Come Creare e Modificare i File di Testo su Linux Usando il Terminale

Questo articolo mostra come utilizzare la finestra "Terminale" di Linux come editor di testo per la creazione di documenti. Dopo aver creato il tuo file di testo potrai usare uno degli editor integrati nel sistema operativo per apportare le modifiche che desideri al contenuto.

Parte 1 di 4:
Aprire la Finestra Terminale
Modifica

  1. 1
    Apri una finestra "Terminale". Accedi al Menu principale di Linux per individuare e avviare l'app "Terminale" caratterizzata da un'icona quadrata nera con all'interno i caratteri bianchi ">_". Normalmente è collocata all'interno della barra laterale sinistra del desktop.
    • In alternativa seleziona la barra di ricerca posta nella parte superiore del menu principale di Linux e digita la parola chiave terminale.
  2. 2
    Digita il comando ls all'interno della finestra "Terminale" e premi il tasto Invio. La finestra "Terminale" punterà direttamente alla directory home del tuo account, mentre il comando ls mostrerà l'elenco di tutti i file e le cartelle presenti nella directory attualmente selezionata. Per creare un nuovo file di testo all'interno di una di queste directory per prima cosa dovrai accedervi.
  3. 3
    Individua la cartella all'interno della quale vuoi creare il tuo file di testo. Ognuna delle directory apparse all'interno dell'elenco generato dal comando ls (per esempio "Desktop") potrà ospitare il tuo file.
  4. 4
    Digita il comando cd [nome_dir]. Sostituisci il parametro "[nome_dir]" con il nome della directory a cui desideri accedere. In questo modo verrà modificata la cartella di lavoro della finestra "Terminale" da quella attuale a quella indicata nel comando.
    • Per esempio esegui il comandocd Desktop per cambiare la directory di lavoro della finestra "Terminale" da quella attuale al desktop.
    • Se hai la necessità di creare il file di testo all'interno di una delle cartelle contenute nella directory scelta, aggiungi il carattere "/" dopo il nome di quest'ultima e digita il nome della sottocartella di destinazione. Per esempio, se vuoi usare la directory "Misc" memorizzata all'interno della cartella "Documents" di Linux, dovrai usare il comando cd Documents/Misc.
  5. 5
    Premi il tasto Invio. Il comando verrà eseguito e la cartella di lavoro della finestra "Terminale" verrà modificata in base alle tue indicazioni.
  6. 6
    Scegli l'editor di testo da usare per creare il documento. Puoi scegliere di creare un semplice file di testo in modo rapido e veloce oppure puoi utilizzare l'editor Vim o Emacs per apportare modifiche più avanzate al documento. Dopo aver impostato la directory in cui desideri che venga creato il documento di testo potrai continuare.
    Advertisement

Parte 2 di 4:
Creare un File di Testo in Modo Semplice e Veloce
Modifica

  1. 1
    Digita il comando cat > [nome_file].txt all'interno della finestra "Terminale". Sostituisci il parametro "[nome_file]" con il nome che desideri assegnare al tuo documento di testo (per esempio "test").
    • Per esempio se hai la necessità di creare un documento di testo denominato "kitty", dovrai inserire il comando cat > kitty.txt.
  2. 2
    Premi il tasto Invio. In questo modo verrà creato un nuovo file di testo all'interno della cartella indicata, denominato con il nome scelto. Il cursore del testo verrà spostato su una riga vuota della finestra "Terminale".
  3. 3
    Inserisci il corpo del tuo documento di testo. A questo punto non ti resta che digitare il contenuto del file esattamente come faresti usando un qualsiasi altro editor. Per salvare la riga di testo appena inserita, premi semplicemente il tasto Invio per passare alla successiva.
    • Se hai una finestra di Linux che mostra il contenuto della cartella in cui hai creato il file, puoi eseguire questo passaggio semplicemente facendo un doppio clic sull'icona del documento di testo non appena apparirà.
  4. 4
    Premi la combinazione di tasti Ctrl+Z. In questo modo il documento di testo verrà salvato e la finestra "Terminale" ritornerà a funzionare come semplice linea di comando.[1]
  5. 5
    Digita il comando ls -l [nome_file].txt all'interno della finestra "Terminale". Sostituisci il parametro "[nome_file]" con il nome del file che hai creato. Questo comando serve per individuare il file di testo assicurandoti che è stato creato correttamente all'interno della cartella indicata.[2]
    • Per esempio per cercare un file denominato "fileditesto" dovrai eseguire il comando ls -l fileditesto.txt.
    • I parametri del comando sono indicati da lettere minuscole "l" e non da lettere maiuscole "L".
  6. 6
    Premi il tasto Invio. In questo modo dovrebbero apparire a video l'ora, la data e il nome del file indicato. Questo ti confermerà che è stato creato correttamente all'interno della directory scelta.
    Advertisement

Parte 3 di 4:
Usare Vim
Modifica

  1. 1
    Digita il comando vi [nome_file].txt all'interno della finestra "Terminale". Il parametro "vi" che è parte integrante del comando indicato serve per seleziona il programma Vim come editor di testo da usare per creare il file. Ricordati di sostituire il parametro "nome_file" con il nome che vuoi assegnare al tuo documento.
    • Per esempio se vuoi creare un file denominato "test" dovrai digitare il comando vi test.txt.
    • Se all'interno dell'attuale directory di lavoro è già presente un file con lo stesso nome, il comando inserito aprirà il file esistente per poterlo modificare.
  2. 2
    Premi il tasto Invio. In questo modo il file verrà creato e visualizzato all'interno dell'editor di testo Vim. Vedrai apparire una finestra "Terminale" vuota, in cui ogni riga è contrassegnata dal simbolo della tilde (~). Inoltre il nome del file di testo sarà visibile nella parte inferiore della finestra.
  3. 3
    Premi il tasto I della tastiera. In questo modo verrà attivata la modalità "Insert", cioè "inserimento", che ti permetterà di digitare il testo del documento.
    • Nella parte inferiore della finestra vedrai apparire la scritta -- INSERT -- subito dopo aver premuto il tasto I.
  4. 4
    Inserisci il contenuto del file di testo. A questo punto non devi fare altro che digitare il testo del documento come faresti usando qualsiasi altro editor di testo. Per inserire la riga appena digitata e passare a quella successiva premi semplicemente il tasto Invio.
  5. 5
    Premi il tasto Esc. Normalmente è collocato nell'angolo superiore sinistro della tastiera del computer. In questo modo verrà attivata la modalità "Command" dell'editor Vim.
    • Dovresti vedere apparire un cursore nella parte inferiore della finestra.
  6. 6
    Digita il comando :w e premi il tasto Invio. In questo modo il file di testo verrà salvato su disco.
  7. 7
    Digita il comando :q e premi il tasto Invio. L'editor di testo Vim verrà chiuso e sarai nuovamente in grado di usare la finestra "Terminale" come prompt dei comandi di Linux. Il documento che hai appena creato è stato memorizzato all'interno della cartella specificata.
    • Puoi verificare l'effettiva presenza del nuovo documento utilizzando il comando ls all'interno della finestra "Terminale" e premendo il tasto Invio. A questo punto cerca il nome del file all'interno dell'elenco apparso.
    • Se lo desideri, puoi utilizzare il comando :wq per salvare il documento e chiudere l'editor Vim in un unico passaggio.
  8. 8
    Apri nuovamente il file di testo all'interno della finestra "Terminale". Dato che il documento è già esistente, per riaprirlo dovrai semplicemente inserire il comando vi [nome_file].txt. In questo modo il file indicato verrà aperto all'interno dell'editor Vim e dovresti essere in grado di visualizzarne il contenuto.
    Advertisement

Parte 4 di 4:
Usare Emacs
Modifica

  1. 1
    Digita il comando emacs [nome_file].txt all'interno della finestra "Terminale". Ricorda di sostituire il parametro "[nome_file]" con il nome che vuoi assegnare al tuo documento.
  2. 2
    Premi il tasto Invio. Se all'interno dell'attuale cartella di lavoro non è già presente un file con lo stesso nome di quello indicato, verrà creato un nuovo documento di testo all'interno della finestra dell'editor Emacs.
    • Per esempio per creare un file di testo "nuovofile" dovrai usare il comando emacs nuovofile.txt.
    • Se il file indicato nel comando esiste già, il contenuto verrà visualizzato all'interno dell'editor di testo.
  3. 3
    Apprendi i comandi e le funzionalità di Emacs. Questo editor è corredato di moltissimi comandi utili e funzionali per la creazione e la modifica dei documenti di testo, la ricerca, la formattazione, eccetera. I comandi di Emacs possono essere suddivisi in due categorie: comandi di controllo e meta comandi.
    • I comandi di controllo sono indicati dalla dicitura C-<lettera>. Per eseguire questo tipo di comandi occorre tenere premuto il tasto Ctrl e premere la lettera riguardante l'azione da compiere. Per esempio Ctrl+A.
    • I Meta comandi sono indicati dalla dicitura M-<lettera> o ESC-<lettera>. In questo caso si dovrà tenere premuto il tasto Alt o Esc mentre si preme la lettera legata all'azione da compiere. I comandi di questo tipo possono essere eseguiti anche con il tasto Esc perché non tutte le tastiere sono dotate del tasto funzione Alt.
    • Per esempio un comando indicato dalla dicitura C-a b (o M-a b) richiede di tenere premuto il tasto Ctrl (o Alt o Esc) mentre si premono in successione prima il tasto a e poi il tasto b.
  4. 4
    Inserisci il contenuto del file di testo. A questo punto non devi fare altro che digitare il testo del documento come faresti usando qualsiasi altro editor di testo. Per inserire la riga appena digitata e passare a quella successiva premi semplicemente il tasto Invio.
  5. 5
    Premi la combinazione di tasti Ctrl+X, quindi premi il tasto S. In questo modo il file verrà salvato su disco.
  6. 6
    Premi la combinazione di tasti Ctrl+X seguita dalla combinazione Ctrl+C. In questo modo la finestra dell'editor Emacs verrà chiusa e sarai nuovamente in grado di usare la finestra "Terminale" come prompt dei comandi di Linux. Il documento in esame dovrebbe essere presente all'interno della directory indicata con il nome che hai scelto.
  7. 7
    Apri nuovamente il file di testo all'interno della finestra "Terminale". Dato che il documento è già esistente, per riaprirlo dovrai semplicemente inserire il comando emacs [nome_file].txt. In questo modo il file indicato verrà aperto all'interno dell'editor Emacs e dovresti essere in grado di visualizzarne e modificarne il contenuto. Ricorda che dovrai prima accedere alla directory in cui hai memorizzato il file, altrimenti ne verrà creato uno nuovo all'interno dell'attuale cartella di lavoro.
    Advertisement

ConsigliModifica

  • L'editor di testo Vim normalmente è disponibile in tutte le distribuzioni di Linux, mentre il programma Emacs è più dettagliato e ricco e per gli utenti meno esperti potrebbero risultare più semplice da usare.
  • Puoi visualizzare la schermata di supporto dell'editor Emacs premendo la combinazione di tasti Ctrl+H seguita dalla pressione del tasto T. Il menu di aiuto del programma mostra delle combinazioni di tasti e funzioni aggiuntive dell'editor Emacs che potranno servirti durante la digitazione del testo.

AvvertenzeModifica

  • Se non salverai il tuo nuovo documento prima di chiudere l'editor di testo, lo perderai irrimediabilmente. Purtroppo non verrà visualizzato il classico messaggio di avviso che chiede se vuoi salvare il documento prima di chiudere il programma. Per questo motivo è sempre necessario salvare le modifiche apportate al documento prima di chiuderlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No