Come Creare un Indice

Un indice, sebbene non sia mai la parte più affascinante di un progetto di scrittura, è essenziale per la leggibilità e per la fruibilità di saggi e lavori tecnici. Costruirne uno non è complesso, ma non deve essere un’aggiunta dell’ultimo momento. Ecco come creare un indice utile per i lettori senza che diventi un progetto eccessivamente complicato.

Passaggi

  1. 1
    È necessario comprendere la funzione di un indice. Un indice è un elenco alfabetico delle parole chiave e dei concetti contenuti in un testo. Contiene "puntatori" per quelle parole e per quei concetti, che sono, usualmente, pagine, sezioni, o numeri di paragrafo. Un indice, in genere, è collocato alla fine di un documento o di un libro. Questo tipo di indice è distinto da un sommario dei contenuti, da una bibliografia, o altro materiale di supporto.
  2. 2
    Inizia con un testo completo. Se non è ancora completo, puoi in ogni caso iniziare a costruirne l’indice, a patto che il testo abbia almeno la sua struttura definitiva.
    • È meglio avere una certa familiarità con l’argomento che stai indicizzando, in modo da sapere cos’è importante. Se non hai scritto il lavoro da indicizzare, fai una scrematura del testo o una pre lettura, prima di cominciare.
    • Un elaboratore di testi con strumenti di indicizzazione può tracciare i numeri delle pagine automaticamente e aggiornarli se ci sono modifiche nel testo.
    • Se devi rilevare le pagine a mano, finisci prima di scrivere e di modificare il testo. Una correzione potrebbe comportare lo spostamento di una particolare sezione o argomento in un’altra pagina.
  3. 3
    Rivedi l’intero testo, marcando le parole chiave e le idee più importanti. In un programma di elaborazione testi che ha capacità di indicizzazione, puoi iniziare ad assegnare caratteri di identificazione (tag), direttamente mentre leggi (o anche mentre scrivi, se sei smanioso di iniziare). Diversamente, crea appunti con adesivi, schede indice, o altre marcature in ciascuna pagina.
    • I punti chiave e le idee principali sono abbastanza evidenti nel testo, in genere. Stai attento alle intestazioni delle sezioni, alle introduzioni, alle conclusioni, alla struttura normale e all’enfasi data all’argomento. Mettiti come obiettivo l’inserimento nell’indice di due o tre richiami, come minimo, per parola chiave e per idea principale.[1]
    • Se usi una copia pronta per essere pubblicata scegli qualcosa con cui marcare.
    • Sebbene la preparazione alla stampa non sia lo scopo del costruire un indice, l’indicizzazione dovrebbe comprendere una lettura completa del testo. Nella circostanza potresti voler trovare e correggere gli errori ancora presenti.
  4. 4
    Definisci le intestazioni per ogni concetto chiave. Definire buone intestazioni faciliterà al lettore la ricerca, e renderà coerente l’indice. Nonostante la necessità di verificare presso l’editore le regole specifiche da rispettare per creare un indice, i seguenti punti sono in sostanza degli standard:
    • Usare i nomi al singolare per iniziare le intestazioni. Per esempio:
      • Cambio
      • Cuffia
    • Inserire modificatori e verbi dopo una virgola, se necessari. Per esempio:
      • Sellino, in cuoio
      • Sellino, altezza regolabile.
    • Scrivere i nomi propri con l’iniziale maiuscola. Altrimenti, usa lettere minuscole. Per esempio:
      • Sardegna
      • Gennargentu
    • Crea riferimenti incrociati per gli acronimi e le sigle. Per esempio:
      • MTB, vedi mountain bike
  5. 5
    Valuta il possibile lettore e lo scopo dell’indice.
    • Quali sono le intestazioni possibili che i lettori istintivamente cercheranno?
    • Hanno bisogno i termini tecnici di equivalenti non tecnici? Ci sono termini non compresi nel testo che potrebbero essere naturali da cercare? Per esempio, un libro sulla manutenzione delle biciclette potrebbe trattare i cambi di velocità, ma il lettore potrebbe cercare sotto la voce "leva del cambio" o "dispositivo di cambio."
  6. 6
    Organizza in ordine alfabetico le intestazioni principali. Un elaboratore di testi può eseguire questo passaggio automaticamente.
  7. 7
    Sistema i sottotitoli sotto l’intestazione principale. Non esagerare con troppi livelli per i titoli; uno o due sono generalmente sufficienti. I titoli organizzati per livelli ordinano le relative informazioni sotto un’intestazione principale, in questo modo il lettore le può trovare facilmente. Organizza i sottotitoli in ordine alfabetico sotto l’intestazione principale, esempio:
    • Freni
      • Regolazione
      • Sicurezza
      • Sostituzione.
  8. 8
    Elenca tutte le pagine in cui compare l’argomento.
  9. 9
    Pubblicità

