Come Costruire una Recinzione di Legno

C'è una certa soddisfazione nel costruire con le proprie mani degli oggetti da poter usare ogni giorno e una staccionata di legno è sicuramente un buon progetto da cui partire. Si tratta di un lavoro abbastanza semplice da realizzare anche per i principianti, dato che servono pochi strumenti e abilità. Non dimenticare che in questo modo puoi riuscire a risparmiare considerevolmente! Comincia a leggere per imparare a erigere una staccionata intorno alla tua casa.

Parte 1 di 2:
Assicurarsi il Successo

  1. 1
    Verifica ogni legge e regolamento locale. Devi essere sicuro che la tua recinzione non sia illegale prima di costruirla! Se ci sono delle restrizioni in merito, che siano di quartiere o comunali, e le infrangi, sappi che il tuo lavoro potrebbe essere abbattuto. Rivolgiti all'ufficio tecnico del tuo municipio o all'associazione di quartiere prima di procedere con il tuo progetto.
  2. 2
    Richiedi i permessi. La maggior parte dei Comuni impone di avere un permesso di costruzione per installare una recinzione. In questo modo puoi stare al sicuro! Infatti molti impianti elettrici, del gas, quelli fognari e idrici corrono sotto terra alla profondità a cui tu scaverai. Quando chiederai il permesso di costruire, il Comune controllerà e ti farà sapere quali sono le zone in cui potrai scavare senza problemi.
  3. 3
    Scegli i materiali. Ovviamente è opportuno procurarti un legno che duri per molto tempo. Se usi i legni migliori e li tratti adeguatamente, la recinzione durerà anche vent'anni o più. Ma se acquisti un materiale sbagliato, la struttura potrebbe non superare i 5 anni. Contatta una segheria della tua zona per trovare il legno adatto alle tue necessità.
  4. 4
    Decidi uno stile. Ci sono molti modelli estetici per una recinzione di legno. Fai qualche ricerca prima di iniziare, così non avrai rimorsi in futuro. Esistono staccionate a picchetto, a reticolo, concave o convesse, con le tavole affiancate, a cassettoni e molti altri stili che si diversificano ulteriormente in mille varianti. Ogni modello ha delle specifiche tecniche di costruzione che vanno seguite e delle modalità peculiari di fissaggio dei pannelli.
    • Le istruzioni di questo articolo sono di carattere generale e si applicano a molti tipi di staccionata; tuttavia, potresti aver bisogno di trovare informazioni più specifiche da integrare a queste, in base allo stile di recinzione che scegli.
    Pubblicità

Parte 2 di 2:
Costruire la Staccionata

  1. 1
    Delimita il confine. È di fondamentale importanza capire dove inizia e finisce la tua proprietà prima di procedere con i lavori, per evitare di sconfinare. Di solito, quando si fa richiesta al Comune per costruire, l'ufficio tecnico ti fornisce delle mappe catastali per capire esattamente, in collaborazione coi vicini, dove puoi erigere la recinzione.
    • Se è già presente un recinto, assicurati che rispetti i dovuti confini in maniera corretta.
  2. 2
    Decidi l'altezza. Devi sapere quanto sarà alta prima di essere troppo avanti con i lavori. Solitamente una recinzione che abbia lo scopo di proteggere la tua privacy è alta 180 cm, quella per contenere del bestiame di 120 cm, mentre gli steccati decorativi sono di 90 cm. Quando saprai l'altezza totale della tua staccionata, potrai comprare i pali di sostegno della giusta misura.
    • Assicurati di consultare l'ufficio tecnico del tuo Comune poiché in molte aree esistono delle normative specifiche per l'altezza della recinzione che va misurata dal fondo stradale.
  3. 3
    Picchetta gli angoli della proprietà. Mettili nei punti dove, più o meno, prevedi ci saranno gli angoli della costruzione.
  4. 4
    Determina il confine. Unisci i picchetti agli angoli con dello spago per delineare la tua proprietà. Usa una livella o una squadra per essere certo che gli angoli siano di 90°.
    • Puoi anche verificare che gli angoli siano retti misurando lo spago che hai teso. Su un lato misura 3 m e metti un segno, sul lato adiacente misura 4 m. Ora misura la distanza diagonale che separa questi due punti (l'ipotenusa): se è uguale a 5 m, l'angolo è di 90°.
  5. 5
    Picchetta i punti in cui metterai i pali intermedi. Lungo lo spago che hai teso misura segmenti lunghi 240 cm (o meno) per definire i punti di sostegno.
    • Solitamente si procede misurando la lunghezza totale della staccionata e dividendola per 240 cm per capire di quanti pali portanti avrai bisogno. Se il tuo valore non è divisibile per 240, allora segmenta la staccionata in parti più piccole. Ad esempio se la tua recinzione è lunga 720 cm, avrai bisogno di due pali intermedi per creare tre segmenti da 240 cm, ma se fosse di 750 cm ti serviranno 3 pali intermedi a 187,5 cm l'uno dall'altro per mantenere un aspetto uniforme della costruzione.
    • Per trovare la lunghezza e il numero dei segmenti in cui dividere una staccionata di valore non divisibile per 240, procedi come segue: dividi la lunghezza per 240 e considera solo il numero delle unità e aggiungi 1. Successivamente dividi la lunghezza totale della staccionata per questo numero, avrai così ottenuto la lunghezza di ciascun segmento.
  6. 6
    Scava le buche. Usa una pinza scavabuche per praticare dei fori nei punti che avevi picchettato. Ogni palo deve essere sotterrato per circa 1/3 della sua lunghezza (ad esempio un palo alto 240 cm deve essere interrato per 80 cm). Per questo motivo scava una buca pari al 33% della lunghezza del palo portante più qualche centimetro extra.
    • Il foro deve essere abbastanza largo da lasciare un po' di spazio attorno al palo una volta inserito.
    • Dato che le condizioni del terreno possono essere differenti e devi tenere in considerazione l'altezza, lo stile e altri fattori della tua recinzione, ricordati di calcolare la profondità dei fori per le tue specifiche esigenze.
  7. 7
    Posiziona i pali portanti. Metti 7-10 cm di ghiaia sul fondo di ogni buca, infila il palo in modo che sia perfettamente a piombo. Assicurati che gli angoli siano sempre di 90° con l'aiuto di una livella. Controlla anche che siano tutti alla stessa altezza.
  8. 8
    Versa il cemento nelle buche. Mantenendo fermo ogni palo nella sua posizione, versa del cemento a presa rapida in ogni buca riempiendola per i 2/3. Aggiungi dell'acqua e usa un bastoncino per mescolarla al cemento. Stabilizza il palo usando delle staffe temporanee se necessario e aspetta che il cemento solidifichi secondo le istruzioni del produttore.
  9. 9
    Riempi lo spazio vuoto che resta nella buca con del terriccio una volta che il cemento si è indurito.
  10. 10
    Aggiungi dello spago da muratore. Tiralo da un palo all'altro sempre alla stessa altezza dal terreno, preferibilmente sulla sommità dei pali portanti. Sarà una linea guida per mantenere costante l'altezza della staccionata per tutta la lunghezza.
  11. 11
    Aggiungi le travi di supporto. Taglia delle traverse di sezione 5x10 cm della lunghezza giusta in modo che uniscano, da centro a centro, due pali portanti alla volta. Se preferisci, puoi usare anche una lunga traversa che colleghi più pali per volta. Assicurati che non siano distanziate più di 60 cm le une dalle altre, quindi potrebbero essere necessarie 2 o più traverse. Fissale con delle viti per legno da esterni.
  12. 12
    Aggiungi le assi. Ora che le traverse sono posizionate, puoi fissare le assi verticali che chiudono la staccionata. Ci sono molti modi e stili per procedere a questa fase del lavoro, a seconda del look che vuoi conferire alla tua recinzione. Il metodo più usato è quello delle assi affiancate con una distanza minima tra loro. Usa dei distanziatori per garantire uniformità alla costruzione.
    • Queste assi di solito hanno una sezione di 2,5x15 cm e sono grezze, ma puoi anche comprarne di rifinite e su misura.
    • Se inchiodi le assi a mano, usa dei chiodi galvanizzati 8d con gambo a spirale.
  13. 13
    Tratta le assi. Ora che la struttura è installata, devi trattare il legno per renderlo duraturo. Puoi verniciare la staccionata, trattarla con un impregnante o con una semplice rifinitura idrorepellente, in questo modo avrà un aspetto bellissimo per anni!
    • Spesso questi prodotti contengono del silicone o dell'olio di semi di lino. Se decidi di dipingere la staccionata, usa un sigillante a base di olio, una vernice poliuretanica a base di olio oppure dello smalto per esterni.
    Pubblicità

Consigli

  • Il legno trattato con arseniato di rame cromato è stato tolto dal mercato a causa delle conseguenze negative. Il legno trattato con sale quaternario di rame alcalino va benissimo, ma assicurati di fare un trattamento aggiuntivo per la parte che dovrà andare sotto terra. Inoltre, sappi che alcuni tipi di legno si decompongono molto difficilmente e di solito durano quanto il pino o l'abete trattati. Gran parte del legno può anche essere dipinto facilmente, ma dovresti comunque sceglierne uno resistente o precedentemente trattato.
  • Contatta gli uffici che gestiscono le varie utenze per sapere dove passano le loro linee, anche se non hai tutte le utenze (TV via cavo, elettricità, gas, telefono, ecc), altrimenti potresti rischiare di rovinare la giornata di qualcun altro o, addirittura, uccidere te stesso e i tuoi vicini.
  • Usa delle viti; i chiodi non rimangono fissati nelle recinzioni vecchie.
  • È opportuno impregnare la parte inferiore dei pali con olio di semi di lino o con un altro materiale isolante.
  • Usa del legno adatto per i pali e per la staccionata. Esistono dei legni trattati che resistono agli insetti e non marciscono. Il cedro aromatico, il ginepro e il cipresso si deteriorano difficilmente.
  • Se stai costruendo la staccionata sulla linea di confine con i vicini, confrontati con loro prima di iniziare, per valutare se hanno delle obiezioni e per assicurarti che siate d'accordo sulla linea di confine. Un perito può aiutarti a determinare le linee di confine, nel caso ci siano dei conflitti. Dovresti anche discuterne con chi di competenza, in quanto il tuo Comune potrebbe richiedere dei permessi.
  • Costruire una recinzione su un terreno collinoso o ripido potrebbe essere difficoltoso. Metti i pali principali nei punti dove cambia l'angolazione del suolo, e calcola l'altezza della recinzione in modo che possa avere l'aspetto migliore possibile. Se la tua proprietà ha più di due cambi di altitudine, probabilmente dovrai ricorrere all'aiuto di un professionista.
  • Smussare la parte superiore dei pali e coprirli con del vinile o del metallo aiuta a prevenire l'assorbimento di umidità e farà durare più a lungo il legno.
  • Controlla se nel tuo Comune esistono dei regolamenti sulla costruzione di recinzioni; sappi che esistono sempre delle leggi, l'importante è sapere quali sono.
  • I pali 10x10 cm tendono a storcersi e deformarsi, soprattutto in zone con molta umidità. Una buona alternativa potrebbe essere quella di usare 2 assi da 5x10 cm inchiodate insieme invece di una da 10x10 cm. Due assi tendono a stabilizzarsi a vicenda, ottenendo così un palo che rimane dritto.
  • Esistono recinzioni e pali in vinile che sono a prova di umidità e non richiedono manutenzione.
Pubblicità

Avvertenze

  • Scavare le buche a mano in un terreno duro o roccioso potrebbe risultare molto difficile. Puoi noleggiare una trivella in un negozio che noleggia materiale edile, ma fai attenzione perché è molto pericolosa.
  • Assicurati di sapere dove si trova il confine della tua proprietà prima di iniziare a costruire la recinzione.
  • Controlla con l'ufficio di competenza per eventuali permessi necessari prima di erigere la tua recinzione. Alcune associazioni di quartiere hanno delle linee guida o ordinanze che regolamentano le costruzioni.
  • Indossa occhiali protettivi e guanti quando lavori.
  • Determina il percorso degli impianti delle varie utenze e/o i tubi di irrigazione prima di iniziare a scavare. Potresti dover chiamare individualmente le compagnie che le gestiscono per venire a casa tua e indicarti le loro linee, ma potrebbe anche esserci un unico numero di assistenza che funziona per tutte.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Pinze scavabuchi.
  • Pali. Questi possono essere di pino pressato da 10x10 cm, cedro o altro legno che marcisce difficilmente.
  • Assi da 5x10 cm, sia pressato o che marcisce difficilmente come quelli menzionati prima.
  • Assi per recinzioni. Queste di solito sono tagliate appositamente per questo tipo di uso. Di solito sono arrotondate, spesse 1,5 cm, larghe 15 cm e alte 185 cm.

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 27 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Lavorare il Legno

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità