Come Curare i Capelli Ricci Danneggiati

Scritto in collaborazione con: Ashley Adams

Il calore e le sostanze chimiche contenute nei prodotti cosmetici rendono purtroppo i capelli ricci fragili e sfibrati. Una delle principali caratteristiche dei capelli rovinati è la mancanza di lucentezza. Se i tuoi ricci sono secchi e pieni di doppie punte, non disperare; con un po' di pazienza e le giuste cure, i capelli possono tornare forti e lucidi.

Parte 1 di 3:
Misure Risolutive per Riparare i Capelli Danneggiati

  1. 1
    Dacci un taglio. Le doppie punte non si possono riparare, nonostante le etichette di alcuni prodotti affermino il contrario. Come se non bastasse, il danno aumenterà dato che la frattura risalirà piano piano verso la parte sana dei capelli. L'unica soluzione è quella di tagliare via le doppie punte; quindi più aspetti e peggio è.[1]
    • Dovresti spuntare i capelli ogni 6-8 settimane. Se non vuoi andare dal parrucchiere, acquista un paio di forbici professionali (o usane un paio molto affilate) e fatti aiutare da un familiare o da un'amica.
    • Chiedi consiglio al parrucchiere per sapere di quanto i capelli andrebbero tagliati. Se stai cercando di farli crescere, pregalo di eliminare solo le punte più rovinate. Dovresti affidarti alla sua opinione professionale, il suo unico intento è quello di farti apparire al meglio.
  2. 2
    Fai una pausa dalle sostanze chimiche. Dovresti evitare di tingere, stirare o arricciare i capelli con prodotti chimici per evitare di danneggiarli ulteriormente. Potrebbe sembrarti un grosso sacrificio, ma anche una breve pausa può dare ottimi risultati e accelerare il processo di guarigione dei capelli.[2]
    • Se hai l'abitudine di tingerti i capelli, esistono diverse opzioni che non contengono sostanze chimiche. Le colorazioni naturali sono meno aggressive. Se il tuo colore è il rosso, puoi provare a usare l'henné oppure l'indigo per scurirli o il succo di limone per schiarirli. Se vuoi sperimentare una di queste tre opzioni, attieniti alle indicazioni che seguono:
    • Asciuga i tuoi ricci al naturale per un periodo;
    • Se il risultato non ti piace, anziché ricominciare a stirarli con la piastra, prova a intrecciarli o ad attorcigliarli. Un'altra soluzione potrebbe essere quella di usare un cappello o una fascia abbinati ai tuoi outfit;
    • Se proprio non puoi sopportare l'idea di tenere i ricci al naturale, valuta di acquistare una parrucca. Puoi scegliere tra diversi look, colori, stili e lunghezze.
  3. 3
    Usa una maschera per i capelli. Fare una maschera serve a ripristinare e racchiudere nei capelli l'umidità di cui hanno bisogno per tornare morbidi. I capelli danneggiati esigono idratazione. Puoi scegliere tra una vasta gamma di maschere in profumeria o al supermercato oppure puoi utilizzare alcuni degli ingredienti che hai già in casa per crearne una fai da te.[3]
    • Se vuoi cimentarti nel preparare una maschera idratante e nutriente fai da te, cerca tra i prodotti che hai in casa e utilizza per esempio l'aloe vera, il miele, l'olio di cocco, l'olio extravergine di oliva o il burro di karité. Ognuno di questi ingredienti di uso comune ha delle ottime proprietà idratanti. Molto probabilmente alcuni li hai già in casa o comunque li puoi acquistare a buon prezzo al supermercato.[4]
    • Maionese, banana e avocado sono altrettanto indicati per nutrire i capelli; li puoi incorporare nella tua routine di bellezza settimanale.
    • Puoi miscelare due o tre degli ingredienti elencati per preparare una maschera molto efficace in pochissimi minuti. Per esempio, puoi utilizzare l'olio di cocco abbinato al miele e alla banana.
    • Applica la maschera sui capelli bagnati e poi indossa una cuffia da doccia per intrappolare l'umidità. In alternativa puoi utilizzare un sacchetto di plastica o la pellicola per alimenti, l'importante è che gli ingredienti della maschera riescano a penetrare a fondo nei capelli.[5]
    • Puoi lasciare la maschera in posa per tutta la notte oppure più semplicemente per mezzora o un'ora.
    • Se preferisci lasciare agire la maschera per tutta la notte, non usarla troppo spesso, altrimenti i capelli potrebbero risultare appesantiti. La frequenza raccomandata è di una volta alla settimana.[6]
  4. 4
    Ripara i capelli con un trattamento all'olio caldo. Puoi acquistare un prodotto specifico in profumeria oppure puoi usare uno degli oli che hai già in casa; per esempio, quello di cocco è ottimo per curare i capelli ricci danneggiati.[7]
    • Versa l'olio in un contenitore. L'ideale è acquistare una bottiglia comprimibile per pochi euro in profumeria o al supermercato. In alternativa, puoi utilizzare una tazza, una ciotola o un barattolo di vetro.[8]
    • Immergi il contenitore nell'acqua bollente per scaldare l'olio.[9]
    • Quando l'olio è caldo (ma non bollente) applicalo sui capelli.[10]
    • Indossa una cuffia da doccia e poi avvolgi una sciarpa o un asciugamano intorno alla testa perché trattenga il calore.[11] In alternativa, puoi usare una cuffia termica.
    • Assicurati che l'olio non sia troppo caldo prima di applicarlo sui capelli. Non scaldarlo nel microonde o sui fornelli.
  5. 5
    Ripara i capelli con un trattamento alle proteine. Puoi creare una barriera intorno ai follicoli e proteggere il fusto dei capelli da ulteriori danni in modo che nel tempo i tuoi ricci diventino visibilmente più sani. Le proteine riparano temporaneamente i capelli danneggiati avvolgendo il fusto e riempiendo le piccole fessure.[12]
    • Se i capelli sono davvero molto rovinati, potrebbe essere necessario un trattamento ricostituente. Tuttavia, dopo che la situazione è migliorata, è meglio utilizzare una semplice maschera nutriente.[13]
    • Tieni presente che i trattamenti alle proteine andrebbero usati solo occasionalmente. Nonostante siano ottimi per riparare e proteggere i capelli, utilizzandoli troppo spesso possono produrre il risultato contrario e danneggiarli.[14] Il motivo è che i capelli sono costituiti di proteine.
    Pubblicità

Parte 2 di 3:
Prevenire Ulteriori Danni

  1. 1
    Cambia prodotti. Se quelli che usi abitualmente contengono sostanze chimiche dannose o non sono specifici per i capelli ricci, potrebbero rovinarli ulteriormente. Valuta di passare a dei prodotti a base di ingredienti naturali formulati per il benessere dei capelli ricci.
    • Evita i prodotti che contengono solfati perché privano i capelli dei loro oli naturali e li rendono crespi.[15]
    • Scegli dei prodotti ad azione idratante.
  2. 2
    Fai lo shampoo meno frequentemente. I capelli vanno lavati al massimo a giorni alterni; fare lo shampoo due o tre volte alla settimana è più che sufficiente, in special modo se hai i capelli molto secchi. Il balsamo si può utilizzare anche più spesso, non ci sono controindicazioni, basta risciacquare bene i capelli dopo l'uso.
    • Quando fai la doccia senza lavare i capelli indossa la cuffia da doccia per proteggerli dall'umidità.
    • Nei giorni in cui non fai lo shampoo, puoi bagnare i capelli e applicare il balsamo. Lascialo agire mentre insaponi il corpo.
    • Eseguendo qualche ricerca scoprirai che esiste il modo di lavare i capelli senza shampoo per prenderti cura dei tuoi ricci.
  3. 3
    Utilizza regolarmente il balsamo. Le persone con i capelli ricci non dovrebbero tralasciare mai questo passaggio. Il balsamo deve avere il tempo di penetrare nei capelli, quindi lascialo in posa almeno tre minuti. La soluzione più semplice è quella di lavare subito i capelli e lasciare agire il balsamo mentre ti insaponi.
  4. 4
    Usa un balsamo senza risciacquo. Dovresti sceglierne uno formulato per i capelli ricci per ottenere il miglior risultato possibile, ma in alternativa puoi utilizzarne uno qualunque; i capelli risulteranno comunque più morbidi e disciplinati. Applica il balsamo senza risciacquo prima degli altri prodotti per lo styling, per esempio della crema per ravvivare i ricci o del siero termoprotettore.
  5. 5
    Utilizza un pettine a denti larghi. Prima di pettinare i capelli dovresti iniziare a districare i nodi con le dita, dopodiché puoi usare il pettine partendo dalle punte e risalendo gradualmente verso le radici. Il consiglio è di eliminare i nodi mentre sei nella doccia, dopo aver applicato il balsamo; in alternativa, puoi utilizzare un balsamo senza risciacquo sui capelli risciacquati e tamponati.[16]
  6. 6
    Proteggi i capelli con gli oli. Oltre a eseguire un trattamento con l'olio caldo di tanto in tanto, puoi incorporare gli oli nella tua routine di bellezza abituale. Versa alcune gocce di olio nel palmo della mano e poi distribuiscilo sulle lunghezze e sulle punte, come se fosse un qualunque altro prodotto per lo styling.
    • I capelli possono essere umidi o asciutti, in base alla frequenza con cui li lavi e alle loro esigenze e caratteristiche.
    • Gli oli contribuiscono a nutrire e proteggere i capelli. Utilizzali regolarmente sia per ripararli sia per proteggerli da ulteriori danni.
    • Molte linee di prodotti per capelli includono una miscela di oli ristrutturanti. Si tratta di una buona soluzione se vuoi evitare di acquistare, dosare e miscelare manualmente diversi oli; fai tuttavia attenzione, perché in molti casi questi prodotti contengono additivi chimici e altri ingredienti che possono essere dannosi.
    • Non è necessario spendere tanto per acquistare prodotti di marca, basta usare gli oli naturali.
    • Per esempio, l'olio di cocco è eccellente perché attiva dei processi che permettono di ristabilire le normali condizioni di salute dei capelli.[17] Molte persone utilizzano l'olio di cocco per cucinare, quindi può diventare una soluzione economica grazie ai suoi molteplici usi.
    • Anche l'olio di argan è molto utilizzato per il benessere dei capelli.
  7. 7
    Usa una crema per i capelli ricci. Il suo compito è quello di ridurre l'effetto crespo e definire meglio i boccoli. Non tutti i prodotti sono uguali, fai una ricerca e scegli una crema che non contenga alcol o solfati.
    • Molte persone con i capelli ricci hanno scoperto che miscelando due o più prodotti in crema o in gel ottengono un risultato migliore.
    • Puoi provare a miscelare oli, creme e gel per trovare la formula più indicata per i tuoi ricci.
    • Tieni presente che i ricci non sono tutti uguali, quindi è importante testare differenti prodotti per individuare quelli più efficaci nel tuo caso.
  8. 8
    Lascia asciugare i capelli naturalmente. Quando lasci asciugare i capelli all'aria ottieni un doppio beneficio: non li danneggi con il calore e ottieni dei ricci più definiti e meno crespi, quindi sei più felice quando ti guardi allo specchio. Come se non bastasse, risparmi tempo e fatica; in pratica ottieni un triplo vantaggio.
  9. 9
    Limita l'uso del calore. Di tanto in tanto potresti voler cambiare look e usare il phon e la piastra per stirare i capelli. In quelle occasioni non dimenticare di applicare un prodotto termoprotettore. Se utilizzi gli strumenti per lo styling solo raramente e ti prendi cura dei capelli nei molti modi consigliati, la tua chioma non dovrebbe subire danni. Resta comunque imprescindibile la regola di non stressarli con il calore troppo spesso.[18]
  10. 10
    Limita i trattamenti chimici. Se senti la necessità di tingerli o stirarli chimicamente, scegli una o l'altra soluzione. Imponendo diversi trattamenti chimici ai tuoi ricci finirai per bruciarli, quindi se non vuoi pentirtene opta per un solo processo.[19]
    Pubblicità