Consigli

  • Fai riferimento all’indice completo di un altro lavoro quando inizi. Prendi nota di come l’indice è costruito.
  • Considera di assumere qualcuno per fare l’indice. Molti freelancer e società di servizi eseguono questo lavoro a prezzi modici.
    • Se assumi qualcuno, scegli tra quelli con una certa comprensione dell’argomento in questione.
  • Se stai scrivendo per un particolare editore o per una pubblicazione, assicurati di consultare la guida per lo stile. Diversi editori hanno le proprie preferenze riguardo alla formattazione.
  • Se usi del software per facilitare il processo di indicizzazione, usalo per mettere dei tag sulle parole chiave e tenere traccia delle pagine. Usare un software d’indicizzazione per generare l’elenco delle parole chiave, ti darà una rapida visione d’insieme per successivi interventi di rifinitura.
  • Se sei un editore, di norma, non leggerai l’indice perché questo è creato dopo il processo di produzione a cui hai partecipato.[2] Se sei un correttore di bozze, dovrai leggere l’indice con molta cura, e controllare che voci e richiami siano accurati.
  • Non ripetere i termini principali nelle sotto voci dell’indice.
Pubblicità

Avvertenze

  • Stai attento a non omettere argomenti importanti quando crei un indice; ritorna al testo e controlla che gli argomenti e i concetti principali siano compresi.
  • Evita di riportare nell’indice le menzioni minori. Per esempio, se il nome di un personaggio famoso è stato citato, ma non sviluppato in nessun’altra parte del testo, questo nome può essere omesso nell’indice.[3] Pensa all’impressione che farà sul lettore; fatti guidare dalla risposta alla domanda: Riportare nell’indice un riferimento a una parola o a un concetto farà ritenere al lettore che ci sia qualcosa di sostanziale da leggere nel testo?
  • Stai attento ai riferimenti circolari. Questi frustreranno il lettore perché non ci sarà nessuna indicazione per consentire al lettore di trovare la parola o il concetto. Per esempio:
    • "Bici. Vedi Bicicletta". – "Bicicletta. Vedi Bici".
  • Se usi un editor, controlla accuratamente che non sia stata riportata nell’indice un’intera frase da un’intestazione di sezione non accuratamente referenziata. Per esempio, un’intestazione potrebbe essere: "Riparare biciclette non è facile" e l’indice del computer potrebbe aggiungere l’intera frase sottostante l’intestazione. Questo non darà al lettore alcuna informazione utile in termini di specificità delle parole o del concetto.
Pubblicità

Cose che ti Serviranno

  • Software per elaborare testi
  • Un marcatore per le bozze
  • Manoscritto da indicizzare.

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, 9 persone, alcune in forma anonima, hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Scrittura

Riferimenti

  1. How to Write an Index, http://www.how-to-write-anything.com/write_index.html – research source
  2. http://www.backwordsindexing.com/Intro.html – research source
  3. Wikpedia, Index (Publishing), http://en.wikipedia.org/wiki/Index_%28publishing%29
  4. Suzanne Gilad, Copyediting and proofing for dummies, p. 205, (2007), ISBN 978-0-470-12171-9
  5. Wikipedia, Index (Publishing), http://en.wikipedia.org/wiki/Index_%28publishing%29

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità