Come Cucinare i Ravioli

I ravioli sono un piatto tradizionale di pasta ripiena, semplice da cucinare e da dividere in porzioni. Puoi prepararne una buona quantità in pochi minuti. Continua a leggere per saperne di più.

Parte 1 di 3:
Preparazione e Conservazione
Modifica

  1. 1
    Procurati i ravioli. Compra una confezione di pasta ripiena cruda, puoi trovarla nel reparto dei prodotti freschi o surgelati del supermercato.
    • Se devi seguire delle restrizioni dietetiche, fai attenzione al tipo di pasta che acquisti. I ravioli sono spesso farciti con formaggio, carne o entrambi, anche se dovresti riuscire a trovare dei prodotti senza carne o senza latticini. La pasta è fatta in genere con farina di frumento, a meno che non sia esplicitamente dichiarato diversamente sulla confezione.
  2. 2
    Valuta di preparare tu stesso i ravioli freschi. Puoi realizzare una varietà semplice farcita con formaggio in un paio d'ore. Devi preparare il ripieno, creare l'impasto, dargli forma e avvolgere la farcitura con la pasta.[1]
  3. 3
    Conserva i ravioli crudi in frigorifero o nel congelatore. Questo tipo di pasta ripiena si conserva meglio al freddo. Se non prevedi di cucinarla immediatamente, dovresti metterla in un contenitore ermetico e poi in frigorifero. Se non vuoi cucinarli entro una settimana, è meglio mettere i ravioli nel congelatore, sempre all'interno di un contenitore ermetico. Quelli surgelati andrebbero consumati entro 30-45 giorni dall'acquisto.[2]
  4. 4
    Prepara i ravioli da cucinare. Se li hai conservati in freezer o in frigorifero, toglili poco prima di cuocerli. Dividi la pasta fresca o refrigerata con un coltello affilato, per evitare che i fagottini si appiccichino fra loro nella pentola.
    • Non cercare di scongelare quelli surgelati, mettili nel tegame quando sono ancora congelati.[3]
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Cuocere i Ravioli
Modifica

  1. 1
    Fai bollire l'acqua. Riempi una pentola con 2-6 litri di acqua fredda per ogni mezzo chilo di ravioli. Verifica che il tegame sia abbastanza grande da contenere tutta la pasta ripiena che vuoi cucinare.[4]
    • Ricorda di mettere il coperchio sulla pentola; in questo modo trattieni il vapore, il calore e l'umidità accelerando il procedimento di cottura.
    • La maggior parte delle ricette per ravioli indica 4-6 litri di acqua per ogni mezzo chilo di pasta. L'acqua in eccesso fa sì che il bollore riprenda in fretta una volta aggiunti i fagottini ripieni, evita che i ravioli si appiccichino fra loro e diluisce l'amido rilasciato, in modo che il piatto finale non sia colloso. Sentiti libero di usare meno acqua, purché sia sufficiente per sommergere tutta la pasta.[5]
  2. 2
    Cuoci i ravioli. Quando l'acqua inizia a bollire, mettili nella pentola. Segui le istruzioni riportate sulla confezione; se non ci sono, cuoci i ravioli per 4-6 minuti o fino a quando non verranno a galla. Quando la pasta galleggia, è pronta.[6]
    • Sala l'acqua secondo i tuoi gusti. Come regola generale, dovresti usare 5 g di sale per ogni litro d'acqua. Valuta di aggiungere un po' di olio di oliva, per evitare che i ravioli si appiccichino fra loro, usane un cucchiaino per ogni litro di acqua.
  3. 3
    Mescola il contenuto della pentola. Usa un mestolo o un cucchiaio e mescola di tanto in tanto i ravioli durante la cottura. Separa quelli che si sono incollati.
  4. 4
    Riconosci quando sono cotti. I ravioli dovrebbero gonfiarsi e la pasta diventare più chiara man mano che la cottura procede. Alcune persone li preferiscono morbidi e ben cotti, mentre altre optano per dei ravioli più duri e meno cotti, cioè al dente. L'impasto contiene uova, a meno che la confezione non riporti espressamente il contrario, è quindi importante una buona cottura, per evitare il rischio di salmonellosi. Ricorda che i ravioli grandi richiedono un tempo di cottura maggiore, mentre quelli piccoli cuociono più rapidamente.[7]
    • Se iniziano a gonfiarsi o a rompersi, potresti averli cotti un po' troppo.
    • Assaggiali durante la cottura. Questa è la tecnica migliore per capire se sono pronti. Mordicchia un angolo del fagottino per capire il livello di cottura. Se ti sembra ancora freddo o congelato, lascia la pasta nell'acqua bollente; se ha un sapore di farina o pasta cruda, potrebbe non essere ancora pronta.
  5. 5
    Scola la pasta. Se hai un colino o uno scolapasta, mettilo nel lavello o in una zona che permette il drenaggio dell'acqua. Versa il contenuto della pentola (acqua e ravioli) nello scolapasta, per eliminare il liquido e trattenere la pasta. Procedi lentamente in modo da non perdere alcun fagottino.
    • Se non hai uno scolapasta, versa lentamente l'acqua dalla pentola trattenendo i ravioli. Inclinala di lato, in modo che il liquido trabocchi, ma tienila chiusa con il coperchio per non perdere la pasta. Lascia una piccola fessura fra il coperchio e il bordo del tegame, affinché possa passare l'acqua, ma non i ravioli.
    • Versa l'acqua nel lavandino per gettarla oppure utilizzala per innaffiare il giardino. Se travasi il liquido in un'altra ciotola o pentola, puoi portarla all'aperto e riutilizzarla.
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Servire il Piatto
Modifica

  1. 1
    Aspetta che i ravioli si raffreddino. Dovrebbero essere pronti da mangiare in cinque minuti; in questo modo, eviti di scottarti la bocca; mettili in una grande terrina e servili!
  2. 2
    Abbinali alla tua salsa preferita. Le scelte più comuni sono quella di pomodoro, la marinara e il pesto, per citarne alcune. Valuta di scaldare la salsa in un pentolino per diversi minuti, a fuoco basso, prima di portare in tavola il piatto.
    • Puoi versare la salsa sui ravioli oppure presentarla in una ciotola a parte. La seconda soluzione permette a ogni commensale di aggiungere la quantità di condimento che preferisce.
  3. 3
    Scegli i vari abbinamenti di vino e cibo. Servi i ravioli con verdure cotte, pollo, pesce, pane fresco e un buon vino italiano. Divertiti con questa preparazione e non temere di rendere il pasto un'esperienza culturale!
    • Mangia i ravioli con la forchetta, servili con un mestolo o un grosso cucchiaio.
    Advertisement

ConsigliModifica

  • La pratica rende perfetti! Non scoraggiarti se il piatto non è esattamente come te lo aspettavi. Più spesso cucini i ravioli e più acquisirai "sensibilità" nella preparazione.
  • Se acquisti dei ravioli già pronti con le istruzioni per la cottura sulla confezione, rispettale. Quelle specifiche per una marca sono le più precise per il prodotto che hai comprato.
  • Il tempo di cottura e quello necessario per far gonfiare i ravioli dipendono dal tipo; in genere, quelli più grossi hanno bisogno di più tempo.
Advertisement

AvvertenzeModifica

  • Fai attenzione quando metti i ravioli nella pentola di acqua bollente. Falli scivolare delicatamente nell'acqua con l'aiuto di un cucchiaio o una schiumarola. Se li lasci cadere rapidamente, l'acqua potrebbe schizzare e scottarti.
  • Sii cauto se sei celiaco o intollerante al lattosio. I ravioli contengono glutine (a meno che non sia riportato diversamente sull'etichetta) e quasi tutti sono ripieni con qualche tipo di formaggio.
Advertisement

Cose che ti ServirannoModifica

  • Una pentola
  • 2-6 litri di acqua
  • Un fornello per far bollire l'acqua
  • Ravioli, freschi o surgelati
  • Un mestolo o un cucchiaio per mescolare
  • Facoltativo: uno scolapasta o un colino

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement