Come Creare un Buon Fuoco di Carbonella senza Usare del Liquido Infiammabile

Il sapore e l'odore dell'accelerante chimico utilizzato per accendere più rapidamente un barbecue possono rovinare il sapore delle preparazioni e, ovviamente, contaminare carne e verdure con gli agenti chimici nocivi che contiene. Ingerire o inalare questo tipo di prodotti potrebbe inoltre non essere sicuro per la salute dell'uomo. Fortunatamente, esistono molti altri modi per accendere il fuoco di un barbecue e mantenerlo ben vivo, che non richiedono altro che un po' di carta di giornale, una ciminiera di accensione (se ne possiedi una) e, naturalmente, fiammiferi o accendino.

Metodo 1 di 3:
Utilizzare una Ciminiera di Accensione

  1. 1
    Sappi che utilizzare questo accessorio da barbecue molto economico è il metodo migliore per accendere un ottimo fuoco in pochi minuti. Normalmente, una ciminiera di accensione viene venduta a un prezzo che si aggira intorno ai 30 €. Il suo funzionamento si basa su un po' di carta di giornale e sul principio della convezione termica del calore per accendere alla perfezione la carbonella. Una volta che le braci saranno ben ardenti, potrai svuotare il contenuto della ciminiera all'interno del barbecue ed essere pronto a cucinare in 15-20 minuti.
  2. 2
    Inserisci dei fogli di giornale leggermente appallottolati sul fondo della ciminiera di accensione. In base alla dimensione di quest'ultima saranno sufficienti 2-4 pezzi di carta. Non appallottolare i fogli di giornale con troppa forza, crea delle semplici sfere in cui l'aria calda possa circolare agilmente all'interno degli spazi vuoti. È la carta di giornale che farà accendere la carbonella presente nella ciminiera.
    • Se la ciminiera di accensione che stai utilizzando non ha una base chiusa, posiziona la carta appallottolata direttamente all'interno del barbecue, quindi appoggiale sopra la ciminiera.[1]
  3. 3
    Riempi la parte superiore della ciminiera con la carbonella. Scegli il tipo di carbone che preferisci, quindi usalo per riempire completamente la ciminiera di accensione. Dovresti essere in grado di accendere la carta di giornale sfruttando uno dei fori di areazione posti sulla parte laterale inferiore della ciminiera o sul fondo.
  4. 4
    Accendi la carta di giornale in più punti diversi, quindi posiziona la ciminiera sul fondo del barbecue. La carta si accenderà molto rapidamente e, insieme al calore prodotto, accenderà la carbonella partendo dal basso. Una volta che la carta è bruciata completamente, i pezzi di carbonella accesi presenti sul fondo della ciminiera inizieranno ad accendere quelli soprastanti aiutati dall'aria calda che entra dai fori di areazione presenti nella parte inferiore.[2]
    • Il contenuto della ciminiera di accensione prenderà fuoco molto rapidamente, quindi è bene posizionarla su una superficie che resista all'intenso calore del carbone ardente. Il fondo del barbecue, già pronto per accogliere le braci incandescenti, è il luogo perfetto dove posizionare la ciminiera (in alternativa, puoi posizionarla su una superficie in mattoni, spesso presente nelle vicinanze dei barbecue all'aperto, ma in tal caso potrebbe lasciare segni di bruciature a causa del calore intenso).
  5. 5
    Non appena lo strato superficiale di carbonella si è acceso (riconoscibile dalla presenza di uno strato di cenere grigio), versa le braci all'interno del barbecue. Normalmente, un'accensione completa richiede 10-15 minuti. Dopo aver versato le braci nel barbecue, sarai pronto per iniziare a grigliare gli alimenti.[3] La maggior parte delle ciminiere di accensione può essere svuotata dall'alto, semplicemente capovolgendole sulla griglia o sul fondo del barbecue. Tuttavia, i modelli più costosi si svuotano dal basso, mediante la pressione di un apposito pulsante di rilascio. Anziché versare la carbonella accesa nel mezzo della griglia per poi spargerla uniformemente, svuota il contenuto della ciminiera direttamente nel punto desiderato, dato che smuovere troppo le braci causerà uno spreco di calore.
    • Se hai programmato un tempo di cottura superiore ai 30 minuti, aggiungi altre 2-3 manciate di carbone per da garantire una durata del fuoco sufficiente per le tue esigenze.[4]
  6. 6
    Se hai bisogno di un fuoco bello vivo e molto caldo, apri i bocchettoni di areazione del barbecue. In questo modo il maggiore flusso di aria e ossigeno garantirà un'accensione rapida di tutta la carbonella e un fuoco ben caldo. Mentre posizioni le braci e rosoli tutti gli alimenti che necessitano una cottura di tipo violento, mantieni il coperchio del barbecue aperto; in seguito, potrai chiuderlo per conferire alla carne il caratteristico sapore e profumo di affumicato o più semplicemente per passare a una cottura più lenta.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Accendere un Fuoco con la Carta di Giornale

  1. 1
    Apri i bocchettoni di ventilazione presenti sul fondo del barbecue, quindi provvedi a rimuovere i residui di cenere dell'ultima accensione. Per garantirti un fuoco caldo e forte, hai la necessità di un flusso di aria costante dato che l'ossigeno è la componente essenziale del processo di combustione del carbone. Controlla di aver rimosso qualunque residuo di cenere dato che potrebbe bloccare l'afflusso di aria; inoltre, ricorda di aprire completamente le prese d'aria del barbecue.
  2. 2
    Appallottola delicatamente 4-5 fogli di giornale, quindi posizionali nel centro del barbecue. Crea un piccolo cumulo di carta di giornale esattamente nel centro del barbecue. Se lo desideri, puoi anche utilizzare direttamente il sacco di carta in cui è contenuta normalmente la carbonella. La carta prende fuoco molto rapidamente e le fiamme prodotte favoriranno l'accensione dei piccoli pezzi di carbone.
    • Se hai delle difficoltà nell'accendere un fuoco utilizzando solo la carta di giornale, bagnane metà con l'olio di oliva o con un altro olio vegetale. L'olio rallenterà la combustione della carta dando più tempo al carbone per accendersi. Questa soluzione "fai da te", pur lontana da quella perfetta, detiene molti sostenitori che la definiscono l'alternativa naturale all'accelerante chimico che viene normalmente usato per accendere le braci dei barbecue.[5]
  3. 3
    Posiziona dei piccoli pezzi di legno secco sopra il cumulo di carta di giornale. I legnetti secchi hanno un punto di accensione più alto rispetto alla carta di giornale, quindi favoriranno la combustione della carbonella. Posiziona una manciata di rametti secchi sul cumulo di carta di giornale cercando di creare una sorta di piccolo nido. La carta accenderà i legnetti, che a loro volta innescheranno la combustione della carbonella.
    • Se piegandoli con le mani i legnetti si rompono facilmente emettendo uno schiocco forte e secco significa che sono perfetti per il tuo scopo.
    • Tieni a portata di mano un'altra manciata di rametti nel caso sia necessario dare un'altra piccola spinta al fuoco.
    • Se nell'area in cui ti trovi non riesci a procurarti dei legnetti secchi, utilizza semplicemente un quantitativo maggiore di carta. Potresti dover aggiungere altra carta per consentire alla carbonella di accendersi adeguatamente, per questo motivo tieni a portata di mano dei fogli di giornale aggiuntivi.
  4. 4
    Posiziona 3-4 pezzi di carbone sul cumulo di carta e legnetti. Serviranno come base di accensione per il resto della carbonella. Posizionali vicino al centro del cumulo di carta, sopra i pezzetti di legno secco. Dato che la carta si ridurrà velocemente in cenere, hai la necessità che ci siano sempre delle fiamme vive al di sotto dei bricchetti di carbone.
    • Anche se i bricchetti di carbone bruciano a lungo, le braci generate direttamente dal legno secco sono più semplici da accendere e, inizialmente, generano un calore più elevato.
  5. 5
    Accendi la carta di giornale in più punti diversi. Per farlo, utilizza un fiammifero o un accendino a torcia per barbecue. Accendi più punti della pila di carta in modo da avere un bel fuoco vivo. Dovresti notare che i piccoli pezzetti di legno si accendono subito grazie al fuoco generato dalla carta di giornale.
    • Se i pezzetti di legno non si sono accesi completamente e la carta sta esaurendo la sua spinta, appallottola delicatamente altri 1-2 fogli di giornale, quindi posizionali sui lati del piccolo fuoco.
  6. 6
    Attendi che la carbonella si accenda. Se le braci sono avvolte da uno strato di cenere grigio o bianco e puoi vedere chiaramente la fuoriuscita di fumo, significa che hai fatto un ottimo lavoro. Accendere un fuoco in questo modo è un processo molto lento, ma garantisce un successo assicurato. Lascia che la carta di giornale e i rami secchi brucino finché i bricchetti di carbone non avranno generato uno strato esterno di cenere.
  7. 7
    A questo punto, alimenta lentamente il fuoco con altri pezzi di carbonella. Una volta che i primi pezzi di carbone si sono accesi e iniziano a fumare, puoi aggiungere altro materiale: un pezzetto alla volta. Un fuoco generato con la carbonella non è visivamente simile a quello che si ottiene con la legna. Quando le braci di carbone saranno avvolte da uno strato di cenere bianca o grigiastra, significa che è ora di iniziare a cucinare. In questo tipo di barbecue è molto difficile vedere fiamme vive come invece accade in un fuoco alimentato a legna.[6]
    • Continua ad aggiungere carbone finché non hai una base di braci sufficientemente ampia al centro del barbecue. Per il momento i bricchetti di carbone completamente accesi saranno solo quelli iniziali. Dovresti notare del fumo che fuoriesce dal centro del cumulo di carbonella. In base alla dimensione della griglia di cottura, dovrai utilizzare una diversa quantità di braci:
    • Nel caso di un barbecue piccolo, normalmente, si utilizzano 25-30 pezzi di carbonella.
    • Per un barbecue di dimensioni medie, come quelli più diffusi che adottano una griglia del diametro di 55-60 cm, serviranno circa 40 pezzi di carbonella.
    • Per i barbecue di grandi dimensioni potrebbero essere necessari 1-2 sacchi di carbone. In questo caso accendere un fuoco di questa grandezza con il metodo indicato per raggiungere il grado di calore utile a cucinare richiederà molto tempo.[7]
  8. 8
    Prima di distribuire le braci e iniziare a cucinare, attendi che siano avvolte da uno strato di cenere di colore bianco-grigiastro. Il centro del cumulo di carbonella dovrebbe essere incandescente, di una tonalità rossa viva, grazie al calore sprigionato. Questo significa che è arrivato il momento di toglierti i panni da "fuochista" per indossare la casacca da chef. Se il fuoco ottenuto ti sembra troppo piccolo, aggiungi altra carbonella, quindi distribuisci le braci nel punto desiderato utilizzando delle lunghe pinze da cucina. L'intero processo di accensione richiede un tempo variabile fra 30 minuti e un'ora, in base alle dimensioni del barbecue.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Creare e Mantenere Vivo un Fuoco

  1. 1
    Per ottenere un fuoco ben ardente, non disperdere le braci bensì tienile vicine fra loro. L'obiettivo è avere un bel mucchio compatto di braci in modo che possano conservare al meglio il calore e continuare a bruciare. Avendo ben chiaro in mente questo concetto, un'altra componente fondamentale di una buona combustione è l'ossigeno, quindi occorre garantire una buona circolazione dell'aria in modo che le braci brucino al meglio. È bene non ammassare troppo le braci formando un solo semplice strato. Un cumulo di braci libere è perfetto. Esistono diversi metodi di cottura utilizzando un barbecue:
    • Cottura diretta: le braci occupano tutta la superficie del fondo del barbecue e sono composte da due strati di carbonella. In questo caso non ci sono spazi vuoti sotto alla griglia; tutte le braci vengono aggiunte contemporaneamente e in modo uniforme così avrai una temperatura costante in ogni punto del barbecue. Questo metodo è adatto a cotture rapide e veloci di ingenti quantità di cibo.
    • Cottura indiretta: in questo caso le braci occupano metà dell'area sottostante alla griglia creando una sezione dedicata alla cottura indiretta dei cibi o adatta a mantenere caldi quelli già pronti. Per creare una zona a bassa temperatura, occorre posizionare le braci in 2-3 strati solo in una metà del barbecue, quella per la cottura diretta, dove la temperatura della griglia sarà notevolmente alta (se lo si desidera, si può posizionare un po' di braci anche sotto alla sezione "fredda" della griglia in base alla temperatura richiesta per la preparazione).[8]
  2. 2
    Aggiungi regolarmente altra carbonella in modo da mantenere la temperatura del fuoco costante. Le braci devono essere sufficientemente calde per mantenere vivo il fuoco, quindi devono essere ardenti, di colore rosso, avvolte da un leggero strato di cenere bianca. Per aggiungere altro carbone, non attendere che quello già presente si sia consumato del tutto. Continua ad aggiungerlo quando la metà di quello presente è bruciato completamente. Perché la nuova carbonella sia accesa completamente e tu possa riprendere la cottura, potresti dover aspettare 5-10 minuti; si tratta comunque di una soluzione migliore rispetto a dover riaccendere il barbecue da zero.
    • Se hai pianificato di grigliare una grande quantità di cibo, dovresti aggiungere 2-3 manciate di nuova carbonella ogni 30 minuti circa dopo che le prime braci sono pronte.[9]
  3. 3
    Per ottenere il massimo calore possibile, apri gli sfoghi dell'aria presenti nella parte inferiore e superiore del barbecue. Maggiore sarà il flusso d'aria, più calde saranno le braci. Ricorda che il fuoco ha bisogno di ossigeno per poter bruciare, quindi più ossigeno riuscirai a fornire, più calde saranno le braci. Se hai bisogno di un controllo maggiore della temperatura, chiudi uno o tutti i bocchettoni dell'aspirazione; normalmente, si tende a chiudere solo quello superiore.
  4. 4
    Mano a mano che si crea la cenere, rimuovila dal fondo del barbecue. Nella parte inferiore del barbecue dovrebbe esserci una piccola leva, che permette di aprire e chiudere la valvola dell'aria. Questa stessa leva consente anche di rimuovere la cenere formatasi dalla combustione attraverso la presa d'aria. La cenere riduce l'afflusso d'aria soffocando le braci e abbassando di conseguenza la loro temperatura.
  5. 5
    Valuta di aggiungere dei pezzi di legna per conferire più sapore al cibo e ottenere al contempo un fuoco più caldo. Pezzi di legna di noce o di melo conferiranno agli ingredienti un eccellente sapore affumicato. Inoltre, la legna dovrebbe accendersi molto rapidamente grazie alle braci incandescenti. Anche se la legna brucia più velocemente e a una temperatura più alta rispetto alla carbonella, usare una combinazione di legna e carbone è spesso la soluzione più diffusa tra i professionisti del barbecue.[10]
  6. 6
    Sigilla la carbonella inutilizzata. Se al termine del barbecue, è avanzata della carbonella, sigilla il sacco o la confezione utilizzando una molletta o un fermaglio. Gli additivi con cui è trattato il carbone da barbecue potrebbero evaporare con il tempo rendendo più difficile la successiva accensione, soprattutto senza l'uso dell'apposito accelerante chimico.[11]
    Pubblicità

Consigli

  • Puoi creare la tua ciminiera di accensione personale utilizzando una latta metallica di grandi dimensioni (ad esempio quella del caffè nel formato da bar); in tal caso, puoi praticare i fori di areazione nella parte laterale inferiore con un semplice apriscatole.
Pubblicità

Avvertenze

  • Uno degli errori più comuni consiste nel pressare troppo la carta di giornale.
  • Inizia con l'accendere una quantità di carbonella facile da gestire, in seguito potrai aggiungerne altra non appena si sarà accesa completamente.
  • Una volta accesa, non lasciare mai senza controllo la ciminiera di accensione.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Ciminiera di accensione (accessorio molto economico che evita l'uso dell'accelerante chimico)
  • Carbone o carbonella
  • Accendino a torcia per barbecue o fiammiferi
  • Giornali

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 17 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità