Come Curare Velocemente le Ferite Aperte

Scritto in collaborazione con: Marsha Durkin, RN

Se hai una piccola abrasione, una lacerazione o un taglio poco profondo che non sanguina più di tanto, è possibile trattarlo in casa usando i prodotti di un normalissimo kit di primo soccorso. Tuttavia, se la ferita è estesa, è accompagnata da un'emorragia abbondante, presenta una profondità superiore ai sei millimetri, è stata causata da un oggetto di metallo, un morso di animale o un elemento conficcato, bisogna andare al pronto soccorso. Seguire l'iter necessario per curare velocemente le ferite aperte evita che si infettino e lascia cicatrici minime. Se la ferita non dovesse smettere di sanguinare dopo 10 o 15 minuti, vai immediatamente all'ospedale.

Parte 1 di 3:
Pulire e Bendare una Ferita Minore

  1. 1
    Lavati le mani con un sapone delicato e dell'acqua. Prima di toccare una ferita aperta, lavati le mani. Se possibile, indossa dei guanti per uso medico. Questo accorgimento proteggerà la ferita dall'esposizione a batteri e germi che si trovano sulle mani [1].
    • Se devi toccare la ferita aperta di un'altra persona, indossa dei guanti per uso medico al fine di proteggere le tue mani e prevenire la diffusione dei germi.
  2. 2
    Risciacqua la ferita con dell'acqua di rubinetto. Lasciala scorrere sulla zona interessata per eliminare residui di sporco e altro tipo. Non strofinare o toccare la ferita durante il lavaggio, altrimenti rischi di causare ulteriori danni [2].
  3. 3
    Interrompi il sanguinamento usando un panno asciutto e pulito. Premilo sulla ferita per alcuni minuti esercitando una pressione omogenea con le mani fino a quando il sanguinamento non si sarà rallentato. Se viene applicata una buona pressione, le ferite minori dovrebbero smettere di sanguinare nel giro di pochi minuti [3].
    • Se la ferita continua a sanguinare nonostante tu abbia esercitato una pressione omogenea per 10 o 15 minuti, vai al pronto soccorso. È possibile che sia troppo profonda per essere trattata in casa.
  4. 4
    Solleva la ferita al di sopra del livello del cuore per rallentare il sanguinamento. Se la ferita si trova sulla gamba, sul piede o sulle dita del piede, appoggia la gamba su una sedia o un cuscino affinché venga elevata al di sopra del livello del cuore. Se si trova sul braccio, sulle mani o sulle dita, solleva la zona interessata al di sopra della testa per rallentare l'emorragia. Se si trova sul busto, sulla testa o sulla zona genitale, vai quanto prima al pronto soccorso. Tutte le ferite alla testa, in particolare, vanno esaminate da un medico [4].
    • Se la ferita aperta non smette di sanguinare dopo 10 o 15 minuti nonostante venga mantenuta sollevata, vai al pronto soccorso.
  5. 5
    Applica una pomata antibiotica o della vaselina sulla ferita. Usa una garza pulita per applicare uno o due strati di unguento. Manterrai in questo modo la zona ben umida e preverrai possibili infezioni, accelerando la guarigione [5].
    • Quando applichi la pomata, fai attenzione a non premere troppo la ferita, specialmente sulle zone affette da arrossamento o gonfiore.
  6. 6
    Se si tratta di un taglietto, metti un cerotto. Usane uno abbastanza grande da coprire il taglio [6].
  7. 7
    Usa una garza in caso di abrasione o ferita da puntura. Prendi un pezzo di garza abbastanza grande da coprire la ferita aperta o usa delle forbici pulite per tagliare la garza in base alle tue necessità. Sistemala sulla zona interessata e fissala con del nastro adesivo medico [7].
    • Se non hai una garza a portata di mano, puoi usare un cerotto, a condizione che sia abbastanza grande da coprire l'intera ferita.
  8. 8
    Prendi un analgesico da banco. Durante la guarigione è possibile accusare dolore o assistere alla comparsa di irritazioni. Assumi dell'acetaminofene ogni quattro o sei ore (o secondo quanto indicato dal foglietto illustrativo) per attenuare il fastidio. Segui il dosaggio raccomandato e non superarlo [8].
    • Non prendere l'aspirina, in quanto può causare sanguinamento.
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Favorire la Guarigione delle Ferite Minori

  1. 1
    Cambia il cerotto o la garza tre volte al giorno. Lavati le mani prima di procedere. Rimuovi il cerotto o la garza seguendo la direzione di crescita dei peli per evitare di danneggiare la pelle. Se ti accorgi che la crosta si è attaccata al cerotto o alla benda, imbevila con una soluzione composta da un cucchiaino di sale e quattro litri di acqua, oppure, se disponibile, utilizza dell'acqua sterile. Imbevuto il cerotto o la garza per alcuni minuti, passa alla rimozione, procedendo con delicatezza [9].
    • Se la crosta rimane attaccata al cerotto o alla garza, imbevila di nuovo fino a farla ammorbidire. Non strattonarla o tirarla, altrimenti rischi di danneggiare la ferita e farla sanguinare di nuovo.
    • Assicurati di applicare una pomata antibiotica o della vaselina sulla ferita prima di bendarla per mantenerla umida e accelerare la guarigione. Puoi anche applicare l'unguento sulla garza prima di ricollocarla sulla zona interessata.
  2. 2
    Evita di stuzzicare o grattare la ferita. Quando inizia a guarire, una ferita aperta può essere interessata da prurito o irritazioni, specialmente quando comincia a formarsi la crosta. Resisti alla tentazione di stuzzicarla, grattarla o strofinarla, in quanto questo rallenterà la guarigione. Indossa dei vestiti spessi e tieni la ferita coperta per evitare di toccarla [10].
    • Puoi applicare anche un unguento sulla ferita, che mantiene la pelle umida e previene il prurito durante il processo di guarigione.
  3. 3
    Non applicare antisettici aggressivi sulla ferita. Il perossido d'idrogeno, l'alcol isopropilico e la tintura di iodio sono caustici e possono ustionare i tessuti, danneggiando ulteriormente la pelle e lasciando cicatrici. Una pomata antibiotica o la vaselina è più che sufficiente per mantenere la ferita disinfettata e pulita [11].
  4. 4
    Mantieni la ferita coperta e protetta. Non esporla all'aria, altrimenti rallenterai la guarigione e rischi che rimanga una cicatrice. Tienila sempre coperta, specialmente quando esci ed esponi la pelle al sole [12].
    • Puoi toglierti il cerotto solo sotto la doccia o nella vasca da bagno, in quanto il vapore fa bene alla ferita.
    • Una volta che la ferita sarà guarita e la pelle si sarà rigenerata, potrai esporla nuovamente all'aria. Continua a bendarla per proteggerla nelle situazioni in cui potrebbe riaprirsi, per esempio mentre fai sport.
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Andare al Pronto Soccorso

  1. 1
    Vai al pronto soccorso nel caso in cui la ferita abbia una profondità superiore ai sei millimetri. Una ferita profonda richiede solitamente l'intervento di un medico e talvolta di punti di sutura affinché possa guarire adeguatamente. Non provare a trattarla in casa, altrimenti rischi che si infetti o che rimanga una cicatrice [13].
  2. 2
    Vai dal medico nel caso in cui la ferita non dovesse passare entro due o tre settimane. Se non si rimargina e non sembra guarire, è possibile che sia più profonda di quanto pensassi e che sia necessario l'intervento di un medico [14].
  3. 3
    Se la ferita risulta infetta, calda al tatto, arrossata, gonfia o piena di pus, rivolgiti a un medico. Se dovessi osservare sintomi comunemente associabili a un'infezione, vai dal medico il prima possibile. Se rimandi il trattamento, l'infezione potrebbe peggiorare. È possibile che la ferita sia infetta nei seguenti casi [15]:
    • Calore al tatto;
    • Arrossamento;
    • Gonfiore;
    • Dolore;
    • Presenza di pus.
  4. 4
    Vai dal medico se la ferita è stata provocata dal morso di un animale. Tutti i morsi di animali, anche quelli più piccoli, vanno esaminati da un medico, che seguirà un protocollo ben preciso per trattarli.
    • La maggior parte dei morsi da moderati a gravi vanno trattati con un antibiotico, come l'amoxicillina-acido clavulanico.
    • Se sei stato morso da un animale selvatico, dovrai sottoporti a una vaccinazione antirabbica (l'iniezione viene fatta sul braccio).
  5. 5
    Lascia che il medico tratti la ferita. Il medico esaminerà la zona interessata per determinarne la gravità. Se necessario, realizzerà dei punti di sutura per chiuderla e avviare il processo di guarigione [16].
    • Se si tratta di un taglietto, il medico potrebbe usare dell'apposita colla per chiudere la ferita.
    • Se la ferita è estesa e profonda, la chiuderà con ago e filo. Dovrai a quel punto tornare dal medico dopo una settimana per togliere i punti.
    Advertisement

Informazioni su questo wikiHow

Infermiera Registrata
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Marsha Durkin, RN. Marsha Durkin è un'Infermiera Registrata nel Wisconsin. Ha conseguito la Laurea Breve in Scienze Infermieristiche all'Olney Central College nel 1987.
Categorie: Incidenti & Ferite

Hai trovato utile questo articolo?

No
Advertisement