Come Creare un Giardino di Fiori Selvatici

In Italia esistono innumerevoli specie di fiori selvatici che fioriscono spontaneamente senza l'intervento umano. La maggior parte di questi rilascia dei repellenti naturali contro gli insetti e possiede un sistema immunitario molto forte che protegge le varie piante da malattie e permette loro di prosperare senza bisogno di fertilizzanti. Puoi scegliere di coltivare questo tipo di piante perché una volta stabilizzate richiedono relativamente poche cure e offrono un'ampia varietà di fiori colorati.

Parte 1 di 5:
Scegliere l'Area di Coltivazione

  1. 1
    Definisci dove vuoi creare il tuo giardino di fiori selvatici. Scegli un'area che sia simile all'ambiente naturale in cui si sviluppano spontaneamente; per esempio, la primula cresce lungo le rive e i crinali rocciosi, mentre l'aquilegia preferisce l'ombra degli alberi.
    • La dimensione dell'area che vuoi destinare a tale tipo di coltivazione dipende interamente da te. L'ideale è dedicare uno spazio specifico per la coltivazione una volta interrati i semi; valuta quindi di predisporre una zona possibilmente lontana dall'orto, dal giardino o da un campo che sono parecchio frequentati, come i prati o gli orti.
    Pubblicità

Parte 2 di 5:
Scegliere i Fiori

  1. 1
    Stabilisci il tipo di fiori di campo che vuoi piantare. Quando vuoi coltivare un giardino naturale, la cosa migliore da fare è scegliere fiori autoctoni della regione in cui vivi.
    • Recati presso una riserva naturale della tua zona per capire quali piante spontanee fioriscono nella tua area; porta con te un taccuino per poter annotare i nomi dei fiori che ti piacciono, oltre a quelli che crescono bene insieme.
    • Fai delle ricerche online, in biblioteca o anche presso i vivai per raccogliere informazioni sul giardinaggio naturale.
  2. 2
    Procurati i semi dei fiori di campo. Acquistandoli nei vivai, online o anche presso i centri per il giardinaggio ti assicuri di ottenere dei semi fertili e già pronti per lo sviluppo.
    Pubblicità

Parte 3 di 5:
Preparare il Terreno

  1. 1
    Prepara il suolo. Quando decidi di coltivare un giardino naturale, devi fare in modo che il terreno sia pronto per la semina. Libera l'area che hai scelto da ogni erbaccia e altra vegetazione spontanea usando una zappa.
  2. 2
    Dissoda o rastrella il suolo a una profondità di circa 2-3 cm.
  3. 3
    Usa una zappa per mescolare un po' di terriccio per invaso per arricchire la terra. Quando decidi di coltivare un giardino naturale, il suolo deve essere nutriente.
    Pubblicità

Parte 4 di 5:
Piantare i Fiori di Campo

  1. 1
    Interra i semi in primavera, quando il rischio di gelate è passato.
  2. 2
    Diffondili uniformemente in una direzione. In seguito, distribuiscili nella direzione opposta per assicurarti un'adeguata copertura e garantire un giardino selvatico naturale.
  3. 3
    Premili nel terreno usando un rullo per giardino o anche camminandoci delicatamente sopra, anziché interrarli. Quando vuoi realizzare un prato di fiori selvatici, non devi seppellire i semi a una profondità eccessiva, perché non germinano.
  4. 4
    Se necessario, appoggia una rete sul terreno per impedire agli uccelli di mangiare la semenza. Una volta spuntata una notevole quantità di fiori (circa da 2 a 5 mesi), puoi togliere la rete e lasciare che crescano spontaneamente.
  5. 5
    Innaffia i semi, facendo attenzione a non inzupparli troppo. I germogli dovrebbero iniziare a spuntare entro un paio di settimane, dopodiché potrebbe essere necessario bagnarli occasionalmente, soprattutto durante i mesi estivi più asciutti.
    Pubblicità

Parte 5 di 5:
Al Termine della Fioritura

  1. 1
    Falcia l'area del prato solo dopo che i fiori hanno rilasciato i semi. Devi procedere con questa operazione solo al termine di tale fase e poco prima che inizi la primavera; a questo punto, dovresti ottenere un giardino con macchie di colori che offrono un ambiente gradevole.
  2. 2
    Inizia dalla primavera successiva. Predisponi un'altra area di manto erboso accanto a quello già presente e aggiungi altri semi di fiori di campo che puoi recuperare da quelli presenti. Questo passaggio permette ai fiori selvatici di diffondersi e crescere bene.
    Pubblicità

Consigli

  • I girasoli sono fiori di campo popolari che devono essere seminati ogni anno; quando li coltivi nella tua proprietà, conferiscono altezza al giardino.
  • L'aquilegia è una pianta perenne (significa che cresce ogni anno) che produce fiori di un'ampia varietà di colori e fiorisce soprattutto in estate.
  • Anche le margherite sono disponibili in molti colori e possono essere bianche, arancioni, gialle e color oro; sono resistenti e dovrebbero fiorire senza problemi in un giardino naturale.
  • La Rudbeckia irta è di colore giallo-arancione e nero; raggiunge un'altezza media e si risemina da sola.
  • La salvia selvatica crea un manto meraviglioso sul terreno e regala fiori di colore viola.
  • Il lupino bianco forma un cono di fiori viola e ricresce ogni anno quando coltivi il giardino selvatico.
  • Le primule fioriscono all'inizio della primavera e sono perfette per coprire i prati naturali.
  • Il papavero della California è una pianta selvatica originaria di alcune regioni degli Stati Uniti, ma si è ormai diffusa un po' in tutto il mondo. È perfetta per i prati di fiori selvatici delle regioni aride, dato che è resistente alla siccità, prospera bene e in abbondanza.
  • Puoi interrare un bel mix di semi di trifoglio, ranuncolo, margherite, calendule, viole e papaveri selvatici e creare così un effetto piacevole nel tuo prato, ma questi fiori non spuntano tutti insieme in maniera spontanea; tieni quindi presente tale aspetto e fai in modo di tenerli confinati nel tuo giardino.
    • Puoi piantare un cespuglio di Buddleja per aggiungere un tocco di colore e creare un luogo dall'aspetto più naturale; questa pianta attira anche più farfalle.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Semi di fiori di campo
  • Zappa
  • Rastrello
  • Terriccio di invaso
  • Rullo da giardino
  • Acqua

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Giardinaggio

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità