Come Curare la Diarrea all'Inizio della Gravidanza

Diarrea e gravidanza vanno spesso di pari passo, in special modo durante i primi mesi di gestazione. Il motivo è che molte donne incinte diventano più sensibili al cibo che mangiano. In più i loro apparati digestivi tendono a processare i pasti più lentamente e questo fatto può causare la diarrea. Dato che durante il primo trimestre di gravidanza molti farmaci possono essere pericolosi per il feto, è necessario trovare dei metodi alternativi per prevenire e curare il problema. Prosegui nella lettura per conoscere diversi rimedi sicuri e naturali in grado di sconfiggere la diarrea.

Metodo 1 di 3:
Curare la Diarrea con l'Alimentazione

  1. 1
    Prova la dieta BRAT. Si tratta di un acronimo formato dalle iniziali delle parole banane, riso, mele (apples in inglese) e pane tostato (toast in inglese). Questo programma dietetico è perfetto per le donne incinte che soffrono di diarrea perché i cibi consigliati sono poveri di fibre e facili da digerire, ma al contempo altamente nutrienti. La dieta BRAT non appesantisce il tratto gastrointestinale e raramente causa la diarrea.[1]
    • Le banane sono ricche di potassio, quindi contribuiscono a reintegrare quello perso a causa della diarrea. Inoltre rendono le feci più dure, alleviando ulteriormente il disturbo.
    • Le mele contengono pectina, una sostanza in grado di addensare naturalmente le feci. In più sono ricche di zuccheri che forniscono energia all'organismo. Puoi mangiarle grattugiate o berne il succo.
    • Il riso e il pane tostato sono alimenti semplici, facili da digerire. In più contribuiscono ad addensare le feci.
  2. 2
    Mangia molte zuppe e minestre. In particolare i passati di verdura e i brodi che non contengono particelle solide sono molto facili da digerire. Per questo motivo è improbabile che causino disturbi all'apparato gastrointestinale, quindi sono un'opzione eccellente per le mamme durante i primi mesi di gravidanza.[2]
    • I passati di verdura e i brodi possono essere combinati con gli alimenti previsti dalla dieta BRAT per assicurare all'organismo le opportune quantità di nutrienti e vitamine.
    • Seguendo questa dieta, cerca di fare 5-6 piccoli pasti al giorno invece dei soliti tre abbondanti. In questo modo ridurrai ulteriormente le probabilità di soffrire di diarrea e ti sentirai più energica.
  3. 3
    Evita gli alimenti molto grassi o speziati perché sono difficili da digerire e possono inoltre irritare l'apparato gastrointestinale. Si tratta di una regola d'oro per allontanare il rischio di soffrire di diarrea all'inizio della gravidanza.[3]
    • Evita le varietà e i tagli di carne maggiormente ricchi di grassi, come la pancetta. È meglio optare per le proteine magre, come tacchino, petto di pollo e pesci bianchi. Inoltre dovresti evitare di usare troppi grassi (olio e burro) quando cucini.
    • I cibi speziati e piccanti, come le specialità della cucina asiatica o messicana, andrebbero evitati. Anche quando cucini in casa evita di aggiungere delle spezie dal sapore forte o piccante.
  4. 4
    Evita di mangiare i latticini, all'infuori dello yogurt che contiene fermenti lattici vivi. Molte donne sviluppano un'intolleranza al lattosio durante la gravidanza, quindi potresti soffrire di diarrea dopo aver bevuto il latte o mangiato altri prodotti caseari.
    • L'unica eccezione concessa è lo yogurt, che contiene fermenti lattici vivi, ad esempio lactobacillus acidophilus e bifidobacterium. Gli organismi racchiusi nello yogurt contribuiscono a uccidere i batteri nocivi presenti nel sistema digestivo che provocano la diarrea.
    • Se vuoi comunque mangiare i latticini, prediligi quelli a basso contenuto di grassi per ridurre le probabilità di irritare il sistema digestivo.
  5. 5
    Tieni un diario alimentare per scoprire quali alimenti causano la diarrea. Alcune donne incinte sviluppano una sensibilità particolare nei confronti di certi ingredienti, anche se fino ad allora erano abituate a mangiarli regolarmente.
    • Ne consegue che non è facile identificare esattamente quali sono gli alimenti che stanno causando la diarrea. Per questo motivo può essere utile tenere un diario alimentare in cui prendere nota di tutto quello che mangi e dei corrispondenti movimenti intestinali.
    • I tuoi appunti ti aiuteranno a scoprire quali sono i cibi responsabili del disturbo, quindi saprai cosa è meglio evitare in futuro.
  6. 6
    Bevi molti liquidi. In molti casi la diarrea provoca la disidratazione dell'organismo dato che durante i movimenti intestinali vengono espulsi parecchi fluidi. Pertanto è molto importante bere abbondante acqua per mantenere il corpo idratato. Dovresti berne almeno 8 bicchieri al giorno, ma anche di più se è possibile.
    • Per mantenere il corpo idratato, puoi anche mangiare dei ghiaccioli (o lasciar sciogliere in bocca dei cubetti di ghiaccio) o delle varietà di frutta e verdura molto acquose (come angurie, cetrioli, pomodori, meloni, uva) e bere delle tisane a base di erbe naturali.
    Pubblicità

Metodo 2 di 3:
Curare la Diarrea con le Erbe

  1. 1
    Assumi i semi di psillio. Si tratta di un rimedio naturale molto popolare per prevenire la diarrea. Questi semi infatti sono in grado di assorbire l'acqua all'interno del tratto digestivo dando forma a feci più solide e riducendo il numero di movimenti intestinali.
    • Per assumere i semi di psillio, aggiungine mezzo cucchiaino a un bicchiere d'acqua (250 ml). Mescola per dissolverli e bevi prima che la miscela si addensi. Ripeti ogni mattino e ogni sera.
    • A mano a mano che il tuo corpo si adatta ai semi di psillio, puoi aumentare gradualmente la quantità fino a due cucchiaini per ogni bicchiere d'acqua.
  2. 2
    Combatti la diarrea con i semi di fieno greco. Anch'essi agiscono in modo simile a quelli di psillio, assorbendo l'acqua all'interno del tratto intestinale così da rendere le feci più dure.
    • Per assumere i semi di fieno greco, sciogline mezzo cucchiaino in un bicchiere d'acqua (250 ml) e bevi la miscela. Ripeti 2-3 volte al giorno.
  3. 3
    Mangia i mirtilli per ridurre l'infiammazione del tratto intestinale. Questi frutti contengono tannini che riducono l'irritazione e la secrezione di muco nell'intestino. Pertanto contribuiscono ad alleviare la diarrea.
    • Puoi mangiare i mirtilli freschi, disidratati, surgelati, ma anche in polvere, aggiungendoli per esempio a un frullato o ai cereali della colazione. Oppure puoi bollirli per preparare una tisana.
  4. 4
    Prepara delle tisane con zenzero e altre erbe benefiche. Per esempio la camomilla e la menta sono state usate per secoli come trattamento naturale contro la diarrea. Le tisane hanno anche un effetto calmante, danno sollievo all'apparato digerente e mantengono il corpo idratato.
    • Lo zenzero contiene due sostanze, chiamate gingerolo e shogaolo, che rendono meno frequenti i movimenti intestinali e prevengono la diarrea. In aggiunta contribuisce ad alleviare i crampi addominali, spesso associati al disturbo. Per preparare una tisana allo zenzero, grattugia la radice fresca e aggiungila in una tazza di acqua bollente; dopo 15 minuti, filtra e bevi la tua tisana. Se vuoi, puoi dolcificarla con il miele. Cerca di berne 2-3 tazze al giorno.
    • Sia la camomilla sia la menta hanno un effetto rilassante sui muscoli, quindi aiutano quelli dell'apparato gastrointestinale a distendersi. Di conseguenza fanno in modo che i movimenti intestinali diventino meno frequenti prevenendo la diarrea. Preparare una tisana con le foglie di menta o i fiori di camomilla è molto semplice, inoltre entrambi gli ingredienti sono facili da reperire. Prova a berne 2-3 tazze al giorno durante la gravidanza.
  5. 5
    Usa l'aceto di sidro di mele per uccidere i batteri che provocano la diarrea. Oltre a eliminare fisicamente le cause del disturbo, l'aceto di mele contiene pectina, che come abbiamo detto in precedenza è una sostanza naturale in grado di addensare le feci.
    • Aggiungine un cucchiaino in un bicchiere d'acqua (250 ml). Puoi assumerlo fino a tre volte al giorno prima dei pasti.
    Pubblicità

Metodo 3 di 3:
Curare la Diarrea Migliorando le Abitudini Quotidiane

  1. 1
    Evita gli spostamenti lunghi mentre sei incinta. Durante la gravidanza è consigliabile evitare i viaggi per non aumentare le probabilità di soffrire della cosiddetta "diarrea del viaggiatore". In particolare dovresti evitare di visitare i Paesi meno sviluppati del mondo dove il rischio è ancora maggiore.
    • La causa principale della diarrea del viaggiatore è il consumo di acqua o cibo contaminati da batteri. Le donne incinte hanno lo stomaco particolarmente sensibile a causa dei cambiamenti ormonali che avvengono nel corpo, quindi è importante fare molta attenzione a ogni cosa che mangi o bevi.
    • Se sei costretta a viaggiare durante la gravidanza, bevi solo l'acqua in bottiglia o che è stata fatta bollire, mentre evita assolutamente quella del rubinetto. Oltre a non berla, dovresti anche evitare di usarla per lavarti i denti o per fare i cubetti di ghiaccio.
    • Se acquisti della frutta fresca al mercato, lavala accuratamente con l'acqua minerale o che hai fatto bollire, quindi sbucciala prima di mangiarla. Evita le varietà che non hanno la buccia o a cui è già stata tolta.
  2. 2
    Prenditi costantemente cura della tua igiene. È una regola essenziale per prevenire la diarrea. Devi fare particolare attenzione a lavarti sempre bene le mani, dato che possono venire facilmente a contatto con i batteri che causano il disturbo.
    • Lavatele prima e dopo aver usato il bagno o aver cambiato il pannolino del tuo bambino più grande. Ripeti l'operazione prima di iniziare a cucinare o dopo aver toccato la carne cruda.
    • Lavati le mani in modo accurato usando l'acqua bollente e un sapone antibatterico, dopodiché asciugale completamente con un asciugamano pulito.
  3. 3
    Inizia con calma a fare esercizio fisico. In alcuni casi la diarrea si presenta quando le future mamme iniziano a fare attività fisica durante la gravidanza, in special modo se fino ad allora hanno condotto uno stile di vita sedentario. Questo accade perché l'attività intestinale aumenta.[4]
    • Se possibile, cerca di iniziare a fare esercizio fisico prima di rimanere incinta e prosegui con il programma di allenamento durante la gravidanza. In questo modo eviterai di "scioccare" il corpo.
    • Se è troppo tardi per accogliere questo consiglio, dovresti iniziare a fare esercizio fisico in modo graduale. Comincia con un programma leggero, per esempio camminando ogni giorno per 20 minuti. Potrai incrementare la durata e l'intensità degli allenamenti a poco a poco.
  4. 4
    Vai dal medico se la diarrea persiste. Uno o due attacchi nell'arco di 24 ore possono essere considerati normali, quindi non dovresti preoccuparti. Diversamente, se gli episodi sono più di tre in 24 ore o se la diarrea persiste per più di un giorno intero, è meglio valutare di consultare il medico.
    • Dovresti andare dal medico anche se avverti uno dei seguenti sintomi: una combinazione di vomito e diarrea, di costipazione e diarrea o di crampi addominali e diarrea, presenza di muco o sangue nelle feci oppure feci di colore verdastro o scuro.[5]
    • Ognuno di questi disturbi può essere il sintomo di una malattia più grave non ancora diagnosticata. Pertanto è importante andare dal medico il prima possibile, per prevenire possibili complicazioni che potrebbero mettere a rischio la tua salute o quella del nascituro.
    Pubblicità

Avvertenze

  • La maggior parte dei farmaci antidiarroici non può essere assunta durante il primo trimestre della gravidanza. In particolare dovresti evitare assolutamente quelli che contengono bicarbonato di sodio o bismuto dato che sono potenzialmente nocivi per il bambino. Chiedi consiglio al medico o al farmacista prima di assumere qualunque farmaco da banco contro la diarrea durante le prime 24 settimane di gestazione.[6]
Pubblicità

Informazioni su questo wikiHow

wikiHow è una "wiki"; questo significa che molti dei nostri articoli sono il risultato della collaborazione di più autori. Per creare questo articolo, autori volontari hanno collaborato apportando nel tempo delle modifiche per migliorarlo.
Categorie: Salute

Hai trovato utile questo articolo?

No
Pubblicità