Come Creare delle Animazioni Stop Motion Usando l'Argilla

Creare animazioni con l’argilla, o stop-motion, è una forma d'arte tanto di nicchia quanto affascinante. Nei seguenti passaggi, dieci in tutto, imparerai a trasformare una pallina di argilla in una figura di tua scelta. Successivamente, farai animare la figura per creare un piccolo video. Questo tipo di animazione viene comunemente chiamato Stop-Motion perché in effetti, è esattamente questo: Far muovere qualcosa che non può muoversi.

Passaggi

  1. 1
    Compra della plastilina o plastica modellante e del fildiferro, di qualsiasi dimensione. Assicurati che l’argilla che hai comprato non si indurisca quando esposta all'aria. Acquista argilla di qualsiasi colore tu desideri ma assicurati di avere a disposizione dell’argilla di colore grigio da usare come base.
  2. 2
    Taglia circa un metro di fildiferro e piegalo a metà. Dopo averlo piegato, attorciglia insieme entrambe le punte.
  3. 3
    Dai al fildiferro la forma desiderata. Non fare le dita al personaggio perché questo è solo il "telaio" ed è su questa base che modellerai l’argilla.
  4. 4
    Comincia a modellare un sottile strato di argilla sul telaio precedentemente costruito. L’argilla grigia funziona da base neutra sulla quale applicare successivamente all’argilla colorata.
  5. 5
    Crea una figura da usare per l'animazione. Comincia a usare gli altri strati di argilla colorata. Per esempio, se stai creando un personaggio umano, modella dell’argilla di diversi colori per creare diverse parti come la camicia o i pantaloni. Se vuoi creare una zebra, usa l’argilla bianca e nera per fare le strisce.
    • Se non riesci a procurarti dell’argilla di un determinato colore puoi sempre crearla tu stesso combinando argille di vari colori. Per fare ciò, devi soltanto prendere più colori e mischiarli insieme!
  6. 6
    Anima la figura. Comincia ad animare la figura. Posiziona la fotocamera digitale nell’angolazione desiderata. Per una buona riuscita dell’animazione è essenziale utilizzare un treppiede perché tutte le immagini devono essere scattate dallo stesso punto e nella stessa angolazione.
    • Puoi anche utilizzare una videocamera. Invece di scattare delle foto devi cominciare a registrare e poi premere pausa. Per ogni fotogramma che vuoi scattare togli la pausa e rimettila subito dopo. In questo modo però, c’è la possibilità che venga ridotta la qualità dell’immagine.
  7. 7
    Posiziona la figura su una superficie piana. Muovi cautamente gli arti della figura in modo che questa assuma una posizione di partenza e scatta una foto con la fotocamera.
    • Dato che la figura va mossa di poco in ogni fotogramma, potrebbe esserti utile il fare un segno sul punto di partenza della figura in modo che se dovessi trovarti a prenderla in mano per aggiustarla meglio tu possa sempre riposizionarla sul punto dove si trovava nel fotogramma precedente. Potresti segnare il punto di partenza con gessetti, matite ecc…
  8. 8
    Muovi di poco la figura per fargli cambiare posizione e scatta un’altra foto. Ogni foto, in gergo tecnico, è un fotogramma. I film, intesi come pellicola, vengono visualizzati a 24 fotogrammi al secondo (FPS), i video digitali, invece a 30 FPS. Muovi la figura con cautela e precisione. Se la muovi troppo non solo risulterà meno realistica sul video ma sembrerà proprio che la figura stia saltando. Inoltre, assicurati che la figura sia sempre nel raggio d’azione della fotocamera, altrimenti scomparirà dal video.
    • Nota che muovendo la figura potresti far uscire il fildiferro, soprattutto se l’argilla si è indurita. Per riscaldare un po’ l’argilla in modo che non si rompa puoi tenerla tra le mani o metterla sotto una lampadina.
  9. 9
    Continua a muovere la figura e scatta fotogrammi fino a quando non hai completato la tua animazione. Se hai finito lo spazio a disposizione sulla fotocamera lascia la figura in posizione e salva le foto sul pc, poi cancella le foto sulla fotocamera e continua a girare.
  10. 10
    Carica tutti i fotogrammi sul computer. Utilizza un programma di photo/video-editing per mettere insieme tutti i singoli fotogrammi e creare un film. Goditi la tua animazione e mostrala ai tuoi amici!
    • Nota che l’animazione stop-motion è un’arte che richiede tempo e fatica. Inoltre, avrai ancora molto da imparare e le tue prime animazioni non saranno perfette. Continua a provare e migliorerai.
    Pubblicità