Parte 3 di 3:
Proteggere i Capelli Ricci

  1. 1
    Fai attenzione agli accessori che possono rovinare i capelli. Quando li raccogli, non usare elastici o mollette che possono farli annodare o spezzare. Scegli degli accessori che trattino i tuoi ricci in modo delicato.
  2. 2
    Proteggi i ricci dal calore. Quando vuoi usare il phon o la piastra, limita il tempo in cui i capelli rimangono esposti al calore e non dimenticare di applicare un prodotto termoprotettore prima di iniziare.
    • Lascia asciugare i capelli parzialmente all'aria prima di usare gli strumenti per lo styling. Per esempio, lasciali asciugare naturalmente nel mentre che ti vesti o ti trucchi, dopodiché acconciali come desideri con il phon.
    • Accertati che i capelli siano perfettamente asciutti prima di stirarli con la piastra. Usandola sui capelli ancora umidi potresti bruciarli quando l'acqua evapora.
    • Quando utilizzi gli strumenti per lo styling, è fondamentale applicare sui capelli un prodotto che li protegga dall'intenso calore. Puoi scegliere tra uno spray o un siero, in base alle tue preferenze. In generale i siliconi sono nemici della salute dei capelli, ma di fatto quelli contenuti nei termoprotettori creano una barriera più efficace contro il calore, quindi ti aiutano a preservare i ricci in buone condizioni.[20]
  3. 3
    Proteggi i capelli dal sole. Quando trascorri il tuo tempo all'aperto, indossa un cappello o un foulard per tenere i capelli all'ombra. Se non vuoi utilizzare un cappello, acquista un prodotto solare per capelli.
  4. 4
    Utilizza una federa o una sciarpa di seta durante la notte. Dormi con la testa appoggiata su una federa di seta o con i capelli avvolti in una sciarpa di seta per ridurre la frizione che può farli diventare crespi.[21] I capelli rimarranno protetti e ordinati e il mattino seguente farai molta meno fatica ad acconciarli.
    Pubblicità

Consigli

  • Non strattonare i tuoi ricci.
  • Non usare troppi prodotti cosmetici per evitare che i loro residui si accumulino sui capelli. Se vuoi rimediare all'uso frequente che ne hai fatto in passato, utilizza uno shampoo purificante.
Pubblicità

Avvertenze

  • I capelli ricci non sono tutti uguali, quindi scegli i prodotti più adatti ai tuoi capelli nello specifico. Per esempio valuta se sono fini o grossi, secchi o grassi.
  • Fai attenzione a non scaldare troppo l'olio per non rischiare di scottarti il cuoio capelluto o il viso. Per precauzione è meglio utilizzare l'acqua calda, ma non bollente.
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

Cosmetologa Certificata
Questo articolo è stato scritto in collaborazione con Ashley Adams. Ashley Adams è una Parrucchiera e Cosmetologa Certificata che lavora nell’Illinois. Ha completato la sua formazione in Cosmetologia presso la John Amico School of Hair Design nel 2016.
Categorie: Cura dei Capelli

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità