Come Curare la Malattia dei Puntini Bianchi (Ictioftiriasi) nei Pesci Rossi

L'Ichthyophthirius multifiliis è il parassita più comune presente negli acquari e provoca la malattia ictioftiriasi. La maggior parte dei proprietari di acquari, prima o poi, deve affrontare questo problema e deve agire tempestivamente perché, se viene trascurata, la malattia può anche uccidere i pesci rossi. L'ictioftiriasi viene anche chiamata comunemente malattia dei puntini bianchi, perché uno dei sintomi principali è proprio la presenza di puntini bianchi che coprono tutto il corpo del pesce. Per fortuna c'è un rimedio naturale e uno veterinario che puoi utilizzare per aiutare il pesce a tornare del suo brillante colore arancione-dorato.

Parte 1 di 3:
Riconoscere i Sintomi
Modifica

  1. 1
    Cerca dei piccoli puntini bianchi sul corpo del pesce rosso. Questo parassita non è molto visibile quando inizia a svilupparsi. Quando comincia a nutrirsi dei fluidi corporei della pelle e delle pinne del pesce, tende a incistarsi su se stesso e apparire come piccole chiazze o macchie bianche. Il pesce sembra ricoperto da una spolverata di sale o zucchero, ma in realtà il problema è l'ictioftiriasi.
    • Se non intervieni tempestivamente, potrebbero iniziare a formarsi delle grandi chiazze su scaglie e pinne del pesce. Questo è un ulteriore segnale che indica la presenza del parassita.
  2. 2
    Osserva se il pesce si strofina contro alcuni oggetti o le pareti dell'acquario. La malattia può anche indurre questo comportamento perché provoca prurito. L'animale quindi si strofina contro l'acquario o altri oggetti nel tentativo di trovare sollievo e fermare questa fastidiosa sensazione.
  3. 3
    Controlla le branchie. Dato che il pesce è stressato, potrebbe non esserci sufficiente ossigeno nell'acquario per le sue esigenze. Ciò potrebbe provocargli un'iperattività delle branchie che iniziano a muoversi velocemente e pesantemente per cercare di respirare meglio.
    Advertisement

Parte 2 di 3:
Usare il Sale Marino
Modifica

  1. 1
    Aumenta la temperatura dell'acqua a 30 °C. Procedi gradatamente nell'arco di 48 ore, incrementandola di 1 °C ogni ora. In questo modo dai al pesce il tempo di abituarsi all'aumento della temperatura ed eviti che possa subire uno shock.
    • Il calore evita che la malattia si aggravi e che si sviluppino molti più parassiti quando si staccano dal corpo del pesce. In effetti le alte temperature neutralizzano questi parassiti e ne bloccano la riproduzione.
    • Non unire due tipi di trattamenti diversi, ma mettine in atto solo uno alla volta.
  2. 2
    Aumenta il livello di ossigeno nell'acqua. Devi compensare l'innalzamento della temperatura con un maggiore apporto di ossigeno per il tuo pesciolino rosso. Quindi, procedi come segue:
    • Abbassa il livello dell'acqua nell'acquario;
    • Punta i direttori di flusso verso la superficie dell'acqua.
    • Metti nell'acquario altre pietre porose o degli ornamenti che le contengano.
  3. 3
    Aggiungi del sale. Alcuni proprietari di acquari sostengono che alzare la temperatura dell'acqua sia sufficiente per staccare e uccidere i parassiti dal corpo del pesce. Tuttavia, il sale marino favorisce la formazione di un rivestimento protettivo del pesce, che impedisce al parassita di aderirvi. La combinazione di sale e calore colpisce qualunque parassita nuoti libero nell'acquario finché non morirà.
    • Usa il sale marino specifico per pesci di acqua dolce, non il comune sale da tavola. Puoi comprarlo online o nei negozi di animali.
    • Aggiungi un cucchiaio o tre cucchiaini di questo sale ogni 19 litri di acqua. Se ne vuoi usare di meno, prova a mettere mezzo cucchiaino ogni 4 litri di acqua.
    • Se nell'acquario ci sono altri pesci o invertebrati assieme all'esemplare malato, assicurati che non siano sensibili al sale prima di optare per questo rimedio. Alcune specie di pesci non tollerano grandi dosi di sale.
  4. 4
    Mantieni alta la temperatura e cambia l'acqua ogni paio di giorni. Mantienila costante a 30 °C per 10 giorni. All'inizio del trattamento, quando i sintomi dell'ictioftiriasi sono ancora molto visibili, devi cambiare il 25% dell'acqua ogni due giorni. In questo modo sei certo che l'ambiente sia ben ossigenato e faciliti l'eliminazione dei parassiti. Aggiungi una dose appropriata di sale dopo ogni cambio dell'acqua.
    • Trascorsi 10 giorni, i puntini bianchi dovrebbero iniziare a ridursi e l'acqua dovrebbe lentamente tornare pulita, senza parassiti. Continua con questa procedura mantenendo alta la temperatura e aggiungendo dosi di sale per altri 3-5 giorni dopo che anche gli ultimi sintomi sono spariti, per essere certo che tutti i parassiti siano stati uccisi.
  5. 5
    Riduci la temperatura dell'acqua finché non torna a 18 °C. Dopo 15 giorni di questo trattamento naturale, il pesce rosso dovrebbe tornare a nuotare normalmente e i puntini bianchi dovrebbero essere scomparsi completamente. Questo è il momento di riportare la temperatura al livello originale, abbassandola di 1 °C all'ora nell'arco delle 48 ore.
    • Al termine del trattamento cambia ancora una volta l'acqua per il 25% del suo volume e poi procedi con i consueti cambi settimanali di routine.
    Advertisement

Parte 3 di 3:
Usare Trattamenti Veterinari
Modifica

  1. 1
    Cambia il 25% dell'acqua dell'acquario e togli ogni rifiuto. Usa un sifone per aspirare la ghiaia. A questo punto rimuovi il carbone attivo dal filtro. Riducendo il livello dell'acqua, aumenti l'agitazione di superficie della stessa e consenti al farmaco di diffondersi meglio, quando lo aggiungerai.
    • Devi anche verificare che il filtro generi un flusso d'acqua forte e costante all'interno dell'acquario.
  2. 2
    Aumenta la temperatura dell'acqua a 30 °C. Devi aumentarla lentamente nell'arco di 48 ore facendo piccoli incrementi di 1 °C ogni ora. Questo permette al pesce di avere tutto il tempo per adattarsi al cambiamento e di evitare un possibile shock.
    • Diversamente dal metodo descritto in precedenza, in questo caso l'aumento della temperatura ha lo scopo non di uccidere i parassiti, ma di accelerarne il ciclo vitale. L'obiettivo è quello di forzare i parassiti a raggiungere la fase della vita in cui sono in grado di nuotare liberamente nell'acqua, così che il farmaco possa ucciderli senza danneggiare il pesce.
  3. 3
    Usa il medicinale. Nei negozi di animali oppure online sono disponibili diversi trattamenti specifici per la malattia dei puntini bianchi. Alcuni di questi sono a base di rame, quindi non macchiano come invece fanno altri prodotti. Tuttavia, quelli a base di rame possono essere nocivi per altri invertebrati o per alcune piante presenti nell'acquario infetto. Leggi sempre l'etichetta del farmaco per essere certo che non crei danni agli altri pesci presenti.
    • Segui le indicazioni riportate sulla confezione per quanto riguarda il dosaggio.
  4. 4
    Aggiungi il sale. Se vuoi aggiungere anche questo prodotto per aiutare l'animale a sviluppare un rivestimento mucoso protettivo e per accelerare l'uccisione dei parassiti, puoi farlo dopo avere messo il medicinale.
    • Assicurati che gli altri pesci e invertebrati presenti nell'acquario tollerino bene il sale; se sei preoccupato che in qualche modo possa danneggiarli, non devi usarlo; in questo caso limitati al trattamento con il farmaco.
  5. 5
    Aspetta un paio di settimane che la malattia venga debellata. Ci vuole un po' di tempo perché il prodotto faccia effetto ed elimini tutti i parassiti, dato che questi devono superare la fase larvale prima di essere uccisi. Trascorsi 15 giorni, i puntini bianchi dovrebbero staccarsi dal pesce e l'acquario essere libero da ogni parassita.
  6. 6
    Riduci la temperatura dell'acqua finché non torna ai 18 °C originali. Dopo un paio di settimane di trattamento con il farmaco, il pesce rosso dovrebbe riprendere a nuotare normalmente e i puntini bianchi non dovrebbero più esserci. A questo punto puoi ripristinare la corretta temperatura dell'acqua abbassandola di 1 °C ogni ora nell'arco di 48 ore.
    • Cambia per l'ultima volta il 25% di acqua al termine del trattamento e poi continua con i consueti cambi settimanali.
    Advertisement

Hai trovato utile questo articolo?

No