Consigli

  • Il programma Paint Shop Pro, distribuito dalla Corel, ex-JASC, viene affiancato ad un altro programma chiamato Animation Shop. Questi due programmi sono ottimi per lavorare con fotografie e animazioni e considerate le possibilità che offrono sono anche relativamente economici.
  • Se cerchi un programma facile da usare (non economico) per creare video partendo da fotogrammi precedentemente creati potresti utilizzare Macromedia Flash.
  • Un altro programma per PC, semplice da usare e gratuito, è JPGVideo. Con questo programma puoi convertire immagini JPG in video AVI. Pur non offrendo molte funzioni, essendo gratuito è un ottimo programma per far pratica e esperimenti.
  • iStopmotion è un ottimo programma per Mac che permette di creare facilmente animazioni stop-motion. Costa circa 30€ ed è anche divertente da usare.
  • Alternativamente puoi utilizzare Windows Movie Maker. Questo programma permette di importare foto una per una e poi di aggiustare il lasso di tempo che corre tra l’una e l’altra. Il software è fornito direttamente con l’installazione di Windows ma potresti aver bisogno di scaricare una versione più recente.
  • StopMotion Pro, per utenti PC, invece, permette anche di collegare webcam e altri tipi di fotocamere direttamente al programma.
  • Gli utenti Linux possono usare Mencoder (che è una parte di mplayer) per creare animazioni direttamente dalla riga di comando utilizzando il comando “mencoder 'mf://*.jpg' -mf type=jpg:fps=4 -ovc copy -oac copy -o output.avi” a condizione che la riga di comando si trovi all’interno della cartella in cui si trovano le immagini e le immagini siano salvate in ordine ascendente.
  • Alternativamente, per creare file AVI, puoi utilizzare il programma gratuito VirtualDub. Assicurati però che le foto siano numerate in relazione al punto in cui devono apparire nel filmato e che tutti i numeri siano continui. Successivamente clicca su “import” e clicca sul primo fotogramma del film. VirtualDub farà il resto.
  • Anche iMovie offre la possibilità di importare una serie di immagini ed animarle.
Pubblicità

Avvertenze

  • Se vuoi velocizzare le cose, puoi creare animazioni utilizzando framerate (FPS) più bassi scendendo fino a 6FPS e cioè scattando fino a 4 foto per ogni mossa del personaggio. In questo modo finirai più velocemente mantenendo convincente la qualità dell’animazione.
  • Lavorare con l’argilla può diventare frustrante, dunque, se non riesci a modellare bene la figura, l’unica soluzione è avere pazienza. Inoltre, ricordati di usare delicatezza quando modelli l’argilla, se usi troppa forza potresti distruggere la figura.
  • Non aspettarti che i tuoi primi progetti siano un granché. Non aspettarti nemmeno che il video risulti fluido dato che film e video normali girano a 24 o anche 30 FPS. Dunque, l’animazione stop-motion, come detto in precedenza, richiede pazienza e fatica. Quando avrai finito però, ti regalerà molte soddisfazioni.
  • Il fildiferro è duro e appuntito e potrebbe finirti per sbaglio negli occhi danneggiandoti la vista. Fai sempre attenzione quando lo maneggi.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Fildiferro.
  • Argilla o plastica modellante.
  • Fotocamera.
  • Programma di manipolazione video.
  • Computer.

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 45 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Fotografia | Fai da Te

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità