 90 cm.[7]
    • Ricorda che non devi scavare l'intera area su cui prevedi di costruire la casa, ma solo il perimetro dell'edificio; la superficie in cui si troverà la costruzione viene realizzata nei passaggi successivi.
    • Dopo aver eseguito gli scavi di sbancamento, usa una pala per eliminare la terra e i detriti in eccesso che si trovano ancora nella buca.[8]
  5. 5
    Disponi l'armatura per le basi delle fondazioni. Si tratta di un lavoro indispensabile, perché il cemento ha bisogno di travi di supporto, altrimenti si sgretola. Acquista un'armatura adatta al tipo di basi che prevedi di costruire; puoi svilupparla poi verso l'alto collegando dei tondini di ferro, disponibili nella maggior parte delle ferramenta.
    • Per prima cosa posa l'armatura, aggiungi poi i tondini sopra di essa, distanziandoli gli uni dagli altri di circa 60 cm e tenendoli a 30 cm dagli angoli.[9]
    • In seguito, solleva l'armatura e attaccala ai tondini; dovrebbe esserci un gancio specifico per questo lavoro. Non usare le fascette o lo spago perché danneggerebbero le basi.
    • Accertati che l'armatura sia equidistante da tutte le pareti della buca e dal fondo.
  6. 6
    Versa il primo strato di cemento. Questo dovrebbe essere profondo almeno 60 cm, se non di più. Non devi realizzare grandi pareti sopra un primo strato di piccole dimensioni; le linee guida standard indicano che deve essere spesso almeno 40-50 cm.[10]
    • Assicurati di utilizzare la miscela corretta di cemento; se non c'è abbastanza acqua o c'è troppo cemento, il composto non asciuga nella maniera giusta.[11] Per maggiori informazioni, leggi questo articolo.
  7. 7
    Usa una cazzuola per lisciare il cemento. Accertati che non ci siano crepe o fessure sulla superficie; questo è un dettaglio importante, perché le pareti che innalzerai in seguito devono appoggiarsi su un piano completamente uniforme. Quando il calcestruzzo è asciutto, puoi usare una livella per verificare che sia in piano.[12][13]
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Costruire le Pareti delle Fondamenta

  1. 1
    Costruisci le casseforme. Vengono usate per stabilizzare le pareti delle fondamenta. Le assi che le formano devono essere larghe circa 60 cm e lunghe 3 m, con uno spessore minimo di 3-5 cm; il lato più corto dell'asse deve essere rivolto verso il basso, appoggiato allo strato iniziale di cemento. Ti servono assi a sufficienza per rivestire il lato interno ed esterno della trincea di base, in modo che non ci siano fessure fra le une e le altre.
    • Puoi versare un po' di terriccio al di fuori delle assi esterne per aiutarle a restare ferme e in posizione verticale.[14]
    • Applica delle barre metalliche all'esterno delle assi per tenerle aderenti le une alle altre.[15]
  2. 2
    Mescola il calcestruzzo e gettalo per formare le pareti delle fondamenta. Anche in questo caso, ricorda di preparare la miscela con le giuste proporzioni; leggi questo articolo per avere maggiori dettagli. In linea generale, dovresti realizzare una parete laterale alla volta, considerando anche che la sua altezza oltre il terreno dipende dal livello su cui si appoggerà l'edificio; se vivi in una zona a bassa quota, è necessario che le pareti delle fondamenta spuntino di più dal terreno.
  3. 3
    Fissa una parete di calcestruzzo a quella successiva. Dopo aver gettato la prima, devi inserire dei tondini (dei piccoli pezzi di armatura) nel calcestruzzo, non prima però di aver atteso che il cemento si sia asciugato; successivamente, pratica lungo i lati della parete 3-4 fori distanziandoli di circa 15 cm gli uni dagli altri; esegui questa operazione su entrambi i lati e inserisci i tondini nei buchi.[16]
    • Questo passaggio è importante perché senza tondini le pareti possono smuoversi facendo crollare l'edificio.
    • Getta il cemento per la seconda e terza parete iniziando dalla prima; il cemento si indurisce sopra i tondini e unisce le fondamenta fra loro.
    • Inserisci nuovi tondini nei lati della seconda e terza parete.
  4. 4
    Liscia la superficie delle fondamenta. Puoi usare una cazzuola per spianare il bordo superiore, verificando che non ci siano crepe e fessure; dovresti utilizzare un frattazzo con bordo curvo per lisciare gli spigoli.[17]
  5. 5
    Togli le casseforme. Aspetta che il calcestruzzo si asciughi e poi togli le assi; devi farlo non appena il cemento si è stabilizzato, altrimenti il legno vi resta attaccato. Cerca di sfilare le assi dall'alto per evitare di danneggiare le fondazioni appena gettate.[18]
  6. 6
    Spruzza le pareti con un rivestimento impermeabile. Puoi trovare questo tipo di prodotto nella maggior parte delle ferramenta e nei negozi di articoli per l'edilizia a un prezzo contenuto; si tratta in pratica di cemento in bomboletta spray che permette di rivestire le fondazioni con uno strato protettivo in più, per evitare i danni causati dall'acqua o dagli altri liquidi. Ricorda di trattare entrambi i lati delle pareti.[19][20]
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Gettare le Fondamenta

  1. 1
    Getta della ghiaia, della sabbia e/o dei sassi macinati nello spazio rimasto fra le pareti delle fondazioni. Usa un rastrello per distribuire il materiale in maniera uniforme creando uno strato non più spesso di 2-3 cm.
  2. 2
    Stendi un telo in polietilene sulla superficie della ghiaia. Questo materiale agisce come barriera isolante fra il terreno e le fondamenta evitando che l'umidità, che potrebbe risalire, causi delle fessure e delle crepe lungo le fondamenta; è meglio acquistare un telo fatto su misura per le dimensioni esatte delle fondazioni che stai costruendo.[21]
  3. 3
    Installa una rete metallica e un'armatura sopra la barriera isolante. Le specifiche tecniche in merito allo spessore, alla larghezza e ad altri fattori sono indicate nel regolamento edilizio del Comune; la rete metallica serve per mantenere compatto il cemento ed evitare rotture.[22]
    • Puoi anche aggiungere dei distanziatori che la sollevano e che si inseriscono direttamente nel telo impermeabile; devi metterne uno ogni 5-8 cm.
  4. 4
    Aggiungi l'impianto per il riscaldamento a irradiamento e i tubi di scarico. Questi tubi vanno disposti lungo il bordo esterno delle fondazioni; se non li installi, l'acqua si accumula sotto la casa danneggiando le fondamenta. Verifica se vuoi installare anche un impianto di riscaldamento a pavimento; devi montarlo in questa fase del lavoro, posizionandolo appena sopra il telo in polietilene.[23][24]
  5. 5
    Mescola il cemento e getta le fondamenta. Verifica che la consistenza della miscela sia corretta; per maggiori dettagli leggi questo articolo. Puoi usare un frattazzo per lisciare la superficie e una cazzuola a bordo arrotondato per uniformare gli spigoli; se noti delle piccole irregolarità nel calcestruzzo, aspetta che si asciughi leggermente. Successivamente, siediti sopra un pezzo di gommapiuma (appoggiato sulle fondamenta) e utilizza una cazzuola per rifinire i dettagli.[25][26]
  6. 6
    Inserisci dei bulloni di ancoraggio prima che il cemento si asciughi. Puoi acquistarli presso la ferramenta più vicina; si tratta di elementi importanti perché assicurano la costruzione alla base delle fondazioni. Gli ancoraggi dovrebbero spuntare dal calcestruzzo per circa la metà della loro lunghezza, dovresti distanziarli di 30 cm gli uni dagli altri e posizionarli a 30 cm dagli angoli.[27]
  7. 7
    Aspetta almeno due mesi prima di costruire l'edificio. Devi concedere alle fondazioni il tempo di stabilizzarsi nel terreno; in questo modo, puoi compensare gli slittamenti naturali del suolo che possono verificarsi: non vorrai certo che la casa crolli non appena cominci a realizzarla![28]
    Advertisement

Consigli

  • Inizia con piccoli progetti, ad esempio gettando le fondamenta per un capanno o un gazebo. Dopo aver acquisito la padronanza dei processi di base di questo lavoro, passa a costruzioni più grandi e complesse, come la creazione delle fondamenta per la casa.
  • Decidi se vuoi aggiungere degli elementi come lo scarico dell'acqua o l'impianto di riscaldamento a irradiamento prima di realizzare le fondamenta; devi tener conto della loro posizione prima di gettare il cemento.
Advertisement

Avvertenze

  • Se hai delle difficoltà con qualsiasi fase descritta in precedenza, non dimenticare di chiedere aiuto a degli imprenditori edili o a degli ingegneri. Continuare i lavori nonostante i dubbi potrebbe portarti a infrangere inavvertitamente le leggi sulle costruzioni civili o a commettere degli errori critici.
  • Se non diffondi la sabbia o la ghiaia in maniera uniforme sulla base delle fondamenta, potresti causare delle irregolarità o delle crepe nelle cemento; fai in modo che lo strato di sabbia o ghiaia non abbia grandi variazioni di spessore quando lo distribuisci.
Advertisement

Cose che ti Serviranno

  • Rastrello
  • Pala
  • Metro
  • Cemento
  • Acqua
  • Sabbia, ghiaia, rocce
  • Telo isolante impermeabile
  • Rete metallica
  • Tondini per armatura
  • Ancoraggi
  • Trapano
  • Cazzuola
  • Frattazzo

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 10 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Fai da Te

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement